• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Zigrinature/godronature

NC_Miller

Utente poco attivo
Professione: Artisan
Software: Pro/E
Regione: Emilia Romagna
#1
Ho l'esigenza di modellare delle zigrinature su una superfice cilindrica, qual'è il metodo e/o la feature più adatta?

Mi ricordo che l'argomento è stato trattato in passato, ma non ne trovo più traccia.

Grazie anticipate per l'attenzione
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
Premesso che il modello diventa molto pesante, la funzione da utilizzare è la sweep elicoidale.
Ne devi realizzare una destrorsa ed una sinistrorsa (oppure specchiare una delle due) e poi realizzare una serie circolare.

L'operazione in genere è sconsigliabile perchè i tornitori usano un utensile chiamato godronatore per il quale è sufficiente indicare le caratteristiche del passo, della profondità e della distanza fra le sweep.

In genere si applica una texture al modello e si indicano nella messa in tavola i 3 dati di cui sopra
 

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#3
Quoto quello che ha detto max, comunque avevo provato su di un tronco di cono (su un cilindro è più semplice) il risultato era questo
 

Allegati

NC_Miller

Utente poco attivo
Professione: Artisan
Software: Pro/E
Regione: Emilia Romagna
#4
Quello che vorrei ottenere, è quello di gio14.

Però il metodo non è esattamente lo stesso, mi sembra.

Dal jpg mi sembra che è stata usata le feature blend di sweep, anzichè la sweep elicoidale.

Potreste spiegarmi un po' più nel dettaglio per favore?
 

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#5
Quello che vorrei ottenere, è quello di gio14.

Però il metodo non è esattamente lo stesso, mi sembra.

Dal jpg mi sembra che è stata usata le feature blend di sweep, anzichè la sweep elicoidale.

Potreste spiegarmi un po' più nel dettaglio per favore?
Purtroppo non posso postare il modello perché è troppo pesante, comunque se dai un occhiata all'albero qualche cosa riesci ha intuirlo, praticamente ho creato uno sketch (una linea più abbondante del cono e con un certa inclinazione) poi proiettata sul cono e usata dalla swep come linea guida, fatta la serie della sweep in base al risultato da ottenere e poi specchiata
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#6
Il risultato è molto simile anche con le sweep elicoidali.
Ti posto il file di esempio.
TIPS AND TRICKS: quando un file è pesante provate a sopprimerne le funzioni e a salvarlo.
Nel mio caso il file pesava quasi 12 mega, con le feature soppresse poco più di 1 mega.

Quando lo aprite, naturalmente andate a riattivare le funzioni soppresse.
 

Allegati

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#7
Il risultato è molto simile anche con le sweep elicoidali.
Ti posto il file di esempio.
TIPS AND TRICKS: quando un file è pesante provate a sopprimerne le funzioni e a salvarlo.
Nel mio caso il file pesava quasi 12 mega, con le feature soppresse poco più di 1 mega.

Quando lo aprite, naturalmente andate a riattivare le funzioni soppresse.
Grazie per la dritta, peccato che non posso aprire il file che hai postato (uso la wildfire3)
 

Allegati

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#8
Cavolacci ... io la wf3 l'ho disinstallata.
Facciamo che nella richiesta indichiamo la versione usata, così siamo più efficaci negli interventi.
Io ho usato la wf4.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#9
Ciao NC_Miller, gio14,
qual'è l'obiettivo da raggiungere? La modellazione di una zigrinatura non mi pare una cosa molto furba...
- se l'obiettivo è quello di dare indicazioni all'officina, basta l'indicazione in tavola (vedi secondo post di Maxopus)
- se l'obiettivo è mostrare l'oggetto al finito, come in un manuale, allora meglio applicare una texture + bump e fare un render (o anche uno shade). Il risultato è molto più gestibile
 

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#10
Ciao NC_Miller, gio14,
qual'è l'obiettivo da raggiungere? La modellazione di una zigrinatura non mi pare una cosa molto furba...
- se l'obiettivo è quello di dare indicazioni all'officina, basta l'indicazione in tavola (vedi secondo post di Maxopus)
- se l'obiettivo è mostrare l'oggetto al finito, come in un manuale, allora meglio applicare una texture + bump e fare un render (o anche uno shade). Il risultato è molto più gestibile
Premesso che era un modello di un elettrodo per realizzare uno stampo in pressofusione di diverse impronte (che ho realizzato circa due anni fa) e il problema che mi sarei trovato nel crearlo con un utensile di godronatura (oltre alle dimensioni e alla qualità) era nei centraggi tra elettrodi sgrossatori e finitori (come vedi il mio problema era tutt'altro)
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#13
Ciao Gio figurati ... comunque è importante verificare le diverse strade per arrivare allo stesso risultato.
Capita che percorrendo una strada apparentemente ardua, si scopre che è quella giusta.
Grazie anche a te per il contributo.
 

dema

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Tutti
Regione: Emilia Romagna
#14
Ciao NC_Miller, gio14,
qual'è l'obiettivo da raggiungere? La modellazione di una zigrinatura non mi pare una cosa molto furba...
- se l'obiettivo è quello di dare indicazioni all'officina, basta l'indicazione in tavola (vedi secondo post di Maxopus)
- se l'obiettivo è mostrare l'oggetto al finito, come in un manuale, allora meglio applicare una texture + bump e fare un render (o anche uno shade). Il risultato è molto più gestibile
non è che mi passi la texture che usi, se c'è l'hai...

e due dritte di come applicarle.
 

Spezzo

Utente poco attivo
Professione: Impiegato tecnico
Software: Pro/E wildfire 2.0
Regione: Lombardia
#15
- se l'obiettivo è mostrare l'oggetto al finito, come in un manuale, allora meglio applicare una texture + bump e fare un render (o anche uno shade). Il risultato è molto più gestibile

Ciao. A me interessa moltissimo la seconda opzione che hai scritto, Fulvio Romano...ma non so da dove partire...Can you help me??