Valori Tabella materiali Sheet Metal

Andrea_Marconi

Utente Standard
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Solid Edge ST10
Regione: Rimini - Emilia Romagna
#1
Signori buonasera,

Ho un problema di questo tipo se così si può chiamare.....

Ho disegnato una lamiera zincata Sp 15/10 con 4 pieghe come vedete nel .psm allegato e al draft che ho già quotato.

Il mio problema è che la somma delle quote esterne che ho già sommato non danno mai il risultato dello sviluppo ma di più e quindi a questo punto mi son detto, cavolo ma anche le pieghe sono da calcolare in sottrazione.
Provo ad ingegnarmi un po' e se non vado errato ho notato che bene o male si toglie ad ogni piega lo stesso valore dello spessore..esempio preso paro paro dalla prova allegata...

Sviluppo 523,53 mm

Somma Pieghe 537,57 mm alle quali sottraggo 4 pieghe che hanno valore del materiale, quindi 1,5 mm

537,57 - (1,5*5)=531,57 :confused:

Cavolo tra sviluppi e pieghe perdo 8,04 mm.

A questo punto chiedo una info a chi SE lo usa da parecchio tempo ma a fatica risponde al telefono o aiuta (non so il motivo probabilmente ha paura che qualcuno imparando gli porti via lavoro o non sò)
In sostanza mi ha fatto "pastrocchiare" nella tabella dei materiali facendomi impostare i seguenti valori:

Spessore del materiale: 1,50
Raggio di piega: 1,90
Profondità di rilievo: 0,50
Larghezza di rilievo: 0,50
Equazione di piega: 0,345

misteriosamente torna tutto dopo.

Scusate se sono stato lungo, ma mi piace essere chiaro....
La domanda è....

Ci sono dei valori di default da impostare in questi casi a seconda del tipo di materiale che uno va ad usare? c'è o esiste una sorta di guida al settaggio dei parametri migliori atti ad ottenere precisioni non al Decimo ovvio ma non con uno sbalzo di 8 mm come nel mio caso?


Grazie

Per LA ATTENZIONE:finger:

Andrea.
View attachment 41098
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#2
Ciao Andrea,

con un cad 3D come Solid Edge puoi rappresentare esattamente la realtà fino ad ottenere la precisione desiderata.

Le vecchie pratiche di disegnare gli angoli di piega = 0 e poi calcolare lo sviluppo sottraendo lo spessore piega è da lasciare a chi ancora pensa che AutoCAD sia quanto di meglio per il disegno meccanico :wink:

Detto questo è importante impostare i dati di piega per rispecchiare quanto avviene sulle TUE piegatrici.

I dati che determinano lo sviluppo sono:

Spessore lamiera: e qui non ci sono dubbi
Raggio di piega: e questo dipende dalle cave e dai coltelli utilizzati sul tuo impianto di piegatura
Fattore neutro: e questo dipende principalmente dal materiale e dalla pressa utilizzata

Ci sono varie discussioni su questo argomento ma proprio perché fortemente legato alle tue attrezzature produttive non esistono dei numeri univoci.

Ciao
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#3
Per essere più precisi la formula che Solid Edge utilizza di default per il calcolo dello sviluppo da piegatura a freddo è quella specificata nella norma DIN.

Tale formula non è altro che il calcolo della lunghezza del raggio neutro.
Per definire la posizione del raggio neutro devi inserire appunto il fattore neutro.
Con fattore neutro = 0 sei sul raggio di piega, con 1 sei sul raggio esterno; di conseguenza con 0,5 sei a metà con 0,3333 sei ad 1/3 ecc.ecc.

Ciao
 

Andrea_Marconi

Utente Standard
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Solid Edge ST10
Regione: Rimini - Emilia Romagna
#4
Ciao Andrea,

con un cad 3D come Solid Edge puoi rappresentare esattamente la realtà fino ad ottenere la precisione desiderata.

Le vecchie pratiche di disegnare gli angoli di piega = 0 e poi calcolare lo sviluppo sottraendo lo spessore piega è da lasciare a chi ancora pensa che AutoCAD sia quanto di meglio per il disegno meccanico :wink:

Detto questo è importante impostare i dati di piega per rispecchiare quanto avviene sulle TUE piegatrici.

I dati che determinano lo sviluppo sono:

Spessore lamiera: e qui non ci sono dubbi
Raggio di piega: e questo dipende dalle cave e dai coltelli utilizzati sul tuo impianto di piegatura
Fattore neutro: e questo dipende principalmente dal materiale e dalla pressa utilizzata

Ci sono varie discussioni su questo argomento ma proprio perché fortemente legato alle tue attrezzature produttive non esistono dei numeri univoci.

Ciao


In sostanza è come dire....prima impara a lavorare nelle macchine per poi imparare a come disegnare.

Giusto?
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#5
In sostanza è come dire....prima impara a lavorare nelle macchine per poi imparare a come disegnare.

Giusto?
Ma guarda, se parli con chi piega da una vita ha un'idea tutta sua di come si calcoli lo sviluppo (quasi sempre sbagliata).

L'importante è sapere cosa hai a disposizione per piegare.

Se per le lamiere fino 3 mm utilizzi le cave\coltelli raggio 3, va da se che il raggio di piega sarà 3 mm.
Il fattore neutro dipende poi dal materiale utilizzato, diciamo che per l'acciaio sotto i 10 mm il fattore neutro è nel range 0,3 - 0,4.

La cosa migliore che puoi fare è andare a misurare i raggi di piega per ogni spessore che piegate ed utilizzare quello per i tuoi modelli.
Poi misurando il pezzo sei anche in grado di risalire al fattore neutro (che per uno spessore già conosci).

Ciao
 

Andrea_Marconi

Utente Standard
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Solid Edge ST10
Regione: Rimini - Emilia Romagna
#6
SCUSA IL RITARDO!!!

Grazie come sempre per le risposte fulminee e precise che dai!

Ma guarda, se parli con chi piega da una vita ha un'idea tutta sua di come si calcoli lo sviluppo (quasi sempre sbagliata).

L'importante è sapere cosa hai a disposizione per piegare.

Se per le lamiere fino 3 mm utilizzi le cave\coltelli raggio 3, va da se che il raggio di piega sarà 3 mm.
Il fattore neutro dipende poi dal materiale utilizzato, diciamo che per l'acciaio sotto i 10 mm il fattore neutro è nel range 0,3 - 0,4.

La cosa migliore che puoi fare è andare a misurare i raggi di piega per ogni spessore che piegate ed utilizzare quello per i tuoi modelli.
Poi misurando il pezzo sei anche in grado di risalire al fattore neutro (che per uno spessore già conosci).

Ciao