• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Tecnologia sincrona VS Approccio parametrico classico

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#1
Ciao ragazzi, ho partecipato all'interessantissima conferenza al MEC-SPE di Parma, Venerdì 20
Tiro alla fune: Progettazione CAD: tecnologia sincrona VS approccio parametrico classico

Prima cosa, una medaglia d'oro hai due relatori, professionali, simpaticissimi e molto cortesi. E' stata un'ora fantastica: ero letteralmente con gli occhi fuori dalle orbite.

Andiamo però per punti:
1-la presentazione si è svolta analizzando varie matematiche (dalla pura meccanica allo stile).
Si sono affrontati vari argomenti e problematiche prima con l'approccio classico-parametrico passando poi all'approccio sincrono (Synchronous Technology). La Synchronous Technology ha sicuramente dal lato suo la velocità di esecuzione e modifica (il modello non si aggiorna più), inoltre con "4 comandi in croce" fai tutto. Però, come ha detto uno dei relatori, la modellazione parametrica non cesserà mai e sarà la base di partenza di ogni matematica. Secondo me, la coesione tra questi due approcci, è e sarà il punto di forza di NX.

2-Durante la presentazione, per un utente come me che ha visto poco NX, ho potuto apprezzare molte funzioni e caratteristiche del programma.
Ho visto un sistema molto snello, una bella interfaccia (sopratutto quella in "large screen"), molto bello il sistema di selezionamento della matematica. Chiedo agli esperti di NX: ma ogni volta che aggiorno un modello e appare un errore questo viene visualizzato con file TXT?!

3-Come conclusione della presentazione, i due relatori hanno mostrato la funzione di eliminazione della storia del modello. Una volta giunti ad una certa fase della modellazione (secondo me vale solo per matematiche "pesanti") si può eliminare TUTTA la cronologia del modello e avere una sorta di file "morto". Come un file neutro appena importato.
Il vantaggio è che non devo più fare operazioni di unione e ricostruzione di superfici (come in un IGES), perchè il modello è nativo di NX.

Conclusione:
la Synchronous Technology si è rilevata una tecnologia vincente e, anche se molte persore nel forum erano contrarie, sarà una tecnologia fondamentale in tutti i settori.
Ripeto, la velocità di modifica e il "no update" sono due ingredienti che da soli valgono tutto.
Ovviamente questo è il mio parere:finger:
ciao:smile:
Ste
 
Ultima modifica:

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Ripeto, la velocità di modifica e il "no update" sono due ingredienti che da soli valgono tutto.
Per la milionesima volta:
dipende dal settore in cui lavori!!!!!! Per chi fa machinery la storia e' IMPORTANTISSIMA, il tempo di ricalcolo invece e' totalmente ininfluente (i pezzi non hanno mai piu' di 30-40 features nell'albero).

Pregasi non commettere l'errore di pensare che una metodologia adatta ad un settore vada bene per forza per tutti gli altri.... :mad::confused::mad:
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#3
Per la milionesima volta:
dipende dal settore in cui lavori!!!!!! Per chi fa machinery la storia e' IMPORTANTISSIMA, il tempo di ricalcolo invece e' totalmente ininfluente (i pezzi non hanno mai piu' di 30-40 features nell'albero).

Pregasi non commettere l'errore di pensare che una metodologia adatta ad un settore vada bene per forza per tutti gli altri.... :mad::confused::mad:
Ok, se per te la storia è importantissima nulla ti vieta ti tenerla sempre. Mica sei obbligato a eliminarla. E' solo un'opzione in più (magari ho spiegato male io)

Per quanto riguarda la velocità di modifica, anche se hai 30 features, se per ogni feature risparmi n secondi, a fine giornata faranno n minuti.
Esempio: sposta una poppetta di 30mm.
Approccio tradizionale: entri nello schizzo, editi la quota, esci dallo schizzo, aspetti che si aggiorni (pregando che non trovi qualcosa che non va...anche con 30features) = 4 o più click
Approccio sincrono: 1 SOLO COMANDO, il sistema riconosce in automatico la poppetta e te la sposta di quanto vuoi. Se inoltre la poppetta ha un foro, delle nervature e dei raccordi, ti sposta anche quelli. Inoltre non hai aggiornamenti=non hai probremi.

