Non mi piace Revit

roberto 2011

Guest
Se per i rarissimi problemi di Autocad si pensa alla formattazione, per Revit che si dovrebbe fare? Una spedizione punitiva negli Stati Uniti!? Aaaiiiiiuuuuuutttttttooooooooooooooooo, Revit no, nooooooooooooooo...................... :36_1_28:
 

roberto 2011

Guest
No, è che proprio non lo può vedere!!!.......quasi come me con Autocad!!!!:tongue::biggrin:

Lance ho le mie ragioni, che poi sono anche quelle di tanti altri.

Mi spieghi come mai Revit non decolla?

Sono anni ormai che è diffuso con il massimo di impegno da adesk, ma se ti fai un giro per gli studi tecnici al limite trovi archicad, non revit.

Poi, ripeto, dipende da quello che uno ci deve fare. Per le mie esigenze di progettista di campagna Autocad è come una Ferrari! :tongue: :smile:
 

lance

Utente Standard
Professione: interior designer
Software: revit,3D studio
Regione: lombardia
Piano piano Revit si sta diffondendo, sul fatto che non sia decollato però sono abbastanza d'accordo,e ritengo che la causa sia che non si sono ancora comprese le potenzialità del Bim (in generale non specificatamente quello di Revit).Da poco ho scoperto, per esempio,Che in Inghilterra le pubbliche amministrazioni non accettano progetti per opere pubbliche se non basati su questo sistema,hanno compreso che consente una maggiore gestione dei costi sia di costruzione che di manutenzione che si traduce in un risparmio per la collettività.....va da se che nel nostro paese questo è fantascienza:mad:...Detto questo la mia posizione è molto meno integralista rispetto al passato.....visto la situazione attuale i problemi sono ben altri......


Ps:Chiedo scusa per l'offtopic:tongue:
 

roberto 2011

Guest
....in Inghilterra le pubbliche amministrazioni non accettano progetti per opere pubbliche se non basati su questo sistema, hanno compreso che consente una maggiore gestione dei costi sia di costruzione che di manutenzione che si traduce in un risparmio per la collettività.....

Mah, io trovo il progetto in Revit (BIM quindi), molto finto, pensa per esempio alle scale, e molto condizionante dalle famose famiglie.

L'altro giorno ho visto una pubblicità dove c'era un'immagine di un fabbricato in prospettiva, probabilmente realizzata con Revit. C'erano le solite persiane sottili, sottili, non riscontrabili dalle nostre parti e forse in tutta Italia. Poi c'era una di quelle cose che a me hanno fatto molto incacchiare. Il manto di copertura anziché uscire di qualche cm. rispetto al filo della gronda, come nella realtà, addirittura era rientrato all'interno di circa una decina di cm. come un vestito ristretto dopo la lavatrice... Poi, probabilmente, hanno usato la tecnica che usavo io, cioè doppio solaio, uno per il latero-cemento e uno per il manto di copertura, perché di solito il solaio di copertura in Revit è unico, cambia solo il colore per le presunte tegole, e genera quella tipologia di coperture completamente campata in aria. :redface: :frown:
 

