Sospensioni idrauliche

egdo

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: catia, solidworks, inventor, solidedge
Regione: lombardia
Ciao.
Volevo chiedere un parere a proposito delle sospensioni idrauliche montate su macchine da lavoro tipo carri miscelatori semoventi o su trattori.
secondo voi qual’e è la migliore posizione del cilindro per là sospensioni anteriore? Con stelo in basso o in alto? Ed eventualmente per quella posteriore.
attendo qualche parere su come sono corrette secondo voi.
grazie.
 

Stefano_GS

Utente attivo
Professione: Application engineer
Software: Solidworks 2016
Regione: Piemonte
Ciao,
riesci a postare uno schema delle due soluzioni? Così chi legge non deve immaginare quello che intendi
 

ian3d

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro-e Autocad SolidEdge
Regione: Lombardia
Non risponde alla domanda, ma mi hanno sempre detto che con lo stelo in basso, in particolare per i cilindri pneumatici, il rischio di trafilamento aumenta. Vale lo stesso anche in queste applicazioni?
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Non risponde alla domanda, ma mi hanno sempre detto che con lo stelo in basso, in particolare per i cilindri pneumatici, il rischio di trafilamento aumenta. Vale lo stesso anche in queste applicazioni?

Penso che avere lo stelo in alto consenta una migliore protezione da eventuale pietrisco e sporco che impattando sulla cromatura la potrebbe danneggiare, causando poi microtrafilamenti.
Questo risponde in parte alla domanda iniziale, per me è meglio averlo in alto.
Preciso però che non mi occupo di trattori e mezzi da lavoro.
 

bip

Utente Junior
Professione: faccio funzionare le cose
Software: un grosso martello
Regione: un po' tutto il mondo
Il posizionamento "dritto" o "rovescio" non influisce sulla funzionalità, ovviamente, le scelte sono dovute sostanzialmente a tre motivi:

- ingombri, specie nel caso di assali anteriori di trattori, lo spazio a disposizione è molto meno di quello che si pensa

- tubazioni di collegamento: montare lo stelo verso il basso permette di semplificare di molto il percorso delle tubazioni, e in alcuni casi è una scelta obbligata nel caso di cilindri con corse "importanti" come le mietitrebbie autolivellanti

- protezione dello stelo: dopo che le altre due condizioni sono soddisfatte, se lo stelo è in posizione protetta, è meglio

Il discorso è diverso in casi come le forcelle anteriori di moto: la forcella rovesciata, che è quella con gli steli verso il basso, è più rigida della forcella tradizionale, nonostante gli svantaggi, molto spesso viene utilizzata con gli steli verso il basso per ottenere una maggior precisione di guida.
 

batleo

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: inventor
Regione: Piemonte
ciao


Il posizionamento "dritto" o "rovescio" non influisce sulla funzionalità, ovviamente, le scelte sono dovute sostanzialmente a tre motivi:

- ingombri, specie nel caso di assali anteriori di trattori, lo spazio a disposizione è molto meno di quello che si pensa

- tubazioni di collegamento: montare lo stelo verso il basso permette di semplificare di molto il percorso delle tubazioni, e in alcuni casi è una scelta obbligata nel caso di cilindri con corse "importanti" come le mietitrebbie autolivellanti

- protezione dello stelo: dopo che le altre due condizioni sono soddisfatte, se lo stelo è in posizione protetta, è meglio

Il discorso è diverso in casi come le forcelle anteriori di moto: la forcella rovesciata, che è quella con gli steli verso il basso, è più rigida della forcella tradizionale, nonostante gli svantaggi, molto spesso viene utilizzata con gli steli verso il basso per ottenere una maggior precisione di guida.

sono pienamente d'accordo, aggiungerei solo che lo stelo potrebbe essere protetto con un soffietto o se si decide per posizione con stelo verso il basso , si può prendere in considerazione l'idea di fare fori di drenaggio sulla testata del cilindro, per eventuali perdite.
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
Non c'entra niente con la richiesta di egdo , e mi scuso se vado OT ma la forcella telescopica delle moto nasce con gli steli in basso, poi qualche costruttore ha iniziato a rovesciarle, soprattutto per le moto da cross, per vari motivi, quindi la "rovesciata " era quella con gli steli in alto.
Da molto tempo ormai l'hanno rigirata un'altra volta, per aumentarne la rigidità e ridurre le masse non sospese, e siamo tornati alla disposizione di mezzo secolo fa...
Però leggendo in rete tutti chiamano USD, cioè rovesciata, la forcella con gli steli in basso, ma per me , che ho assistito al primo e al secondo rovesciamento, la forcella" tradizionale" è quella dei Morini e delle Triumph che mi facevano sognare da ragazzino, la "rovesciata" è quella che avevo sul Maico 250 o sul Mach3 500....ma non la rimpiango perche quella" tradizionale" ma modernissima dell'R1 di oggi funziona benissimo :)
Scusate l'intromissione fuori tema e comunque , per quello che può valere il mio avviso, in un'applicazione come quella di egdo sono importanti le considerazioni di bip sulla protezione dello stelo e delle tenute , e quelle sull'accessibilità/funzionalità dei condotti idraulici. Mentre il primo problema lo puoi risolvere con un soffietto, se la sospensione ha il fodero in basso le tubazioni devono inevitabilmente assecondare l' escursione del sistema. Per questo motivo io metterei il fodero in alto, quindi in posizione detta tradizionale per me e rovesciata per il resto del mondo...
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
55,432
Messaggi
473,929
Utenti registrati
95,503
Ultimo utente registrato
Camille

Top