Ambiente Strutture differenziazione particolari

Diogene

Utente registrato
Professione: Progettista Meccanico
Software: Solid Edge ST9, Creo 4 , SolidWorks 2018
Regione: Abruzzo
#1
Buongiorno,
attualmente sto lavorando in ambiente strutture ed ho un problema, mi spiego nell'azienda per cui lavoro le foratura e le lavorazioni sui tubolari vengono eseguite prima della saldatura pertanto se un tubolare è uguale ad un altro sia come massa che come lunghezza ma il foro è disposto in maniera non simmetrica per me sono due codici produzione diversi ma il cad li pallina come se fossero lo stesso componente.
Mi chiedevo come posso fare a far capire al cad che sono due codici diversi (ho già provato con le opzioni nella distinta materiali ma non funziona in quanto le differenziazioni che ci sono non permettono di differenziare il caso in oggetto) oppure se fosse possibile, una volta completato la struttura, creare da questa dei codici part con una propria identità che poi posso andare a modificare.

Problema strutture.PNG
Cordialmente
 

Diogene

Utente registrato
Professione: Progettista Meccanico
Software: Solid Edge ST9, Creo 4 , SolidWorks 2018
Regione: Abruzzo
#2
Scusate dimenticavo di dire che uso la ST9
 

SMIRRO

Utente registrato
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
#3
Io ho chiamato l'assistenza proprio per un problema simile, e mi è stato risposto che non l'unica soluzione è esportare l'elemento strutturale in questione, con conseguente scollegamento rispetto all'assieme padre, e modificarlo localmente.
Le features di assieme per gli elementi strutturali rimangono solo nell'ambiente assieme, non solo, se si volesse aggiungere un elemento diverso, come ad esempio una piastrina di chiusura (cosa che solidworks permette) non è possibile a meno di non creare un assieme superiore.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#4
... non solo, se si volesse aggiungere un elemento diverso, come ad esempio una piastrina di chiusura (cosa che solidworks permette) non è possibile a meno di non creare un assieme superiore.
Le strutture sono create dentro un assieme e le funzionalità dell'assieme sono tutte utilizzabili compresa quella di aggiungere parti a piacimento.

Ciao
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#5
oppure se fosse possibile, una volta completato la struttura, creare da questa dei codici part con una propria identità che poi posso andare a modificare.
Per fare questo, mantenendo il collegamento con la struttura originale, devi:
- Creare una nuova parte nell'assieme
- Utilizzare il comando "Copia nella parte"
- Selezionare l'elemento della stuttura come origine
- Selezionare tipo elemento "corpo" e selezionare l'elemento
- Tastro destro sulla feature "Attiva\disattiva progetto\costruzione"
- Ripetere dall'inizio per ogni elemento di cui ti interessa avere un file separato e collegato

Attenzione che tutti i pezzi risulteranno così "doppi" e dovrai quindi fare le opportune modifiche da "proprietà occorrenza".

Le operazioni in sè sono semplici, il problema è che sono tante; si potrebbe scrivere una piccola macro per automatizzare il tutto; mi sorprende che il "salva con nome" già esistente della struttura non faccia già questo.

Ciao
 

SMIRRO

Utente registrato
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
#7
Per fare questo, mantenendo il collegamento con la struttura originale, devi:
- Creare una nuova parte nell'assieme
- Utilizzare il comando "Copia nella parte"
- Selezionare l'elemento della stuttura come origine
- Selezionare tipo elemento "corpo" e selezionare l'elemento
- Tastro destro sulla feature "Attiva\disattiva progetto\costruzione"
- Ripetere dall'inizio per ogni elemento di cui ti interessa avere un file separato e collegato

Attenzione che tutti i pezzi risulteranno così "doppi" e dovrai quindi fare le opportune modifiche da "proprietà occorrenza".

Le operazioni in sè sono semplici, il problema è che sono tante; si potrebbe scrivere una piccola macro per automatizzare il tutto; mi sorprende che il "salva con nome" già esistente della struttura non faccia già questo.

Ciao
Ottimo.
Non ci avevo pensato a creare delle copie delle parti.
 

SMIRRO

Utente registrato
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
#8
A quanto pare in passato qualcuno ci aveva già pensato:

https://community.plm.automation.si...arts-extract/m-p/342940/highlight/true#M20226

Purtroppo il download della macro non funziona più
Domanda supplementare: siccome il mio collega non si vuole installare la libreria delle parti di SE, lui non riesce a vedere le mie strutture, poiché gli manca l'elemento strutturale.
Adesso deve modificare un telaio fatto da me, per infilarci roba sua, ed io per renderlo visibile e modificabile da lui ho seguito la procedura sopra.
Il problema a questo punto è che le modifiche che farà lui non si ripercuoteranno sul mio originale, essendo copie. C'è un modo per rendere il collegamento di copia di parte biunivoco?
Già immagino che per definizione non si possa fare...
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#9
Ti consiglio di mettere le librerie delle parti in un archivio raggiungibile da entrambi.
Avere delle copie locali è davvero una cosa da evitare a tutti i costi.

Ciao
 

SMIRRO

Utente registrato
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
#10
Grazie per la risposta.
Ci stiamo attrezzando in questo senso proprio per evitare questi problemi.
 

