Cuscinetti.....

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
1572425122546.png
Ciao a tutti;
ho realizzato questo assieme come lo vedete in foto, si tratta di una applicazione molto semplice motore che gira a 3000-3500 giri con puleggia che tramite una cinghia è collegata ad un'altra puleggia nessun tipo di carico se non il tiro del pistone che tende la cinghia. Ho un dubbio legato ai cuscinetti così assemblati siccome è un profilo quello che fa da "squadra" alle piastre che portano i cuscinetti ho pensato di mettere un oscillante per perdonare le imperfezioni dovute appunto al profilato? come vi sembra è fatto in economia.....Un altra cosa il motore lato sinistro era inserito nell'albero ma poi ho aggiunto un giunto è superfluo?

grazie ciao
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Visualizza allegato 55000
Ciao a tutti;
ho realizzato questo assieme come lo vedete in foto, si tratta di una applicazione molto semplice motore che gira a 3000-3500 giri con puleggia che tramite una cinghia è collegata ad un'altra puleggia nessun tipo di carico se non il tiro del pistone che tende la cinghia. Ho un dubbio legato ai cuscinetti così assemblati siccome è un profilo quello che fa da "squadra" alle piastre che portano i cuscinetti ho pensato di mettere un oscillante per perdonare le imperfezioni dovute appunto al profilato? come vi sembra è fatto in economia.....Un altra cosa il motore lato sinistro era inserito nell'albero ma poi ho aggiunto un giunto è superfluo?

grazie ciao

Ciao, non ho ben capito come vengono centrate le piastre sulla struttura profilato. Ad ogni modo toglierei il seeger dalla parte DX e dalla parte SX per bloccare l'albero metterei una ghiera. Non capisco come venga montato il giunto. Opterei per un calettatore o un un giunto parastrappo.Aspettiamo pareri più precisi.
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
Dico la mia, i cuscinetti è bene che siano entrambi oscillanti, non vedo il senso di averne uno solo, riguardo al giunto, che in un'applicazione del genere è altamente consigliato, se sul lato dx si caletta ad espansione io lo allontanerei un po' dal cuscinetto, l'espansione dell'asse potrebbe togliere il gioco interno al cuscinetto e provocare un surriscaldamento, soprattutto alle velocita di cui parli.

P.S. Sull'asse, oltre il carico della cinghia, ci sarà anche il carico dovuto alla trasmissione della potenza, magari è trascurabile, ma c'è.

Ciao
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Grazie della risposta...quindi se ho ben capito la configurazione dei cuscinetti ci potrebbe stare???

il giunto è un giunto speciale con maschio che va inserito nel foro dell'albero poi con una vite centrale si espande la parte maschio e si blocca mentre dalla parte opposta c'è un morsetto, che prende l'albero del motore. Ti allego foto per capire il centraggio delle piastre ciao e grazie
1572431902240.png
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Dico la mia, i cuscinetti è bene che siano entrambi oscillanti, non vedo il senso di averne uno solo, riguardo al giunto, che in un'applicazione del genere è altamente consigliato, se sul lato dx si caletta ad espansione io lo allontanerei un po' dal cuscinetto, l'espansione dell'asse potrebbe togliere il gioco interno al cuscinetto e provocare un surriscaldamento, soprattutto alle velocita di cui parli.

P.S. Sull'asse, oltre il carico della cinghia, ci sarà anche il carico dovuto alla trasmissione della potenza, magari è trascurabile, ma c'è.

Ciao

Il senso almeno per me era quello di avere un "zero" con il cuscinetto radiale e poi avere dall'altra parte uno che "gli va dietro"....ciao
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
Il senso almeno per me era quello di avere un "zero" con il cuscinetto radiale e poi avere dall'altra parte uno che "gli va dietro"....ciao

"Andare dietro", quindi fare l'allineamento con un cuscinetto a singola corona di sfere... io non lo farei, rischi di montarlo con un carico ribaltante, se questo carico è rilevante, a 3500 giri/min, "cuoci" il cuscinetto nel giro di pochi minuti.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Riapro questa discussione, perchè è sorto un problema; sono state realizzate 4 di questi sistemi e tutto è andato liscio fino ad ieri....
quando si è riscontrato una usura importante dell'albero in prossimità del cuscinetto oscillante, l'albero è stato "mangiato per almeno 0.5mm" .
L'albero e in inox perché "non si può" temprare; e nelle sedi del cuscinetto è stata eseguita una godronatura per arrivare in tolleranza k5 come prescritto da manuale skf per carichi da normali ad elevati per misure di albero da 17 a 100(io sono a 20).

Secondo voi a cosa potrebbe essere dovuto? Purtroppo non si possono più misurare ovviamente le sedi.....
Si potrebbe lasciare albero in h7 come da commercio e poi usare collanti?
Visto la difficoltà nel tenere le tolleranze....
ciao
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Riapro questa discussione, perchè è sorto un problema; sono state realizzate 4 di questi sistemi e tutto è andato liscio fino ad ieri....
quando si è riscontrato una usura importante dell'albero in prossimità del cuscinetto oscillante, l'albero è stato "mangiato per almeno 0.5mm" .
L'albero e in inox perché "non si può" temprare; e nelle sedi del cuscinetto è stata eseguita una godronatura per arrivare in tolleranza k5 come prescritto da manuale skf per carichi da normali ad elevati per misure di albero da 17 a 100(io sono a 20).

