Calcolare posizione fori nei vetri

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
Vorrei fissare dei vetri come da immagine. Il problema che mi pongo come stimare la posizione del foro in modo tale da non andare e ridurre la resistenza del vetro.
Senzanome.png

Ipotizziamo di avere una lastra di vetro, questo ha una sua resistenza alla spinta sia verticale lungo i lati maggiori del vetro che agendo perpendicolare alla superficie.

Se fisso il vetro mediante un perno posto dentro un foro dovrò realizzare il foro non troppo vicino ai bordi, altrimenti un bordo troppo piccolo non avrà la portata iniziale.

Esistono delle norme (uni 12150) che suggeriscono la posizione del foro in base allo spessore del vetro, ma sono indicazioni per evitare rotture durante la tempra o foratura. Non credo si parla di resistenza.

Quindi se io ho un vetro di spessore 10mm e ci faccio dei fori da 25mm lasciando 150mm di bordo dallo spigolo o rispettato le regole dette sopra. Ma la lastra resiste ad una spinta come prima? E come si tiene conto della superficie di appoggio degli iserti ? Serve unìanalisi fem? E possibile una stima di massima? Ci sono delle tabelle a cui fare riferimento?

Grazie a tutti mi dedicheranno qualche minuto
 

Zurtolo

Utente poco attivo
Professione: Progettista Meccanico
Software: Solidworks, Solidworks Simulation, Matlab, Excel, DeForm, CodeAster
Regione: Lombardia
Vorrei fissare dei vetri come da immagine. Il problema che mi pongo come stimare la posizione del foro in modo tale da non andare e ridurre la resistenza del vetro.
Visualizza allegato 52994

Ipotizziamo di avere una lastra di vetro, questo ha una sua resistenza alla spinta sia verticale lungo i lati maggiori del vetro che agendo perpendicolare alla superficie.

Se fisso il vetro mediante un perno posto dentro un foro dovrò realizzare il foro non troppo vicino ai bordi, altrimenti un bordo troppo piccolo non avrà la portata iniziale.

Esistono delle norme (uni 12150) che suggeriscono la posizione del foro in base allo spessore del vetro, ma sono indicazioni per evitare rotture durante la tempra o foratura. Non credo si parla di resistenza.

Quindi se io ho un vetro di spessore 10mm e ci faccio dei fori da 25mm lasciando 150mm di bordo dallo spigolo o rispettato le regole dette sopra. Ma la lastra resiste ad una spinta come prima? E come si tiene conto della superficie di appoggio degli iserti ? Serve unìanalisi fem? E possibile una stima di massima? Ci sono delle tabelle a cui fare riferimento?

Grazie a tutti mi dedicheranno qualche minuto
Ciao, la teoria (westergard ) dice che lo sforzo assiale nella lastra forata con un foro circolare si accentua del triplo in posizione del foro. Lo sforzo assiale decresce poi man mano ti allontani dal foro torna poi al valore nominale (ovvero il valore che avresti senza intaglio ) ad una distanza pari a circa il triplo del raggio del foro. Dovrebbe essere così comunque se cerchi la formula di Westergard ti puoi calcolare tutto. Tra L'altro forse Westergard (o Griffith che pure studió problemi di questo tipo) studiarono la cosa proprio sul vetro. Sul manuale dell'ingegnere o sul formulario di Roarks trovi le formule.
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
Ciao,
innanzitutto il vetro strutturale è un materiale che,a differenza dell'acciaio non presenta snervamento per cui tende a collassare (ha un comportamento elastico fino a rottura)..
Inoltre ,in presenza di fessure,reagisce differentemente:
-Se la fessura è in trazione si apre
-Se la fessura è in compressione tende a chiudersi ( lo stato di sollecitazione va a favore della resistenza meccanica del materiale)
Che io sappia vi sono alcune prescrizioni:
1554648121807.png
Inoltre,specie se esposto alle intemperie, andrebbe molato sugli spigoli.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
Ecco una risposta che merita tanto di cappello.

Non ho mai avuto necessità di fare queste lavorazioni, ma la trattazione è comunque interessante. Da che libro è tratta?
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
Quelle misure per i fori credo siano riferite alle norme UNI (non ricordo quale) per la lavorazione e tempra del materiale. Ma per verificare che la posizione del foro non intacchi la resistenza alla spinta?