Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Utente Senior L'avatar di gil
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    1408
    Professione
    Scarabocchiatore
    Regione
    Italia
    Software
    Cadsauro (il cad con la clava)

    Predefinito Norme trattamento superificale inox ARS

    Ciao
    Quando si indica la finitura di acciaio inox, si è soliti usare la sigla "ARS" seguita da un numero.
    Ad esempio: acciaio inox aisi 304 ars1.

    La sigla Ars da dove deriva? A Quali norme fa riferimento? Vorrei approfondire, ma fatico a trovare un buon punto di partenza.

  2. #2
    Utente Senior L'avatar di meccanicamg
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    6075
    Professione
    ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
    Regione
    Lombardia
    Software
    SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KiSSSoft, Excel

    Predefinito

    Non l'ho mai vista e nemmeno si trova googolando....prova a chiedere in Alfinox, Gavinox oppure in qualche centro servizi di lamiera inox se hanno un tecnologo che lo sappia.

  3. #3
    Utente Senior L'avatar di gil
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    1408
    Professione
    Scarabocchiatore
    Regione
    Italia
    Software
    Cadsauro (il cad con la clava)

    Predefinito

    Ciao. Grazie per la risposta.
    Scusa la mia somarata ma la sigla ARS è un codice di colorazione per alluminio anodizzato. Per avere un'idea

    Conoscete qualche documento per informarmi in materia?
    E visto che ci siamo qualcosa sul trattamento superficiale acciaio inox? E magari qualcosa sulla verniciatura degli acciai?

    Ho trovato qualche manuale, per acciaio anche presso Fondazione Promozione Acciaio. Ma nulla che possa risolvere la mia necessità di approfondire su tutti e tre questi materiali. Spero abbiate qualche suggerimento.

  4. #4
    Utente Senior L'avatar di meccanicamg
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    6075
    Professione
    ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
    Regione
    Lombardia
    Software
    SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KiSSSoft, Excel

    Predefinito

    Ogni centro servizi ha i suoi codici che identificano l'inox con finitura opaca, semilucida, lucida, lucida a specchio, satinata, bugnata, striata, levigata come le lamiere da autobotte a cellette, spazzolata ecc....chi più ne ha più ne metta. Pensa che ci sono sue centri servizi al mondo che fanno inox colorato per tapezzare esternamente palazzi, ponti ecc

  5. #5
    Utente Senior L'avatar di meccanicamg
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    6075
    Professione
    ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
    Regione
    Lombardia
    Software
    SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KiSSSoft, Excel

    Predefinito

    Le verniciature degli acciai? All'acqua, epossidico, a polvere e cottura in forno....non capisco cosa ti serve e soprattutto lo scopo. Normalmente i centri servizi di taglio lamiere che fanno il preverniciato lo fanno su base alluminio e su base acciaio e ognuno di loro ha settori differenti ed usi specifici.

  6. #6
    Utente Senior L'avatar di gil
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    1408
    Professione
    Scarabocchiatore
    Regione
    Italia
    Software
    Cadsauro (il cad con la clava)

    Predefinito

    vorrei approfondire ed integrare le mie conoscenze sui trattamenti superficali dei metalli per edilizia.

  7. #7
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2018
    Messaggi
    6
    Professione
    project leader
    Regione
    Lazio
    Software
    Kubotek

    Predefinito

    Devo dire a meccanicamg, che trovo eccezionale per la qualità dei suoi interventi, che nell'elenco delle finiture per l'inox ha dimenticato di citare l'INCANTA-BURINI !
    A Roma chiamavano così questa finitura, a cerchietti parzialmente sovrapposti, che si faceva A MANO con un tappo di sughero montato sul trapano e un po' di pasta abrasiva. Serviva per coprire i graffi ma la chiamavano così perché il cosiddetto BURINO, tipicamente proveniente dalla campagna e per definizione ingenuamente ignorante e propenso allo stupore, restava appunto INCANTATO dinanzi a questa meraviglia della tecnica....
    Ovviamente sto' scherzando e questa finitura esiste ancora oggi ed è , credo, fatta a macchina, ma questa descrizione alla Alberto Sordi mi fa ancora ridere ogni volta che vedo un vecchio tavolino da bar lavorato così: resto INCANTATO....

  8. #8
    Utente Senior L'avatar di meccanicamg
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    6075
    Professione
    ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
    Regione
    Lombardia
    Software
    SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KiSSSoft, Excel

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da welcome to the machine Visualizza Messaggio
    Devo dire a meccanicamg, che trovo eccezionale per la qualità dei suoi interventi, che nell'elenco delle finiture per l'inox ha dimenticato di citare l'INCANTA-BURINI !
    A Roma chiamavano così questa finitura, a cerchietti parzialmente sovrapposti, che si faceva A MANO con un tappo di sughero montato sul trapano e un po' di pasta abrasiva. Serviva per coprire i graffi ma la chiamavano così perché il cosiddetto BURINO, tipicamente proveniente dalla campagna e per definizione ingenuamente ignorante e propenso allo stupore, restava appunto INCANTATO dinanzi a questa meraviglia della tecnica....
    Ovviamente sto' scherzando e questa finitura esiste ancora oggi ed è , credo, fatta a macchina, ma questa descrizione alla Alberto Sordi mi fa ancora ridere ogni volta che vedo un vecchio tavolino da bar lavorato così: resto INCANTATO....
    Grazie. La lavorazione che indichi tu la si fa solitamente su vasche e cisterne di medio grandi dimensioni.

  9. #9
    Moderatore L'avatar di PierArg
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    2128
    Professione
    ingegnere meccanico
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    i miei neuroni

    Predefinito

    Stai parlando delle cotes de geneve che si usano anche sui meccanismi degli orologi?

    A proposito delle cisterne, ma a che serve fare le cotes de geneve? Io pensavo fossero solo per motivi estetici.

  10. #10
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2018
    Messaggi
    6
    Professione
    project leader
    Regione
    Lazio
    Software
    Kubotek

    Predefinito

    certo che tra il villanissimo incantaburini e le raffinatissime cotes de Geneve c'è una differenza epocale....Potremmo trovare un punto di equilibrio definendo fiorettatura la spazzolatura a cerchi contigui, mentre le cotes de Geneve , almeno quelle che conosco praticate sugli orologi, sono appunto delle coste parallele. Credo che ambedue abbiano solo fini estetici.
    Ho trovato un video di un maître horloger svizzero http://people.timezone.com/mdisher/d...h/DSCN0296.MOV che fa vedere come le ricavano. In ogni caso non mi sembra un procedimento che meriti di essere trattato in un sito di progettisti e mi scuso per aver innescato la discussione.


  • Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Trattamento termico
      Di Camillo60 nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 30-07-2017, 17: 53
    2. Trattamento di Distensione - Come verificarlo
      Di MBT nel forum Carpenteria
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 19-09-2014, 14: 39
    3. Trattamento superficiale
      Di Jari nel forum Stampaggio industriale
      Risposte: 18
      Ultimo Messaggio: 10-10-2011, 13: 26
    4. Trattamento termico...
      Di HOOPS nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 28-04-2009, 11: 00
    5. Trattamento finale
      Di Bolik182 nel forum Solidworks
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 17-10-2008, 15: 31

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti