Sviluppo lamiera ritorta

marce80

Utente Junior
Professione: studente
Software: Catia Star-CD ProE
Regione: Toscana
#1
Ciao a tutti
non riesco a sviluppare la lamiera che vedete in figura;
data la forma un po' complessa, l'ho prima disegnata come superfici partendo da punti e curve 3d, le superfici sono continue con vincolo di tangenza,
una volta importato nel modulo lamiera con spessore di 1mm, non riesco a fare lo spiegamento in modo da avere lo sviluppo della lamiera :confused:
può dipendere dalla forma oppure sono i parametri impostati di defoult sulla piegatura che lo rendono impossibile? come potrei risolvere il problema?
Grazie a tutti in anticipo per i vostri suggerimenti.

PS: E' un po che non disegno ed aimè sono un po arrugginito:frown:
 

Allegati

marce80

Utente Junior
Professione: studente
Software: Catia Star-CD ProE
Regione: Toscana
#2
....eventualmente sarebbe possibile fare l'inverso? cioè disegnare la lamiera in bidimensionale e poi piegarla?

...una volta spianata, i contorni non saranno archi o rette, ma più in generale spline, come andrebbero quotati o come sarebbe possibile fornire questa geometria a chi deve tagliare la lamiera?

Grazie ancora a tutti

PS: Scusate la risposta al mio post ma man mano che vado avanti i dubbi aumentano:rolleyes:
 

Momy985

Utente Junior
Professione: Disegnatore / Progettista
Software: Pro/Engineer 2001 --> Creo 3.0 / Solidworks 2016 - PLM Matrix/Enovia - Windchill PDMLink
Regione: Veneto
#3
Ciao, andiamo con ordine:
per la prima soluzione sembra essere una limitazione di pro-e(personalmente parlo della wf3) prova ad eseguire un micro cut rettangolare(0.1x0.2) quando esegui lo sviluppo dai come riferimento lo spigolo del taglio, questo trucchetto mi ha risolto molti problemi.
Per la seconda domanda: se la lamiera viene eseguita con taglio laser, se tu indichi l'ingombro massimo della lamiera poi è sufficiente spedire un dxf dello sviluppo.
Quoterai solo la lamiera finita.
Spero di esserti stato d'aiuto.
 

marce80

Utente Junior
Professione: studente
Software: Catia Star-CD ProE
Regione: Toscana
#4
Grazie della risposta Momy,
ok, per il taglio laser allora è sufficiente lo sviluppo della superficieed il file dxf da passare alla macchina che eseguirà il taglio; dopodichè la piegatura verrà fatta con uno stampo (o due) realizzato con il modello 3D.....ho capito bene il procedimento?

per la prima soluzione non ho capito cosa intendi con prova a fare un microtaglio e poi lo sviluppo

Ps: al momento per lo sviluppo ho usato il metodo già indicato in altri post, che funziona solo con le superfici, lasciando stare il modulo lamiere.
 

Momy985

Utente Junior
Professione: Disegnatore / Progettista
Software: Pro/Engineer 2001 --> Creo 3.0 / Solidworks 2016 - PLM Matrix/Enovia - Windchill PDMLink
Regione: Veneto
#5
Se la piegatura non è fattibile con le matrici classiche per piegatrice allora si, ci vuole uno stampo e pressa...
Ti allego uno schizzo fatto al volo con paint che ha poco a che fare con il disegno tecnico ;-) dovresti capire. E' una lamiera calandrata i questo caso. In realtà a raggio costante pro-e riesce a svilupparla, ma è per esempio.

ciao
 

Allegati