lance

Utente Standard
Professione: interior designer
Software: revit,3D studio
Regione: lombardia
Mah, guarda, io non riscontro in queste cose dei grossi problemi....disegnare una persiana parametrica è operazione di pochi minuti tra l'altro poi la puoi riutilizzare in molti progetti. Solette e manto vanno effettivamente disegnati separatamente come del resto sono realizzati nella realtà.Le scale...fin dove arriva il modulo (che per inteso va sistemato ed è una lacuna inaccettabile) bene, dove non arriva mi modello la scala non parametrica e via....Per contro il Bim e eccezionale..quantità sempre aggiornate,perfetta congruenza tra piante prospetti sezioni,modifiche istantanee,preventiva evidenziazione di errori che altrimenti salterebbero fuori solo in cantiere,migliore comunicazione del progetto alla committenza,migliore gestione della logistica del cantiere ecc.
Per esempio l'università di Torino sta portando avanti un progetto tra ricerca e pratica in cui utilizza il sistema BIM per gestire l'area dell'intero ateneo, sia quindi per l'edificazione di nuove strutture sia per la gestione degli edifici storici,e al momento ne sono molto soddisfatti.
Ripeto io non sono qui ha difendere a spada tratta Revit.....ma il BIM si! Il software non è perfetto e non lo sarà mai (quale software può dirsi tale?) ma è la filosofia di fondo che conta.Personalmente sono disposto a fare un sacrificio per superare alcuni limiti del programma pur di rimanere al centro di una rivoluzione in cui credo molto. Il software migliorerà...o ne uscirà uno migliore della concorrenza:wink:

Fine del sermone:tongue: chiedo scusa ma un' argomento che "sento" molto.


Roberto se vuoi possiamo continuare a parlarne.. ma forse è meglio aprire un'altra discussione:finger:
 

roberto 2011

Guest
....disegnare una persiana parametrica è operazione di pochi minuti...

Questo invece lo reputo un grosso limite. Una famiglia, in questo caso intendo un tipo di persiana a proprio piacimento e non solo parametrica (tutto dovrebbe essere parametrico...), ti impegna come programmatore e non certo come un progettista dell'edilizia.

Non diciamo poi che le famiglie sono semplici. Forse per alcuni lo sono ma non per tutti. Mi ricordo quando mi sono imposto di cambiare le frecce che indicano le sezioni, mi aiutò anche ivanilmatto ma alla fine sono rimaste molto poco localizzabili e abbastanza bruttine. Converrai con me che le frecce di sezione in Revit sono più grandi delle stesse piante dell'edificio... e soprattutto al Comune non gliene frega niente del numeretto rispetto al plottaggio, in quanto l'U.T. vuole semplicemente l'indicazione di dove hai fatto le sezioni X-X e Y-Y.

Poi le scale non è solo un problema di "realizzazione", per non parlare di quelle a chiocciola..., è che non hanno una struttura.

L'altro giorno con il mio Revit 2012 ho riaperto un progetto per ristamparlo, beh, non ci sono riuscito. Il plotter mandava calci e non è mai partito, ho provato a far lavorare il computer senza spool ma è stato uguale, ho cercato come tirare fuori un PDF, ma non ho proprio trovato il comando. Un disastro.

Con Autocad stampi al volo tutto quello che vuoi e fai tutti i PDF che vuoi. Mi dirai che in Autocad sono 4 linee e che non deve portarsi appresso tutto l'edificio e il circonadario. Giusto. E' per questo che dico di avere un'esigenza diversa. Almeno fino a quando gli U.T. non ci chiederanno una tavola di progetto con le prospettive e il rendering...

Detto per inciso, e concludo, passare i dwg allo strutturista o farci Pregeo e DocFa è una volata. Con Revit bisognerebbe prima ripassare le "viste" ad Autocad... :mad: :redface: :rolleyes:
 

lance

Utente Standard
Professione: interior designer
Software: revit,3D studio
Regione: lombardia
Giusto per concludere poi direi che possiamo rimanere felicemente ognuno delle proprie idee e se capita andare a berci una birra.....:wink:

Questo invece lo reputo un grosso limite. Una famiglia, in questo caso intendo un tipo di persiana a proprio piacimento e non solo parametrica (tutto dovrebbe essere parametrico...), ti impegna come programmatore e non certo come un progettista dell'edilizia.

Quello che per te rappresenta un grosso limite per me è un enorme vantaggio,quello di poter riprodurre piuttosto fedelmente qualsiasi manufatto impieghi nel mio progetto e poter estrapolare qualsiasi informazione su di esso.Poi tu parli di programmazione forse riferendoti alla parametrizzazione ma ti ricordo che si tratta di disegnare degli oggetti seguendo alcune logiche punto,niente linguaggi di programmazione o altro.


