Stipendio progettista meccanico R&D

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Seguendo questa discussione valorizzo che il problema dei stipendi bassi possa essere riconducibile alla nascita di queste agenzie interinali/HR etc..
In sostanza queste figure cosa fanno...gettano la rete nel mare dei candidati e la raccolgono con quello che trovano in base alle loro necessità. Una specie di ufficio acquisti di persone. Migliori qualità al minore prezzo. Facendo questo hanno abbassato di brutto il valore del lavoro. Hanno un bacino di utenza vasto queste agenzie e all'interno trovano qualcuno , o per voglia o necessità, che sia alla ricerca di lavoro adeguandosi alle loro proposte indecenti. Personalmente non ho mai lavorato con agenzie.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Non ho detto che "va bene così" , non va bene per niente.
Il problema è abbastanza complicato e non è responsabilità delle aziende, se non in minima parte.
Ma come si fa a dire che le aziende sono "colpevoli" in minima parte degli stipendi bassi e chi li decide gli stipendi????? Noi??? e non mi venire a dire il mercato o lo stato..., in ogni azienda si trova il modo per pagare sempre meno i propri dipendenti questa è la verità non c'è ridistribuzione della ricchezza " tutto a me e niente agli altri......"
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Ma come si fa a dire che le aziende sono "colpevoli" in minima parte degli stipendi bassi e chi li decide gli stipendi????? Noi??? e non mi venire a dire il mercato o lo stato..., in ogni azienda si trova il modo per pagare sempre meno i propri dipendenti questa è la verità non c'è ridistribuzione della ricchezza " tutto a me e niente agli altri......"

Ma scusa da che mondo e' mondo l'uomo e' predatore e cerca di prendersi la fetta piu' grossa della torta. Anche chi fa gli interessi dei dipendenti nelle trattative sindacali cerca di spostare la fetta dalla propria parte piuttosto che in un ipotetico giusto mezzo. Se gli stipendi dei dipendenti sono bassi rispetto a quanto invece guadagna l'azienda la questione e' tutta relativa al potere contrattuale di ciascuna controparte, o alla capacita'/incapacita' di condurre le trattative.

Dare la colpa del proprio basso stipendio al cinismo del'imprenditore e' secondo me ingenuo ed autoassolutorio. La colpa sara' piuttosto del fatto che la propria mansione non e' cosi' insostituibile, parlando sia individualmente che a livello di categorie. La sfortuna del dipendente sostituibile e' purtroppo che alcuni fattori che lo rendono sottopagabile sono fuori dal proprio controllo, e quindi deve adattarsi. Sicuramente se ne avesse la possibilita' il dipendente invertirebbe le percentuali di spartimento della ricchezza prodotta dall'azienda, se non lo fa e' solo per mancanza di potere contrattuale.

Parafrasando quello che hai scritto in passato, il dipendente insoddisfatto non deve fare altro che creare la propria azienda e cominciare a sfruttare i suoi futuri dipendenti pagandoli il 5% di quanto producono.
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
Seguendo questa discussione valorizzo che il problema dei stipendi bassi possa essere riconducibile alla nascita di queste agenzie interinali/HR etc..
In sostanza queste figure cosa fanno...gettano la rete nel mare dei candidati e la raccolgono con quello che trovano in base alle loro necessità. Una specie di ufficio acquisti di persone. Migliori qualità al minore prezzo. Facendo questo hanno abbassato di brutto il valore del lavoro. Hanno un bacino di utenza vasto queste agenzie e all'interno trovano qualcuno , o per voglia o necessità, che sia alla ricerca di lavoro adeguandosi alle loro proposte indecenti. Personalmente non ho mai lavorato con agenzie.

