Variabili Solidworks/solidedge

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#21
Ho visto l'unico vero parametrico ... gli altri sono una pallida imitazione :biggrin::biggrin:
Quello con le paritetiche al posto giusto?

Ma allora Lei puo' illuminarci!

Sarebbero queste (le paritetiche) le variabili di progetto?
Quelle che nella buona programmazione vengono chiamate "pubbliche" e che possono essere modificate stando in "ogni dove" del progetto/assieme?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#22
Quello con le paritetiche al posto giusto?

Ma allora Lei puo' illuminarci!

Sarebbero queste (le paritetiche) le variabili di progetto?
Quelle che nella buona programmazione vengono chiamate "pubbliche" e che possono essere modificate stando in "ogni dove" del progetto/assieme?
Ma va la ... quelle io le chiamo quote :biggrin: :biggrin:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#23
Forse mi strò "disintossicando" (per la gioia di Stefano) ma io faccio il disegnatore e non il programmatore. Per gestire gli assiemi uso gli scheletri, che disegno con gli strumenti che da il cad senza procedimenti "cervellotici", passatemi il termine.
Riesco ad avere un'ottima gestione dell'assieme partendo da schizzi molto semplici e trovo il sistema funzionale.
Non mi sono mai avventurato in sequenze di equazioni, fogli excel interminabili, ecc... Perchè ho sempre pensato che utilizzando una soluzione "disegnata" posso tenere sotto controllo in modo più efficace il tutto (lo vedo sotto i miei occhi, non vedo una sequenza di numeri o relazioni da mal di testa).
Le sequanze di relazioni da mal di testa lasciamole a Maxopus, cosa ci volete fare...si diverte così!:biggrin:
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#24
Dai Re fai il bravo, adesso tutti gli utenti Pro/E adottano sistemi cervellotici oppure si dilettano in programmazione ... e tutti gli utenti di ProE hanno il mal di testa.
Faccio semplicemente cose che con SWX non potrei fare.
Ad esempio se devo importare l'STL di una scansione da 50000 triangoli ( e non dico 1.000.000 come normalmente faccio in Proe) e devo guardarne un paio di sezioni l'operazione è impossibile ... perchè le superfici secondo il programma sono troppe.
Se devo relazionare una FDU (feature definita dall'utente) nel contesto assieme in SWX non posso farlo.
Se devo modificare il grado di una superficie di Bezier (quelle che si usano in automotive) non posso farlo (avete voglia di modellare Audi R8 ... prova a presentarla all'Audi).

Se devo modificare il cartiglio di 500 tavole, modificando semplicemente il formato foglio in SWX devo aprirmi tutte le tavole singolarmente e ricaricarmi in tutte il formato foglio ... non so se mi spiego.

Secondo me ce l'avete voi il mal di testa ogni volta che dovete andare al di la di un pezzo di lamiera o di una rondella :biggrin::biggrin:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#25
Riesco ad avere un'ottima gestione dell'assieme partendo da schizzi molto semplici e trovo il sistema funzionale.
Si infatti per gestire uno "scheletro" la tua metodologia penso sia la migliore, io mi riferivo ad attivita' piu' di bassa lega come aprire o chiudere un cilindro o una pinza. Per cose del genere penso convenga agire sulla singola parte/sottoassieme.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#26
o poi se qualcuno mi dice che esiste un modo per evidenziare in un sottoassieme uno o più vincoli "sensibili" per il progetto, che ho bisogno di modificare spesso e che risulta poi semplice selezionarli e modificarli nell'assieme generale, a me va bene lo stesso.