Poi le scale non è solo un problema di "realizzazione", per non parlare di quelle a chiocciola..., è che non hanno una struttura.

Nota dolente di Revit e per di più atavica:mad:, concesso.....ma ne sono sempre venuto fuori, a volte con sacrificio, e non dovrebbe essere cosi,ma quale software non fa sputare un pò di sangue in alcuni suoi ambiti?Guarda questa discussione da dove parte!

L'altro giorno con il mio Revit 2012 ho riaperto un progetto per ristamparlo, beh, non ci sono riuscito. Il plotter mandava calci e non è mai partito, ho provato a far lavorare il computer senza spool ma è stato uguale, ho cercato come tirare fuori un PDF, ma non ho proprio trovato il comando. Un disastro.

Con Autocad stampi al volo tutto quello che vuoi e fai tutti i PDF che vuoi. Mi dirai che in Autocad sono 4 linee e che non deve portarsi appresso tutto l'edificio e il circonadario. Giusto. E' per questo che dico di avere un'esigenza diversa. Almeno fino a quando gli U.T. non ci chiederanno una tavola di progetto con le prospettive e il rendering...

Qui non ti seguo...sempre stampato tutto correttamente, unica accortezza mantenere i driver del PL aggiornati, se poi passi dai pdf (pdf creator va che è una scheggia) ancora meglio......prospettive e Rendering se non è U.T. (Che comunque li accetta sempre volentieri...quando non me lichiede espressamente:mad:)è il cliente che li vuole quindi....

All'oggi Revit è il miglior esportatore verso Autocad e nella 2012 è migliorato ancora...poi sinceramente in un mondo dove molto materiale mi arriva ancora stampato dallo spazio modello, tutto sul Layer zero, con piante non congruenti ai prospetti (se fai rendering li becchi subito), quote farlocche, non è una linea sovrapposta che mi crea ansia:eek:

Ultima cosa e chiudo....Non sta scritto da nessuna parte che Revit deve essere un programma facile (Venditori Autodesk esclusi) perchè facile non è la progettazione di un edificio.Domarlo richiede anni, come tutti i software di fascia alta (Max PS e presumo anche Catia Sw ecc) ma almeno a mio modo di vedere è un passo in avanti verso una progettazione più efficiente.

Ciao e buon lavoro!
 

roberto 2011

Guest
..riferendoti alla parametrizzazione ma ti ricordo che si tratta di disegnare degli oggetti seguendo alcune logiche punto, niente linguaggi di programmazione o altro.

Beh non è certo come fare un blocco in Autocad. Devi smadonnare parecchio prima di trovare una soluzione.

Nota dolente di Revit e per di più atavica:mad:, concesso.....ma ne sono sempre venuto fuori, a volte con sacrificio, e non dovrebbe essere cosi,ma quale software non fa sputare un pò di sangue in alcuni suoi ambiti?Guarda questa discussione da dove parte!

E i famosi computi!??


...(pdf creator va che è una scheggia..

Ma con quello che pago devo pure utilizzare un terzo programma come pdf creator!?

.. perchè facile non è la progettazione di un edificio.Domarlo richiede anni...

Ed è per questo che i rivenditori quando te lo fanno acquistare e poi ti vendono la subscription che non potrai più disdire dovrebbero essere un po' più corretti e avvertirti di quello a cui vai incontro.

Revit non c'entra niente con la "progettazione dell'edificio" quella sta nella testa del tecnico progettista e lo stesso si potrebbe dire di Autocad, quello che resta invece è l'impegno lunare e i risultati standardizzati e condizionanti che ti dà un programma del genere, dopo che per anni tanti hanno cercato in vari modi, forum in primis, di fare aggiustamenti di cui Autodesk non ha mai risposto per incapacità o menfreghismo verso la Provincia Italiana.