Purtroppo ormai il mercato del lavoro è in mano a queste agenzie a cui è stata demandata la prima selezione degli eventuali candidati.
La trattativa poi si fa tra candidato ed azienda, e qui tutto dipende dai rapporti in campo.
Io, fortunatamente, ho una professionalità molto ricercata, almeno nella ma zona, e posso trattare da una situazione di vantaggio.
Ho un contratto a tempo indeterminato, sto bene in azienda, lo stipendio è X quindi se mi vuoi avere devi alzare questo X ed almeno pareggiare le altre condizioni.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Purtroppo ormai il mercato del lavoro è in mano a queste agenzie a cui è stata demandata la prima selezione degli eventuali candidati.
La trattativa poi si fa tra candidato ed azienda, e qui tutto dipende dai rapporti in campo.
Io, fortunatamente, ho una professionalità molto ricercata, almeno nella ma zona, e posso trattare da una situazione di vantaggio.
Ho un contratto a tempo indeterminato, sto bene in azienda, lo stipendio è X quindi se mi vuoi avere devi alzare questo X ed almeno pareggiare le altre condizioni.

Sei già scartato se parti cosi. Perchè nel bacino a cui facevo riferimento prima ci sarà qualcuno più bravo di te , che costa meno e che ha necessità di lavorare.
Una volta se passavi porta a porta il bacino era limitato e 5/10 persone e quindi il valore della retribuzione era legato alla zona lavorativa. Non è strano oggi, provate fare caso, nelle grosse aziende vedere gente che abita a certe distanze dal luogo di lavoro.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Ma scusa da che mondo e' mondo l'uomo e' predatore e cerca di prendersi la fetta piu' grossa della torta. Anche chi fa gli interessi dei dipendenti nelle trattative sindacali cerca di spostare la fetta dalla propria parte piuttosto che in un ipotetico giusto mezzo. Se gli stipendi dei dipendenti sono bassi rispetto a quanto invece guadagna l'azienda la questione e' tutta relativa al potere contrattuale di ciascuna controparte, o alla capacita'/incapacita' di condurre le trattative.

Dare la colpa del proprio basso stipendio al cinismo del'imprenditore e' secondo me ingenuo ed autoassolutorio. La colpa sara' piuttosto del fatto che la propria mansione non e' cosi' insostituibile, parlando sia individualmente che a livello di categorie. La sfortuna del dipendente sostituibile e' purtroppo che alcuni fattori che lo rendono sottopagabile sono fuori dal proprio controllo, e quindi deve adattarsi. Sicuramente se ne avesse la possibilita' il dipendente invertirebbe le percentuali di spartimento della ricchezza prodotta dall'azienda, se non lo fa e' solo per mancanza di potere contrattuale.

Parafrasando quello che hai scritto in passato, il dipendente insoddisfatto non deve fare altro che creare la propria azienda e cominciare a sfruttare i suoi futuri dipendenti pagandoli il 5% di quanto producono.

e no cacciatorino per creare una azienda servono i soldini e se questi non si hanno allora niente.....
Io vedi sono un povero illuso, penso che il mondo sia fatto di persone eticamente corrette.....
se io ti faccio guadagnare un sacco di soldi alla fine del mese vorrei averne una parte, che mi permetta di vivere dignitosamente......tutto qua....
poi fatevi tutti i discorsi che volete su mercato e governo e tasse ecc ecc.....sono solo scuse per tenersi tutti i soldi.......
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
e no cacciatorino per creare una azienda servono i soldini e se questi non si hanno allora niente.....
Io vedi sono un povero illuso, penso che il mondo sia fatto di persone eticamente corrette.....
se io ti faccio guadagnare un sacco di soldi alla fine del mese vorrei averne una parte, che mi permetta di vivere dignitosamente......tutto qua....
poi fatevi tutti i discorsi che volete su mercato e governo e tasse ecc ecc.....sono solo scuse per tenersi tutti i soldi.......

E' proprio quello che intendevo dire. Aspettarsi dagli altri un comportamento etico e' ingenuo. Non ho detto che nessuno si comporta in maniera etica, ma solo che alla nostra eta' dovremmo sapere che le cose di norma non vanno cosi' e agire di conseguenza, ossia darsi da fare per vedere soddisfatti quelli che percepiamo come nostri desideri, e non sperare che vengano filantropicamente soddisfatti da persone di buon cuore, e poi arrabbiarsi quando vediamo che questo non succede.