Mi sovviene che forse puoi fare cosi':

quando sei in assieme ed espandi l'albero nel feature manager relativamente alla parte/sottoassieme che ti interessa, se non ricordo male fra i vari simboli dovresti trovare anche quello dell'editor di equazioni della parte specificata. Se lo premi cosa succede?
 

michele81

Utente Standard
Professione: Progettista - Disegnatore
Software: Solidworks 2011 - Pro-E WF4 - Autocad LT09 - Cosmos - FEMM
Regione: Piemonte
#27
Mi sovviene che forse puoi fare cosi':

quando sei in assieme ed espandi l'albero nel feature manager relativamente alla parte/sottoassieme che ti interessa, se non ricordo male fra i vari simboli dovresti trovare anche quello dell'editor di equazioni della parte specificata. Se lo premi cosa succede?
Per modificare le equazioni di una parte devi entrare in modifica....:frown:
Però si può pensare di progettare l'assieme inserendo come equazioni tutti i parametri di riferimento, poi mentre si modellano le singole parti, all'interno delle equazioni si può fare riferimento a questi parametri. In questo modo dall'assieme modificando un'equazione controllo le parti (è un altro modo di configurare uno schelettro di layout usando solo equazioni e il collegamento valori).
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#28
Per modificare le equazioni di una parte devi entrare in modifica....:frown:
Però si può pensare di progettare l'assieme inserendo come equazioni tutti i parametri di riferimento, poi mentre si modellano le singole parti, all'interno delle equazioni si può fare riferimento a questi parametri. In questo modo dall'assieme modificando un'equazione controllo le parti (è un altro modo di configurare uno schelettro di layout usando solo equazioni e il collegamento valori).
Si e' possibile ma e' problematico quando quella parte la riusi in un altro assieme (esempio: il solito cilindro pneumatico aperto o chiuso).
 

erik.bo

Utente Standard
Professione: impiegato
Software: Solidworks
Regione: Emilia Romagna
#29
Ciao a tutti e scusate se non mi sono fatto vivo da un po' ma sono in una situazione un po difficile...
Cmq, scusate ma le citazioni non so farle quindi copio e incollo...

x Marcof

Cit:Magari mi sbaglio, e "mi corrigerete", ma se ho capito bene questa tabella è un riassunto delle variabiliprincipali*del progetto, varaiabili che decidi tu di raccogliere in questa tabella per richiamarle velocemente. Non ho capito se la tabella c'è per ogni singola parte oppure è nell'assieme principale.
Se è nell'assieme principale effettivamente può essere comodo avere anche questa modalità di controllo delle quote, che non ti costringe a ricordare dove si trova, in una assieme di 5000 componenti, quella che comanda la lunghezza di tutto l'ambaradam.
In SWX potresti farlo con la tabella dati dentro l'assieme, peccato che non prenda anche i valori delle quote delle feature e degli accoppiamenti ma solo quelle degli sketch di layout dell'assieme principale.

Esatto tutto quello che hai detto.Nell'assieme principale se selezioni un sottoasieme ti si apre questa tabella..

x Cacciatorino

Cit:No, nella tabella vediTUTTEle variabili della parte (o sottoassieme) che vai a selezionare, funziona cosi':

1) clicchi il comando "variabili paritetiche"
2) clicchi la parte/sottoassieme che ti interessa
3) automagicamente si apre la tabella variabili con TUTTE le variabili della parte selezionata.

La cosa comoda e' che in SE puoi rinominare le variabili. Lui di default le chiama V221, V222, V223 etc etc, ma tu le puoi rinominare come "A", "interasse", "numero_ripetizioni_rulliera" etc, cosi' a colpo d'occhio le trovi immediatamente nella tabella.
La cosa e' comoda anche quando le variabili comandano tramite espressioni le grandezze di un modello.
Se per esempio in SWX devo modificare il valore "B", che comanda una certa quota tramite:

d2@schizzo5 = B + 10

dove B e' una variabile definita a livello generale, posso farlo senza aprire la parte interessata in modifica?

In SE e' un comando comodissimo, io lo uso soprattutto per aprire e chiudere cilindri o pinze pneumatiche da tastiera, senza dover andare a selezionare il vincolo o aprire il componente in modifica.

Risposta:giustissimo anche questo;solo una cosa:se dai un nome tu alle variabili,tipo lunghezza corsa o lunghezza nastro e filtri le variabili con utente mi sembra di ricordare, ti compaiono solo quelle a cui hai cambiato il nome! Ancora più comodo no?

