AutoCAD gratuito per le scuole

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Del resto i fondi disponibili nelle scuole sono scarsi, è già buona avere un tornietto parallelo scassato e una fresatrice messa pure peggio...nel compartimento informatico un bel cad 2d e filare...
Non e' sempre cosi', da quel che ho visto gli ITIS della zona sono abbastanza ben forniti e i ragazzi aggiornati (lavorano tutti su cad 3d, per dire). Il reparto macchine e' un po' frenato dalle norme di sicurezza piu' che dalla mancanza di investimenti.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
Giusto quello che dici.. non si puo' pretendere di avere nelle scuole una macchina ad alta velocità e a 5assi di ultima generazione.
Pero' mi sembra abbastanza facile istruire in primis i docenti ed aggiornarli sulle nuove possibilità
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Non e' sempre cosi', da quel che ho visto gli ITIS della zona sono abbastanza ben forniti e i ragazzi aggiornati (lavorano tutti su cad 3d, per dire). Il reparto macchine e' un po' frenato dalle norme di sicurezza piu' che dalla mancanza di investimenti.
Considera però che le macchine CNC sono intrinsecamente più sicure di quelle "tradizionali"...
E' un problema di costi ovviamente, del resto sarebbe pure ingiustificato investire in macchine CNC per fare qualche esempio di programmazione, per quello dopo tutto esistono i simulatori.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
basta parlare con le software house che fanno CAM e sarebbero ben felici di fornire licenze per simulazioni virtuali di fresatura. Ormai hanno raggiusto standard reali di simulazione.
I post processor e le macchine CNC non servono, ma intanto gli studenti si esercitano a programmare semplici pezzi.
Il vantaggio è che NON imparerebbero un linguaggio macchina che potrebbe essere Fanuc piuttosto che Selca o Heidenhain, e quindi MOLTO vincolante.
Imparerebbero un linguaggio universale che dialoga con tutti i controlli.
C'è da capire perchè non c'è la volontà di fare queste semplici considerazioni.
 

tizi121212

Utente poco attivo
Professione: docente
Software: nanocad
Regione: lazio
Beh io non ho mai insegnato al meccanico, adesso sto in un’IIS a indirizzo elettronico ed elettrotecnico, e prima stavo al geometri.

Faccio disegno tecnico al biennio, una volta erano previste 4 ora a settimana solo di disegno tecnico, adesso la materia si chiama “tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica”, comprende anche una parte di materiali, il CAD, e le ore sono solo 3.

Inoltre di queste 3, solo una è di laboratorio con tanto di insegnante tecnico – pratico in compresenza.

Con queste tempistiche mai siamo riusciti a parlare di filettature. Facciamo al massimo proiezioni ortogonali e assonometrie di oggetti non troppo complessi, niente ombre, niente prospettive.

Per quanto riguarda il laboratorio mi hanno detto di fargli il CAD perché al triennio lo usano per fare il disegno degli impianti elettrici , e perché usano non so quali applicativi caricati in AutoCAD.

Io se riesco gli faccio fare anche una piccola libreria di blocchi con i simboli che si usano in elettrotecnica, così iniziano a imparare anche quelli (so che stanno già nelle librerie di autocad o che si possono scaricare, ma così disegnando li memorizzano), oppure qualcosina in 3d.

