TRUCIOLI COME LI RICICLATE ? confrontiamoci

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#1
ciao a tutti
vorrei avere un confronto su metodi e modi di smaltimento dei trucioli
come li riciclate?
quanto vi costa?
ricavate qualcosa in soldini dal riciclo di essi
nel caso sottraete al cliente o alla commessa il valore commerciale ricavato dalla vendita dei trucioli o
e' un di piu che entra nell'economia dell'azienda?
usuffruite di servizzi specifici con tanto di registro e a pagamento
oppure avete il vecchio rottamaio che raccoglie il tutto
quale e' la norma specifica
gli allumini-il ferro-la ghisa-gli acciai sono da considerarsi rifiuti industriali
visto che sono riciclabili al 100/100
un altro prob.
i trucioli so sempre innzuppati di olii emulsionanti
come li decantate
posto alcune jpeg
trattasi di trucioli di allumino e
trucioli di legno(questi li ricicliamo per il riscaldamento dell'azienda)
grazie mille
 

Allegati

Professione: Lavoro Monotono
Software: "Pala e Picco"
Regione: Piemonte
#2
ciao a tutti
vorrei avere un confronto su metodi e modi di smaltimento dei trucioli
come li riciclate?
quanto vi costa?
ricavate qualcosa in soldini dal riciclo di essi
nel caso sottraete al cliente o alla commessa il valore commerciale ricavato dalla vendita dei trucioli o
e' un di piu che entra nell'economia dell'azienda?
usuffruite di servizzi specifici con tanto di registro e a pagamento
oppure avete il vecchio rottamaio che raccoglie il tutto
quale e' la norma specifica
gli allumini-il ferro-la ghisa-gli acciai sono da considerarsi rifiuti industriali
visto che sono riciclabili al 100/100
un altro prob.
i trucioli so sempre innzuppati di olii emulsionanti
come li decantate
posto alcune jpeg
trattasi di trucioli di allumino e
trucioli di legno(questi li ricicliamo per il riscaldamento dell'azienda)
grazie mille
Tutto viene smaltito dalle apposite aziende che vengono a scaricare il container una volta che questo è pieno, se non erro non vengono decantati (o centrifugati), per quanto riguarda quanto si riesca a ricavare non ti so rispondere, ma non credo molto... :bekle:

Ciao
P-H
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#3
Tutto viene smaltito dalle apposite aziende che vengono a scaricare il container una volta che questo è pieno, se non erro non vengono decantati (o centrifugati), per quanto riguarda quanto si riesca a ricavare non ti so rispondere, ma non credo molto... :bekle:

Ciao
P-H
Quoto per la procedura di stoccaggio e ritiro, aggiungendo che per la parte burocratico-amministrativa "ghe pensi mi".
Ovvero, faccio la compilazione del formulario di identificazione e le relative annotazioni sul registro di carico/scarico e stop, in quanto fino a 3 addetti (siamo proprio in 3) non vi è obbligo di presentare il MUD annuale, a meno che non si smaltiscano anche rifiuti pericolosi, ed in questo caso ci pensa la mia associazione di categoria.

Per quanto riguarda il prezzo, l'ultimo carico di trucioli di ferrosi che ho "venduto" il mese scorso me lo hanno pagato 0,10 €/kg e comunque so che in questi giorni il prezzo dovrebbe essere sceso di un 2-3 centesimi.

Alluminio/bronzo/ottone e acc. inox sono ovviamente pagati molto di più, ma il prezzo è talmente ballerino da non poter essere indicato con sicurezza.

Circa il fatto di tener conto del valore dei trucioli nella quotazione dei pezzi lavorati, personalmente di questi casi oramai me ne capitano pochissimi.
Una volta era una prassi consolidata, specialmente quando si aveva a che fare con pezzi in metalli "pregiati" ed i casi erano 2: o si restituivano i trucioli con i pezzi (caso tipico dei lavori fatti per fonderie, che riciclavano subito il metallo), oppure si quantificava il valore del truciolo e lo si sottraeva dal prezzo del lavorato.
Poi c'erano anche coloro, ma non è il mio caso perchè non faccio produzione "a mucchio", che riuscivano a pagarsi con i trucioli il costo utensili/inserti e l'energia elettrica delle macchine. In tal caso succedeva che a seconda della quotazione dei trucioli potevi diventare ricco, oppure lavorare per "cambiare i soldi".
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#4
Quoto per la procedura di stoccaggio e ritiro, aggiungendo che per la parte burocratico-amministrativa "ghe pensi mi".
Ovvero, faccio la compilazione del formulario di identificazione e le relative annotazioni sul registro di carico/scarico e stop, in quanto fino a 3 addetti (siamo proprio in 3) non vi è obbligo di presentare il MUD annuale, a meno che non si smaltiscano anche rifiuti pericolosi, ed in questo caso ci pensa la mia associazione di categoria.

Per quanto riguarda il prezzo, l'ultimo carico di trucioli di ferrosi che ho "venduto" il mese scorso me lo hanno pagato 0,10 €/kg e comunque so che in questi giorni il prezzo dovrebbe essere sceso di un 2-3 centesimi.

Alluminio/bronzo/ottone e acc. inox sono ovviamente pagati molto di più, ma il prezzo è talmente ballerino da non poter essere indicato con sicurezza.

Circa il fatto di tener conto del valore dei trucioli nella quotazione dei pezzi lavorati, personalmente di questi casi oramai me ne capitano pochissimi.
Una volta era una prassi consolidata, specialmente quando si aveva a che fare con pezzi in metalli "pregiati" ed i casi erano 2: o si restituivano i trucioli con i pezzi (caso tipico dei lavori fatti per fonderie, che riciclavano subito il metallo), oppure si quantificava il valore del truciolo e lo si sottraeva dal prezzo del lavorato.
Poi c'erano anche coloro, ma non è il mio caso perchè non faccio produzione "a mucchio", che riuscivano a pagarsi con i trucioli il costo utensili/inserti e l'energia elettrica delle macchine. In tal caso succedeva che a seconda della quotazione dei trucioli potevi diventare ricco, oppure lavorare per "cambiare i soldi".
grazie mille fratello mecc
grosso modo abbiamo la stessa prassi
e solo quando c'e' un periodo di "magra"
si cerca di capire dove ci sono sprechi
quando invece la barca va neanche c'e' ne accorgiamo che vengono a ritirarsi
i trucioli quasi gratis

per le produzioni a "mucchio"
forse e'il caso delle "minuterie"
ma pure li adesso il guadagno non sta nella produzione
ma nel recupero e vendita dei trucioli
grazie
ti auguro un buon fine settimana
 

Dylan

Utente Standard
Professione: Cam/fresatore
Software: CimatronE
Regione: piemonte
#5
Un paio di settimane fa' il truciolame ferroso e' andato a 70euro/ton. Vera miseria.
Ho chiamato un po' per l'alluminio (ne abbiamo 5-6 ton tra trucioli e pezzi) e, al momento, va a 300euro/ton. Miseriaccia. Siccome lo spazio non manca l'allum sta' li' e in tempi migliori sara' venduto.

Pensare che solo 3-4 anni fa dei vicini tagliavano macchine utensili,presse vecchie a pezzi per vendere il materiale ai cinesi che lo strapagavano. C'era un operaio con un cannello spaventoso e A MANO tagliava banchine di ghisa lunghe 3-4 metri in pezzi.Allora il ferro valeva tantissimo.


Dylan