Se l'ufficio acquisti di una ditta cliente mi propone un ribasso del 40% sul mio preventivo (cose che ogni tanto succedono), secondo te devo accettare e lamentarmi contro la ditta cattiva, oppure agire proattivamente per riportare la trattativa su binari piu' consoni?
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
Sei già scartato se parti cosi. Perchè nel bacino a cui facevo riferimento prima ci sarà qualcuno più bravo di te , che costa meno e che ha necessità di lavorare.
Una volta se passavi porta a porta il bacino era limitato e 5/10 persone e quindi il valore della retribuzione era legato alla zona lavorativa. Non è strano oggi, provate fare caso, nelle grosse aziende vedere gente che abita a certe distanze dal luogo di lavoro.

Per mia fortuna no, però concordo con te che spesso sia così.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
E' proprio quello che intendevo dire. Aspettarsi dagli altri un comportamento etico e' ingenuo. Non ho detto che nessuno si comporta in maniera etica, ma solo che alla nostra eta' dovremmo sapere che le cose di norma non vanno cosi' e agire di conseguenza, ossia darsi da fare per vedere soddisfatti quelli che percepiamo come nostri desideri, e non sperare che vengano filantropicamente soddisfatti da persone di buon cuore, e poi arrabbiarsi quando vediamo che questo non succede.

Se l'ufficio acquisti di una ditta cliente mi propone un ribasso del 40% sul mio preventivo (cose che ogni tanto succedono), secondo te devo accettare e lamentarmi contro la ditta cattiva, oppure agire proattivamente per riportare la trattativa su binari piu' consoni?

Nulla da aggiungere a quello che ho detto in precedenza................
 

Meteor02

Utente Standard
Professione: Tecnico stampaggio plastica
Software: Solidworks 2016
Regione: Emilia romagna
Per la prima parte se uno predilige tanto il lavoro da dipendente con tutta calma ne trova uno e poi chiude la ditta....non deve mica farlo domani può anche prendersi qualche anno .....certo nel 2020 non è facile ma non impossibile......

teseo ma nn avrai qualche discussione con il tuo titolare? io dopo 30 anni ho chiuso la ditta e sono FINALMENTE dipendente. finito di far preventivi la sera a casa, finito di lavorare al sabato, finito il contatto con fornitori clienti avvocato commercialista varie agenzie per attestati di rischio ecc, finito l'incubo del verra pagata questa riba? finito con la neo assunta che va in maternità ecc ecc.... fino al 2010 era ancora accettabile essere in proprio ad oggi è una gran fregatura.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Ma come si fa a dire che le aziende sono "colpevoli" in minima parte degli stipendi bassi e chi li decide gli stipendi????? Noi??? e non mi venire a dire il mercato o lo stato..., in ogni azienda si trova il modo per pagare sempre meno i propri dipendenti questa è la verità non c'è ridistribuzione della ricchezza " tutto a me e niente agli altri......"

Allora mettiamola così...lo stato è colpevole al 70%...le aziende al 30%, ti va bene?
In questi 20 anni in italia (il minuscolo è voluto) gli unici interessi che sono stati garantiti sono quelli ai vari speculatori e pseudo-multinazionali che non perdevano occasione per ricattare la collettività con formule del tipo "o mi dai incentivi oppure licenzio e ti faccio pagare la cassa integrazione"...
Di contro le aziende sane e ben gestite sono state massacrate da tasse al limite della decenza (siamo da anni attorno al 65% di tassazione) e da una burocrazia demenziale...
Se per dare 1500 € netti al lavoratore in totale se ne devono pagare 3000-3500 € mi pare evidente ci sia qualcosa che non va.
E questo ha fatto si di favorire la "somministrazione del lavoro/lavoratore" , come se il lavoro fosse una brutta malattia e il lavoratore una cattiva medicina da "somministrare" al momento opportuno.
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
Allora mettiamola così...lo stato è colpevole al 70%...le aziende al 30%, ti va bene?
In questi 20 anni in italia (il minuscolo è voluto) gli unici interessi che sono stati garantiti sono quelli ai vari speculatori e pseudo-multinazionali che non perdevano occasione per ricattare la collettività con formule del tipo "o mi dai incentivi oppure licenzio e ti faccio pagare la cassa integrazione"...
Di contro le aziende sane e ben gestite sono state massacrate da tasse al limite della decenza (siamo da anni attorno al 65% di tassazione) e da una burocrazia demenziale...
Se per dare 1500 € netti al lavoratore in totale se ne devono pagare 3000-3500 € mi pare evidente ci sia qualcosa che non va.
E questo ha fatto si di favorire la "somministrazione del lavoro/lavoratore" , come se il lavoro fosse una brutta malattia e il lavoratore una cattiva medicina da "somministrare" al momento opportuno.

