• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Strano crash di bombardiere B2

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
Di nuovo:
Preside' mi spieghi come puo' succedere una cosa del genere?

http://www.techamok.com/?pid=4639

Verso la fine del filmato si vede un bombradiere B-2 schiantarsi al suolo in fase di decollo
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#2
Non sono un esperto, ma sembra una "stallata" in decollo. Ha tirato su il muso troppo in fretta ed e' andato in stallo perdendo quota e stabilita'. Ricordiamo anche che questo tipo di ala senza computer non e' in grado di volare e se c'e' anche il piu' piccolo malfunzionamento del fly-by-wire o una situazione troppo critica, il sistema perde il controllo e non c'e' santi. Si viene giu' a pera.
 

_Max_

Utente Junior
Professione: Ingegnere wannabe
Software: ProE / Ansys 14
Regione: Italia
#3
mmm..a me hanno detto che era per colpa del cattivo funzionamento del Computer di bordo..

ma nn sono un esperto.. anche perchè non credo che quelli che lo pilotano siano novellini che anticipano il decollo.. ma mai dire mai :D
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#4
Non sono un esperto, ma sembra una "stallata" in decollo. Ha tirato su il muso troppo in fretta ed e' andato in stallo ....
Quoto. E' andato in stallo perchè ha tirato su troppo. Subito dopo lo stacco si nta anche per un istante una scia di condensazione sul dorso dell'ala-fusoliera, che succede proprio ad alti angoli di incidenza.
Un errore da veri "patacca" :eek: e comunque gli è andata di cu#o che avevano St. Martin a riportarli giù :)

ciao

Marco
 

GiGa

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Mechanical, Inventor, 3DS Max
Regione: Roma
#5
Pare proprio che abbiano tirato su troppo presto... ma non per colpa loro (perlomeno diretta):

Crews and maintainers never formally recorded information on a vulnerability involving the B-2’s air pressure sensors and the simple workaround crews came up with to mitigate it, a crucial omission that set the stage for a Feb. 23 B-2 crash in Guam.
Praticamente non hanno studiato le lezioni...

Qui Forgotten Lesson Caused B-2 Crash e sopratutto QUI

Distorted data introduced by a B-2 Spirit's air data system skewed information entering the bomber's flight control computers ultimately causing the crash of the aircraft on takeoff at Andersen Air Force Base, Guam, Feb. 23, according to an Air Combat Command accident investigation report released today.

Moisture in the aircraft's Port Transducer Units during air data calibration distorted the information in the bomber's air data system, causing the flight control computers to calculate an inaccurate airspeed and a negative angle of attack upon takeoff. According to the report, this caused an, "uncommanded 30 degree nose-high pitch-up on takeoff, causing the aircraft to stall and its subsequent crash."

Moisture in the PTUs, inaccurate airspeed, a negative AOA calculation and low altitude/low airspeed are substantially contributing factors in this mishap. Another substantially contributing factor was the ineffective communication of critical information regarding a suggested technique of turning on pitot heat in order to remove moisture from the PTUs prior to performing an air data calibration.

The pilot received minor injuries, and the co-pilot received a spinal compression fracture during ejection. He was treated at Tripler Army Medical Center, Hawaii, and released. The aircraft was assigned to the 509th Bomb Wing at Whiteman Air Force Base, Mo.

The cost of the lost aircraft is about $1.4 billion.
 
Ultima modifica:

Stefano_ME30

Guest
#6
Moisture in the aircraft's Port Transducer Units during air data calibration distorted the information in the bomber's air data system, causing the flight control computers to calculate an inaccurate airspeed and a negative angle of attack upon takeoff.
Praticamente condensa nel tubo di Pitot (strumento fondamentale per leggere velocita' e angolo di attacco).
Il commodore 64 (senza secondo pitot di "conferma") capisce fischi per fiaschi e pensa che la velocita' sia piu' alta e che l'aereo stia picchiando.
Soluzione, il PC decide di "stattonare" il B2 verso l'alto e lo fa stallare.
Esisteva una nota che consigliava di azionare manualmente il riscaldamento del tubo di pitot (contro il ghiaccio) per far evaporare l'acqua, ma c'era chi lo sapeva e chi no.

P.S.: stiamo al ridicolo, se e' cosi' e' meglio che vanno a farsi vedere da uno bravo, ma tanto!
:)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#7
Praticamente condensa nel tubo di Pitot (strumento fondamentale per leggere velocita' e angolo di attacco).
Il commodore 64 (senza secondo pitot di "conferma") capisce fischi per fiaschi e pensa che la velocita' sia piu' alta e che l'aereo stia picchiando.
Soluzione, il PC decide di "stattonare" il B2 verso l'alto e lo fa stallare.
Esisteva una nota che consigliava di azionare manualmente il riscaldamento del tubo di pitot (contro il ghiaccio) per far evaporare l'acqua, ma c'era chi lo sapeva e chi no.

P.S.: stiamo al ridicolo, se e' cosi' e' meglio che vanno a farsi vedere da uno bravo, ma tanto!
:)
Un DC-9 della LAPA (Lineas aereas privadas argentinas) precipito' per questo motivo:

Il riscaldamento del tubo di pitot era difettoso, l'allarme che diceva ai piloti che il sistema di riscaldamento non funzionava correttamente era guasto.