Per quanto riguarda l’ex geometri, l’ultima volta che ci sono stato abbiamo iniziato a usare Revit, sempre quindi della Autodesk, cha sarà pure un dinosauro, ma che non ci pensa proprio ad andare in estinzione
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
basta parlare con le software house che fanno CAM e sarebbero ben felici di fornire licenze per simulazioni virtuali di fresatura. Ormai hanno raggiusto standard reali di simulazione.
I post processor e le macchine CNC non servono, ma intanto gli studenti si esercitano a programmare semplici pezzi.
Il vantaggio è che NON imparerebbero un linguaggio macchina che potrebbe essere Fanuc piuttosto che Selca o Heidenhain, e quindi MOLTO vincolante.
Imparerebbero un linguaggio universale che dialoga con tutti i controlli.
C'è da capire perchè non c'è la volontà di fare queste semplici considerazioni.
Insomma...che abbiano tutta questa voglia di regalare licenze accademiche è da vedere...
Anche il discorso linguaggio vincolante è opinabile, la programmazione ISO (per intenderci quella implementata da Fanuc) è lo standard de facto nel settore CNC...
Imparando un CAM impari quello specifico CAM, poi se cambi spesso sono dolori.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
Insomma...che abbiano tutta questa voglia di regalare licenze accademiche è da vedere...
Anche il discorso linguaggio vincolante è opinabile, la programmazione ISO (per intenderci quella implementata da Fanuc) è lo standard de facto nel settore CNC...
Imparando un CAM impari quello specifico CAM, poi se cambi spesso sono dolori.
il codice iso è obsoleto.. ti voglio vedere fare un arco di cerchio codice iso. devi dare il XY del centro raggio XY del punto di partenza e XY del punto di arrivo.
Quindi il lavoro del CAM è quello di generare una traiettoria del percorso utensile.. e il lavoro del post processor è quello di trasformare quella traiettoria in linguaggio macchina CNC.
Imparare un CAM significa imparare la strategia di lavorazione, nel senso .. che prima di usare una fresa Ø2 ..magari devi sapere che prima bisogna sgrossare con una fresa piu' grossa... oppure che magari prima di fare un foro su un piano inclinato è meglio fare un piccolo piano, sul quale fare un centrino ed infine forare.
Per farla breve... prima sei andato a scuola guida e poi hai usato la macchina che hai voluto tu.
Invece le software house ci tengono eccome dare licenze per insegnare ai ragazzi ad usare il proprio
CAM. Autodesk è conosciuta da tutti proprio per questa strategia di marketing.
E ho anche il mio personale sospetto.. che abbia volutamente dato la possibilità di craccare i suoi programmi per dare a tutti la possibilità di curiosare il mondo CAD
 
Ultima modifica:

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
il codice iso è obsoleto.. ti voglio vedere fare un arco di cerchio codice iso. devi dare il XY del centro raggio XY del punto di partenza e XY del punto di arrivo.
Quindi il lavoro del CAM è quello di generare una traiettoria del percorso utensile.. e il lavoro del post processor è quello di trasformare quella traiettoria in linguaggio macchina CNC.
Imparare un CAM significa imparare la strategia di lavorazione, nel senso .. che prima di usare una fresa Ø2 ..magari devi sapere che prima bisogna sgrossare con una fresa piu' grossa... oppure che magari prima di fare un foro su un piano inclinato è meglio fare un piccolo piano, sul quale fare un centrino ed infine forare.
Per farla breve... prima sei andato a scuola guida e poi hai usato la macchina che hai voluto tu.
Invece le software house ci tengono eccome dare licenze per insegnare ai ragazzi ad usare il proprio
CAM. Autodesk è conosciuta da tutti proprio per questa strategia di marketing.
E ho anche il mio personale sospetto.. che abbia volutamente dato la possibilità di craccare i suoi programmi per dare a tutti la possibilità di curiosare il mondo CAD
Ti do una notizia ... qualunque cam genera il codice ISO o il codice macchina per lo specifico CNC...

Dire il codice ISO è obsoleto è una contraddizione in termini, perché è quello che effettivamente viene letto dal CNC.

Per questo a mio parere avere buone basi di programmazione ISO è più importante che imparare un cam specifico.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
non sono d'accordo.. attualmente tutti i post vengono generati con il linguaggio CNC del controllo interessato
Heidenhain -Fanuc-Selca.. ecc ecc
il codice iso è fatto da G1 lavoro G0 rapido con altre infomazioni aggiuntive che sono il numero di giri "S" e l'avanzamento "F"
per fare un cerchio. il codice iso potrebbe generare una infinità di punti , mentre il linguaggio SELCA genera un G3 se il cerchio è antiorario e oppure un G2 se è in senso orario.. con queste informazioni il controllo SELCA si fa tutti i sui bravi conti per generare tutti i punti XY del cerchio ed ottimizzare le caratteristiche del controllo numerico.
E' per questo motivo che i post-processor escono in linguaggio macchina del CNC.. proprio per sfruttare al massimo le caratteristiche del controllo numerico.
Forse stiamo dicendo la stessa cosa, ma il concetto di base è che il calcolo del percorso lo genera il CAM, quindi trovo alquanto dispersivo, monotono, e rischioso programmare in ISO.
Le energie vanno concentrare per migliorare le strategie di lavorazione.
Fare un profilo in codice ISO di un rettangolo è semplice su una forma 3D complessa la cosa è improponibile.
pero' il titolo della discusione.. esula da tutto questo:)
 