Vero quel che dici, c'è da dire però che le varie riforme sul lavoro, tipo abolizione dell'articolo 18, jobs act, somministrazione lavoro ecc, sono state fatte dai vari governi su forti spinte da parte delle associazioni datoriali. Quindi, forse, le percentuali andrebbero riviste.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
e no cacciatorino per creare una azienda servono i soldini e se questi non si hanno allora niente.....
Io vedi sono un povero illuso, penso che il mondo sia fatto di persone eticamente corrette.....
se io ti faccio guadagnare un sacco di soldi alla fine del mese vorrei averne una parte, che mi permetta di vivere dignitosamente......tutto qua....
poi fatevi tutti i discorsi che volete su mercato e governo e tasse ecc ecc.....sono solo scuse per tenersi tutti i soldi.......

Da come ragioni mi pare evidente tu sia dipendente, perchè non ti apri P.IVA se è tutto così facile e si guadagnano un sacco di soldi?
Scommetto che qualora lo dovessi fare, dopo 1 anno torneresti qui lamentandoti e uscendo con una frase del tipo " ca**o ma ho pagato quasi il 70% in tasse...guadagnavo di più da dipendente ! "
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Da come ragioni mi pare evidente tu sia dipendente, perchè non ti apri P.IVA se è tutto così facile e si guadagnano un sacco di soldi?
Scommetto che qualora lo dovessi fare, dopo 1 anno torneresti qui lamentandoti e uscendo con una frase del tipo " ca**o ma ho pagato quasi il 70% in tasse...guadagnavo di più da dipendente ! "

Allora l'ho già detto è "facile" fare il passaggio da imprenditore a dipendente perchè questo non comporta nessun esborso, ma solo vantaggi da quello che dite anche voi.....cosa diversa è fare il contrario: bisogna avere un po di soldini, e bisogna avere un parco clienti con cui cominciare...se manca una sola di queste cose beh fare il salto non so se conviene...

io non ho detto che è facile, è qualcun altro che asserisce che fare il dipendente è facile....cerchiamo di non travisare le parole per favore....
ma non è facile fare il dipendente a 1500 euro con una famiglia a carico....

E pensa a me va bene perchè, come detto in precedenza lavoro in una ditta con imprenditori che riconoscono il lavoro fatto......non sono io povero cristo che lavora per poco o nulla ma mi fa inca..... questo fatto, tutto qui , come ho detto in precedenza sono un povero illuso."....volevamo un mondo più buono e più giusto..."

la mia è solo una opinione...... ed una cosa anche io pago il 70% di tasse......e tutte fino in fondo fino all'ultimo centesimo......
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Sei già scartato se parti cosi. Perchè nel bacino a cui facevo riferimento prima ci sarà qualcuno più bravo di te , che costa meno e che ha necessità di lavorare.
Una volta se passavi porta a porta il bacino era limitato e 5/10 persone e quindi il valore della retribuzione era legato alla zona lavorativa. Non è strano oggi, provate fare caso, nelle grosse aziende vedere gente che abita a certe distanze dal luogo di lavoro.

Beh questo succede anche perchè in certe zone ormai è rimasto il "deserto dei tartari", cioè il nulla totale, e allora si accettano lavori a 50-60 km di distanza, il che non è un bene sotto molti punti di vista (inquinamento, ore perse in traffico, stress, etc).
Altro che telelavoro...
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Beh questo succede anche perchè in certe zone ormai è rimasto il "deserto dei tartari", cioè il nulla totale, e allora si accettano lavori a 50-60 km di distanza, il che non è un bene sotto molti punti di vista (inquinamento, ore perse in traffico, stress, etc).
Altro che telelavoro...
No ma sai il tele lavoro ho paura che mi fotti i dati.... ( Tubi saldati con una piastra ...)) :)
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
55,990
Messaggi
477,631
Utenti registrati
96,836
Ultimo utente registrato
pinom

Top