Risultato: in alta quota la membrana comincia a perdere elasticita' per cui il velocimetro (pensate di essere ad alta quota di notte senza punti di riferimento) inizia a indicare velocita' via via decrescenti, fino ad indicare velocita' vicine allo stallo.
I piloti chiamano la torre di controllo di Buenos Aires per avere il permesso di fare una picchiata per prendere velocita', ma le comunicazioni sono difettose e non la ottengono (scendendo di quota forse il tubo si sarebbe sghiacciato). A quel punto non sapendo cosa altro fare aprono gli ipersostentatori (si chiamano cosi' gli alettoni sul bordo d'attacco dell'ala?), solo che non stanno andando a 400 nodi come pensavano ma a 8-900, datosi che gia' da un pezzo erano con i motori a manetta. Il risultato e' che questi alettoni si strappano via e l'aereo cade in vite. Ovviamente tutti morti.
Esiste un film che racconta questa storia, per chi capisce lo spagnolo:

Fuerza Aerea Sociedad Anonima

Del pilota Enrique Pineyro riconvertitosi regista dopo essere stato licenziato perche' rompeva troppo i co***ni sulle questioni della manutenzione.

Sempre per chi vuole sapere perche' cadono gli aerei:

Whisky Romeo Zulu dello stesso regista
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#8
P.S.: stiamo al ridicolo, se e' cosi' e' meglio che vanno a farsi vedere da uno bravo, ma tanto!
:)
Siamo quasi al punto che decolli con un aggeggio da 1,4 miliardi di dollari e hai le stesse probabilità di trovarti in aria di quelle che avevano i fratelli Wright.
Dai pure con sti computer e sti fly-by-wire.....
A me vien da farmela sotto ad ogni decollo se penso al fly-by-wire :(

W i rimandi con cavi e carrucole ! :)

ciao

Marco
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#9
Un DC-9 della LAPA (Lineas aereas privadas argentinas) precipito' per questo motivo:

Il riscaldamento del tubo di pitot era difettoso, l'allarme che diceva ai piloti che il sistema di riscaldamento non funzionava correttamente era guasto.

Risultato: in alta quota la membrana comincia a perdere elasticita' per cui il velocimetro (pensate di essere ad alta quota di notte senza punti di riferimento) inizia a indicare velocita' via via decrescenti, fino ad indicare velocita' vicine allo stallo.
I piloti chiamano la torre di controllo di Buenos Aires per avere il permesso di fare una picchiata per prendere velocita', ma le comunicazioni sono difettose e non la ottengono (scendendo di quota forse il tubo si sarebbe sghiacciato). A quel punto non sapendo cosa altro fare aprono gli ipersostentatori (si chiamano cosi' gli alettoni sul bordo d'attacco dell'ala?), solo che non stanno andando a 400 nodi come pensavano ma a 8-900, datosi che gia' da un pezzo erano con i motori a manetta. Il risultato e' che questi alettoni si strappano via e l'aereo cade in vite. Ovviamente tutti morti.
Esiste un film che racconta questa storia, per chi capisce lo spagnolo:

Fuerza Aerea Sociedad Anonima

Del pilota Enrique Pineyro riconvertitosi regista dopo essere stato licenziato perche' rompeva troppo i co***ni sulle questioni della manutenzione.

Sempre per chi vuole sapere perche' cadono gli aerei:

Whisky Romeo Zulu dello stesso regista
Uhmm..
probabile che le cose siano andate grosso modo così, ma il resoconto pare molto "giornalistico".
E' decisamente improponibile che un DC9 viaggi ad 800-900 nodi.. è ben oltre la velocità del suono; Mach 1 vale circa 1200 km/h scarsi. Un Nodo sono 1.852 km/h; fatti 2 conti quel velivolo filava ad oltre 1600 km/h:eek:! non penso proprio..

Evidentemente nella traduzione ci si è persi l'unità di misura, magari non erano nodi ma km orari.
Non penso ad un errore del regista se davvero come dici è un ex pilota.

Saluti
Marco
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#10
Siamo quasi al punto che decolli con un aggeggio da 1,4 miliardi di dollari e hai le stesse probabilità di trovarti in aria di quelle che avevano i fratelli Wright.

Marco
In fin dei conti sì, è così.:)

Forse con la differenza che oggi se ne è consapevoli.

Saluti
Marco
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#11
Uhmm..
probabile che le cose siano andate grosso modo così, ma il resoconto pare molto "giornalistico".
E' decisamente improponibile che un DC9 viaggi ad 800-900 nodi.. è ben oltre la velocità del suono; Mach 1 vale circa 1200 km/h scarsi. Un Nodo sono 1.852 km/h; fatti 2 conti quel velivolo filava ad oltre 1600 km/h:eek:! non penso proprio..

Evidentemente nella traduzione ci si è persi l'unità di misura, magari non erano nodi ma km orari.
Non penso ad un errore del regista se davvero come dici è un ex pilota.

Saluti
Marco
No, sono stato io che ho scritto quei numeri perche' mi ricordavo cosi', si vede che mi ricordavo male. Sono andato a rivedere il film ed erano km/h.
Tra l'altro l'aereo era dell'Austral e non della Lapa.
Ciao.