In realta lo so che per modificare i sottoassiemi devi entrare in modifica e modificare o le relazioni o le quote. Ma se ti arriva una macchina completa che non hai mai visto come fai con Solidworks a capire qualcosa in poco tempo? Con Solidedge invece se i sottoassiemi sono fatti bene sai già con le variabili paritetiche dove andare ad agire. Tutto qui.

Comunque era solo per sapere perche volevo convincere i capi a passare a solidworks ma credo sara dura...

Grazie a tutti delle risposte, spero che sia stato utile non solo per me.
Ciao
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#30
Cmq, scusate ma le citazioni non so farle quindi copio e incollo....
:eek:
Basta che rispondi col tasto Quota, in basso a destra di ogni post.

Saluti
Marco:smile:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#32
Caccia ha ragione, sono soldi buttati. I due prodotti sono quasi equivalenti e non ammortizzerai mai il costo dello storico.
 

erik.bo

Utente Standard
Professione: impiegato
Software: Solidworks
Regione: Emilia Romagna
#33
Ma a me sembra che la modellazione con solidworks per parti di macchine automatiche sia molto più veloce.Per non parlare della gestione fra pack and go e revision manager.
Poi tante piccole cose:
-se apri il file nell'albero vedi gia il materiale senza andare ad aprire il collegamento.
-il peso si aggiorna da solo
-se fermi il mause su un foro filettato di dice la dimensione mentre con -SE devi sempre entrare in modifica e nell'albero compaiono tutti come fori
-la gestione poi dei prefissi e delle dimensioni del foro è penosa, con SW fai il foro,nell'albero ti compare che tipo di foro e quando lo quoti ti esce gia la quota formattata con M o Ø.
-l'assieme e i vincoli di SE sono macchinosi e poco chiari
-SE non importa le quote!!!
-le ripetizioni (fast?????a seconda se cambia o meno superficie???ma va la!)
e via discorrendo...
Io continuo a sentire che tutti i cad sono uguali, fanno le stesse cose, sempre paragonando la stessa fascia. Però alla fine se per fare un lavoro ci metti 30 ore o 10 secondo me la minestra che mangi a fine mese cambia...
Io ho notato questo, verò è che conosco molto meglio SW però le differenze ci sono!
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#34
A mio avviso la tua ultima osservazione è quella che spiega tutto. Se leggi la discussione di Cacciatorino parla proprio all'opposto e come dissi a lui qualche mese fa, per giudicare bisogna avere la stessa pratica su entrambi.
Ovvio che, non essendo identici, ognuno avrà dei punti di forza rispetto all'altro, ma credo che una volta conosciuto come si deve non ci dovrebbe essere la differenza di tempo che hai scritto per creare lo stesso oggetto.
Quello che è difficile è passare da un cad all'altro quando conosci molto bene il primo e non lo abbandoni ma devi continuare ad utilizzarlo insieme al secondo.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#35
Per non parlare della gestione fra pack and go e revision manager.
Mah, se vuoi parliamone, secondo me non hai la minima idea di cosa e' capace di fare RM.....

-se apri il file nell'albero vedi gia il materiale senza andare ad aprire il collegamento.
vero

-il peso si aggiorna da solo
Anche in SE, basta saperlo fare

-se fermi il mause su un foro filettato di dice la dimensione mentre con -SE devi sempre entrare in modifica e nell'albero compaiono tutti come fori
vero

-la gestione poi dei prefissi e delle dimensioni del foro è penosa, con SW fai il foro,nell'albero ti compare che tipo di foro e quando lo quoti ti esce gia la quota formattata con M o Ø.
Vogliamo parlare della gestione filettature di swx? O ancora peggio dei filetti sui maschi con i callout che non si aggiornano se cambi il passo di filetto?

