• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Sospensione a molloni verticali

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#1
Buongiorno a tutti, sto realizzando per un esame universitario un progetto in Solidworks;
Ho scelto il sistema di sospensione per carro armato a molloni verticali o Vertical Volute Spring Suspension (V.V.S.S).
Non avendo trovato dati tecnici mi sto rifacendo a illustrazioni trovate qui: http://the.shadock.free.fr/sherman_minutia/suspension/vvss_suspension.html e qui: http://www.o5m6.de/vvss.html .
Avendo fin'ora un'esperienza piuttosto limitata ho difficoltà a capire come modellare i componenti più importanti cioè i molloni verticali, ben visibili in questo video
https://www.youtube.com/watch?v=E4-MkW4XMnI&list=FL-kQklPqVwVpPMoOo-UH_KQ&index=4 al minuto 1.14 ; Avreste qualche consiglio su come posso modellarli ? Oppure su dove posso trovare ulteriori informazioni su questo tipo di componente ? Grazie mille a tutti in anticipo.

Iason
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#2
Ciao,
se ho capito bene devi creare una molla conica,
Secondo me la soluzione migliore è creare una spirale conica (il comando è sotto Inserisci/curva/elica spirale) e lungo la curva che hai creato eseguire lo sweep con la sezione del filo che devi utilizzare.
Cattura.PNG
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#3
Ho visto nel video i molloni. Premessa: scordati di poterli fare in modo che si deformino in tempo reale quando trascini i componenti a cui sono collegati; non si può fare.
Vado di fretta e quindi provo a darti qualche suggerimento ma devi verificare nel dettaglio come lavorare, ma sono sicuro che sia fattibile senza problemi.
Presupplonendo che la sezione del nastro sia costante per tutto lo sviluppo della molla, puoi usare la funzione di sweep lungo il percorso.
Per fare il percorso devi realizzare un elicoide selezionando l'opzione "passo variabile" e nella tabella puoi selezionare diametro iniziale, diametro finale, passo iniziale e finale e tutte le altre combianzioni di variabili a seconda di dati che hai che ti permetteranno di dedurre l'andamento del percorso elicoidale. Sull'origine dell'elicoide conico crei il piano sul quale disegnare il profilo poi con la funzione sweep crei la molla

Se la sezionone del nastro cambia dalla partenza all'arrivo allora le cose si complicano perchè devi usare la funzione di loft tra profilo iniziale e quello finale, sperando che ti basti la spirale conica come unica curva guida. Se non basta devi fare una spirale anche per guidare l'altro estremo del profilo e che abbia i parametri in modo da coincidere da inizio a fine con la fariazione di altezza del nastro.
Se devi fare i loft credo ti convenga usare le superfici e non i solidi perchè hai molta meno geometria da controllare, usando come sezioni iniziali e finali due linee. Una volta ottenuta la superficie andrai a inspessirla per ottenere il solido.
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#4
Grazie mille a entrambi, specialmente marcof sei stato molto esaustivo; Se non c'è modo di farli deformare in tempo reale, potrebbe esserci un modo per mostrare comunque il funzionamento del meccanismo ? Intanto mi metto subito a lavorare sulla modellazione, spero di aggiornarvi presto sugli sviluppi !

Iason
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#5
Se non c'è modo di farli deformare in tempo reale, potrebbe esserci un modo per mostrare comunque il funzionamento del meccanismo ?
Il meccanismo puoi mostrarlo in movimento senza problemi, sia manualmente trascinando i componenti che tramite il modulo per relaizzare le animazioni. Presumo tu abbia la versione studenti qunidi avrai anche a disposizione il modulo per lo studio dei cinematismi e se ti serve il fem.

La molla come ti dicevo non si deforma in tempo reale ma se la crei nel contesto dell'assieme, quindi con i due piani di riferimento superiori e inferiori che sono alegati dall'assieme principale, allora la molla ad ogni modifica dell'assieme si adatta di conseguenza, solo che non lo fa in tempo reale ma dopo che hai trascinato un compnente ad essa collegato devi fare un Ctrl+q per ricalcolarla.
Non faccio praticamente mai animazioni con gli studi di movimento, ma giurerei che in quel contesto, quando il sistema calcola l'animazione, viene rigenerata anche la molla quindi nel filmato finale la molla la vedi muoversi in maniera fluida. Verifica tu dall'ehlp o fai qualche prova con componenti modellati nel contesto dell'assieme.
Quindi ricapitolando e se non ho detto coglionate :redface: (aspetta qualche conferma da altri utenti) :

