SOLIDWORKS vs SOLID EDGE

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#61
Io ho lavorato per un po' con un collega che era abituato a SWX e avendo fatto un progetto insieme con SE, ha finito per ammettere che e' migliore quest'ultimo.


- cliccando due volte su una feature, anche in ambiente Assembly, si vedono le quote relative alla feature, senza nessun bisogno di digitare "modifica parte" o simili. Non è cosa da poco perchè spessissimi devi andare a controllare di quanto è quella tornitura, quell'interasse, quel diametro...
SE ha gli strumenti "ispeziona" che ti permettono di fare tutto cio' senza dover entrare nelle parti. Io mi sono fatto una toolbar con quelli che uso piu' spesso e non devo quasi mai aprire una parte per vederne le dimensioni.


- "Apri Disegno" ti apre immediatamente la tavola del modello prescelto. Senza che tu debba andfartelo a cercare nelle cartelle.
Vero. SE ha una macro che permette di farlo ma funziona solo se 2d e 3d sono nella stessa dir. Tu lo fai da SW anche se i file sono in dir diverse? Senza PDM?


- Eaplode sotto-assiemi nell'assieme oppure, all'inverso, crea sottoassieme a partire dai particolari nell'assieme. Ah, naturalmente mantenendo i vincoli.
Lo fa anche SE, ovviamente.
Bisogna conoscere bene gli strumenti prima di giudicarli.


Insomma, quando ti sei abituato a SW, è come quando ti sei abituato al Mercedes. Cambi malvolentieri.
Devo dire però che SE Design and Drafting ha un prezzo vantaggiosissimo, anche se non fa lamiera, Sweep, composti saldati.
SW e SE non sono Mercedes, sono una Fiat Bravo e una Opel Astra. Le Mercedes sono Catia, UG, Pro/E.
Il prezzo di SE D&D e' un ottimo vantaggio competitivo, ti permette di accettare un lavoro da fare in Solid Edge senza stare troppo a scervellarti su come farai a ripagarti l'investimento.



Hai dimenticato di citare che SolidEdge ha il RevisionManager e SWX no, che gia' da solo sarebbe un motivo per far preferire il primo.

Secondo me alla fine e' questione di abitudine. Se tu usi a anni SW chiaramente hai gli automatismi tarati su quello.
 

Andy-manager

Utente Standard
Professione: cad manager
Software: CoCreate
Regione: veneto
#62
Non direi che sia la più ambita, chi lo dice? Chi ha fatto dei test di performance e di vantaggi?
Io di vantaggi ne vedo solo in ambito non nativo, per il resto é una tecnologia vecchia ma ripresa a furor di marketing, per lustrare un pò gli occhi agli utenti.

Saluti Ozzy


..uhm.... si...perchè quella parametrica l'hanno inventata l'altro ieri....
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#63
Lo fa anche SE, ovviamente.
Bisogna conoscere bene gli strumenti prima di giudicarli.


Ecco, anche questo puinto, IMHO, depone a favore di SW.
Il tempo necessario per apprendere è inferiore per SW, perchè i comandi e le potenzialità del programma sono più intuitive e evidenti.
Secondo me è una caratteristica importante di un programma, la facilità e la rapidità con le quali uno impara a destreggiarsi e diventa produttivo.
Non farmi parlare male della rotellina del mouse che, in SE, ti cambia le quote dello schizzo. Sì, lo so, si può disabilitare... ma vuoi mettere l'antipatia? E della rotellina che ti cambia il modo diselezzione finestra, da "interno" a "esterno"?

PS: Sì, anche se in directory diverse, SW ti va a pescare la tavola relativa al modello. O almeno mi sembra di ricordare (ma chi metterebbe mai tavola e nodello in directoruy diverse?). Naturalmente nessun miracolo: la ha memorizzata quando hai fatto la tavola, la prima volta, inserendoci il modello.

