• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Sviluppo tubi e tondini

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#21
Diciamo quindi che la restituzione del dato c'è e rispetto a Pro/e è un pò più laborsiosa.
 

MoldKiller

Guest
#22
Diciamo quindi che la restituzione del dato c'è e rispetto a Pro/e è un pò più laborsiosa.
Diciamo che se ti serve lo sviluppo una o due volte al giorno va benissimo, se invece ti serve ogni mezzora il discorso cambia.
A me serve ogni due o tre mesi, quindi ......

Ciao
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#23
Sono d'accordo Mold ... in questo periodo sto progettando per un'azienda che produce in impianti di refrigerazione ed usano ogni giorno serpentine di forme e dimensioni diverse ... senza uno strumento del genere sarei stato davvero in difficoltà.
 

cubalibre00

Utente Senior
Professione: Progettazione meccanica
Software: NX3;NX6 e SW2009
Regione: Emilia Romagna
#24
Diciamo quindi che la restituzione del dato c'è e rispetto a Pro/e è un pò più laborsiosa.
Perché laboriosa ?
Io creo uno schizzo 3D e creo il mio elemento saldato.
Questo elemento contiene la lunghezza del tubo che posso visualizzare nella messa in tavola.
Oppure, se debbo dare la lunghezza a voce senza fare la messa in tavola, basta creare una sweep di una curva composita (senza dover creare uno schizzo 3D, come ha fatto Pose63) e con preselezionato la curva composita dal Feature Manager, con il comando misura, ottengo la lunghezza totale del tubo.

Se poi hai il Piping, ottieni delle info maggiori per ottenere la piegatura del tubo.

Alessandro
 

Allegati

cubalibre00

Utente Senior
Professione: Progettazione meccanica
Software: NX3;NX6 e SW2009
Regione: Emilia Romagna
#25
Secondo me tra gli utenti swx girano info falsate da qualche commerciale. Sicuramente si vendono + swx che proe ma il mercato di proe è tutt'altro che chiuso. Basta girare le aziende per vederlo.
Io dico quello che vedo nei poli industriali di Reggio Emilia e Modena.
Le aziende che vogliono passare dal 2D al 3D, che non siano specializzate in automotive, non scelgono Pro-E.
Le funzionalità che ha in più, non sono nel pacchetto base che costa tanto quanto SW base, ma ha molto meno.
Non ci sono vantaggi economici, sia nell'acquisto che nel post-vendita (corsi-assistenza).
Non ci sono vantaggi in termini di modellazione, che nei grandi assiemi e non parliamo della messa in tavola.
Ho installato W4 base (Foundation) e ho notato che la scala non uniforme non è disponibile, se non passare ad una licenza di livello superiore.
E secondo me ce ne sono altre di situazioni del genere.
Tu non immagini quante aziende stanno passando alla W3 in questo anno, eppure è fuori da un bel pò, e in più adesso c'è già la W4.
Ci sono aziende medie che sono passate da Pro-E a SW, ma non ho sentito il contrario.

Alessandro
 

Poly

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: SWX 2009x64, Autocad 2007, Corel Draw X3
Regione: Furlanìa Occidentale
#26
Dove lavoravo prima avevamo Pro-E. Non lo usavo io ma chi lo usava mi evidenziava luci ed ombre. In ogni caso se si parlava di cambiare era solo per una questione di soldi non di funzionalità o di facilità.

Ma senza fare polemiche basta vedere il numero di messaggi dei forum di Pro-E. Non sembra un prodotto in via di estinzione.... Anzi. Hanno molti più messaggi di noi. Magari perchè è più difficile, magari perchè in tanti lo usano. :rolleyes:
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#28
Io mi astengo dal commentare la cosa ... che fa il paio con quella che mi spacciò un rivenditore SWX quando gli dissi che stavo valutando la scelta fra Pro/E, SWX e SE.

... non prenda Pro/E ... è un programma difficile, quando tornerà dalle ferie le occorrerà un mese per ricominciare a lavorarci decentemente.

Tutte puxxanate.
 

Ozzy

Guest
#30
Si rispondo perchè veramente non è possibile dire certe cose..
cut
Non credo che al giorno d'oggi, nessun Ufficio Tecnico che passi dal 2D al 3D, compri Pro-E.
Anche se la modellazione possa sembrare più completa nella quantità di opzioni a disposizione, gli assiemi hanno ancora molti problemi (confermato da chi lavora in Tetra-Pack) e la messa in tavola fa veramente cag......
Ho installato a casa Pro-E W4 ieri e la sto visionando.....vediamo che opinione mi faccio dopo 2 anni dall'ultima versione che vidi.

