Animazioni 3D motoriduttori

Animazioni 3D motoriduttori

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
TETRASTORE ha pubblicato una nuova risorsa:

Animazioni 3D motoriduttori - Animazioni 3D motoriduttori ad assi paralleli ed ortogonali utili per studenti di meccanica

Per una migliore comprensione del funzionamento del cinematismo dei moderni riduttori di velocità standard, riporto i link relativi alle animazioni 3D di due motoriduttori di un'azienda della Turchia che, concettualmente, sono molto simili a quelli di altri importanti produttori europei e corrispondono alle attuali tendenze progettuali.

Riduttore ad assi paralleli (pendolare) con cassa monoblocco:
- Animazione...

Ulteriori informazioni su questa risorsa...
 

DoctorBomber90

Utente standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Solidworks, Autocad, Ansys,Inventor
Regione: Piemonte, CN
Chapeau. Molto ben fatto il video del primo motoriduttore. Peccato per il secondo che dura molto di meno. grazie @TETRASTORE.
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: Business Analyst PLM (Consumer Goods)
Software: 3DEXPERIENCE / CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Windows 10
Regione: Svizzera
con quale software è stato realizzato?
 

Cadinpiedi

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Cocreate
Regione: Lombardia
Complimenti!" un motoriduttore che funziona senza corrente!! :)
Scherzo, anch'io ho fatto animazioni di macchinari e mi ero posto il problema: "ma devo mostrare un cavo di alimentazione?" Va beh, licenza illustrativa... Ottimo video.
 
Ultima modifica:

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Anch'io mi associo ai complimenti all'autore, che non sono io :), dall'ambientazione ne deduco che è stato realizzato internamente, ma non so con quale software.
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: Business Analyst PLM (Consumer Goods)
Software: 3DEXPERIENCE / CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Windows 10
Regione: Svizzera
forse mi sbaglio ma non c è il cinematismo con logica. le ruote dentate girano per conto proprio senza il vero contatto e spinta necessario.

poi è stato sincronizzato manualmente in modo tale che sembri tutto reale.

è una mia impressione senza presunzione
 

TETRASTORE

Utente Senior
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
forse mi sbaglio ma non c è il cinematismo con logica. le ruote dentate girano per conto proprio senza il vero contatto e spinta necessario.

poi è stato sincronizzato manualmente in modo tale che sembri tutto reale.

è una mia impressione senza presunzione
Può darsi, francamente non riesco a cogliere questa particolarità che potrebbe non sfuggire ad un occhio tecnico più attento e con maggiore esperienza in questo campo.
E' necessario considerare che generalmente queste animazioni dei prodotti vengono realizzate dalle aziende per scopi pubblicitari e di immagine, utilizzando competenze che non sono proprie di un progettista; il risultato è l'effetto immediato e la funzione è quella di illustrare la soluzione tecnologica.
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: Business Analyst PLM (Consumer Goods)
Software: 3DEXPERIENCE / CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Windows 10
Regione: Svizzera
dipende dai vincoli di assemblaggio definiti nel cad.

vengono questi riconosciuti e presi in considerazione nei software di animazione?

oppure bisogna smanettare manualmente per far sembrare che tutto funzioni perfettamente?

da quel che ne sò io purtroppo è ancora così
 

Cadinpiedi

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Cocreate
Regione: Lombardia
dipende dai vincoli di assemblaggio definiti nel cad.

vengono questi riconosciuti e presi in considerazione nei software di animazione?

oppure bisogna smanettare manualmente per far sembrare che tutto funzioni perfettamente?

da quel che ne sò io purtroppo è ancora così
Ci sono due possibilità: se esiste un plugin che permette la comunicazione tra CAD e programma di rendering la definizione della cinematica avviene in sede di progettazione, altrimenti bisogna creare manualmente i movimenti in questo secondo ambiente. Per Lexicon Keyshot esistono numerosi plugin che lo interfacciano con Solidworks, Creo etc, consentendo la comunicazione diretta. Un altro fattore da tenere presente è la velocità degli oggetti che consenta una visualizzazione accettabile. Ad esempio per la prima coppia del riduttore a 1400 giri, l'ingranamento sarebbe indistinguibile. Occorre quindi scegliere false velocità molto più lente mantendo comunque i rapporti di riduzione tra i singoli oggetti. Nel caso di settaggio manuale supponendo che l'albero lento si muova ad 1 RPM e che il filmato duri 60 secondi bisogna settare a 360° l'angolo percorso dall'oggetto. Se i RPM fossero 10, i gradi sarebbero 3600, e così via.
Concettualmente non è cambiato molto da quando trent'anni fa negli stand fieristici venivano mostrati gli spaccati dei meccanismi, con gli spessori della cassa dipinti di rosso e gli ingranaggi cromati messi in rotazione da un motorino nascosto, il tutto protetto da un plexiglass per non ficcarci le dita :). Un lavoro certosino allora come ora, infatti più il filmato è lungo e complesso tipo questo del riduttore occorrono barcate di ore.. e tanta pazienza.
 

Statistiche forum

Discussioni
57,906
Messaggi
493,376
Utenti registrati
102,278
Ultimo utente registrato
Camilla17

Utenti online


Top