Assorbimento su spina 5 poli

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#1
Premetto subito che non sonoo un elettricista ma che devo solo fare un calcolo di massima per comunicare in prima battura gli assorbimenti presenti sulla linea di alimentazione dei nostri impianti.
Ipotizzo una situazione per rendere meglio l'idea.
1 elettroventilatore trifase da 4kw
15 lampade neon con 2 tubi da 58watt su ogni fase.
Ovviamente presa 5 poli 3P+N+T

Mi consigliate una formula per sapre da quanto deve essere la spina da installare? Perdonatemi ma non sono proprio nel campo elettrico.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019
Regione: Veneto
#2
Ciao,
devi conoscere gli assorbimenti dei vari utilizzatori.
Poi applicando la formula (per corrente alt.trif) P = I x V x cosfi x radice di tre ti calcoli gli assorbimenti
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#3
Grazie New Rider
Ma se si volesse fare un conto approssimativo giusto per sapere da dove partire, posso ipotizzare per il motore un assorbimento doppio della sua potenza? per le luci la classica formulina watt/V può andare bene?
Per l'esempio precedente farei 8A per il motore e 7,6A per le luci. Totale 15,6A totali. Gli faccio montare una 32A.
Lo so che sono conti del salumiere ma è giusto per non montargli una 16A sottodimensionata o una 63A inutilmente.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019
Regione: Veneto
#4
Grazie New Rider
Ma se si volesse fare un conto approssimativo giusto per sapere da dove partire, posso ipotizzare per il motore un assorbimento doppio della sua potenza? per le luci la classica formulina watt/V può andare bene?
Per l'esempio precedente farei 8A per il motore e 7,6A per le luci. Totale 15,6A totali. Gli faccio montare una 32A.
Lo so che sono conti del salumiere ma è giusto per non montargli una 16A sottodimensionata o una 63A inutilmente.
Conti approsimativi non se ne fanno. Prende fuoco tutto. attenzione anche alla sezione del cavo di alimentazione della presa.
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#5
Hai ragione a dire che conti approssimativi non se ne fanno ma nel mio caso non ci sono impianti da centrale nucleare. Io ho un aspiratore e n luci da alimentare. Se facendo due conti mi viene fuori un'assorbimento da 10/11A posso montare una 16A. Se mi vien fuori 14A allora gli monto una 32A.
Poi gli stessi dati li passo al quadrista per fare giusto il quadro con accensione motore e tre interruttori per le luci. Se qualcosa non gli torna mi avvisa.
In base alla presa vengono installati i cavi di adeguata sezione per scongiurare surriscaldamenti eccessivi e successivi incendi.
Comunque cerco di applicare la formula che gentilmente mi hai scritto più sopra e vedo cosa mi esce. Intanto grazie per i consigli. (y)
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#6
I calcoli sono corretti, ma mi sembra che per queste installazioni serva un progetto firmato da un iscritto all'albo.
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#7
exxon questo non te lo so dire e magari chiederò ai piani alti. Io sono solo un dipendente che tira 4 linee su uno schermo e cerca di fare il suo lavoro al meglio.
So che quando passiamo l'ordine alla ditta esterna per farci il quadretto elettrico viene rilasciato il progetto dello stesso.
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#8
stai a fa un sacco di confusione
ventilatore e illuminazione insieme sulla stessa linea?
non si fa
innanzitutto ci sta che il ventilatore abbia una spina ,però non è obbligatorio,e ci sia quindi una presa,
però l'illuminazione che abbia una spina non la sapevo,tranne che nei cantieri
la linea dell'illuminazione arriva al quadro dove ci sarà il suo bel interuttore,
anche il ventilatore può avere la sua linea che arriva al quadro col suo bellinterruttore
poi dici "Ovviamente presa 5 poli 3P+N+T" mica è detto dipende se la cabina di trasformazione è dell'utente o dell'enel
se è dell'utente l'alimentazione sarà 3P+N+T con impianto di terra in cabina ,
se non è dell'utente sarà 3P+N con impianto di terra intorno all'edificio
per la linea bisogna calcolare la caduta di tensione,in valore e in percentuale
ci stanno un sacco di cose da fare,sei tu che dovresti dimensionare l'interruttore?speriamo di no
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#9
poi è andata a finire???
che hanno fatto tre linee monofasi per l'illuminazione
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#10
Ventilatore e illuminazione si fa spesso nel mio caso. Il nostro prodotto è a tutti gli effetti una cabina mobile con macchina aspirante e illuminazione interna che posso spostare da un posto all'altro.
Sul retro della macchina piazzo il quadro (fatto da ditta esterna) alimentato da una spina. Se mettere una sola spina o due separate me lo dice il cliente in base alle sue preferenze.
Quando il cliente piazza la macchina nel suo capannone o in cantiere dovrà solo fargli arrivare un cavo con presa adeguata e può lavorare.
Il fatto di chiedere lumi solo sulla spina 5 poli è perchè se devo gestire due spine separate (una per la 400V e una per la 230V) allora so già dimensionarle. Non ho ben chiaro invece come calcolare il carico quando ho una singola spina a 5 poli dove devo dividere il carico delle luci (230V) sulle singole fasi per non avere uno sbilanciamento eccessivo su una di esse.
poi è andata a finire???
che hanno fatto tre linee monofasi per l'illuminazione
Non è andata a finire un nessun modo perchè la domanda era solo informativa, volevo delle informazioni per capire meglio come fare i conti.
ci stanno un sacco di cose da fare,sei tu che dovresti dimensionare l'interruttore?speriamo di no
No, non dimensiono io l'interruttore ma devo dare un valore di partenza. Se poi lo canno alla grande ci pensa il quadrista a farmi il cicchetto ;)
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#11
Ventilatore e illuminazione si fa spesso nel mio caso. Il nostro prodotto è a tutti gli effetti una cabina mobile con macchina aspirante e illuminazione interna che posso spostare da un posto all'altro.
Sul retro della macchina piazzo il quadro (fatto da ditta esterna) alimentato da una spina. Se mettere una sola spina o due separate me lo dice il cliente in base alle sue preferenze.
Quando il cliente piazza la macchina nel suo capannone o in cantiere dovrà solo fargli arrivare un cavo con presa adeguata e può lavorare.
Il fatto di chiedere lumi solo sulla spina 5 poli è perchè se devo gestire due spine separate (una per la 400V e una per la 230V) allora so già dimensionarle. Non ho ben chiaro invece come calcolare il carico quando ho una singola spina a 5 poli dove devo dividere il carico delle luci (230V) sulle singole fasi per non avere uno sbilanciamento eccessivo su una di esse.

Non è andata a finire un nessun modo perchè la domanda era solo informativa, volevo delle informazioni per capire meglio come fare i conti.

No, non dimensiono io l'interruttore ma devo dare un valore di partenza. Se poi lo canno alla grande ci pensa il quadrista a farmi il cicchetto ;)
ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
mo le cose sono chiare
questo post è mooooooooooolto più preciso del primo,converrai
sembrava che dovevi mettere un ventilatore sul soffitto e illuminare lo stanzone
l'alimentazione è esterna alla cabina e avviene attraverso la spina che si connette alla presa esterna della cabina che alimenta il quadro interno della cabina,il quale quadro avrà un interruttore trifase per il ventilatore e tre interruttori monofase ,per ogni fase diversa,per ogni cinque lampade
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#12
Esattamente!!! :D:D:D
Chiedo scusa per le inesattezze iniziali.