  1. se modifichi l'assieme la molla creata in top-down si modifica dopo avere rigenerato
  2. se fai un'animazione con gli studi di movimento la molla si muove in maniera fluida perchè ad ogni frame del video viene ricalcolata
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#6
Ok mi torna più o meno tutto, l'unica cosa è che ho un'esperienza limitata quindi mi dovrai perdonare qualche domanda banale (o da far cadere le braccia...). Per fare quanto detto, posso creare la molla come componente a parte e poi imporre la relazione fra i suoi due piani superiore e inferiore quando vado a fare l'assieme, o devo modellarla quando sono già "dentro" l'assieme ?
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#7
Ho visto adesso il video...ed effettivamente la mia molla non ci assomigli molto, ma la procedura per realizzarla è molto simile, basta che segui quello che ha detto marcof.
Purtroppo non saprei che dirti per l'animazione...
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#8
Ho visto adesso il video...ed effettivamente la mia molla non ci assomigli molto, ma la procedura per realizzarla è molto simile, basta che segui quello che ha detto marcof.
Purtroppo non saprei che dirti per l'animazione...
Sì la procedura in effetti sembra molto simile, intanto modello e vediamo cosa riesco a far venire fuori :tongue:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#9
Ok mi torna più o meno tutto, l'unica cosa è che ho un'esperienza limitata quindi mi dovrai perdonare qualche domanda banale (o da far cadere le braccia...). Per fare quanto detto, posso creare la molla come componente a parte e poi imporre la relazione fra i suoi due piani superiore e inferiore quando vado a fare l'assieme, o devo modellarla quando sono già "dentro" l'assieme ?
Puoi farla anche come componente a parte. L'importante è che tu abbia un qualche elemento da vincolare dopo, all'interno dell'assieme alla parte mobile che immagino sarà la leva che va a comprimere la molla. Potresti ad esempio definire l'altezza della molla in base alla lunghezza del suo asse che sarà rappresentato da uno schizzo contenente una linea concnetrica alla molla. Quella linea dovrai quotarla poi, attenzione, convertire la quota da "guida" a "guidata". In questo modo l'estremo della linea sarà libero e la quota verrà aggiornata ad ogni trascinamento manuale del segmento. Imposta la visibilità delle quote di funzione fai doppio clic sulla quota corrispondente all'altezza della spirale e invece che digitare il valore digiti "=" quindi fai click sulla quota guidata del segmento. A questo punto se trascini il segmeno (attiva l'instant3d) la spirale si rigenera di conseguenza. Se inserisci la parte nell'assieme hai la possibilità di vincolare il punto estremo della linea alla parte mobile che deforma la molla.
E' pià difficile da spiegare che da fare. Guarda il file allegato, attiva l'instant3d e trascina l'estremo superiore della linea. Fai qualche prova posizionando questo file in un assieme per capire come vincolare la linea.
View attachment Elica comandata da schizzo.rar
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#10
Sempre più che esaustivo, grazie infinite ! Mi metto subito al lavoro.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#11
Sempre più che esaustivo, grazie infinite ! Mi metto subito al lavoro.
Frena gli entusiasmi, che le coglionate sono sempre dietro l'angolo :smile:...
Il file che ti ho mandato l'ho fatto di fretta e nelle opzioni della spirale ho lasciato "altezza e passo" mentre devi usare "altezza e rivoluzioni" altrimenti ti aumenta il numero di rivoluzioni e di conseguenza la lunghezza del nastro della molla. Prova anche a vedere l'ozione con il passo fisso dando la conicità anche se è meno immediato per il calcolo del diametro minore in funzione dell'altezza. Dipende da come sono fatti i molloni...
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#12
Frena gli entusiasmi, che le coglionate sono sempre dietro l'angolo :smile:...
Il file che ti ho mandato l'ho fatto di fretta e nelle opzioni della spirale ho lasciato "altezza e passo" mentre devi usare "altezza e rivoluzioni" altrimenti ti aumenta il numero di rivoluzioni e di conseguenza la lunghezza del nastro della molla. Prova anche a vedere l'ozione con il passo fisso dando la conicità anche se è meno immediato per il calcolo del diametro minore in funzione dell'altezza. Dipende da come sono fatti i molloni...
Perdona la lentezza, ho fatto un mollone di prova utilizzando passo e rivoluzione, ora provo a farne uno con altezza e rivoluzioni come tu hai suggerito, stavo ragionando anche sulla geometria che mi serve per accoppiare i molloni alla base. Ho allegato il mollone di prova e la base.
 

Allegati

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#13
per questa volta passi, ma che non si ripeta mai più... :smile:


ho fatto un mollone di prova utilizzando passo e rivoluzione, ora provo a farne uno con altezza e rivoluzioni come tu hai suggerito
Alla fine non ti cambia molto, visto che con passo e rivoluzioni l'altezza totale dell'elica corrisponde al passo, quindi ti basterebbe legare il passo a quella famosa linea d'asse con la quota guidata che andrebbe ad agganciarsi dove necessario nell'assieme completo.
Piuttosto tieni conto che la molla così realizzata al diminuire dell'altezza non cambia di diametro e le spire si avvicinano l'una all'alatra con il risultato che lo spessore del prfilo si interseca lungo la sweep. Nella relatà la molla a pacco aumenta il diametro esterno ma le spire restano sempre in contatto anche mentre si allunga. Se ci rifletti sopra con un po' di calma sono sicuro che si possa trovare la soluzione per legare qualche quota tramite equazioni e/o con l'uso di geometria di costruzione per rendere dipententi il diametro esterno dello sketch che genera la spirale, i parametri della spirale e le misure della sezione del profilo in modo che la molla modificandosi si comporti come nella realtà, quindi senza intersezione o allontanamento delle spire. Sarebbe un bell'esercizio anche per far vedere che sai sfruttare le possibilità di un cad parametrico.