Credimi, una volta che vedi la Synchronous Technology al lavoro te ne innamori.:tongue: Ovviamente ci sono settori in cui si farà un ampio utilizzo mentre altri in cui rivestirà un lato marginale della progettazione, ma è indubbio la sua utilità.
ciao
 

Ozzy

Guest
#4
3-Come conclusione della presentazione, i due relatori hanno mostrato la funzione di eliminazione della storia del modello. Una volta giunti ad una certa fase della modellazione (secondo me vale solo per matematiche "pesanti") si può eliminare TUTTA la cronologia del modello e avere una sorta di file "morto". Come un file neutro appena importato.
Il vantaggio è che non devo più fare operazioni di unione e ricostruzione di superfici (come in un IGES), perchè il modello è nativo di NX.
Toglimi una curiosità stef, ma se attivi questa funzione dopo è possibile ricommutarla in parametrico o resta un file morto dove si possono fare solo modifiche esplicite o ancora parametriche?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
Il tempo perso per il ricalcolo delle feature e' minimo a fine giornata, io personlamente passo tantissimo tempo a pensare a come deve essere il mio progetto, molto piu' di quanto ne passo ad aspettare che il computer termini di eseguire un dato comando.

La ST serve praticamente solo quando si ha a che fare con solidi importati da altri sistemi cad e a facilitare la vita ad operatori poco esperti/abili, penso infatti penso che questa tecnologia si vada diffondendo come risposta a quelli che dicono che il parametrico e' "difficile". E' vero che parametrizzare e' piu' difficile, come lo e' guidare un aeroplano rispetto ad un Ape Piaggio (ma poi nessun venditore ti fa notare che l'aeroplano viaggia a 800 km/h, l'Ape a 30....). Comunque ormai abbiamo versato fiumi di bit sulla questione, volevo solo spingere a riflettere che quello che fanno vedere nelle demo (alle fiere soprattutto) e' fuffa pura.
Ti pare che con tutti i soldi che la Siemens sta buttando nel marketing per vendere il loro nuovo prodotto, sarebbe venuto fuori che il metodo tradizionale basato su schizzi e quote guide sarebbe risultato vincente rispetto allo "stira-accorcia-ruota"? Avrebbero dovuto farti vedere anche le bestemmie del fresatore quando gli arriveranno pezzi con raccordi con centro con coordinate x,y = (89.99;123.768), tanto con la ST e' cosi' non si scappa, quando permetti alla gente di fare a occhio anziche' usare il metro poi non puoi aspettarti la precisione.
 

oTToLeoP

Guest
#6
Il tempo perso per il ricalcolo delle feature e' minimo a fine giornata, io personlamente passo tantissimo tempo a pensare a come deve essere il mio progetto, molto piu' di quanto ne passo ad aspettare che il computer termini di eseguire un dato comando.

La ST serve praticamente solo quando si ha a che fare con solidi importati da altri sistemi cad e a facilitare la vita ad operatori poco esperti/abili, penso infatti penso che questa tecnologia si vada diffondendo come risposta a quelli che dicono che il parametrico e' "difficile". E' vero che parametrizzare e' piu' difficile, come lo e' guidare un aeroplano rispetto ad un Ape Piaggio (ma poi nessun venditore ti fa notare che l'aeroplano viaggia a 800 km/h, l'Ape a 30....). Comunque ormai abbiamo versato fiumi di bit sulla questione, volevo solo spingere a riflettere che quello che fanno vedere nelle demo (alle fiere soprattutto) e' fuffa pura.
Ti pare che con tutti i soldi che la Siemens sta buttando nel marketing per vendere il loro nuovo prodotto, sarebbe venuto fuori che il metodo tradizionale basato su schizzi e quote guide sarebbe risultato vincente rispetto allo "stira-accorcia-ruota"? Avrebbero dovuto farti vedere anche le bestemmie del fresatore quando gli arriveranno pezzi con raccordi con centro con coordinate x,y = (89.99;123.768), tanto con la ST e' cosi' non si scappa, quando permetti alla gente di fare a occhio anziche' usare il metro poi non puoi aspettarti la precisione.
Per me non è così .. io credo che il paragone che ora tu stai facnedo e lo stesso di quando si è passati dal DOS a Windows (IMHO)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#7
Per me non è così .. io credo che il paragone che ora tu stai facnedo e lo stesso di quando si è passati dal DOS a Windows (IMHO)
Io ho lavorato e ho a che fare con ditte dove usano OSD che usa quel sistema, e ti assicuro che quei problemi sono all'ordine del giorno....
 

