ACCIAIO RESISTENTE AGLI URTI

GIAMMA87

Utente poco attivo
Professione: INGEGNERE
Software: NX UG
Regione: marche
Buonasera,
spero di trovare qualche utente che possa aiutarmi. Mi trovo a dover risolvere questa problematica: ho una battuta assimilabile ad una mensola incastrata dove all'estremità agisce una forza impulsiva ciclica che dopo qualche serie di cicli si è rotta. Il materiale con cui era costruita questa battuta era acciaio S235JR. Non posso agire su nessun parametro come forma o diminuzione della forza impulsiva l' unico parametro modificabile è la tipologia di materiale. La mia domanda è semplice: con quale acciaio posso costruire questa battuta?
Quello che cerco è un acciaio resistente agli urti quindi con elevata resilienza (suppongo), in rete ho trovato molti articoli teorici sulle prove charpy ma nessuno di questi indicava una lista dei migliori materiali resistenti agli urti. Avevo pensato ad un S355J2 o un S355K2 in quanto hanno un elevata resilienza già a basse temperature (la temperatura di lavoro della battuta è quella ambiente) ma se volessi spingermi verso qualche materiale ancora migliore?

Ps. ne approfitto per ringraziare tutti gli utenti di questo sito che mettono a disposizione le loro esperienze e le loro conoscenze e danno la possibilità a noi "progettisti" alle prime armi di poter imparare tante cose.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Sicuramente se hai di base un ferro strutturale Sxxx devi passare per forza di cose agli acciai legati da bonifica, dove le caratteristiche meccaniche salgono di molto. Il cromo migliora la durezza e la tenacità, mentre il nichel migliora la resilienza e la resistenza a fatica; il molibdeno infine riduce il fenomeno di fragilità al rinvenimento. Quindi un 39CrNiMo3 assolverebbe in modo egregio alla funzione da te richiesta.
 

GIAMMA87

Utente poco attivo
Professione: INGEGNERE
Software: NX UG
Regione: marche
La ringrazio per la risposta,
ho cercato in giro le caratteristiche del 39CrNiMo3 e ho visto che il fattore Kv sale all'aumentare della temperatura di rinvenimento (come nella figura che allego sotto). Come posso indicare nel disegno che vorrei un pezzo finito con un Kv elevato?
Sono abituato ad utilizzare solo ferro strutturale quindi mi rimane difficile saper scegliere e definire le caratteristiche di un acciaio da bonifica.
1523293049872.png
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
devi indicare una bonifica con un certo intervallo di Rm che é il carico di rottura a trazione. Eventualmente puoi indicare che l'obiettivo é avere un KV di tot. Comunque come puoi vedere é un materiale che é completamente diverso da S275 e compagnia.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
La ringrazio per la risposta,
ho cercato in giro le caratteristiche del 39CrNiMo3 e ho visto che il fattore Kv sale all'aumentare della temperatura di rinvenimento (come nella figura che allego sotto). Come posso indicare nel disegno che vorrei un pezzo finito con un Kv elevato?
Sono abituato ad utilizzare solo ferro strutturale quindi mi rimane difficile saper scegliere e definire le caratteristiche di un acciaio da bonifica.
Visualizza allegato 49806
Dovresti indicare i parametri di trattamento, in particolare la temperatura di rinvenimento. Attento che generalmente il 39NiCrMo3 si trova già allo stato bonificato. Tu devi richiederlo ricotto. Sarà cura tua farlo trattare una volta lavorato
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Hai pensato a farla di acciaio cementato?
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
"Qualitativamente" potresti valutare anche l'acciaio armonico (dipende dall'applicazione, carichi in gioco ed altri fattori)