Usare iam oppure rappresentazioni sostitutive?

Il Mauri

Utente Standard
Professione: impiegato tecnico
Software: Inventor 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#1
Buona giornata a tutti.
Finora in tutti i progetti che ho fatto (composti da altri IAM, IPT, viterie ecc.) ho sempre usato gli IAM in configurazione "normale" e non in modalità di rappresentazioni sostitutive (trasformati quindi in IPT).
Mi piacerebbe usare le rappresentazioni sostitutive per avere il browser del progetto più snello però ho l'inconveniente di un considerevole "peso" di queste rappresentazioni sostitutive (se l'IAM mi pesa 250KB la relativa rappresentazione sostitutiva me ne pesa 14000).
Specifico che in fase di successiva distinta componenti non mi interessa assolutamente sapere il contenuto degli IAM che ho insertito - anzi, mi è controproducente essendo questi già prodotti finiti aventi un loro codice).
Vorrei sapere voi come gestireste un progetto simile: browser e distinta componenti "leggeri" con peso del progetto finale pesante o viceversa?
 

Zac69

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: Inventor
Regione: Piemonte
#2
Uno iam è "vuoto" e contiene solo i link agli ipt ed i relativi vincoli. Se fai la somma di tutti gli ipt che compongono lo iam da 250KB quanto ti viene?
 

Il Mauri

Utente Standard
Professione: impiegato tecnico
Software: Inventor 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#3
Uno iam è "vuoto" e contiene solo i link agli ipt ed i relativi vincoli. Se fai la somma di tutti gli ipt che compongono lo iam da 250KB quanto ti viene?

Sommandoli tutti non lo so, comunque la parte derivata (che è un IPT) mi pesa ben 14000KB.
Comunque ho trovato una soluzione soddisfacente: trasformo lo IAM in parte derivata di superficie con "parti e facce" flaggato, mi ritrovo con una parte abbastanza soddisfacente come look e pesante 3800KB.
 
Professione: artigiano
Software: autocad/inventor 2018- 3dsmaX - POWERMILL - MACH3 - ARTCAM ETC... ETC..
Regione: Puglia NARDO'(LE)
#4
Ho notato una cosa se si deriva iam con collegamento attivo il peso (come somma dei ipt e iam)si raddoppia all'incirca, se invece il collegamento alla iam derivato viene interrotto e la parte diventa indipendente allora e' la somma esatta dei vari ipt e iam, sempre circa.
 

Il Mauri

Utente Standard
Professione: impiegato tecnico
Software: Inventor 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#5
Ho notato una cosa se si deriva iam con collegamento attivo il peso (come somma dei ipt e iam)si raddoppia all'incirca, se invece il collegamento alla iam derivato viene interrotto e la parte diventa indipendente allora e' la somma esatta dei vari ipt e iam, sempre circa.
Ah, questa poi. Però se interrompo e poi modifico lo IAM padre non mi si aggiorna il derivato indipendente ovviamente.
 

batstar

Utente Junior
Professione: progettazione
Software: Inventor 2014, Autocad
Regione: Veneto
#6
Lavoro anch'io con assiemi molto complessi ed ero lusingato dalla possibilità di derivare assiemi semplificati, purtroppo come dice Mauri, risultano pesantissimi e ingestibili. Inoltre la possibilità di ottenere solo un solido con solo le parti esterne visibili, eliminazione di quelle interne, riempimento delle cavità...ecc. E' pura utopia, non esiste, fa un sacco di errori ed elimina parti anche visibili,un vero casino!
 