Ultima modifica:

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Sicuramente Nanocad no è identico ad AutoCAD. Per la maggiore delle funzioni, grafica e logica, è identico alle versioni AutoCAD LT degli anni 2000.
Noi in ufficio, da meccanici, lo usiamo per cafe layout di macchinari e per modificare qualche macchina esistente. Noi veniamo da Me10 quindi in realtà AutoCAD o i suoi simili lo sappiamo usare in pochi. Praticamente tutto in Solidworks si fa.
Per gli studenti direi che si può anche le sarei a FreeCAD che è gratuito ed è un 3d parametrico semplice. Io lo uso al lavoro per due cose: ingranaggi e FEM.
Direi che la scuola è mal impostata e le ore sono poche e occorrerebbe maggiore aderenza al tessuto sociale.
 

Tristus

Utente Senior
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
Da Wikipedia:
"architects, project managers, engineers, graphic designers, city planners and other professionals"
Questo è il target che Autocad da sempre si è prefisso. Dal 1982.
Cioè rappresentazione grafica in generale.

E' chiaro che dal 1982 molte cose sono cambiate, la tecnologia ha imposto che si dovessero sviluppare software che sapessero dialogare con macchinari che non fossero le sole stampanti, io non mi intendo di cad meccanici, ma penso ad esempio ai torni ecc ecc (parlo da ignorante dei nuovi software dedicati al cad meccanico, e del cad meccanico in generale, beninteso).
Pero' il target di cui sopra ha ancora dell'interesse verso Autocad (architetti, ingegneri ecc ecc). In quei campi Autocad è rimasto uno dei punti di riferimento.

E' interessante leggere i commenti di sopra, pero' sono convinto che quel tecnico non ha fatto tutte le vostre considerazioni. Secondo me ha visto che NanoCad finiva in Cad come AutoCad e di testa sua ha provveduto alla sostituzione. Avrà ottime competenze in campo tecnico, ma non dovrebbe andare oltre quelle sue competenze.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
E' interessante leggere i commenti di sopra, pero' sono convinto che quel tecnico non ha fatto tutte le vostre considerazioni. Secondo me ha visto che NanoCad finiva in Cad come AutoCad e di testa sua ha provveduto alla sostituzione. Avrà ottime competenze in campo tecnico, ma non dovrebbe andare oltre quelle sue competenze.
😂 se fosse veramente così, la scuola è arrivata alla frutta .
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Da Wikipedia:
"architects, project managers, engineers, graphic designers, city planners and other professionals"
Questo è il target che Autocad da sempre si è prefisso. Dal 1982.
Cioè rappresentazione grafica in generale.

E' chiaro che dal 1982 molte cose sono cambiate, la tecnologia ha imposto che si dovessero sviluppare software che sapessero dialogare con macchinari che non fossero le sole stampanti, io non mi intendo di cad meccanici, ma penso ad esempio ai torni ecc ecc (parlo da ignorante dei nuovi software dedicati al cad meccanico, e del cad meccanico in generale, beninteso).
Pero' il target di cui sopra ha ancora dell'interesse verso Autocad (architetti, ingegneri ecc ecc). In quei campi Autocad è rimasto uno dei punti di riferimento.