Buon lavoro anche a te. A risentirci... :smile:
 

architekno

Utente Junior
Professione: consulente /BIM manager
Software: revit one box
Regione: Toscana-Firenze
mi intrometto nella discussione.

per chi non mi conosce sono un architetto di 65 anni e ormai dal lontano 2002 uso revit.

ho deciso di cambiare oltre allo strumento anche il modo di operare ,ho impiegato molte risorse sia economiche che mentali per sdradicare tali concetti.

per tutto il processo io uso revit architecture e' ho deciso di trovarmi dei collaboratori che utilizzassero strumenti all'intorno del mio revit.

quindi ho cambiato anche colleghi ho ricercato strutturisti basati su revit structure e robot, impiantisti su revit mep, li ho trovati e ora collaboriamo come prima facevo con lo strutturista sotto casa .

cosa ci ho guadagnato da tutto questo ? ora mi godo il tempo, progetto 10 volte di piu' e' ho 25% in piu' di tempo libero...

per ultimo le considerazioni personali sono sempre accettate in tutti i forum ma ogni volta che sento le lamentele .... mi hanno obbligato a comprarlo ..... mi hanno truffato con la sub........il programma non fa quello che hanno detto ecc

sembra che tali menbri del forum avendo fallito ( in questo caso su revit)

devono cercare e imporre che tutti devono fallire , al solo scopo per non sentirsi dei falliti .....

si fanno delle scelte, si fanno delle spese, la responsabilita' di tali azioni e' solo dell'utente non degli altri.

chiedo scusa a tutti coloro che si siano sentiti offesi da tale post.
 

roberto 2011

Guest
sembra che tali menbri del forum avendo fallito ( in questo caso su revit)

devono cercare e imporre che tutti devono fallire , al solo scopo per non sentirsi dei falliti .....

Ma guarda caso mai è il contrario...

Si perde tempo per raccontare la propria esperienza solo perchè si auspica, utopisticamente certo, che la software-house metta una toppa sulle cose che si ritiene che non vanno.

Se ti costringono a pagare la sub, anche se non usi più il programma, non mi sembra una notizia da tenere nascosta, come si dovrebbe dire il contrario se ci fosse un'inversione di tendenza.

Riportando la propria esperienza al massimo si dice agli altri "state attenti" visto che tutto viene propagandato come il raggiungimento massimo e abbandono totale del vecchio Autocad, non certo che devono "fallire" anche loro. :rolleyes: Ma per carità, auguri a tutti !! :tongue:
 

asalalp

Utente Standard
Professione: architetto
Software: 3ds Max Autocad Revit Photoshop
Regione: Ascoli Piceno
quoto lance in tutto.
I software BIM saranno più difficili da utilizzare ma danno dei vantaggi enormi.
 

roberto 2011

Guest
Ora che questi post sono stati spostati nella sezione di Revit, creando una discussione ad hoc, credo che incontrerò solo utilizzatori entusiasti o quasi di questo programma :tongue:

Per esempio chiederei a chi si limita a dire "quoto in tutto lance" di argomentare un po' la loro posizione e, se lo desiderano, rispondere alle mie osservazioni critiche, sempre "serenamente e pacatamente" :biggrin:

Visto che c'era un'altra discussione con qualche post importante sullo stesso argomento, cercherò di fare un copia e incolla:

Originariamente Scritto da uluwatu_74
.. (revit fortunatamente per brevissimo tempo...ma ho capito la situazione drammatica!)....


Azzz... non sono più il solo allora. Non sono un pazzo isolato!!!

da Tristan:
Siete dei dinosauri!!!


La verità e che quelli che propongono Revit dicono sempre che i problemi escono fuori perché gli utonti (non utenti ma utonti) non conoscono bene il programma. In pratica ti danno sempre del somaro.