oTToLeoP

Guest
#8
Io ho lavorato e ho a che fare con ditte dove usano OSD che usa quel sistema, e ti assicuro che quei problemi sono all'ordine del giorno....
infatti ho letto le tue affermazioni e credo ciecamente a quello che tu dici .. però secondo me tra qualche tempo quelle piccole "problematiche" saranno risolte .. e vsecondo me sarà molto meglio
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#9
Toglimi una curiosità stef, ma se attivi questa funzione dopo è possibile ricommutarla in parametrico o resta un file morto dove si possono fare solo modifiche esplicite o ancora parametriche?
Ciao caro ozzy, hanno fatto la stessa domanda ieri alla conferenza (eri per caso tu:biggrin:).
La risposta è NO.
Una volta che fai morire la storia ottieni un file "morto", come se importassi un IGES. Ovviamente le modifiche che fai dopo (parametriche o sincrone) vengono visualizzate nella cronologia.
Ovviamente il sistema è intelligente e, prima di "cancellare" la storia, ti avvisa con una bella finestra.
Secondo me è una bella funzione, pensa a quelle matematiche con tante features, ingestibili a livello di manipolazione e update.
Ora devi esportare la matematica in un file neutro e poi importarla. Però poi perderai del tempo a ricostruire o unire le superfici. Invece in questo modo hai un file nativo del programma senza storia. Utile!
ciao
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#10
infatti ho letto le tue affermazioni e credo ciecamente a quello che tu dici .. però secondo me tra qualche tempo quelle piccole "problematiche" saranno risolte .. e vsecondo me sarà molto meglio
Infatti, un problema emerso ieri è che se non hai dimestichezza con il manipolatore o non selezioni il versore giusto sei perso
 

oTToLeoP

Guest
#11
Ciao caro ozzy, hanno fatto la stessa domanda ieri alla conferenza (eri per caso tu:biggrin:).
La risposta è NO.
Una volta che fai morire la storia ottieni un file "morto", come se importassi un IGES. Ovviamente le modifiche che fai dopo (parametriche o sincrone) vengono visualizzate nella cronologia.
Ovviamente il sistema è intelligente e, prima di "cancellare" la storia, ti avvisa con una bella finestra.
Secondo me è una bella funzione, pensa a quelle matematiche con tante features, ingestibili a livello di manipolazione e update.
Ora devi esportare la matematica in un file neutro e poi importarla. Però poi perderai del tempo a ricostruire o unire le superfici. Invece in questo modo hai un file nativo del programma senza storia. Utile!
ciao
secondo me questa non dovrebbe essere presa come novità ma come una mancanza che aveva prima ... non c'e' niente di tecnologicamente avanzato distruggere l'albero parametrico è una cosa normalissima e semplicissima a livello di programmazione... in verità credevo che tutti i sistemi avevano un opzione tipo "del tree"
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#12
secondo me questa non dovrebbe essere presa come novità ma come una mancanza che aveva prima ... non c'e' niente di tecnologicamente avanzato distruggere l'albero parametrico è una cosa normalissima e semplicissima a livello di programmazione... in verità credevo che tutti i sistemi avevano un opzione tipo "del tree"
Hai ragione, sarebbe una cosa utile ma per esempio in solid edge non c'e'. Devi esportare in parasolid e reimportare. La cosa in genere avviene senza problemi a livello di geometria, ma perdi i collegamenti con tavole, assiemi in cui e' contenuta la parte, e tutte le info non grafiche (codici, trattamenti, etc etc), praticamente una tragedia!!!!
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#13
secondo me questa non dovrebbe essere presa come novità ma come una mancanza che aveva prima ... non c'e' niente di tecnologicamente avanzato distruggere l'albero parametrico è una cosa normalissima e semplicissima a livello di programmazione... in verità credevo che tutti i sistemi avevano un opzione tipo "del tree"
Ad esempio in Catia V5 non c'è!! Sarà anche facile a livello di programmazione, ma finchè nessuno muove i ditini sulla tastiera gli utenti devono arangiarsi con sistemi lunghi ed elaboriosi.
ciao
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#14
Il tempo perso per il ricalcolo delle feature e' minimo a fine giornata, io personlamente passo tantissimo tempo a pensare a come deve essere il mio progetto, molto piu' di quanto ne passo ad aspettare che il computer termini di eseguire un dato comando.