E' interessante leggere i commenti di sopra, pero' sono convinto che quel tecnico non ha fatto tutte le vostre considerazioni. Secondo me ha visto che NanoCad finiva in Cad come AutoCad e di testa sua ha provveduto alla sostituzione. Avrà ottime competenze in campo tecnico, ma non dovrebbe andare oltre quelle sue competenze.
Bhe adesso non esageriamo nel denigrare il personale scolastico...
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
non sono d'accordo.. attualmente tutti i post vengono generati con il linguaggio CNC del controllo interessato
Heidenhain -Fanuc-Selca.. ecc ecc
il codice iso è fatto da G1 lavoro G0 rapido con altre infomazioni aggiuntive che sono il numero di giri "S" e l'avanzamento "F"
per fare un cerchio. il codice iso potrebbe generare una infinità di punti , mentre il linguaggio SELCA genera un G3 se il cerchio è antiorario e oppure un G2 se è in senso orario.. con queste informazioni il controllo SELCA si fa tutti i sui bravi conti per generare tutti i punti XY del cerchio ed ottimizzare le caratteristiche del controllo numerico.
E' per questo motivo che i post-processor escono in linguaggio macchina del CNC.. proprio per sfruttare al massimo le caratteristiche del controllo numerico.
Forse stiamo dicendo la stessa cosa, ma il concetto di base è che il calcolo del percorso lo genera il CAM, quindi trovo alquanto dispersivo, monotono, e rischioso programmare in ISO.
Le energie vanno concentrare per migliorare le strategie di lavorazione.
Fare un profilo in codice ISO di un rettangolo è semplice su una forma 3D complessa la cosa è improponibile.
pero' il titolo della discusione.. esula da tutto questo:)
Appunto...
A parte controlli strani...la stragrande maggioranza dei CNC è "ISO compliant" , questo significa che per tutti il G1 è il movimento lineare, G2 movimento circolare orario, G3 movimento circolare antiorario etc...
Imparare uno specifico CAM nelle scuole ha poco senso, perchè ne esistono decine, e alla fine quello che impari è sostanzialmente "l'interfaccia di lavoro" di quello specifico software.
Poi è ovvio che nelle geometrie complesse non si riesca a fare il programma "a mano" , dal punto di vista didattico però avere basi iso è qualcosa che reputo importante.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Da Wikipedia:
"architects, project managers, engineers, graphic designers, city planners and other professionals"
Questo è il target che Autocad da sempre si è prefisso. Dal 1982.
Cioè rappresentazione grafica in generale.

E' chiaro che dal 1982 molte cose sono cambiate, la tecnologia ha imposto che si dovessero sviluppare software che sapessero dialogare con macchinari che non fossero le sole stampanti, io non mi intendo di cad meccanici, ma penso ad esempio ai torni ecc ecc (parlo da ignorante dei nuovi software dedicati al cad meccanico, e del cad meccanico in generale, beninteso).
Pero' il target di cui sopra ha ancora dell'interesse verso Autocad (architetti, ingegneri ecc ecc). In quei campi Autocad è rimasto uno dei punti di riferimento.

E' interessante leggere i commenti di sopra, pero' sono convinto che quel tecnico non ha fatto tutte le vostre considerazioni. Secondo me ha visto che NanoCad finiva in Cad come AutoCad e di testa sua ha provveduto alla sostituzione. Avrà ottime competenze in campo tecnico, ma non dovrebbe andare oltre quelle sue competenze.
Non esageriamo...
Io non lo uso però mi pare che sul forum siano in diversi ad usare nanoCAD e da quello che ho capito non è così malvagio come qualcuno pensa...
Certe funzioni particolari o plug-in di autoCAD non ci girano però per un corso base credo vada bene.
 

Tristus

Utente Senior
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
Non esageriamo...
Non dico che NanoCad sia da escludere a priori, solo ritengo che il tecnico avrebbe dovuto quantomeno mettere al corrente i docenti della sostituzione da lui operata (poi puo' anche essere il tecnico migliore del mondo, pero' decidere (senza avvisare i docenti) quale strumento adottare in un percorso di didattica di un istituto non ricade nelle sue competenze).
Infatti la scelta del tecnico ha suscitato perplessità nell'autore del trhead.