Dimenticavo altre caratteristiche simpatiche di SW, che sembrano minori ma alleviano il lavoro del disegnatore/progettista.

a- cartiglio molto più automatizzabile (io NON LO RIEMPIO MAI, lo fa sempre il programma. Perfino la scala la inserisce il programma.
b- Quote editabili in ambiente modello. E così pure simboli di finitura superficiale. Il progettista inserisce tolleranze e finiture, e il particolarista le richiama senza dover ricercare o chiedere niente.

E adesso non dirmi che si può fare anche con SE: se ancora non l'ho scoperto vuol dire che i comandi su SW sono intuitivi e permettono rapidamente di impossessarsi delle potenzialità del programma per utilizzarli al meglio.
Ciao comunque. E... non sto dicendo che SE non va bene, tutt'altro.

Ah, dimenticavo: cliccare due colte e vedere tutte le quote relative alla costruzuine eìdi una feature NON E' come fare ispeziona tre o quattro volte.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#64
Lo fa anche SE, ovviamente.
Bisogna conoscere bene gli strumenti prima di giudicarli.


Ecco, anche questo puinto, IMHO, depone a favore di SW.
Il tempo necessario per apprendere è inferiore per SW, perchè i comandi e le potenzialità del programma sono più intuitive e evidenti.
Secondo me è una caratteristica importante di un programma, la facilità e la rapidità con le quali uno impara a destreggiarsi e diventa produttivo.
Non farmi parlare male della rotellina del mouse che, in SE, ti cambia le quote dello schizzo. Sì, lo so, si può disabilitare... ma vuoi mettere l'antipatia? E della rotellina che ti cambia il modo diselezzione finestra, da "interno" a "esterno"?

PS: Sì, anche se in directory diverse, SW ti va a pescare la tavola relativa al modello. O almeno mi sembra di ricordare (ma chi metterebbe mai tavola e nodello in directoruy diverse?). Naturalmente nessun miracolo: la ha memorizzata quando hai fatto la tavola, la prima volta, inserendoci il modello.

Dimenticavo altre caratteristiche simpatiche di SW, che sembrano minori ma alleviano il lavoro del disegnatore/progettista.

a- cartiglio molto più automatizzabile (io NON LO RIEMPIO MAI, lo fa sempre il programma. Perfino la scala la inserisce il programma.
b- Quote editabili in ambiente modello. E così pure simboli di finitura superficiale. Il progettista inserisce tolleranze e finiture, e il particolarista le richiama senza dover ricercare o chiedere niente.

E adesso non dirmi che si può fare anche con SE: se ancora non l'ho scoperto vuol dire che i comandi su SW sono intuitivi e permettono rapidamente di impossessarsi delle potenzialità del programma per utilizzarli al meglio.
Ciao comunque. E... non sto dicendo che SE non va bene, tutt'altro.

Ah, dimenticavo: cliccare due colte e vedere tutte le quote relative alla costruzuine eìdi una feature NON E' come fare ispeziona tre o quattro volte.

Ribadisco che il problema e' che conosci bene SWX e poco SE.
Anche la cosa delle annotazioni sul 3d la fa anche SE, cosi' come riempire il cartiglio (se non lo riempi mai e' perche' qualcuno te l'ha configurato, neanche io riempio mai il cartiglio di SE, lo fa da solo il programma).

Che i comandi siano piu' o meno intuitivi dipende dall'abitudine all'interfaccia.

Secondo me sono due programmi estremamente simili nell'utilizzo e nella struttura, la differenza la fa il marketing che quelli di SWX usano enormemente e quelli di zimenz quasi per niente.

Ciao.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#65
E comunque le icone di SWX sono brutte, e per questo non lo comprerei mai! :biggrin::biggrin::biggrin:
 

Ozzy

Guest
#66
..uhm.... si...perchè quella parametrica l'hanno inventata l'altro ieri....
La parametrica caro mio Andy è nata dopo, la modellazione solo esplicita non è nient'altro che usare autocad in 3D...

Ma è inutile perdere tempo con questi discorsi e soprattutto con persone che vedono solo quello che vogliono vedere loro..

Saluti Ozzy
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
#68
Il solito "bailamme" su opinioni personali e simpatie "informatiche" :smile: