I contenuti più recenti di Kelko

  1. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    A dir la verità, non saprei quale velocità raggiunga lo stantuffo ad ogni azionamento della leva.
  2. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    Ho trovato questa informazione in un pdf, scaricato da internet, che parla di cilindri a norme iso.
  3. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    A livello di escursione del movimento, il risultato viene rispettato. Mi preoccupava solo la questione del danneggiamento del cilindro, nei termini che dicevo (ossia stantuffo che va in fine corsa direttamente sul corpo del cilindro). Ad ogni modo, mi sa che devo farmi una bella ripassata di...
  4. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    Il sistema idraulico viene azionato con una leva a mano, quindi lo spostamento del carico è abbastanza lento. Voglio dire, non stiamo parlando di elevate velocità traslazionali e ovviamente quando si arriva a fine corsa la leva diventa dura. Nel sistema non è previsto quindi una pompa idraulica...
  5. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    Ti ringrazio per la risposta. Il mio dubbio riguarda proprio l'uso della geometria interna del cilindro come finecorsa del pistone. Sui manuali di costruttori di cilindri oleodinamici, leggevo che è consigliabile prevedere delle battute esterne per evitare che lo stantuffo vada a fine corsa...
  6. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    In effetti rileggendomi non sono stato molto chiaro. Provo a mettere un disegnino, sperando che sia un po' più chiaro. C'è la configurazione "cilindro aperto": la parte mobile (che porta il carico M) va a battuta sul telaio prima che il pistone giunga a fine corsa. Nella configurazione a...
  7. Fine corsa battute interne cilindro idraulico

    Buongiorno, ho un dubbio. C'è un macchinario con un telaio che viene fissato su una parete e una parte basculante incernierata al telaio. La parte basculante viene azionata da un cilindro idraulico a doppio effetto. Quando il cilindro è aperto, la parte basculante va a battuta con il telaio...
  8. Responsabilità effettive

    Non so se questa è la sezione giusta. Lavoro, come disegnatore interinale, da tre anni in un'azienda metalmeccanica. All'inizio facevo semplicemente disegni 3d partendo da un archivio cartaceo. Col tempo mi hanno messo a fare disegni ex novo di un macchinario, seguendo le indicazioni del...
  9. Disegnatore meccanico e prestazione occasionale

    Buongiorno, chiedo scusa se ho sbagliato sezione. Devo realizzare dei disegni tecnici, e ci tengo a sottolineare che per essi non ho svolto alcuna attività di progettazione; il committente mi dice: "Disegnami un tubo di diametro X, altezza Y e spessore Z", per fare un esempio banale. Sono un...
  10. Magistrale ing. meccanica: Bologna o Sapienza?

    Buongiorno, vorrei gentilmente esporvi un dubbio, anche se non so se sia la sezione giusta. Ho fatto la triennale in ingegneria meccanica a Bologna e quindi mi appresto a proseguire gli studi con la magistrale, sempre in ing. meccanica. Senza girarci intorno: vorrei proseguire alla Sapienza...
  11. Adams. Regolatore centrifugo di watt

    Buongiorno. Questo pomeriggio mi sono messo ad analizzare il regolatore centrifugo di watt con adams; quindi ho ricreato il modello e quando ho applicato una rotazione di 360 gradi al secondo all'albero principale, il corsoio si muove di moto alternativo verticale. Ma nel regolatore di watt...
  12. Legge di forza dalla legge oraria del moto

    Riguardo al rapporto di trasmissione. Ho scritto che è uguale al rapporto tra la velocità angolare della ruota (cedente) e la velocità del pistone (movente). Ora, la cosa non mi torna visto il rapporto di trasmissione dovrebbe essere una grandezza adimensionale... Qualcuno può aiutarmi?
  13. Legge di forza dalla legge oraria del moto

    Vorrei precisare inoltre che quella che ho postato sopra è solo la prima parte del ragionamento...ho preferito non proseguire perché prima di continuare vorrei sapere gli errori nel mio ragionamento.
  14. Legge di forza dalla legge oraria del moto

    Vi ringrazio per le risposte. Stamattina ho fatto qualche ragionamento; ho pensato di usare l'equazione dell'energia, ossia somma dei lavori (motore, resistente e perduto) è uguale alla variazione di energia cinetica. Dato che non ho trovato il modo di scrivere le formule in modo decenti, vi...
  15. Legge di forza dalla legge oraria del moto

    Ciao, ti ringrazio per la risposta. No, non è un problema di calcoli; credo che il mio sia un problema di concetto. Il software è MSC Adams. In pratica con tale software ho applicato alla ruota una rotazione uniforme ed ho "misurato" lo spostamento del pistone stesso corrispondente a quel...