Progettazione di una Pressa ad eccentrico

Mattymecc

Utente attivo
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Ciao meccanicamg ho buttato giù giusto due considerazioni:20230105_125554.jpg
20230105_125601.jpg
Riguardo alla legge di moto francamente ho qualche difficoltà così come per la frizione in quanto sarebbe necessaria la coppia massima che si ha sull'albero cui è collegato l'eccentrico....
Ma di sistemi Biella-eccentrico so poco o nulla... se hai qualche formula o documento da consigliare vedo se riesco a darti una mano...
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ciao meccanicamg ho buttato giù giusto due considerazioni:Visualizza allegato 67273
Visualizza allegato 67274
Riguardo alla legge di moto francamente ho qualche difficoltà così come per la frizione in quanto sarebbe necessaria la coppia massima che si ha sull'albero cui è collegato l'eccentrico....
Ma di sistemi Biella-eccentrico so poco o nulla... se hai qualche formula o documento da consigliare vedo se riesco a darti una mano...
Grazie. Dalle tue considerazioni ho capito come calcolare il motore per la ricarica volano.
Devo capire come trasformare correttamente l'energia del volano in forza finale e calcolare la velocità angolare residua...ma con le formule da te indicate dovrei avere tutto.
Dovrò sicuramente riuscire a dividere a intervalli discreti il ciclo per vedere i tempi: frenata, discesa e salita. Già così posso verificare il numero di cicli con il tempo di ricarica.
La coppia massima è da valutare tra quelle inerziali e quella effettiva di taglio.
Nelle prossime settimane spero di riuscire a dedicare il tempo adeguato per studiare il fenomeno perché nei prossimi mesi c'è da fare la macchina.
 

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Ti indico questo documento che potrebbe esserti utile per il freno-frizione, ma non ti converrebbe iniziare ad esaminare e proporre al cliente un sistema più attuale come quello proposto da Siemens? In questo caso avresti la loro piena assistenza con i loro software anche nel calcolo.
Ovviamente è da valutare con loro se è applicabile al tipo di cesoia che devi costruire.
 

biz

Moderatore
Staff Forum
Professione: Mechanical Designer - CAE Analyst - Technical Trainer
Software: Excel, Femap (2022.2), Code Aster (2021), SolidWorks (2023)
Regione: Lombardia
Ciao meccanicamg ho buttato giù giusto due considerazioni:Visualizza allegato 67273
Visualizza allegato 67274
Riguardo alla legge di moto francamente ho qualche difficoltà così come per la frizione in quanto sarebbe necessaria la coppia massima che si ha sull'albero cui è collegato l'eccentrico....
Ma di sistemi Biella-eccentrico so poco o nulla... se hai qualche formula o documento da consigliare vedo se riesco a darti una mano...
le tue considerazioni per un dimensionamento di massima sono giuste. Per quanto riguarda l'andamento delle coppie nella pratica sono complesse, ma anch'esse possono essere notevolmente semplificate con dei tratti lineari, almeno di prima approssimazione. Si definisce in genere un coefficiente di fluttuazione o grado di irregolarità.
In genere il coefficiente di fluttuazione "medio" si attesta, in questi casi, attorno al 4%.
Da spiegare il tutto viene un pò lunga. Ti consiglio lo Shigley se hai la possibilità di consultarlo.
 

biz

Moderatore
Staff Forum
Professione: Mechanical Designer - CAE Analyst - Technical Trainer
Software: Excel, Femap (2022.2), Code Aster (2021), SolidWorks (2023)
Regione: Lombardia
Grazie. Dalle tue considerazioni ho capito come calcolare il motore per la ricarica volano.
Devo capire come trasformare correttamente l'energia del volano in forza finale e calcolare la velocità angolare residua...ma con le formule da te indicate dovrei avere tutto.
Dovrò sicuramente riuscire a dividere a intervalli discreti il ciclo per vedere i tempi: frenata, discesa e salita. Già così posso verificare il numero di cicli con il tempo di ricarica.
La coppia massima è da valutare tra quelle inerziali e quella effettiva di taglio.
Nelle prossime settimane spero di riuscire a dedicare il tempo adeguato per studiare il fenomeno perché nei prossimi mesi c'è da fare la macchina.
La forza dipende dal sistema biella eccentrico. Cioè, ipotizza la lunghezza della biella e al netto della corsa, a ritroso, ricavi la forza necessaria.
 

Mattymecc

Utente attivo
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Grazie del consiglio biz, lo Shigley lo possiedo, ci darò un'occhiata... non mi trovo d'accordo sul fatto che la forza dipenda dal manovellismo, a mio avviso è definita dalla tensione di taglio della lamiera. Sarà invece dipendente dal manovellismo la legge di moto...
Così almeno ho capito dalle lezioni di meccanica e macchine del 5° anno itis.
 

biz

Moderatore
Staff Forum
Professione: Mechanical Designer - CAE Analyst - Technical Trainer
Software: Excel, Femap (2022.2), Code Aster (2021), SolidWorks (2023)
Regione: Lombardia
Grazie del consiglio biz, lo Shigley lo possiedo, ci darò un'occhiata... non mi trovo d'accordo sul fatto che la forza dipenda dal manovellismo, a mio avviso è definita dalla tensione di taglio della lamiera. Sarà invece dipendente dal manovellismo la legge di moto...
Così almeno ho capito dalle lezioni di meccanica e macchine del 5° anno itis.
intendiamoci, la forza dipende si dal taglio della lamiera, ma anche dal manovellismo. Pensaci un attimo, se la biella è molto lunga (trascuriamo l'inerzia della biella), impiegherai meno forza, se la biella è molto corta, impiegherai più forza. Capisci? Quindi si dipende anche dalla biella. Diciamo che è un fatto che potrebbe essere trascurabile in questo caso, ma se pensi per estremi la cosa ti sarà più chiara.
 