La ST serve praticamente solo quando si ha a che fare con solidi importati da altri sistemi cad e a facilitare la vita ad operatori poco esperti/abili, penso infatti penso che questa tecnologia si vada diffondendo come risposta a quelli che dicono che il parametrico e' "difficile". E' vero che parametrizzare e' piu' difficile, come lo e' guidare un aeroplano rispetto ad un Ape Piaggio (ma poi nessun venditore ti fa notare che l'aeroplano viaggia a 800 km/h, l'Ape a 30....). Comunque ormai abbiamo versato fiumi di bit sulla questione, volevo solo spingere a riflettere che quello che fanno vedere nelle demo (alle fiere soprattutto) e' fuffa pura.
Ti pare che con tutti i soldi che la Siemens sta buttando nel marketing per vendere il loro nuovo prodotto, sarebbe venuto fuori che il metodo tradizionale basato su schizzi e quote guide sarebbe risultato vincente rispetto allo "stira-accorcia-ruota"? Avrebbero dovuto farti vedere anche le bestemmie del fresatore quando gli arriveranno pezzi con raccordi con centro con coordinate x,y = (89.99;123.768), tanto con la ST e' cosi' non si scappa, quando permetti alla gente di fare a occhio anziche' usare il metro poi non puoi aspettarti la precisione.
ciao cacciatorino, guarda che le bestemmie che tira il fresatore quando si trova queste coordinate le ha anche sul parametrico, dipende da come è stato modellato il pezzo. Un nostro esterno che ci fornisce modelli in 3d creati con SE, non so se li ha modellati il figlio di 3 anni, perchè tra feature col punto esclamativo, schizzi sottovincolati e raccordi con le virgole, non hai idea di quante bestemmie tiro quando devo rimetterci le mani. Poco tempo fa li ho chiesto direttamente se è da poco che lo utilizza per modellare e mi ha risposto che è dalla versione 2 (due) che lo usa, ancora quando non era UGS.
A quel punto gli ho chiesto se lo faceva apposta a modellare cosi da cani e lui un pò scazzato mi ha risposto che per far presto modella cosi.
Per cui guarda che non dipende da quale tecnologia parametrica o sincrona si usa, ma se chi la usa non ha competenze e non è capace di disegnare o lo fa "alla buona" come si dice dalle mie parti il risultato è che chi poi prende in mano quei progetti si ritrova a bestemmiare.
Come spesso mi è capitato di trovare pezzi che son copia di parte, di una copia di parte, di un'altra copia di parte. Per fare 2 destri e 2 sinistri, il furbone ha fatto la copia speculare del primo e poi un'altra copia speculare della copia per ribaltare e ritrovarsi i 2 destri e dall'ultimo l'altra copia per il sinistro... cose allucinanti.

