Scelta nuovo lavoro

meek851

Utente poco attivo
Professione: progettazione
Software: catia, ansys, ...
Regione: emilia romagna
Buonasera a tutti,

ho ricevuto una nuova proposta da parte di un fornitore di impianti che produce macchine che assemblano riduttori in automatico. Sinceramente il trend del mercato non lo conosco (e chiedo qui a voi) ,so solo che nonostante l azienda sia in perdita hanno fatto investimenti in attrezzature e capannoni. Lavoro da circa 5 anni (ho 33 anni) e mi hanno fatto un aumento da 38000 a 42000 euro (dicendomi che si aspetta tanto il titolare da me e che ho fatto un ottima impressione). Il discorso è che ho sempre (o quasi) lavorato nel settore della progettazione di componentistica,il settore machinery l'ho masticato poco.

Che voi sappiate è abbastanza promettente come mercato quello dell'automazione (produzione di macchinari per l assemblaggio automatico di riduttori e motori)?

A me il settore della componentistica piace molto, non so se abbandonarlo per un aumento a quest'età può essere un errore.
Il fatto è che il mio stipendio è questo da circa 3 anni e dove sono non se ne parla di aumenti..

Voi cosa fareste al posto mio?
Mi date qualche info sul mercato in oggetto?

Grazie
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Bella domanda. Chi ha voglia di lavorare lavora. Macchinari che montano pnlavorano materiali non possono fermarsi. Sono solo le speculazioni che fanno fermare l'economia.
Rossi riduttori ha appena investito in nuove linee di montaggio riduttori, nuovi prodotti. Poi nel mondo ci sono sempre nuovi capannoni dove prima o poi montano roba nuova.
Se ti pagano bene e non hai famiglia da mantenere vai dove ti pagano.
 

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Il settore dei riduttori e motori è un settore dinamico anche in funzione delle innumerevoli applicazioni nei più svariati settori dove possono essere applicati e per questo molte aziende del settore, compreso anche quelle più piccole, concorrenti dei colossi come Rossi (Habasit) e Bonfiglioli, per stare al passo hanno a budget degli importanti investimenti per i prossimi anni.
Resta da verificare lo stato societario e finanziario dell'azienda che ti ha fatto la proposta per cercare di capire perchè è in perdita e da quanti anni ma, soprattutto, visto che fanno investimenti, cercare di capire chi è il proprietario (c'è un titolare? E' una finanziaria, Srl o spa? ecc.); queste informazioni le puoi chiedere direttamente anche a loro, poi puoi verificare per conto tuo in Internet, alla Camera di commercio ecc. per capire l'affidabilità, facendoti aiutare da un commercialista.
Comunque a 33 anni, con la tua esperienza acquisita in 5 anni, vale la pena di cambiare; se, come sembra vivi in Emilia Romagna, con il tuo profilo professionale non resterai mai senza lavoro.
 

meek851

Utente poco attivo
Professione: progettazione
Software: catia, ansys, ...
Regione: emilia romagna
Mi sa che accetterò..Diciamo che dovrei cambiare regione (l'azienda si trova in provincia di Genova),comunque quello non rappresenta un problema in linea di massima...un mio collega è andato a lavorare in Umbria e li non pullula di aziende, tuttavia è da 4 anni che è li e l'azienda con alti e bassi è andata avanti. Quindi pur non essendo la culla dell'automazione la Liguria se mi va bene magari il problema non sussiste..
E' una srl ed ha sofferto un po con la crisi del COvid (ha avuto un calo brusco dal 2020 in poi..
Ma come dite voi gli andamenti altalenanti credo li abbiano un po tutti e alla fine non c'è rischio più grande di non prendersi rischi...
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
55,991
Messaggi
477,635
Utenti registrati
96,836
Ultimo utente registrato
pinom

Top