Io, che non mi sento tanto somaro se da oltre 30 anni faccio il libero professionista, l'ho utilizzato a tappeto per ben 2 anni e alla fine ho dovuto ripassare tutti i miei progetti su Autocad, dove almeno il 2d si riesce a fare e a..... stampare ad occhi chiusi.

Revit lo fa lui il progetto, non tu è lui che decide come sbagliare sui giunti o quando si impunta a non darti le superfici o quando ti costringe a scalare l'Everst per avere una caxxxo di tavola di progetto da presentare al Comune.....

Auguri poi a tutti quelli che usando Revit sono anche costretti a farsi le famiglie... tante mogli e tanti figli quindi...

Ultimo post incollato:

E' vero che Revit ti aggiorna tutto automaticamente. Modifichi una pianta e ti ritrovi tutto a posto, così come un prospetto ecc.

Ma mentre con Autocad puoi metterti i vari piani uno sopra l'altro, con la stessa origine di coordinate chiaramente, con Revit, pur avendo tutto il fabbricato dentro, non puoi allineare, per esempio, le finestre e porte tra un piano e l'altro.

Un'altra diavoleria sono le quote automatiche. Primo: se hai un muro con l'intonaco oltre la struttura la quota ti segnerà 33 cm. anzichè 30, significa sballare tutto il compendio urbanistico (!!), secondo, se spegni o elimini il riferimento la quota scompare...

Una buona giornata!! :smile:
 

lance

Utente Standard
Professione: interior designer
Software: revit,3D studio
Regione: lombardia
E' vero che Revit ti aggiorna tutto automaticamente. Modifichi una pianta e ti ritrovi tutto a posto, così come un prospetto ecc.

Ma mentre con Autocad puoi metterti i vari piani uno sopra l'altro, con la stessa origine di coordinate chiaramente, con Revit, pur avendo tutto il fabbricato dentro, non puoi allineare, per esempio, le finestre e porte tra un piano e l'altro.

Ecco...scusa Roberto ma sono queste affermazioni che mi lasciano perplesso..:confused: con Revit non solo puoi allineare le finestre tra un piano e l'altro ma puoi addirittura creare un vincolo tra di esse in modo che se sposti una l'altra la segua automaticamente senza che tu ti debba preoccupare di allinearle di nuovo.Inoltre se sai usare bene le famiglie il riferimento da utilizzare per l'allineamento lo crei tu.
Se un muro è da 30 e da 30 se è da 33 è da 33 punto. Puoi prendere come riferimento della quota qualsiasi strato del muro quindi non conteggiare l'intonaco o il cappotto se preferisci, ma non disegnare da 30 un muro che sarà da 33,quello è barare, e per quanto possa far comodo a un certo tipo di clientela, è sempre e comunque barare, e non si può chiedere che un software preveda questo_Oltretutto a furia di mettere quote farlocche a destra e a manca poi si lavora il doppio in cantiere.

Mia idea naturalmente....:rolleyes:
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Staff Forum
Professione: Application Engineer
Software: Autodesk Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
Io, che non mi sento tanto somaro se da oltre 30 anni faccio il libero professionista, l'ho utilizzato a tappeto per ben 2 anni e alla fine ho dovuto ripassare tutti i miei progetti su Autocad.

Ma mentre con Autocad puoi metterti i vari piani uno sopra l'altro, con la stessa origine di coordinate chiaramente, con Revit, pur avendo tutto il fabbricato dentro, non puoi allineare, per esempio, le finestre e porte tra un piano e l'altro.

Perdonami Roberto, ti sollevo solo un'umilissima critica...in 2 anni di utilizzo di Revit nessuno ti ha spiegato come allineare le finestre da un piano all'altro?? Questo è grave, molto grave, ma sono certo che non sia solo colpa tua ;)
 

roberto 2011

Guest
Io allineavo (al passato...) le finestre e porte sui prospetti, ma non veniva fuori mai una cosa analitica. Autocad ha tanti sistemi per effettuare posizionamenti (misure fino a 20 decimali), su Revit c'è sempre qualche cm. ballerino.

