Visualizzazione accoppiamenti

Sagoma

Utente Junior
Professione: Progettista meccanico
Software: Unigraphics Nx8+TC9.1, Helix 2000 , Autocad TOP
Regione: Veneto
#21
A parte il suggerimento di Matrix sull'apertura di una ER poiché i nuovi assembly constraints non visualizzano le dipendenze come le non più supportate 'mating conditions', volevo correggere e precisare quanto scritto da Pizza3d e Sagoma.
Quei due metodi da loro suggeriti visualizzano tutti gli accoppiamenti dei componenti relazionati al componente selezionato.
Per esempio, se una piastra viene accoppiato con 3 assembly constraints e su tale piastra vengono accoppiati 12 particolari, ognuno dei quali con altrettanti accoppiamenti, allora alla selezione del componente piastra con i metodi di Pizza3d e Sagoma, vedrete 3+3*12=39 assembly constraints.
Se salta un accoppiamento o dovete ridefinirne alcuni.....munitevi di tempo e pazienza.

P.S:Su NX8 non posso dire nulla.
...sono d'accordo con te che se bisogna ridefinire un constraint la faccenda non è così immediata...sotto questo aspetto preferivo sicuramente le mate conditions...inoltre c'è anche il fatto già citato da Matfio che se salta un constrain tutti quelli relazionati vengono visualizzati come se fossero in errore e devi spulciare la lista alla ricerca di quello giusto da cambiare...speriamo in qualcosa di diverso nella versione NX8
 

Pizza3d

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: NX - SE - Team center
Regione: lombardia
#22
A parte il suggerimento di Matrix sull'apertura di una ER poiché i nuovi assembly constraints non visualizzano le dipendenze come le non più supportate 'mating conditions', volevo correggere e precisare quanto scritto da Pizza3d e Sagoma.
Quei due metodi da loro suggeriti visualizzano tutti gli accoppiamenti dei componenti relazionati al componente selezionato.
Per esempio, se una piastra viene accoppiato con 3 assembly constraints e su tale piastra vengono accoppiati 12 particolari, ognuno dei quali con altrettanti accoppiamenti, allora alla selezione del componente piastra con i metodi di Pizza3d e Sagoma, vedrete 3+3*12=39 assembly constraints.
Se salta un accoppiamento o dovete ridefinirne alcuni.....munitevi di tempo e pazienza.

P.S:Su NX8 non posso dire nulla.


...cosa dire.... sono 2 modi differenti di inserire relazioni fra componenti e senza ombra di dubbio ragionano diversamente.
posso dire che come erano gestite le dipendenze, bignava stare attenti a come si inserivano le maiting,per non mandare in conflitto una maiting con un altra, altrimenti erano messaggi di errore. Con i costrain, non avendo dipendenze, l'assemblaggio e la possibilità di modificare assiemi fatte da altri utenti sono meno problematici, e la probabilità di mandare in conflitto un costrain con un altro è quasi nulla, inoltre sono molto piu comodi e semplici da riassociare.
Riguardo alle maiting condition esistono 2 comandi, (define - verifie) che ti permettono di sostituire i componenti anche quando questi non sono frutto di "save as", mantenendo tutte la maiting. (molto comodi!!) Con i costrain un comando di questo tipo manca. Si puo dire xò che i costrain si basano sui nomi delle facce, basta sistemare i nomi delle facce dei componenti e le relazioni si sistemano, (Certamente non è un passaggio immediato e chiaro). Un comando che ti guida in questi passaggi sarebbe molto comodo... Personalmente trovo meno problematici i nuovi costrain, l'importante è capire come funziona lo strumento e adattarsi alle sue esigenze.
Buon Lavoro e buona Pasqua!!!
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#23
...cosa dire.... sono 2 modi differenti di inserire relazioni fra componenti e senza ombra di dubbio ragionano diversamente.
posso dire che come erano gestite le dipendenze, bignava stare attenti a come si inserivano le maiting,per non mandare in conflitto una maiting con un altra, altrimenti erano messaggi di errore. Con i costrain, non avendo dipendenze, l'assemblaggio e la possibilità di modificare assiemi fatte da altri utenti sono meno problematici, e la probabilità di mandare in conflitto un costrain con un altro è quasi nulla, inoltre sono molto piu comodi e semplici da riassociare.
Riguardo alle maiting condition esistono 2 comandi, (define - verifie) che ti permettono di sostituire i componenti anche quando questi non sono frutto di "save as", mantenendo tutte la maiting. (molto comodi!!) Con i costrain un comando di questo tipo manca. Si puo dire xò che i costrain si basano sui nomi delle facce, basta sistemare i nomi delle facce dei componenti e le relazioni si sistemano, (Certamente non è un passaggio immediato e chiaro). Un comando che ti guida in questi passaggi sarebbe molto comodo... Personalmente trovo meno problematici i nuovi costrain, l'importante è capire come funziona lo strumento e adattarsi alle sue esigenze.
Buon Lavoro e buona Pasqua!!!
Non discuto e non c'è dubbio che il nuovo metodo di accoppiare i componenti è meno vincolante sulla sequenza di montaggio, ma occorre anche munirsi di tanta pazienza a cercare di risolvere problemi che con i precedenti risolvevi in un batter d'occhio.
Un'altra cosa strana è che puoi inserire un miliardo dello stesso vincolo senza essere avvertito di niente.
Sarebbe bello avere una sostituzione dei componenti e relativi vincoli ccon un wizard come con il copy and past delle funzioni.