Il Mauri

Utente Standard
Professione: impiegato tecnico
Software: Inventor 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#7
A questo punto forse è meglio creare un assieme derivato che contenga solo il guscio esterno (esempio una scatola composta da contenitore tappo e viti di chiusura). In questo modo si avrebbe l'ingombro esterno ed in caso di invio del 3D a potenziali clienti non si svelerebbe il contenuto interno.
 

batstar

Utente Junior
Professione: progettazione
Software: Inventor 2014, Autocad
Regione: Veneto
#8
A questo punto forse è meglio creare un assieme derivato che contenga solo il guscio esterno (esempio una scatola composta da contenitore tappo e viti di chiusura). In questo modo si avrebbe l'ingombro esterno ed in caso di invio del 3D a potenziali clienti non si svelerebbe il contenuto interno.
Il problema è proprio quello: se lo fai su una semplice scatola come dici può anche funzionare, (forse), su un assieme con centinaia di componenti proprio non funziona!
 

Catafratto

Utente Standard
Professione: Disegnatore/progettista
Software: Inventor 2016
Regione: Veneto
#9
Guardate questa discussione
http://www.cad3d.it/forum1/threads/45696-conversione-assieme?highlight=assieme+sostituto
che tratta lo stesso argomento. Gli assiemi semplificati sono una benedizione e prima si impara ad usarli meglio è: certo hanno le loro "esigenze" per funzionare correttamente, ma ho assiemi che senza (corretta) semplificazione ci mettono mezz'ora ad aprirsi, con il metodo descritto (leggere bene l'allegato che ho postato) 5/6 min.

Il peso del singolo file non importa più di tanto, alla fine importa in quanto tempo si apre e come si gestisce...
 

batstar

Utente Junior
Professione: progettazione
Software: Inventor 2014, Autocad
Regione: Veneto
#10
l'operazone di base è sempre l'assieme semplificato, ed è lì che mi fa un sacco di errori!
 

Catafratto

Utente Standard
Professione: Disegnatore/progettista
Software: Inventor 2016
Regione: Veneto
#11
A me li dà solo quando scelgo impostazioni inadatte all'assieme che sto trattando. Imprecisioni possono esserci e qualche volta non mi risulta immediato capire dove "toccare", ma di base funziona bene. Dopo i miei primi tentativi avevo raggiunto la tua conclusione e lasciato perdere, poi ad una presentazione ho visto come funziona davvero e cambiato idea alla grande.
Insisto perché non vorrei che altri fossero scoraggiati dallo sperimentare la tecnica basandosi solo sulla tua esperienza... Come si vede dalla discussione che ho linkato ad altri va alla grande e personalmente ribadisco che la trovo una benedizione.
 

Ilario

Utente Senior
Professione: Disegnatore CAD
Software: Inventor, AutoCAD
Regione: E. Romagna
#12
Io sono uno tra quelli che si è socoraggiato.... ma non perchè non ne capisca le funzionalità, anzi, si vede che è un bel metodo... solo che con l'archivio pieno di assiemi, dovrei andarli a "predisporre" uno per uno e visto che sono da solo in ufficio e considerando che ci vuole un bel po' di tempo perché la cosa funzioni dovere, ho lasciato perdere.
Se dovessi avere un periodo in cui ho meno da fare magari mi ci rimetto, e penso che se si è in ufficio con più persone, dedicare un persona per un tot periodo a questa sistemazione, potrebbe giovare.
 

batstar

Utente Junior
Professione: progettazione
Software: Inventor 2014, Autocad
Regione: Veneto
#13
Io sono uno tra quelli che si è socoraggiato.... ma non perchè non ne capisca le funzionalità, anzi, si vede che è un bel metodo... solo che con l'archivio pieno di assiemi, dovrei andarli a "predisporre" uno per uno e visto che sono da solo in ufficio e considerando che ci vuole un bel po' di tempo perché la cosa funzioni dovere, ho lasciato perdere.
Se dovessi avere un periodo in cui ho meno da fare magari mi ci rimetto, e penso che se si è in ufficio con più persone, dedicare un persona per un tot periodo a questa sistemazione, potrebbe giovare.
Concordo e stessa mia situazione.
Comunque trovo ridicolo che un software come Inventor non abbia un semplice comando di un vero contorno semplificato di qualsiasi assieme, e fammi la pelle solo dell'esterno che ****** ci vuole!!!