Secondo voi a cosa potrebbe essere dovuto? Purtroppo non si possono più misurare ovviamente le sedi.....
Si potrebbe lasciare albero in h7 come da commercio e poi usare collanti?
Visto la difficoltà nel tenere le tolleranze....
ciao

"godronatura per arrivare in tolleranza k5"?, spiegati meglio, io per godronatura conosco questo:
https://it.wikipedia.org/wiki/Godronatura

Altra cosa che non capisco è la scelta di quest'ultimo in sfavore di un pezzo temprato.... non trovo attinenza, la tempra la fai per esigenze meccaniche, si sceglie inox per esigenze anticorrosione.

Come materiale per l'albero, l' inox non è proprio il massimo (anzi), ha una durezza superficiale molto bassa, e già un alloggiamento per leggera interferenza, può minare la dimensione reale a montaggio concluso (quindi non è da escludere che poi si tratti di gioco).
Ti consiglio piuttosto un classico C45 e rivestirlo con nichelatura chimica cui puoi decidere la durezza superficiale (da 550HV in su a discapito però della resistenza alla corrosione, ma dipende dall' ambiente in cui lavora la macchina).
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
"godronatura per arrivare in tolleranza k5"?, spiegati meglio, io per godronatura conosco questo:
https://it.wikipedia.org/wiki/Godronatura

Altra cosa che non capisco è la scelta di quest'ultimo in sfavore di un pezzo temprato.... non trovo attinenza, la tempra la fai per esigenze meccaniche, si sceglie inox per esigenze anticorrosione.

Come materiale per l'albero, l' inox non è proprio il massimo (anzi), ha una durezza superficiale molto bassa, e già un alloggiamento per leggera interferenza, può minare la dimensione reale a montaggio concluso (quindi non è da escludere che poi si tratti di gioco).
Ti consiglio piuttosto un classico C45 e rivestirlo con nichelatura chimica cui puoi decidere la durezza superficiale (da 550HV in su a discapito però della resistenza alla corrosione, ma dipende dall' ambiente in cui lavora la macchina).

Il materialo lho scelto perchè non potendo temprare, ne trattare, mi risulta un po piu duro.....
la godronatura è proprio quella li che hai indicato, viene eseguita una godronatura e quindi una ripresa al tornio per portarla in tolleranza....
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Non ho capito che tipo di lavorazione sia passando per la godronatura, mia ignoranza eh...

Per il materiale, però capisci che se ha preso gioco, duro a sufficienza non è; come inox esiste anche il SAF2507, molto duro, ma estremamente costoso, anche da lavorare (richiede utensili specifici).
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Per durezza non posso fare diversamente.....prendere un albero già temprato non perchè non si riesce a lavorare eseguire le lavorazioni e poi temprare non perche non c'è rettifica.......

La godronatura è un trucco per comprare l'albero in h7 da commercio e poi andando a godronare si "ingrossa" i punti necessari per creare l'interferenza......
La godronatura schiaccia il materiale e quindi crea delle creste maggiorando il diametro.....
ciao
grazie delle risposte
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
La godronatura è un trucco per comprare l'albero in h7 da commercio e poi andando a godronare si "ingrossa" i punti necessari per creare l'interferenza......
La godronatura schiaccia il materiale e quindi crea delle creste maggiorando il diametro.....
ciao
grazie delle risposte

Si ma in questo caso, hai materiale "meno denso", quindi si consuma più facilmente.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
Beh sicuramente.......dici di aumentare interferenza?
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
almeno si, ma con la godronatura di mezzo, la densità del materiale non è comunque come un tondo grezzo -> lavorato, valuterei di spendere un attimo di più e partire da un tondo di maggiore diametro.
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: SolidEdge
Regione: Friuli Venezia Giulia
ma le creste per loro natura hanno le punte che subiscono uno schiacciamento e vengono erose, come si fa a garantire un accoppiamento con questa soluzione? inoltre come fate a fare una tolleranza centesimale con un sistema simile?

non avete possibilità di usare un calettatore? sè è possibile aumentare il diametro interno del cuscinetto ovviamente...

rdit:
giusto per fare un esempio, il SIT-LOCK 13 autoentrante ha interno Ø20 e esterno Ø30
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
ma le creste per loro natura hanno le punte che subiscono uno schiacciamento e vengono erose, come si fa a garantire un accoppiamento con questa soluzione? inoltre come fate a fare una tolleranza centesimale con un sistema simile?

non avete possibilità di usare un calettatore? sè è possibile aumentare il diametro interno del cuscinetto ovviamente...
Purtroppo il calettatore non si può usare...ma poi come useresti un calettatore su un cuscinetto non andrebbe a gonfiare l'anello interno? mia ignoranza neh......

ciao
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: SolidEdge
Regione: Friuli Venezia Giulia
se puoi aumentare leggermente il diametro dell'anello interno potresti pensare di inserire un anello di spessoramento.
il tuo albero è in Ø20h7, ci infili un anello con foro Ø20M6 e diametro esterno in k5
oppure l'anello con foro in Ø20h7 e gli dai 2 punti di saldatura

butto giù idee magari da queste nasce la soluzione corretta
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2020 sp04, solidworks cam, autocad lt, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
potrei ridurre l'albero portarlo a 17 e fare un anello da 1.5mm tanto è sovradimensionato di brutto....dai conti bastava un albero da 12mm

ciao
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Occhio ai costi però.
 

mamobono

Utente Standard
Professione: resp.uff.tec.
Software: proeWF4+Intralink3.4
Regione: monte Rosa
Occhio ai costi però.
Se progetti una cosa che funziona dormi bene ma ti fanno il cazziatone perchè costa
Se fai una cosa "economica" dormi male perchè sai il rischio, e se si rompe ti fanno il cazziatone perchè sei un incapace ...

scegli
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
55,583
Messaggi
474,212
Utenti registrati
95,838
Ultimo utente registrato
AndreaB76

Top