modificare file stl

paolo465

Utente poco attivo
Professione: odontotecnico
Software: niente per ora
Regione: piemonte
Buongiorno a tutti.
Possiedo una misera conoscenza dell'argomento ed avrei una domanda di fattibilità.
Scusatemi fin da ora se sarò poco comprensibile ma sono veramente alle prime armi e sbaglierò sicuramente anche i termini.
Detto questo, vorrei sapere se è possibile fare questo:
1) scansionare un modello e creare un file stl
2) apporgli delle modifiche manualmente (al modello fisico, non al file)
3) ri-scansionarlo dopo le modifiche e creare un altro stl
4) costruire degli step tra modello 1 e modello 2 come se si trattasse di un morphing, ottenendo dei file stl dei modelli intermedi.

Sono stato vago, lo so, ma al momento mi interessa solo sapere se un lavoro del genere è fattibile.
Grazie anticipatamente.
Paolo
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ex ingegnere meccanico autodeclassatosi a disegnatore
Software: Creo Parametric 6.0, Solidworks 2019
Regione: -
Fattibile.
1) Scansione 3D
2) Mano da artista
3) Scansione 3D
4) Creare tramite CAD (tecnica di reverse engineering) i modelli solidi delle scansioni al punto 1) e 3). Da lì tramite tecniche di modellazione superficiale (sempre a CAD) costruire i tuoi step intermedi. La fase 4) prevede conoscenze CAD molto solide e specifiche. Se è un lavoro una tantum conviene che lo fai fare da un esperto.
 

paolo465

Utente poco attivo
Professione: odontotecnico
Software: niente per ora
Regione: piemonte
Grazie mille.
Ora nascono i problemi... no, non si tratta di un lavoro occasionale purtroppo.
Ora riordino le idee e proverò a spiegare meglio quel che vorrei fare.
Grazie ancora
Paolo
 

Lettore espatriato

Utente Standard
Professione: Disegnatore CAD
Software: 3DExperience/V6 - Catia V5 - V4 - Siemens NX2/NX6 - CV Cadds4x - tecnigrafo - Icem Surf Trained
Regione: UK - South England
Buonasera Paolo465,
0) Spero di aver compreso bene il tuo problema;
1) Sicuramente il metodo che ha indicato Folle76 é il più utilizzato, quello che si adopera per la maggior parte degli oggetti, quello che ti consente di poter lavorare il più facilmente possibile con il tuo file cad ( quindi spessori , fissaggi, lavorazioni varie) e quello che ti consente di ottenere ( perché ottenute dal cad con l'intervento dell'uomo ) le superfici più "pulite" possibili .
2) Ma , cosí come tutte le cose , tutto si puó fare , basta avere tempo e denaro .
In particolare , leggo che sei odontotecnico. Immagino , per esempio, ma non vorrei sbagliarmi , che tu abbia due versioni dello stesso dente (max e min) e che tu da queste voglia ottenere le versioni "intermedie" . Immagino quindi superfici molto irregolari ma "tonde" .
Immagino di poterle considerare come una sorta di "blocco" al cui interno devi "solo" mettere il perno o dove, comunque, non devi fare spessoramenti o simili.
Forse per una attività del genere puoi passare attraverso le modifiche degli Stl , crearti gli "n" STl che ti servono e poi convertire in superfici con le "automatic" surface del caso .
Geomagic non lo conosco ma avendo avuto alcuni colleghi che lo utilizzavano , credo che questo processo, almeno LA conversione "automatica" , lo possa fare .
Catia lo fa ( shape scultor e quick surface reconstruction) anche come forse anche altri Cad o software per il reverse. Ci sono anche moduli specializzati sugli stampi lamiera che ti permettono di modificare una superficie attraverso una matrice di punti e il loro discostamento dal punto iniziale.
3) Il problema diventa il costo . Se pensi di spendere 10k euro per fare 10 o 15 versioni e poi basta, magari ti conviene rivolgerti a chi fa service reverse.
Se invece sei sul centinaio o oltre di opzioni e comunque ci tieni ad avere "tutto te" per poter fare anche piccole modifiche senza dover chiamare il fornitore, allora ti conviene il software , anche se penso si parli di cifre "impegnative" ( penso 15-20k in su, per catia di più di sicuro). Non ho idea di quali siano le tue possibilitá ....
4) Spero di non aver annoiato nessuno e di aver , almeno in parte , risposto alle tue domande.
 

