• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Utilizzo di Catia V5 provenendo da SolidWorks e SolidEdge

haga78

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: SolidWorks, SolidEdge, AutoCAD
Regione: Italy
#1
Salve a tutti,
spero sia questa la sezione giusta, ho provato a cercare nelle discussioni ma senza esito.

Ho lavorato in passato con SolidWorks (è stato il mio primo cad 3D, imparato da autodidatta utilizzandolo e con i tutorial on line), poi ho lavorato (e lavoro tutt'ora) con SolidEdge, soprattutto per lo sviluppo di componenti in lamiera (ho imparato un po' da autodidatta, un po' con un corso di una 20ina di ore).
Ci sarebbe adesso la possibilità di lavorare presso un'azienda che richiede la conoscenza del Catia V5, non so però a quale livello (indicano genericamente per "progettazione meccanica").

Ci sono profonde differenze tra il Catia e i modellatori da me usati? Sarebbe possibile "adattarsi" con un po' di pratica al Catia? (in sostanza è quello che ho fatto nel passare dal SolidWorks al SolidEdge).

Non sono ancora stato contattato dall'azienda in questione, ma in caso lo fossi vorrei sapere come comportarmi.

Grazie a tutti.
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#2
Salve a tutti,
spero sia questa la sezione giusta, ho provato a cercare nelle discussioni ma senza esito.

Ho lavorato in passato con SolidWorks (è stato il mio primo cad 3D, imparato da autodidatta utilizzandolo e con i tutorial on line), poi ho lavorato (e lavoro tutt'ora) con SolidEdge, soprattutto per lo sviluppo di componenti in lamiera (ho imparato un po' da autodidatta, un po' con un corso di una 20ina di ore).
Ci sarebbe adesso la possibilità di lavorare presso un'azienda che richiede la conoscenza del Catia V5, non so però a quale livello (indicano genericamente per "progettazione meccanica").

Ci sono profonde differenze tra il Catia e i modellatori da me usati? Sarebbe possibile "adattarsi" con un po' di pratica al Catia? (in sostanza è quello che ho fatto nel passare dal SolidWorks al SolidEdge).

Non sono ancora stato contattato dall'azienda in questione, ma in caso lo fossi vorrei sapere come comportarmi.

Grazie a tutti.
Ciao, SW e SE sono molto simili.
Catia è il MENO intuitivo dei due ma è anche il più potente.
Come approccio prettamente meccanico, SW/SE sono +adatti. Catia è potente nell'integrazione con le superfici e nella modellazione multi-body.
Ti consiglio sicuramente un corso per iniziare. Mentre SW e SE li poi imparare da autodidatta, CV5 è molto + ostico.
Valuta bene prima di accettare il lavoro.
Guarda anche you tube...ci sono un sacco di video:finger:
 

www.cad-3d.net

Utente Standard
Professione: docente, autore e divulgatore
Software: Catia V5 - Creo - Pro/Engineer
Regione: Lombardia
#3
Spero di fare cosa utile portando la mia testimonianza.

Credo che anche Catia V5 sia molto intuitivo forse spaventa un po' perché è un programma poderoso e voluminoso ma in effetti i francesi della Dassault (che fanno anche SolidWorks) sanno il fatto loro quando si tratta di mettere a proprio agio i disegnatori. Non dico che tutto è perfetto ma credo che la qualità sia incontestabile.

Se mi posso permettere: Se il lavoro che ti offrono è di migliore qualità del precedente non badare al fatto che potrebbe essere maggiormente impegnativo... prendilo e ...studia per farlo al meglio. Il resto viene da sé.

Inoltre: imparare da autodidatta porta via molto tempo ed è terribilmente faticoso; poi ha lo svantaggio di non sapere mai se quello che fai è completamente giusto oppure se si può fare meglio (più facilmente e più velocemente).

Giuseppe Del Nobile