-l'assieme e i vincoli di SE sono macchinosi e poco chiari
A mio parere e' esattamente il contrario, questione di abitudine

-SE non importa le quote!!!
Ma dove l'hai sentita questa? Guarda bene, c'e' un bottoncino che si chiama "recupera quote". Avresti fatto meglio a scrivere "in SE non riesco ad importare le quote"...
-le ripetizioni (fast?????a seconda se cambia o meno superficie???ma va la!)
Mai avuto problemi

e via discorrendo...
Io continuo a sentire che tutti i cad sono uguali, fanno le stesse cose, sempre paragonando la stessa fascia. Però alla fine se per fare un lavoro ci metti 30 ore o 10 secondo me la minestra che mangi a fine mese cambia...
Io ho notato questo, verò è che conosco molto meglio SW però le differenze ci sono!
A me e' sembrato tutto il contrario, sara' veramente questione di abitudine.
 

CIARLY

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2014 sp4
Regione: Piemonte
#36
A mio avviso la tua ultima osservazione è quella che spiega tutto. Se leggi la discussione di Cacciatorino parla proprio all'opposto e come dissi a lui qualche mese fa, per giudicare bisogna avere la stessa pratica su entrambi.
Ovvio che, non essendo identici, ognuno avrà dei punti di forza rispetto all'altro, ma credo che una volta conosciuto come si deve non ci dovrebbe essere la differenza di tempo che hai scritto per creare lo stesso oggetto.
Io uso Solid Works e lo reputo un ottimo programma, pero' il discorso in assieme di poter cambiare delle variabili all'interno di parti lo trovo una cosa molto interessante.
Non so come questo avvenga in SE.
Una domanda a Caccia all'interno assieme riesco solo a cambiare dei valori nella tabella della parte in questione, o c'e il modo di collegare i valori con altri all'interno assieme?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#37
I
Una domanda a Caccia all'interno assieme riesco solo a cambiare dei valori nella tabella della parte in questione, o c'e il modo di collegare i valori con altri all'interno assieme?
Si e' possibile farlo, in questo senso:

Apri la tabella variabile di una parte, e fai CTRL-C sulla variabile che ti interessa, poi apri la tabella dell'altra parte e fai "incolla collegamento" sulla variabile che vuoi rendere guidata, aggiungendo relazioni matematiche nel caso che servano. In questo modo il collegamento e' associativo (unidirezionale). Puoi anche fare un "incolla" semplice, in questo caso viene copiato solo il valore numerico e non la variabile, per cui non e' associativo. La cosa funziona anche fra le parti e l'assieme che le contiene. Nel momento in cui vado a salvare l'assieme, vengono automaticamente salvate anche le parti modificate in questo modo. Se invece chiudo l'assieme senza salvarlo, perdo le modifiche sulle parti.

Comunque di solito e' un comando che uso quasi esclusivamente per aprire e chiudere rapidamente attuatori pneumatici, oppure per modificare il numero di denti di una ruota dentata, ma molto piu' raramente.
 

CIARLY

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2014 sp4
Regione: Piemonte
#38
Si e' possibile farlo, in questo senso:

La cosa funziona anche fra le parti e l'assieme che le contiene. Nel momento in cui vado a salvare l'assieme, vengono automaticamente salvate anche le parti modificate in questo modo. Se invece chiudo l'assieme senza salvarlo, perdo le modifiche sulle parti.
Un caso del genere secondo me e' interessante certo non se ne puo' abusare.
Se in un assieme ci sono quote che devono andare daccordo su piu' parti, a livello di interasse fori e n. ripetizioni, partenza fori,esempio si puo' fare molto semplicemente senza costruire scheletri.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#39
Un caso del genere secondo me e' interessante certo non se ne puo' abusare.
Se in un assieme ci sono quote che devono andare daccordo su piu' parti, a livello di interasse fori e n. ripetizioni, partenza fori,esempio si puo' fare molto semplicemente senza costruire scheletri.
Alla fin fine le "variabili paritetiche" sono solo un metodo piu' rapido per accedere alla variabili della parte o sottoassieme in contesto d'assieme. Poi i collegamenti interparte funzionano grosso modo alla stessa maniera sui due cad.