paolo465

Utente poco attivo
Professione: odontotecnico
Software: niente per ora
Regione: piemonte
Grazie anche e te per la disponibilità.
Le risposte che mi date confermano i miei timori, sia per i costi che le capacità professionali occorrenti.
Sì sono odontotecnico ma l'utilizzo che dovrei farne è differente e mi spiego con un esempio più "meccanico" :)
Immaginate di avere un ingranaggio, una ruota dentata.
La scansionate intera e ricavate STL.
Tagliate un dente dell ingranaggio a mano, lo inclinate di 1 mm e lo fissate in posizione.
Riscansionate e ottenete il secondo STL
Vorrei riuscire a fare degli step impostando una quota fissa (diciamo 0.20 mm) per ottenere gli ingranaggi intermedi in sequenza, mantenendo inalterata la dimensione di ciò che ho spostato.
Esistono in commercio dei software dedicati ma ciò che non mi piace o che comunque vorrei evitare è lo spostamento fatto in digitale.
Da quel che capisco però è meglio abbandonare questa mia idea o trovare chi può essere interessato a svilupparla.
Paolo
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Polonia
Occorre analizzare il tutto dal punto di vista pratico con un esempio ... è fattibile rapidamente in alcuni ambiti, in altri può risultare molto dispendioso.
 

mariuss.r

Moderatore
Professione: progettista
Software: ProEngineer 2001/ Rhino 3D
Regione: veneto
Grazie anche e te per la disponibilità.
Le risposte che mi date confermano i miei timori, sia per i costi che le capacità professionali occorrenti.
Sì sono odontotecnico ma l'utilizzo che dovrei farne è differente e mi spiego con un esempio più "meccanico" :)
Immaginate di avere un ingranaggio, una ruota dentata.
La scansionate intera e ricavate STL.
Tagliate un dente dell ingranaggio a mano, lo inclinate di 1 mm e lo fissate in posizione.
Riscansionate e ottenete il secondo STL
Vorrei riuscire a fare degli step impostando una quota fissa (diciamo 0.20 mm) per ottenere gli ingranaggi intermedi in sequenza, mantenendo inalterata la dimensione di ciò che ho spostato.
Esistono in commercio dei software dedicati ma ciò che non mi piace o che comunque vorrei evitare è lo spostamento fatto in digitale.
Da quel che capisco però è meglio abbandonare questa mia idea o trovare chi può essere interessato a svilupparla.
Paolo

Se lo dovessi risolvere con Rhino in linea teorica a farei cosi...

1)sovrapongo le due scansioni usando i comandi di orientamento per 3 punti
2) scorporo dal primo oggetto il "dente", tagliando e copiando quella parte di mesh
3) copio e posiziono il "dente" nella sua posizione finale sovraponendolo perfettamente alla seconda scansione nella zona occupata dal dente modificato
4) traccio una curva (retta o arco) che rappresentera' la traiettoria di morphing
5)Creo il morphing usando il comando che mi consente di copiare l' oggetto lungo una curva con un passo da inputare,normale alla traiettoria o con angolo da inputare

Poi ,sfruttando il linguaggio di programmazione di Rhino, cercherei di automatizzare tutti i passaggi che si prestano ad esserlo.
 

Statistiche forum

Discussioni
57,505
Messaggi
490,152
Utenti registrati
101,104
Ultimo utente registrato
iulian222

Utenti online


Top