stavo ragionando anche sulla geometria che mi serve per accoppiare i molloni alla base. Ho allegato il mollone di prova e la base.
Potresti semplificare la cosa facendo due tagli passanti, perpendicolari all'asse della molla, per spianare le due estremità qualunque sia l'apertura della molla
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#14
Giusto non avevo pensato al taglio passante, in effetti semplifica un bel po' la cosa, per quanto riguarda la geometria della molla come dici te devo ragionarci un po' con calma visto che tante cose mi risultano ancora un po' aliene ma il tuo input è di grandissimo aiuto. Mi metto all'opera e spero di tornare con qualcosa di più concreto !
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#15
Ciao a tutti, scusate la prolungata assenza ma a causa lavoro son riuscito a rimettermi sul progetto solo nell'ultimo fine settimana.
Ho quasi terminato di modellare i componenti ma ho qualche dubbio riguardo la creazione dell'assieme; Per accoppiare la base ai molloni ho utilizzato accoppiamento coincidente fra la base di diametro maggiore del mollone e la superficie selezionata in figura base_mollone2.jpg e sempre accoppiamento coincidente fra gli assi del mollone e quelli passanti per il centro delle superfici circolari del basamento base_mollone.jpg . Hanno senso come accoppiamenti ? E ho anche difficoltà a capire come vincolare il segmento con quota guidata della molla alla parte mobile.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#16
Ho quasi terminato di modellare i componenti ma ho qualche dubbio riguardo la creazione dell'assieme; Per accoppiare la base ai molloni ho utilizzato accoppiamento coincidente fra la base di diametro maggiore del mollone e la superficie selezionata in figura e sempre accoppiamento coincidente fra gli assi del mollone e quelli passanti per il centro delle superfici circolari del basamento . Hanno senso come accoppiamenti ?
E ho anche difficoltà a capire come vincolare il segmento con quota guidata della molla alla parte mobile.[/QUOTE]

Non capisco bene quali difficoltà incontri, ma potresti utilizzare direttamente il segmento (chiamiamolo A) che comanda la lunghezza del mollone, sia per vincolarlo alla base d'appoggio che alla parte mobile. Dal momento che presumo tu abbia fatto due tagli paralleli per intestare i due estremi della molla, questa risulterà più corta di A che ne comanda la lunghezza. Se hai costruito le due linee che tagliano la molla riferendoti ad A e disegnandole ad una certa distanza D1 dagli estremi di A, nell'assieme puoi vincolare il mollone con gli estremi di A non coincidenti con le basi d'appoggio ma ad una distanza che con un'equazione metterai uguale a D1. Metti poi una relazione di parallelismo e perpendicolarità tra piani del mollone e sedi/piani per impedirne la rotazione assiale.
Anche in questo caso è più difficile da spiegare che da fare.
Per quanto riguarda l'accoppiamento con la parte mobile bisogna vedere come è fatta, ma una qualche relazione valida tra le due geometrie si trova di sicuro. al linite si puù costruire una geometria ausiliaria (sketch o piano) sulla parte mobile in modo da facilitare il collegamento con l'estremo del mollone.
Se puoi posta immaigni più chiare della sede dove si inserisce il mollone nella parte mobile.
Meglio ancora se posti un file zip con l'assieme completo delle parti.
 

Iason

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks 2012 x64 Edition
Regione: Firenze
#17
Per quanto riguarda il segmento A l'ho costruito dopo aver fatto i tagli passanti perpendicolari all'asse del mollone, quindi è della stessa lunghezza della molla "a riposo". Per l'accopiamento con la parte mobile il problema è che non riesco proprio a selezionare il segmento A, o meglio quando vado a fare l'accoppiamento fra quel segmento e uno schizzo sulla pare mobile mi viene chiesto di "selezionare le entità da accoppiare"
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#20
Per quanto riguarda il segmento A l'ho costruito dopo aver fatto i tagli passanti perpendicolari all'asse del mollone, quindi è della stessa lunghezza della molla "a riposo".
No, il segmento A deve essere quello che, all'inizio di tutta la modellazione, utilizzi per comandare la lunghezza dell'elicoide e che deve essere libero ad un estremo. Quando avrai inserito il mollone nell'assieme dovrai, nell'assieme e in modalità di modifica componente, attaccare l'estremo del segmento al punto di contatto nella parte mobile, eventualmente traslato di una distanza pari all'accorciamento dovuto ai tagli per rendere parallelo il mollone. Se non attacci quel segmento non riesci a fare modificare la molla in funzione della posizione della parte mobile.


P.S. Nel tuo profilo indica quale versione di SWX utilizzi