Mattymecc

Utente attivo
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Certo. La forza sul bottone di manovella la cui componente tangenziale determina il momento sull'albero è certamente funzione della geometria, ma anche della forza applicata dalla biella sulla lama che esegue il taglio...
Mi sono spiegato male io all'inizio, non dicendo quale forza io intendessi...
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Allora, analizzando la questione, devo partire dalla forza di tranciatura/taglio e quea la devo garantire generabile con la pressa.

Sicuramente questa forza passa sulla biella e a seconda dell'angolo ottengo una coppia efficace all'albero eccentrico.

Chiaramente se inizio il taglio in quadratura ho la massima espressione di forza pressa. Chiaramente il taglio durerà per un arco di rotazione di diversi gradi sull'albero eccentrico perché tagliando una lamiera larga otterrò un tempo di impegno lama lungo. Quindi man mano lavoro su un braccio efficace che si rimpicciolisce e quindi per garantire una forza di taglio maggiore o uguale a quella necessaria scaricherò parecchio il volano perché mi dovrà erogare più coppia....per via del braccio che diminuisce.
Certamente sarà una cosa importante fare rientrare la rotazione in un angolo dove non ci ameno troppo col volano. Quindi sarà un compromesso tra angolo lama, volano, geometria biella/manovella.
Se riesco a parametrizzare tutto in excel poi mi preoccupo di ottimizzare, anche a tentativi.....ma prima devo fare vivere il modello....ed è qui che mi sto concentrando.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Ti indico questo documento che potrebbe esserti utile per il freno-frizione, ma non ti converrebbe iniziare ad esaminare e proporre al cliente un sistema più attuale come quello proposto da Siemens? In questo caso avresti la loro piena assistenza con i loro software anche nel calcolo.
Ovviamente è da valutare con loro se è applicabile al tipo di cesoia che devi costruire.
Molto interessante il sistema Siemens, dove viene tolto il sistema meccanico volano / freno / frizione, sostituito da una sorta di "volano" elettrico. Sicuramente da approfondire.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ti indico questo documento che potrebbe esserti utile per il freno-frizione, ma non ti converrebbe iniziare ad esaminare e proporre al cliente un sistema più attuale come quello proposto da Siemens? In questo caso avresti la loro piena assistenza con i loro software anche nel calcolo.
Ovviamente è da valutare con loro se è applicabile al tipo di cesoia che devi costruire.
Il documento di spiegazione delle frizioni è quello che sto già usando edè fatto bene per iniziare.

Il sistema Siemens mi piacerebbe approfondirlo per capire bene di cosa si tratta. Mi sembra di capire che con il sevonotore si definisce la camma elettronica e lui produce il moto.
Spero di non imbattermi in un muro di gomma.
Grazie tetrastore.
 

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Per ulteriori informazioni sulle servopresse vedi qui e qui.
Ovviamente è una soluzione che il committente dovrebbe valutare attentamente in quanto influenzerebbe anche il suo sistema produttivo, per cui sarebbe necessaria una valutazione costi-benefici, anche nell'ottica che una pressa / cesoia tradizionale con volano può essere utilizzata per decenni ed a lungo andare, con l'attuale evoluzione della tecnologia, potrebbe non essere più competitiva in un periodo molto più breve di quanto stimato inizialmente.
 

biz

Moderatore
Staff Forum
Professione: Mechanical Designer - CAE Analyst - Technical Trainer
Software: Excel, Femap (2022.2), Code Aster (2021), SolidWorks (2023)
Regione: Lombardia
Chiaramente se inizio il taglio in quadratura ho la massima espressione di forza pressa
non credo convenga fare iniziare il taglio in quadratura, poichè avresti bisogno di una coppia "abbondante".
Qui per capire bene è necessario prepararsi un bel foglio di calcolo e prametrizzare il tutto, cosa che, suppongo, tu stia già facendo.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
non credo convenga fare iniziare il taglio in quadratura, poichè avresti bisogno di una coppia "abbondante".
Qui per capire bene è necessario prepararsi un bel foglio di calcolo e prametrizzare il tutto, cosa che, suppongo, tu stia già facendo.
Si infatti lo sto già facendo e avrò dei bei problemi perché la forza è veramente molto alta, quella di taglio ed è un problema riuscire a tenerla costante per tutta la larghezza.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Siccome sto cercando di implementare il mio foglio di calcolo, metto il link alla discussione sul volano, dove ci sono informazioni e formule importanti.
Volano
 

Statistiche forum

Discussioni
57,498
Messaggi
490,095
Utenti registrati
101,089
Ultimo utente registrato
Raffaele Romano

Top