Sul discorso delle famiglie e vincoli mi confermi una certa complessità che si deve valutare bene se starci o mandare tutto a quel p.....

Mia idea naturalmente :tongue:

Sulle quote in base all'ultima normativa io posso andare in deroga alle distanze e sugli spessori dei muri, se non ricordo male, fino a 20 cm.

Va da se che se dichiarassi sul progetto comunale piante con i muri esecutivi andrei tranquillamente fuori dalle prescrizioni quali indici di fabbricabilità, cubatura ecc.

Quindi è stato e oggi lo è ancora di più; il progetto comunale NON può essere uguale all'esecutivo, rispettando anche la legge.

Un pilastro 30 x 50 se ci metto l'intonaco darò allo strutturista un pilastro più piccolo, se ci sommo l'intonaco (o altro...) mi sballeranno tutte le quote ufficiali.

Negli ultimi tempi io avevo rinunciato all'intonaco ma in quel caso aumentano i problemi della tinteggiatura esterna. Per non parlare quando hai demolizioni e ricostruzioni. Puoi ritrovarti con la tinta vecchia su un muro nuovo, che è nuovo solo perchè viene ritinteggiato e non perchè l'ho demolito e ricostruito.

A questo proposito un altro "vanto" di Revit è fare il progetto come verrà costruito il fabbricato nella realtà. Bene. Spiegatemi allora perchè a volte devo demolire e ricostruire anche se non dovrò farlo realmente.

Se in uno solaio dovrò aprire un cavedio lo dovrò avere eseguito e riattappato nell'esistente per poi poter dire nello stato futuro "togli quella parte di solaio".

Che fatica lavorare così!

:rolleyes: :frown:
 

asalalp

Utente Standard
Professione: architetto
Software: 3ds Max Autocad Revit Photoshop
Regione: Ascoli Piceno
Allora uno dei vantaggi del BIM è quello di avere sempre piante, prospetti, sezioni e computi collegati.
Un altro vantaggio è quello di avere in contemporanea un modello 3d utile sia per i rendering che per comprendere la forma dell’edificio.
Poi potrebbe essere utile integrare il modello con BIM per impianti e calcoli strutturali.

Il problema è che troppo spesso si vedono piante, prospetti, sezioni non corrispondenti tra loro. Ed è una cosa inaccettabile. Anche i modelli 3d non sono collegati e vanno modificati ogni volta, dovendo ricorrere a studi specializzati in rendering (costi aggiuntivi).

Per concludere su una cosa ti do ragione, la difficoltà di passare al BIM, anche le famiglie parametriche possono risultare difficili senza adeguata formazione. E comunque non si avrà mai la facilità di autocad che è come se si disegnasse su un foglio di carta. Però si deve stare al passo con i software e come un grafico deve padroneggiare tutta la creative suite di adobe oltre ad essere molto creativo, un architetto deve conoscere software 2d, 3d e BIM.
 