Diogene

Utente registrato
Professione: Progettista Meccanico
Software: Solid Edge ST9, Creo 4 , SolidWorks 2018
Regione: Abruzzo
#11
Per fare questo, mantenendo il collegamento con la struttura originale, devi:
- Creare una nuova parte nell'assieme
- Utilizzare il comando "Copia nella parte"
- Selezionare l'elemento della stuttura come origine
- Selezionare tipo elemento "corpo" e selezionare l'elemento
- Tastro destro sulla feature "Attiva\disattiva progetto\costruzione"
- Ripetere dall'inizio per ogni elemento di cui ti interessa avere un file separato e collegato

Attenzione che tutti i pezzi risulteranno così "doppi" e dovrai quindi fare le opportune modifiche da "proprietà occorrenza".

Le operazioni in sè sono semplici, il problema è che sono tante; si potrebbe scrivere una piccola macro per automatizzare il tutto; mi sorprende che il "salva con nome" già esistente della struttura non faccia già questo.

Ciao
Ti ringrazio Be_on_edge la procedura è chiara le mie uniche perplessità sono:

1.Se non si vuole eseguire questa procedura per ogni componente ciò presuppone che sia necessario uno sforzo da parte dell'operatore che due componente scambiati dal sistema per uguali siano diversi con il conseguente rischio di errore.

2. Se si vuole eseguire questa procedura per tutti i componenti allora anche i componenti uguali saranno codici separati e andranno messi in tavolo entrambi con la seguente difficoltà anche in fase di produzione di avere tutti codici solo quantità 1.

Nulla di impossibile su telai semplici ma su telai più grandi e complessi entrambe le soluzioni non sono l'ideale. Realizzare un codice per ogni componente e realizzare il telaio come un normale assembly porta ad un aggravio di tempo sicuramente maggiore sia nella realizzazione che in modifica ma non mi sembra soffrire le problematiche di cui sopra.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#12
Normalmente i componenti sono riconosciuti come uguali in base alla loro lunghezza (a parità di sezione ovviamente). Nelle proprietà dell'elenco parti, pagina "Opzioni" c'è il riquadro "Univocità tubi e struttura"; abilitando la voce "Massa" verranno riconosciuti come diversi i pezzi con peso differente.

Attenzione, se su due componenti di lunghezza uguale avrai la stessa massa come risultato di due lavorazioni differenti, saranno comunque interpretati come uguali. (Esempio 2 fori con lo stesso diametro ma in posizione differente).

Avete valutato la possibilità di creare i disegni dei singoli componenti come pagine aggiuntive del disegno del telaio ?

In ultimo, come dicevo, si potrebbe creare una macro che guida l'utente passo passo in modo da minimizzare l'intervento umano e di conseguenza gli errori (oltre al risparmi di tempo).
 

Diogene

Utente registrato
Professione: Progettista Meccanico
Software: Solid Edge ST9, Creo 4 , SolidWorks 2018
Regione: Abruzzo
#13
Normalmente i componenti sono riconosciuti come uguali in base alla loro lunghezza (a parità di sezione ovviamente). Nelle proprietà dell'elenco parti, pagina "Opzioni" c'è il riquadro "Univocità tubi e struttura"; abilitando la voce "Massa" verranno riconosciuti come diversi i pezzi con peso differente.

Attenzione, se su due componenti di lunghezza uguale avrai la stessa massa come risultato di due lavorazioni differenti, saranno comunque interpretati come uguali. (Esempio 2 fori con lo stesso diametro ma in posizione differente).

Avete valutato la possibilità di creare i disegni dei singoli componenti come pagine aggiuntive del disegno del telaio ?

In ultimo, come dicevo, si potrebbe creare una macro che guida l'utente passo passo in modo da minimizzare l'intervento umano e di conseguenza gli errori (oltre al risparmi di tempo).
Si ho già provato ad usare le Opzioni di univocità ma, appunto come dici mi sono accorto che non sono sufficienti nel caso di tubolari di uguale sezione, uguale lunghezza e lavorazioni uguali ma in posizioni differenti, per farlo funzionare dovrei accorgermi che il sistema li vede come uguali e magari fare un foro aggiuntivo su uno dei due.

I componenti sono già messi in tavola come pagine successive al telaio. anche perché a parte l'aspetto produttivo per tutti gli altri uffici sono un codice unico che poi viene venduto o assemblato quindi viene gestito con un singolo codice gestionale e i componenti hanno come nome quel codice e una numerazione progressiva (246206 padre componenti 246206-001 ..-002 ... -003) pertanto il disegno deve essere unico.

La macro è sicuramente un'ottima idea per limitare gli errori nella sequenza di operazioni da fare. Ma quello che intendevo è che o usi questa procedura per tutti i componenti perdendo la possibilità di aggregare componenti uguali che diventerebbero per forza di cose codici diversi (Andando a svantaggio quindi di chi si trova alle seghe o alla fresa che magari non se ne accorge e non riesce a ottimizzare il lavoro) oppure la usi solo per quei casi in cui ti accorgi che hai il problema e che su telai molto grandi di anche 50/80 particolari corri il serio rischio di non accorgertene, nel peggiore dei casi di non accorgertene fino a quando non monti i particolari.

Comunque ti ringrazio per l'idea, faccio un po' di prove per capire se come soluzione è maggiormente percorribile rispetto al dover creare come parte ogni singolo componente.