Ti dico anch'io vivo di parametrico in ufficio per progettare macchine, però prova ad utilizzare anche la sincrona, come gia detto sul forum SE anche la sincrona ti permette di parametrizzare, e poi non è che tutto deve essere per forza sincrono, i 2 ambienti sono si possono mischiare.

ciao e spero non essere andato off topic
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#15
A quel punto gli ho chiesto se lo faceva apposta a modellare cosi da cani e lui un pò scazzato mi ha risposto che per far presto modella cosi.
La prossima volta che lo paghi mettici uno zero in meno e digli che cosi' fai prima a fare il bonifico!!!! :biggrin::biggrin:
 

oTToLeoP

Guest
#16
Hai ragione, sarebbe una cosa utile ma per esempio in solid edge non c'e'. Devi esportare in parasolid e reimportare. La cosa in genere avviene senza problemi a livello di geometria, ma perdi i collegamenti con tavole, assiemi in cui e' contenuta la parte, e tutte le info non grafiche (codici, trattamenti, etc etc), praticamente una tragedia!!!!
Il legame tra il 3D ed il 2D non deve influenzare il parametrico

Ad esempio in Catia V5 non c'è!! Sarà anche facile a livello di programmazione, ma finchè nessuno muove i ditini sulla tastiera gli utenti devono arangiarsi con sistemi lunghi ed elaboriosi.
ciao
.....che ti posso dire, io personalmente dopo aver fatto una richiesta di svuotamento del Data Base compreso il parametrico mi hanno inviato una versione dopo 5 minuti ..... per questo dico slegare il file dal parametrico (senza slegarlo dal 2D) è molto semplice ... ci ho messo piu' tempo io a compilare il modulo Upgrade che loro ad inviarmi la versione
 
Ultima modifica:

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#17
La prossima volta che lo paghi mettici uno zero in meno e digli che cosi' fai prima a fare il bonifico!!!! :biggrin::biggrin:
si si gia detto al mio datore di lavoro tempo fa, gli ho spiegato bene com'è la faccenda, ma sembra non sentire. fattostà che poi le rogne ce le ho io...:mad:
 

Ozzy

Guest
#18
Ciao caro ozzy, hanno fatto la stessa domanda ieri alla conferenza (eri per caso tu:biggrin:).
La risposta è NO.
Una volta che fai morire la storia ottieni un file "morto", come se importassi un IGES. Ovviamente le modifiche che fai dopo (parametriche o sincrone) vengono visualizzate nella cronologia.
Ovviamente il sistema è intelligente e, prima di "cancellare" la storia, ti avvisa con una bella finestra.
Secondo me è una bella funzione, pensa a quelle matematiche con tante features, ingestibili a livello di manipolazione e update.
Ora devi esportare la matematica in un file neutro e poi importarla. Però poi perderai del tempo a ricostruire o unire le superfici. Invece in questo modo hai un file nativo del programma senza storia. Utile!
ciao
Eh eh no non ero io , purtoppo ho saltato mecspe quest'anno e poi non uso nx come tu sai.:biggrin:
Comunque si è utile ma ti faccio questa domanda perchè speravo vi fosse un tool ancora più intelligente, dove dirgli a che punto svincolare la geometria parametrica ed agire in esplicito, così come adesso è come usare proe mettendo le feature in sola lettura o facendo dei pubblica geometria dipendenti o indipendenti,non è male averla all'interno certo hai un passaggio in meno, ma la vera forza secondo me sarà quando potrai fare lo switch parametrico/esplicito e viceversa in ogni momento della storia.

Ozzy
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#19
.....che ti posso dire, io personalmente dopo aver fatto una richiesta di svuotamento del Data Base compreso il parametrico mi hanno inviato una versione dopo 5 minuti ..... per questo dico slegare il file dal parametrico (senza slegarlo dal 2D) è molto semplice ... ci ho messo piu' tempo io a compilare il modulo Upgrade che loro ad inviarmi la versione
Scusa non ho capito:confused:. Hai dovuto spedire il file per eliminare la storia?!?
 

oTToLeoP

Guest
#20
Scusa non ho capito:confused:. Hai dovuto spedire il file per eliminare la storia?!?

no, è una richiesta di sviluppo, solitamente se viene presa in considerazione possano dei giorni o mesi (dipende dai moduli) e visto che questa è una cosa che richiede uno sviluppo di pochi minuti, non capisco perchè alcuni ancora non l'abbiano fatta ed altri la inseriscono solo ora.