• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Cementazione e Nitrurazione a confronto

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#1
Buongiorno, qualcuno può darmi qualche chiarimento in merito a questi due trattamenti? Ho trovato un vecchio articolo in cui viene detto che la nitrurazione ha una capacità di carico inferiore di circa il 10-15% rispetto alla cementazione...è proprio cosi o vi sono state evoluzioni/ricerche che smentiscono questa tesi? Quando è meglio utilizzare l'uno e quando l'altro (vantaggi e svantaggi)?...

Grazie per le risposte
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Inventor/Rhinoceros/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#2
Sono due trattamenti diversi e con scopi diversi.
La cementazione conferisce una durezza per una data profondità sul pezzo.
A seconda del materiale otterrai diverse durezze e diverse profondità.
La nitrurazione conferisce una durezza molto più elevata ma per una profondità inferiore.
La nitrurazione si usa per pezzi soggetti ad uno sfregamento/scorrimento, ad esempio, per limitarne l'usura.
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#3
Ciao..innanzitutto grazie per la risposta...ho notato anch'io questa cosa (almeno confrontando qualche dato/statistica)... ma allora come mai in alcuni tipi di componenti, come le ruote dentate , vedo usare entrambi in maniera ambivalente?.. sicuramente dipende dalle condizioni al contorno ma sarei curioso di sapere quali sono i parametri che ne guidano la scelta..
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Ciao..innanzitutto grazie per la risposta...ho notato anch'io questa cosa (almeno confrontando qualche dato/statistica)... ma allora come mai in alcuni tipi di componenti, come le ruote dentate , vedo usare entrambi in maniera ambivalente?.. sicuramente dipende dalle conidizioni al contorno ma sarei curioso di sapere quali sono i parametri che ne guidano la scelta..
Il motivo è che la nitrurazione deforma pochissimo il pezzo per cui la si può fare come ultimo trattamento dopo le lavorazioni meccaniche. La cementazione invece richiede la rettifica post trattamento per cui si tende ad evitarla se non è proprio necessaria (carichi d'urto, alte pressioni di contatto, forti sollecitazioni a fatica, etc)
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Inventor/Rhinoceros/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#5
Il motivo è che la nitrurazione deforma pochissimo il pezzo per cui la si può fare come ultimo trattamento dopo le lavorazioni meccaniche. La cementazione invece richiede la rettifica post trattamento per cui si tende ad evitarla se non è proprio necessaria (carichi d'urto, alte pressioni di contatto, forti sollecitazioni a fatica, etc)
Quoto in pieno.
Aggiungo che sulla nitrurazione se il pezzo è sottoposto a carichi elevati bisogna prevedere una lavorazione successiva per eliminare lo strato dei composti (coltre bianca), cosa che si può risparmiare in caso di contatto con carichi non elevati.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#6
Gli ingranaggi nitrurati (di solito vite sanza fine) si deformano poco e non sono adatti per urti medio/forti.
Gli ingranaggi temprati dopo cementazione sono elicoidali e denti dritti per applicazioni di medio e pesante utilizzo soggetto ad urti e sono rettificabi dopo trattamento termico. Se nitruri non puoi rettificare dopo e correggere alcuni errori.
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Inventor/Rhinoceros/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#7
Perché non puoi rettificare se un pezzo è nitrurato?
Noi abbiamo un componente nitrurato con grande profondità e durezza e rettifichiamo proprio per i motivi che esponevo nel post precedente. Se non eliminassimo lo strato dei composti avremmo uno "sfogliamento" del componente nella zona in cui subisce un contatto con un carico elevato.
Lessi tempo fa uno studio su ingranaggi dove si arrivava alle stesse conclusioni, se sottoposto a carichi elevati necessitava di lavorazione successiva al trattamento per rimuovere lo strato, se sottoposto a carichi leggeri questa lavorazione non era necessaria.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#8
Se rettifichi un pezzo nitrurato non c'è più nitrurazione
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#9
Normalmente la tempra deforma ma poi si rettifica e la cosa costa relativamente poco soprattutto per ingranaggi. La nitrurazione é possibile farla anche per profondità di oltre 0,7 mm ma ha un costo notevole e un tempo più elevato per la realizzazione. Inoltre il materiale base deve essere prebonificato per essere tenace...quindi altro tempo...altro costo.
Le nitrurazioni che si fanno su pezzi medio/grossi sono antifrizione con profondità non oltre 0,1 mm, a pezzo finito così non viene deformato.
Poi ogni azienda fa come gli pare e come meglio crede.
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Inventor/Rhinoceros/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#10
Se rettifichi un pezzo nitrurato non c'è più nitrurazione
Faccio una nitrurazione profondità 0.4-0.6,durezza 1100-1200 HV rettifico asportando 0.09.
Durezza finale dopo la rettifica 1000-1050 HV

Non vedo perché non ci debba più essere nitrurazione.

A parte questo condivido quel che dici nel post successivo.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#11
In quel caso la nitrurazione é ancora presente