Poi nella professione è diverso dall'insegnamento. Nella professione sei nella condizione di poter valutare quale software usare a seconda del momento contingente. Quando invece insegni a chi dovrà far uso di un cad generito è legittimo scegliere il meglio perchè stai dando un indirizzo di massima, un riferimento riconoscibile da tutti. Il software cioè piu' blasonato, quello piu' conosciuto, che abbia anche una sola virgola in piu' rispetto ad un'altro meno famoso. Poi anche un tecnico puo' benissimo dare indicazioni e consigli in merito (se ha sufficienti conoscenze del cad da poter distinguere le potenzialità di un programma rispetto ad un altro) ad ogni modo è sopratutto il fatto di non mettere al corrente che non và bene a mio avviso.
 
Ultima modifica:

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
bha.. hanno fatto piu' danni i maestri che le guerre
Appunto...
A parte controlli strani...la stragrande maggioranza dei CNC è "ISO compliant" , questo significa che per tutti il G1 è il movimento lineare, G2 movimento circolare orario, G3 movimento circolare antiorario etc...
Imparare uno specifico CAM nelle scuole ha poco senso, perchè ne esistono decine, e alla fine quello che impari è sostanzialmente "l'interfaccia di lavoro" di quello specifico software.
Poi è ovvio che nelle geometrie complesse non si riesca a fare il programma "a mano" , dal punto di vista didattico però avere basi iso è qualcosa che reputo importante.
Per me ha poco senso imparare programmare in iso.
Ha senso oggi?
tu mi dirai ovvio che si.. le basi sono basi
Allora...abbandoniamo il CAD e insegniamo sul tecnigrafo le proiezioni ortogonali.
allora abbandoniamo le calcolatrici e ritorniamo a fare le moltiplicazioni con i logaritmi.
Se abitassimo nella giungla, dovremmo imparare ad usare l'arco e le frecce.
Ma abitiamo in una società industriale.. altamente competitiva.
Ci sono degli strumenti che hanno soppiantato i vecchi metodi ed il CAM è uno di quelli.
perchè dovrei fare un rettangolo in codice ISO ?
dovrei scrivere tra posizionamenti alzate in rapido.. discese in lavoro e lunghezza del percorso.. come minimo una 20 di righe.
Ma le 20 righe sarebbero il meno... il problema è che se non metti l'alzata delle fresa.. quest'ultima va a sbattere contro la morsa e fai un danno da 15mila euro alla testa del CNC.
Il CAM evita tutto questo e ti puoi concentrare solo sulla forma esatta di quello che vuoi ottenere.
Questo dobbiamo insegnare.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
bha.. hanno fatto piu' danni i maestri che le guerre

Per me ha poco senso imparare programmare in iso.
Ha senso oggi?
tu mi dirai ovvio che si.. le basi sono basi
Allora...abbandoniamo il CAD e insegniamo sul tecnigrafo le proiezioni ortogonali.
allora abbandoniamo le calcolatrici e ritorniamo a fare le moltiplicazioni con i logaritmi.

Ma le 20 righe sarebbero il meno... il problema è che se non metti l'alzata delle fresa.. quest'ultima va a sbattere contro la morsa e fai un danno da 15mila euro alla testa del CNC.
Infatti fortunatamente nelle scuole si insegna ancora il disegno tradizionale, le proiezioni ortogonali, etc , così come si insegna la matematica nonostante ci siano calcolatrici e computer.
Le basi sono basi appunto...

Quello che vuoi fare tu è prendere uno che non ha mai nemmeno acceso uno scooter e farlo girare con la motogp da 250 cavalli...

Il danno lo puoi fare anche se hai il programma generato dal postprocessor del cam e sbagli a fare gli zeri macchina e utensili (che devi fare sulla macchina), forse non hai chiaro che il cam genera un programma ma tutto il resto (attrezzaggio, staffaggio, presetting...) rimane da fare manualmente.
 
Hai installato un sistema per bloccare i banner/annunci

Abbiamo capito, le pubblicità sono fastidiose!

Il software di blocco dei banner fa un ottimo lavoro nel bloccare gli annunci, ma blocca anche le funzioni utili del nostro sito web. Per una migliore esperienza sul sito, disabilita il tuo AdBlocker su CAD3D.it. Grazie!

Ho disabilitato AdBlock