• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

"Strategia" per la gestione di strutture saldate con Creo 2.0 Parametric

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#1
Ciao a tutti, mi scuso nel caso esistesse un thread simile, ho cercato ma non l'ho trovato (ricordo di aver partecipato a una discussione in cui si parlava anche di questo nell'area "confronti", ma qui più che un confronto mi serve un consiglio).

Devo progettare una struttura saldata (classico basamento) composta da diverse piastre che vanno a formare un unica parte, da trattare possibilmente come singole entità, per motivi di distinta base/taglio.

In un progetto analogo ho usato SolidWorks creando un unico file "parte", includendo diversi "bodies" riferiti a uno scheletro di piani e curve posto all'inizio dell'albero delle "features".

Con Creo Parametric la cosa sarebbe fattibile usando un file di assieme, in cui ogni "piastra" viene gestita come parte, avente un nome (e un file su disco) specifico.

Se possibile vorrei evitare la presenza dei singoli files su disco (verificherò se esiste una funzione "rendi interno, come quella di SpaceClaim e SolidWorks"), ma in generale mi interessa il vostro punto di vista sul metodo più intelligente di impostare la modellazione.

Grazie dei consigli!

PS: Devo lavorare necessariamente in ambiente Creo 2.0 Parametric per sfruttare l'integrazione con Creo Simulate
PS: L'oggetto da modellare è di questo tipo: http://galbiatigroup.it/lavorazioni...2010/02/Lavorazione_pressa_in_monoblocco1.jpg (immagine tratta da internet che non c'entra nulla con il committente del lavoro in corso).
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#2
Se possibile vorrei evitare la presenza dei singoli files su disco (verificherò se esiste una funzione "rendi interno, come quella di SpaceClaim e SolidWorks"), ma in generale mi interessa il vostro punto di vista sul metodo più intelligente di impostare la modellazione.
Ma perché vorresti evitare la presenza di singoli files? Sono per caso nocivi o possono creare confusione?!?
Non credo che esista una funzione "rendi interno" in pro/e e non avrei idea di quale possa essere l'utilità...

Io per scegliere la strategia mi orienterei sui costruttivi da produrre. Mi spiego meglio:

Per modellare il basamento che hai mostrato precedentemente si può fare in 2 modi: o di singola parte (compresi tutti i cordoni di saldatura ecc...), o di assieme (con tante piccole parti che compongono l'assieme saldato).

Io mi orienterei così: SE e solo SE devo produrre una sola tavola dove mostro le lavorazioni di tutto il basamento allora lo modello con una parte unica e mi evito i singoli files. Se però sono necessari per ragioni di distinta base più disegni con le singole piastre allora devo fare una modellazione come assieme, e qui i singoli files delle parti non posso evitarli.

Un basamento come quello mostrato è un composto saldato molto complesso, utilizzare il primo sistema per me sarebbe troppo rischioso. Basta che mi chiedano dei costruttivi singoli di alcune piastre da far tagliare al laser e sono fregato... Come faccio a fare i disegni se ho modellato il basamento come parte unica? Non si può! Bisogna rimodellare le parti che mi chiedono.

Se il composto saldato è semplice semplice, cioè fatto da tre, quattro pezzi posso anche rischiarmela e modellare il composto come parte unica ma se le cose si complicano per me non è più da fare.

Se il problema è appunto la gestione dei singoli files di parte potresti creare una directory di lavoro separata per il basamento dove ci vai a mettere l'assieme e le parti del composto saldato in questione. Poi aggiungi una bella riga nel search.pro, e quando apri il progetto della macchina ti carica tutto.
Un'altra idea che mi viene in mente, una volta completata la parte del basamento (come ho indicato prima), è di esportare l'assieme saldato e di re-importarlo come parte singola nell'assieme della macchina. In questo modo ti toglieresti di mezzo tutti i singoli files che lo compongono nell'assieme della macchina. Però c'è una pecca mica da ridere, si perde per strada l'associatività.

Non deve essere una cosa semplice questa gestione... Ci sono delle belle estensioni che aiutano in questo e sono l'AAX e l'OMX (non so dirti quale sia più indicata delle due, non sono un VAR :confused:) ma sono scelte che richiedono investimenti anche in termini di formazione e configurazione. E' tutto molto bello ma si paga!

Fammi sapere se trovi qualche spunto che possa aiutarti meglio in quello che devi fare.
A presto
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#3
Ciao Matteo, come saprai in Creo ed in Pro/E non esiste il multibody, per cui devi lavorare in modalità assieme.
Sembra una cosa lunga ma è molto più semplice di quanto non sembri a prima vista.
Quando sei in assieme crei i nuovi componenti (vuoti) e usi il posizionamento di default.
Man mano che li crei, li attivi e crei la geometria sfruttando i vincoli di coincidenza (o di offset) con gli elementi contigui.
Se usi una buona strategia, puoi creare le tavole automaticamente ... ogni volta che crei un nuovo componente.
Non c'è un altro sistema, potresti usare il modulo AAX ma la logica non cambia, sempre di singoli file si tratta.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Un basamento come quello mostrato è un composto saldato molto complesso, utilizzare il primo sistema per me sarebbe troppo rischioso. Basta che mi chiedano dei costruttivi singoli di alcune piastre da far tagliare al laser e sono fregato... Come faccio a fare i disegni se ho modellato il basamento come parte unica? Non si può! Bisogna rimodellare le parti che mi chiedono.

Niente affatto, con Solidworks puoi codificare e mettere in tavola ogni singolo body del tuo multibody.

Io che venivo dalle feature di assieme di Solide Edge (il metodo di SE per fare le lavorazioni meccaniche su assiemi saldati), ho travato il multibody di SWX veramente rapido e robusto.
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#5
@calacc: ciao, devo evitare il frazionamento in più files per motivi esterni al cad (una sorta di PDM rudimentale che usa il cliente: molto discutibile, ma purtroppo per me, che sono un esterno è un dato di fatto)

@maxopus: si confermo che ho scelto questa strada (il posizionamento di "default"). Purtroppo non la licenza per gli assiemi avanzati (ho solo il modulo base di Creo, tutto il resto l'ho investito in CreoSimulate). La presenza di più files è un problema che affronterò in segiuito, per adesso ha prevalso l'utilità del collegamento bidirezionale Creo < = > Creo Simulate (sono in fase di pesante ottimizzazione della geometria).

@cacciatorino: vero, le tavole possono riguardare anche un solo body (inoltre è possibile salvare i body come parti in caso di necessità).

Grazie a tutti!
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#6
Ciao a tutti.
In certi casi, quando non ne posso fare a meno, utilizzo questo escamotage:
Costruisco il mio assieme saldato partendo dalle singole parti ed eventuali sottoassiemi, poi creo una parte ed importo l' assieme principle con la funzione confezionamento; così facendo ho un particolare che comprende tutto l' assieme saldato, per le successive modifiche basta variare le singole parti e ricordarsi di fare 'Aggiorna confezionamento'.