• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Variabili in ambiente asm

siou

Utente Junior
Professione: operaio in pensione
Software: Autocad-Solid Edge
Regione: Lombardia
#1
Buon giorno a Tutti
desideravo sapere se è possibile creare una relazione fra le variabili di due pezzi in ambiente asm.
Per spiegarmi meglio posto una immagine:
La dimensione degli intagli e la disposizione dei fori dipendono dalla lunghezza, altezza , e spessore di ciascun cardine.
Vorrei relazionare la lunghezza di un cardine con la lunghezza dell'altro cardine.
Grazie in anticipo .
Saluti
Roberto
 

Allegati

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#2
Un modo banale potrebeb essere quello di crearti le variabili su un foglio excell e poi linkare le variabili dell'asm e dei part al foglio di calcolo. E questa è una cosa che funziona.
"Dovrebbe" essere possibile anche usare la tabella variabili (anche variabili paritetiche) per eseguire operazioni tra le variabili dei particolari. Di questo non ne sono sicuro però anche se qualcosa ho fatto nel passato.
Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
Buon giorno a Tutti
desideravo sapere se è possibile creare una relazione fra le variabili di due pezzi in ambiente asm.
Per spiegarmi meglio posto una immagine:
La dimensione degli intagli e la disposizione dei fori dipendono dalla lunghezza, altezza , e spessore di ciascun cardine.
Vorrei relazionare la lunghezza di un cardine con la lunghezza dell'altro cardine.
Grazie in anticipo .
Saluti
Roberto
forse la cosa piu' rapida e':

1) Apri il primo cardine in modifica da dentro l'assembly,

2) Inserisci --> copia nella parte --> Selezioni il secondo cardine

A questo punto se vai a creare degli schizzi sul primo cardine, dovresti avere la possibilita' di agganciare i vincoli degli schizzi agli spigoli del secondo cardine.

Ciao.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#4
Buon giorno a Tutti
desideravo sapere se è possibile creare una relazione fra le variabili di due pezzi in ambiente asm.
Per spiegarmi meglio posto una immagine:
La dimensione degli intagli e la disposizione dei fori dipendono dalla lunghezza, altezza , e spessore di ciascun cardine.
Vorrei relazionare la lunghezza di un cardine con la lunghezza dell'altro cardine.
Grazie in anticipo .
Saluti
Roberto
Nelle variabili di ASM crei una variabile "L" con il valore della lunghezza, la selezioni, tasto destro "copia collegamento", poi ti posizioni nelle variabili del particolare da pilotare, selezioni la riga, tasto destro "incolla collegamento".
Variando la variabile in ASM verrà così propagata ovunque copiata.

Con il comando "variabili paritetiche" fai prima a navigare tra le variabili dei vari particolari in asm, in quanto selezionando il particolare nel pathfinder ti apparirà la sua tabella variabili.

Per una cosa del genere non starei a scomodare excel.

In fine, se il tuo scopo è creare una cerniera da cambiare di volta in volta modificando le dimensioni, stai seguendo la strada sbagliata. O perlomeno dovresti di volta in volta salvare la nuova dimensione. La cosa migliore è creare una famiglia di parti, contenuta magari in una famiglia di assiemi, e visto che la cerniera è mobile l'inserei anche come assieme regolabile.

Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
"Dovrebbe" essere possibile anche usare la tabella variabili (anche variabili paritetiche) per eseguire operazioni tra le variabili dei particolari. Di questo non ne sono sicuro però anche se qualcosa ho fatto nel passato.
Ciao
Funziona anche cosi', solo che se poi modifichi dei riferimenti padre-figlio, i nomi delle variabili non vengono aggiornati (non e' possibile farlo neanche col RM) per cui finisce che vanno a puntare a file inesistenti. :(
Almeno con SE V18.

Ciao.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#6
Funziona anche cosi', solo che se poi modifichi dei riferimenti padre-figlio, i nomi delle variabili non vengono aggiornati (non e' possibile farlo neanche col RM) per cui finisce che vanno a puntare a file inesistenti. :(
Almeno con SE V18.

Ciao.
Con RM ha sempre funzionato, diverso il discorso se fai "salva con nome" ma qui è la logica conservativa che ti lascia il collegamento al file originale.

Descrivi la procedura per replicare quello che dici e vediamo dov'è l'errore/problema.

Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#7
Con RM ha sempre funzionato, diverso il discorso se fai "salva con nome" ma qui è la logica conservativa che ti lascia il collegamento al file originale.

Descrivi la procedura per replicare quello che dici e vediamo dov'è l'errore/problema.

Ciao
Hai ragione, ho aperto un assiemino con RM manager ed e' possibile rinominare il padre senza perdere i collegamenti..

In realta' quello che (lo so che e' un modo barbaro, ma e' veloce) mi era capitato di fare era di:

1) Generare due file associati sul portatile, per cui il collegamento puntava al file sul disco D (la seconda partizione).

2) Poi tornato in ufficio ho copiato tutto sul server con il file manager di windows (tanto per i collegamenti fra le parti e i draft e per l'albero degli assembly funziona tutto se sul portatile replico la struttura delle directory che ho sul server).

3) Aperto il file con i colegamenti, mi sono accorto che i collegamenti puntavano ancora al disco D locale (come definiti finche' ero sul portatile). Cioe' vale a dire che i collegamenti fra le variabili sono assoluti anziche' relativi come quelli fra i file part-draft e part-assembly.

4) Bene, apro il file coi collegamenti interrotti con il RM e immagino di trovarmi un collegamento interrotto che cerca il file sul disco D, da sostituire con quello presente sul server. Invece sulla parte in RM trovo il simbolo del catenaccio ma sotto non c'e' il collegamento rosso da ricostituire (cosa che vorrei fare con il comando "imposta operazione a sostituisci").

5) Rifai tutti i collegamenti a mano.....


Non so se con "Ricerca collegamenti interrotti" e' possibile rimediare a questa situazione.

Comunque grazie, la prossima volta questo lavoro lo faccio con RM.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#8
4) Bene, apro il file coi collegamenti interrotti con il RM e immagino di trovarmi un collegamento interrotto che cerca il file sul disco D, da sostituire con quello presente sul server. Invece sulla parte in RM trovo il simbolo del catenaccio ma sotto non c'e' il collegamento rosso da ricostituire (cosa che vorrei fare con il comando "imposta operazione a sostituisci").
In RM, strumenti, gestione collegamenti, ridefinisci collegamenti.... il percorso attuale sarà "d:\" quello di destinazione "c:\"

et voilà ! :D

Ciao