Ciclo lavorazione, come fare?

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#1
salve a tutti :)

devo sviluppare il ciclo di lavorazione di uno stampo : partendo dal grezzo (124*124*35) quale di queste due sequenze è meglio ?

1 - spianatura faccia 125*125 alla fresa
2 - esecuzione scavo con elettroerosione a tuffo
3 - finitura lavorazione con fresa

oppure

1 - esecuzione scavo con elettroerosione a tuffo
2 - finitura lavorazione con fresa

grazie :)
 

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#2
basta una jpg o vuoi il modello?

jpg al volo :|
 
Ultima modifica:

matte79

Utente Standard
Professione: Mobilizzazione Mouse
Software: ProE-Catia V5-Think design
Regione: Emilia Romagna
#4
dipende se sulla faccia da spianare hai una chiusura o tolleranze geometriche particolari..
Es: di norma se è un prelavorato invecchiato non si spiana (per la plastica o materiali "non molli") se invece stampi delle gomme quella è una chiusura e devi lavorarla.
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#5
Ciao,
a parte che il blocchetto lo dovrai sempre squadrare tramite fresatura, il discorso erosione, se si intende usare una normale erosione a tuffo, è impedito dalla serie di bugnette che sporgono sulla circonferenza esterna dell'impronta (sottosquadra).
A questo punto i casi sono 2:
1) fai tutto di fresa
2) se invece vuoi restare sull'erosione, fai l'impronta di erosione a tuffo lasciando la sporgenza delle bugnette e poi con una erosione CNC ed un elettrodo apposito (magari meglio più di 1) vai a ricavare le sporgenze, asportando il materiale tra esse e sotto di esse.

Questo però porta ad una considerazione: se lo stampo non è per un materiale flessibile ed elastico, tipo gomma, sarà praticamente impossibile estrarre il pezzo stampato. Questo a meno di realizzare il tuo pezzo in 2 metà.
:)
 

Ilario

Utente Senior
Professione: Disegnatore CAD
Software: Inventor, AutoCAD
Regione: E. Romagna
#6
Ciao,
a parte che il blocchetto lo dovrai sempre squadrare tramite fresatura, il discorso erosione, se si intende usare una normale erosione a tuffo, è impedito dalla serie di bugnette che sporgono sulla circonferenza esterna dell'impronta (sottosquadra).
A questo punto i casi sono 2:
1) fai tutto di fresa
2) se invece vuoi restare sull'erosione, fai l'impronta di erosione a tuffo lasciando la sporgenza delle bugnette e poi con una erosione CNC ed un elettrodo apposito (magari meglio più di 1) vai a ricavare le sporgenze, asportando il materiale tra esse e sotto di esse.

Questo però porta ad una considerazione: se lo stampo non è per un materiale flessibile ed elastico, tipo gomma, sarà praticamente impossibile estrarre il pezzo stampato. Questo a meno di realizzare il tuo pezzo in 2 metà.
:)
Si, 2 metà per le bugnettine sulla circonferenza, poi la parte centrale? Pistone? Poi, se vuoi fare un ciclo di lavoro di una cosa del genere, non mi sebra che ci bastino 3 fasi..... Mi sa che lì ci sia un po' più da studiarci...
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#7
Si, 2 metà per le bugnettine sulla circonferenza, poi la parte centrale? Pistone? Poi, se vuoi fare un ciclo di lavoro di una cosa del genere, non mi sebra che ci bastino 3 fasi..... Mi sa che lì ci sia un po' più da studiarci...
Appunto.
Forse la parolina magica è proprio "studiarci" ;)
:)
 

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#8
Ciao,
a parte che il blocchetto lo dovrai sempre squadrare tramite fresatura, il discorso erosione, se si intende usare una normale erosione a tuffo, è impedito dalla serie di bugnette che sporgono sulla circonferenza esterna dell'impronta (sottosquadra).
A questo punto i casi sono 2:
1) fai tutto di fresa
2) se invece vuoi restare sull'erosione, fai l'impronta di erosione a tuffo lasciando la sporgenza delle bugnette e poi con una erosione CNC ed un elettrodo apposito (magari meglio più di 1) vai a ricavare le sporgenze, asportando il materiale tra esse e sotto di esse.

Questo però porta ad una considerazione: se lo stampo non è per un materiale flessibile ed elastico, tipo gomma, sarà praticamente impossibile estrarre il pezzo stampato. Questo a meno di realizzare il tuo pezzo in 2 metà.
:)
è lo stampo del tappo di plastica dei bicchieri di carta per fastfood: molto elastico, lo stampo serve per termoformatura sottovuoto

non mi servono tolleranze troppo spinte , non devo realizzare fisicamente il pezzo ma arrivarci più vicino possibile a livello "teorico"
 
Ultima modifica:

Gabriz

Utente Junior
Professione: Artigiano
Software: Think3
Regione: Lombardia
#9
Io farei tutto di fresa, te la cavi con una o due frese in sagoma, dovrei vedere bene il modello, ma in ogni caso secondo me a farlo di erosione tra elettrodi e riprese ci si complica la vita.
Potrei sbalgiarmi pero :)
Ciao!
 