Alessandro
Gli assiemi hanno molti problemi?ESEMPIO?
Se non sbaglio quello che ha problemi sugli assiemi di grandi dimensione è più swx che proe e lo dimostrano un sacco di benchmark effettuati..
La tavola fa veramente cagare?ESEMPIO?
Se lo usi come autocad certo, ma non venirmi a dire che messa in tavola di solidworks è meglio, a si... ha le tacche di centratura e puoi disegnare direttamente dentro, usa autocad allora se vuoi usarlo come un 2d.
Perchè tu pensi che istallando proe e usarlo un pochino così riesci a farti un opinione se funziona bene o meno?
Ti batto le mani già sin da ora.
Secondo me la tua risposta è abbastanza arrogante..
Per favore se non lo conosci nemmeno,evita di dire certe cose e di ascoltare tutte le minchiate che dicono i commerciali, i venditori non ti verranno mai a dirti che proe è meglio di swx ne tanto meno il contrario.
Per quanto riguarda tetrapak, boh... un mio ex collega ci ha lavorato per diversi anni e non penso che centri molto dove si lavora ma come lo si usa..
 

Ozzy

Guest
#31
Dove lavoravo prima avevamo Pro-E. Non lo usavo io ma chi lo usava mi evidenziava luci ed ombre. In ogni caso se si parlava di cambiare era solo per una questione di soldi non di funzionalità o di facilità.

Ma senza fare polemiche basta vedere il numero di messaggi dei forum di Pro-E. Non sembra un prodotto in via di estinzione.... Anzi. Hanno molti più messaggi di noi. Magari perchè è più difficile, magari perchè in tanti lo usano. :rolleyes:
Oh magari è solo perchè a differenza di swx non ha tutti quei bei tutorial che ha swx nell'help?
E allora si fa un pò più fatica a capire certi comandi non avendo dei bei esempi pratici da seguire passo passo.
Politiche aziendali diverse, certo sarà anche più difficile ma non più di quel tanto se hai una mente aperta e voglia di imparare soprattutto.

Saluti Ozzy
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#32
Signori, torniamo al problema.
Il problema e' che ne' SWX ne' ProE fanno quel che e' stato richiesto all'inizio, cioe' calcolare lo sviluppo REALE e non la linea d'asse (che e' la cosa piu' banale dell'universo) di un tubo piegato.
Non si tratta di piping ma di un "ibrido" tra lamiera e piping.
Se la ricerca della linea neutra in una lamiera e' difficile e non esime mai da prove di piegatura, in questo caso la vedo ancor piu' "grigia". In una azienda che conosco che fanno tubi piegati usano sempre la linea d'asse e tagliano piu' lungo, fanno le prove e vedono cosa capita. Penso che si siano fatti una tabella con diametro tubo-spessore tubo-materiale-raggio di piega-sviluppo, tutti sperimentali.

A tutt'oggi non so se esistano in giro programmi di sviluppo tubi, anche perche' a seconda del tipo di piega (piegatrice o calandra) suppongo, come nella lamiera, cambi lo sviluppo.
 

Ozzy

Guest
#33
hai ragione old, ma certe cose sono molti irritanti da sentire,soprattutto perchè dette in un certo modo e da persone che non utilizzano il programma e a me la gente che parla per sentiro dire non piace..
fine ot

Ciao Ozzy
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#34
Ritengo che non dipenda tanto dal tipo di calandra, ma dal tipo di materiale da lavorare.
Perchè a parità di raggio di curvatura, e di tipo di tubo (con questo intendo diametro del tubo, spessore e qualità dell'acciaio) ritengo che gli sviluppi rimangano uguali.

Se intendete calcolare invece le compressioni e gli stiramenti (problema critico solo per raggi relativamente stretti in rapporto al diametro ed allo spessore) del materiale non penso che esistano programmi in commercio che facciano questo.

Il vecchio metodo di tagliare il semilavorato leggermente più lungo per sicurezza ... rimane il più valido.

Io per lavori su tubi si piccole dimensioni con il calcolo sull'asse mi trovo molto bene e non ho bisogno di far tagliare il tubo più lungo.
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#35
E infatti, come per le lamiere a piccolo spessore e/o raggi di curvatura relativamente grandi rispetto allo spessore dello stesso il calcolo sulla linea media non da' grosse differenze di sviluppo.

I problemi si hanno con lamiere molto spesse e raccordi piccoli (non varia con costanza con il rapporto r/s), ovvero tubi/tondini grandi e pieghe strette, in cui la strizione nella curva diventa anch'essa molto importante.