gfrank

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Vari
Regione: Lombardia
Contribuisco alla discussione ...
Senza entrare in valutazioni personali, ritengo che l'uso del programma sia proporzionale alla conoscenza personale del sw.
Lo so che "imparare" l'uso di un software, costa tempo, fatica e "soldi", ma senza formazione, a mio parere, non è possibile fare una valutazione complessiva del sw.
Evidentemente, i parametri di valutazione, possono essere diversi, e se il sw soddisfa tali parametri, naturalmente l'utilizzatore ne è soddisfatto.
Qualcuno ha indicato il risparmio di tempo, altri la possibilità di fare il 3D e rendering con un unico sw, altri la possibilità di creare famiglie (oggetti) senza conoscere alcun linguaggio di programmazione.
Leggendo nel forum, ci sono alcuni utenti che lo usano "solo" per modellare il 3D e fare il rendering.
Naturalmente, ci sono altri utenti che hanno espresso considerazioni negative: evidentemente il sw non ha "risposto" alle loro aspettative.
E' altresì evidente che un uso "completo" del sw, riscontri più problematiche rispetto ad un uso "parziale".
Roberto, ti cito ad esempio. Tu affermi di essere soddisfatto di autocad, ma ti chiedo: lo usi al 100%.
Io non lo conosco (uso ancora, quando serve, LT) ma mi sembra che in autocad full è compreso il disegno 3D, l'applicazione dei materiali, e con lisp (e quan'altro) è possibile fare molte altre cose. Tu le usi tutte?
Aggiungo che non sono un "difensore d'ufficio" di revit.
Confermo che lo sviluppo di revit , in alcuni casi, è fermo da anni (vedi scale) è naturalmento (come ha detto lance), si cerca il modo di superare l'inghippo, così come è stato sviluppato per altro tipo di funzioni (free form - famiglie adattive) che probabilmente non userò mai, tuttavia riscontrando che il loro uso è abbastanza semplice.
Inoltre, a mio parere, Revit non è un BIM (completo), in quanto è necessario utilizzarlo con altri sw. Credo che con le offerte delle "design suite" autodesk sta iniziando a proporre strumenti per una gestione completa del BIM, ma con le limitazioni (licenze) di utilizzare tali sw in senso verticale (una sola macchina).
Proprio per questo, prima di passare alle varie suite di autodesk, io sono in attesa dell'uscita del nuovo prodotto della Acca, in quanto interagisce (a quanto viene publicizzato), in modo diretto, con tutti i sw della stessa casa.
Naturalmente, saranno da valutare le caratteristiche del prodotto (edificius).
 

roberto 2011

Guest
@gfrank

Forse se non avessi perso 2 anni e qualche decina di migliaia di euro dietro Revit avrei imparato anche il 3D di Autocad. Anche se nel 2007 mi sa che era più acerbo (mi dicono) di quello attuale.

Io sono rimasto deluso di Revit proprio perchè aggiornamento dopo aggiornamento l'unica cosa più appariscente, che comunque mi ha costretto ad altri sforzi inutili, è stato il passaggio al menu tipo ribbon.

Ma ti pare che per fare una finestra bassa con nicchia per il termosifone devi impiccarti con il pavimento? Ti pare che quando trovi un disimpegno con porte che quasi si toccano debba decidere lui quale giunto dei tramezzi (sbagliato!!) mettere??

Va beh, potrei anche dire che sono tuttora terrorizzato di toccare inavvertitamente qualcosa che può farmi ritrovare tutto il progetto sballato....
Oppure che alla terza, quarta variante su un fabbricato rischi che non riuscirai più a stampare la prima condizione, magari già consegnata al Comune, perchè inavvertitamente sei andato a cambiare qualcosa anche all'indietro... Non si potrebbe consolidare l'ultima versione del fabbricato??

E il terreno?? Quanti passaggi bisogna inventarsi per non ritrovarsi il terreno in garage? (alla fine si opta per un bel retino poco bim). E quando, sempre Revit, decide lui di mostrare correttamente 7 pilastri su 10.... dove alla fine anche lì opti per un bel retino grigio....

Su Edificius ho qualche perplessità visto che un gigante come adesk non riesce a tirare fuori un programma facilmente utilizzabile. Poi quella softhouse con la questione dei nomi latini ci fa acquistare 10 programmi per tirare fuori una normale attività di studio.
Certo la sicurezza di cantiere va divisa dal programma sui consumi energetici ma da noi si dice "chi la tira troppo la stucca" (rompe).

Grazie per il tuo intervento... :smile:
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
55,744
Messaggi
475,559
Utenti registrati
96,167
Ultimo utente registrato
mariae

Top