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#10
lo so bene che di fresa sarebbe meglio, ma dovrei dare la preferenza a tecnologie "speciali" (diciamo così) invece delle classiche lavorazioni a rimozione di truciolo :)

per quanto riguarda l'elettrodo per le bugnettine : posso usare qualcosa di standard? o posso creare un elettrodo di qualsiasi forma?
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#11
Uhm non sono praticissimo, e poi non riesco ad interpretare bene le ombre nel disegno, però penso che la figura frontale vada lavorata di fresa, fare un elettrodo, è dispendioso, e poi per togliere tutto quel matariale ci vuole molto tempo, invece lavorare la superficie laterate di fresa mi sembra alquanto complicato... quì sarebbe meglio l'elettroerosione.
Farei due elettrodi.
Il primo pere creare i lati verticali, che mi sembra abbiano sformo, il secondo con una gola trapezoidale per creare gli altri sformi con tanto pure di raccordo di fondo, mah sono stato troppo tempo in fabbrica per essere certo di quello che sto dicendo..
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#12
lo so bene che di fresa sarebbe meglio, ma dovrei dare la preferenza a tecnologie "speciali" (diciamo così) invece delle classiche lavorazioni a rimozione di truciolo :)

per quanto riguarda l'elettrodo per le bugnettine : posso usare qualcosa di standard? o posso creare un elettrodo di qualsiasi forma?
CIAO ZIO
CIAO A TUTTI
per me lo stampo si fa con un anello interno con tanto di sede
e l'anello deve essere in (minimo 4 parti)
tranne se si puo studiare gli angoli di sformo in modo da tirare il tutto in due mezzi anelli
non ci sono dimensioni reali altrimenti in azienda ti studiavo il meccanismo
ma il concetto si puo anche ampliare
praticamente quando si tira fuori il bicchiere i due mezzi anelli possono fare una rotazione tale da permettere l'uscita del bicchiere senza romperlo
per poi tornare allo stato precedente
senza automatismi vari
il tutto secondo me va direttamente in cnc
l'anello o parte di esso si lavora prima da un lato e poi dall'altro
poso tornire pure l'anello opportunamente sez e poi fare il resto
in attesa di un riscontro
shiren
e che bella discussion
salutissimi
 

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#13
ciao shiren, mi sembra un po' troppo complicato il tuo sistema :)

peppo82 forse ha tirato fuori qualcosa di interessate: elettrodo principale per il grosso del lavoro, elettrodo 2 per le gole trapezoidali e poi rimane elettrodo 3 per le bugnette...



rimarrebbe la finitura... tralasciando la fresa, la finitura in elettroerosione una macchina del genere sembra in grado di eseguirla

http://www.ona-electroerosion.com/ita/productos/prin_produc.html

"generatore di microfinitura"
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#14
ciao shiren, mi sembra un po' troppo complicato il tuo sistema :)

peppo82 forse ha tirato fuori qualcosa di interessate: elettrodo principale per il grosso del lavoro, elettrodo 2 per le gole trapezoidali e poi rimane elettrodo 3 per le bugnette...
ciao zio
come la vedo io
non occorre l'elettroerosione
se mi dai due quote
ti faccio uno schizzo
shiren
 

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#15
il problema è che non posso farlo tutto con la fresa, le lavorazioni con truciolo non devono essere in primo piano
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#16
il problema è che non posso farlo tutto con la fresa, le lavorazioni con truciolo non devono essere in primo piano
allora l'anello lo facciamo pure in elettroerosione
anello in due pezzi
che si girano quando alzi il bicchiere
ci vuole pure na sede per una cerniera
e' un sistema un attimo artigianale
pero ha sempre funzionato
prima lo torniamo sulla geometria massimale
poi se a tuffo facciamo il maschio in rame elettrolitico
per il filo a cnc fai il percorso e vai
per elettroerosione a tuffo no ho prob
per il filo per me grande prob
shiren
 

Allegati

Ultima modifica:

Lo Zio

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Inventor Professional
Regione: Lombardia
#17
vediamo :)




mm credo di aver trovato una soluzione... ora devo sistemare l'elettrodo per la corona dentata


gli elettrodi come si attaccano alle macchine? basta un foro filettato?
 
Ultima modifica:

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#18
vediamo :)




mm credo di aver trovato una soluzione... ora devo sistemare l'elettrodo per la corona dentata


gli elettrodi come si attaccano alle macchine? basta un foro filettato?
nella mia ipotesi
la corona dentata e' in piu parti
ma no e' un prob
l'elettrodo per l'elettroerosione
se hai la testina girevole
ci va un inserto in alluminio standard
dove trovi na serie di fori per applicare il maschio in rame
se non ci sono tolleranze precise il maschio puo essere anche unico
le dimensioni di esso devono essere qualche 1/10 piu piccole
bisogna compensare il gapp
dico che se ci sono altre idee ben vengano
se hai bisogno di altro no prob
shiren