• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

SOLIDWORKS vs SOLID EDGE

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#43
Ci ho ripensato!:biggrin:

Fare una cosa del genere su di un modello con storia è un suicidio, sposti un foro 10 volte e ti ritrovi 10 features, se invece modifichi le precedenti lavori su di un modello parametrico, quindi non ti serve a nulla!

Se invece lavori in esplicito non torni più indietro.
Perchè 10 feature? In solidworks se hai un modello importato fai una funzione di sposta foro (o faccia?), a quel punto la funzione di spostamento diventa parametrica e controllabile con istant 3d senza creare ulteriori funzioni. L'ho visto fare alla demo della 2009.
 

MoldKiller

Guest
#44
Perchè 10 feature? In solidworks se hai un modello importato fai una funzione di sposta foro (o faccia?), a quel punto la funzione di spostamento diventa parametrica e controllabile con istant 3d senza creare ulteriori funzioni. L'ho visto fare alla demo della 2009.
E' quello che ho scritto, lavoreresti su di una feature non in DM.
Se la funzione è la prima di 100 si ricostruirebbero anche le altre 99, il DM vero non è cosi.
Per fare DM dovresti accodarne un'altra e sarebbe assurdo.
 
Ultima modifica:

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#45
ok, avevo capito male. Secondo me il dm è utile per ritocchi sul campo da fare prima della produzione. In questo caso non si deve conoscere tutta la storia e i modelli diventano facilmente gestibili. Per chi fa progettazione non vedo vantaggi, anzi...
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#46
Do anch'io il mio piccolo contributo.
A favore di SWx:
- CONFIGURAZIONI!!! Anche una part può assumere diverse configurazioni. Utile se nell'assieme la stessa molla compare in diverse lunghezze compresse, o se lo stesso OR compare montato su diametri diversi o schiacciato negli angolini dal coperchietto. O fatelo con SE!
- colorazione parti più intuitiva.
- nella messa in tavola, molte sono le proprietà dei testi da inserire nel cartiglio che si possono collegare al modello. In particolare in fondo al cartiglio, in un angolino, si può inserire la "data ultima modifica del modello" e la "data ultima modifica della tavola". Scusate se è poco!

A favore di SE:
- Si può sezionare un assieme come si vuole, con un profilo di sezione qualsiasi, e con estensione qualsiasi. E' utile, credi a me!
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#47
- CONFIGURAZIONI!!! Anche una part può assumere diverse configurazioni. Utile se nell'assieme la stessa molla compare in diverse lunghezze compresse, o se lo stesso OR compare montato su diametri diversi o schiacciato negli angolini dal coperchietto. O fatelo con SE!
Parti regolabili?
- colorazione parti più intuitiva.
Boh?

- nella messa in tavola, molte sono le proprietà dei testi da inserire nel cartiglio che si possono collegare al modello. In particolare in fondo al cartiglio, in un angolino, si può inserire la "data ultima modifica del modello" e la "data ultima modifica della tavola".
Anche SE, ma penso lo faccia qualunque cad moderno....
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#48
Parti regolabili?

Non so se si possono chiamare così.
CMQ ti permette di disegnare la solita cinghia, con stesso filename, stesse properties ecc, in varie configurazioni: con due pulegge, con tre pulegge, ecc.
A mia conoscenza non puoi farlo con SE (almeno fino alla V. 20, che io conosco) nè con Inventor.
Bada bene: il filename è il solito, quindi nessun problema con il gestionale, perchè CMQ acquisteranno sempre la solita cinghia.
 

Ozzy

Guest
#49
Parti regolabili?

Non so se si possono chiamare così.
CMQ ti permette di disegnare la solita cinghia, con stesso filename, stesse properties ecc, in varie configurazioni: con due pulegge, con tre pulegge, ecc.
A mia conoscenza non puoi farlo con SE (almeno fino alla V. 20, che io conosco) nè con Inventor.
Bada bene: il filename è il solito, quindi nessun problema con il gestionale, perchè CMQ acquisteranno sempre la solita cinghia.
Mi pare strano che ne con SE ne con INV tu possa farlo..
Proe ce l'ha da 15 anni questa cosa.

PS: non tutti i gestionali supportano a dovere questa funzione.

Saluti Ozzy
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#50
Mi pare strano che ne con SE ne con INV tu possa farlo..
Proe ce l'ha da 15 anni questa cosa.

PS: non tutti i gestionali supportano a dovere questa funzione.




Beh, con PRO-E non sono riuscito a farlo. E credo non si possa fare. Con PRO-E si possono fare le "famiglie di parti", ma sono parti con filemame diversi. Se in un assieme hai 3 cinghie uguali ma montate variamente, con PRO-E avrai, alla fine, 3 parti con 3 diversi nomefile, e, nella distinta assieme, avrai 3 voci ciascuna voce quantità 1.
Invece con SWx non ci sono problemi: nella distinta compare un solo nomefile e in quantità 3.
Un'altra classe.
 

Ozzy

Guest
#51
Mi pare strano che ne con SE ne con INV tu possa farlo..
Proe ce l'ha da 15 anni questa cosa.

PS: non tutti i gestionali supportano a dovere questa funzione.




Beh, con PRO-E non sono riuscito a farlo. E credo non si possa fare. Con PRO-E si possono fare le "famiglie di parti", ma sono parti con filemame diversi. Se in un assieme hai 3 cinghie uguali ma montate variamente, con PRO-E avrai, alla fine, 3 parti con 3 diversi nomefile, e, nella distinta assieme, avrai 3 voci ciascuna voce quantità 1.
Invece con SWx non ci sono problemi: nella distinta compare un solo nomefile e in quantità 3.
Un'altra classe.
Ma che stai a di?
Non si usano le family table, le family table si usano quando si hanno parti dimensionalmente diverse e se sono dimensionalmente diverse é altrettanto ovvio che debbano avere nomi di file per non parlare di codici gestionali diverse, mentre le configurazioni in swx sono come le rappresentazioni semplificate di proe, e cioè graficamente diverse,scopo grafico e scopo dimensionale sono due cose a parte.
Quindi avrai cinghia.prt (delle varianti che vuoi) ma ne vedrai 3 non una! Stessa cosa per i componenti flessibili.

Ma sai usare anche proe?
Catia e Nx no?:D

Ozzy
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#53
Ma sai usare anche proe?
Catia e Nx no?:D


So usare un po' PRO-E, ma non lo conosco bene. Ho dovuto usarlo per circa 6 mesi.
Catia mai visto.
Nx mai visto.
 

Ozzy

Guest
#54
Ma sai usare anche proe?
Catia e Nx no?:D


So usare un po' PRO-E, ma non lo conosco bene. Ho dovuto usarlo per circa 6 mesi.
Catia mai visto.
Nx mai visto.
Come vedi in proe si puo fare e ti ho spiegato le differenze fondamentali.
Quindi prima di sentenziare bisogna conoscere bene il prodotto é un consiglio spassionato che mi sento di darti prima di ricevere cazziatoni nel forum.:wink:

Saluti Ozzy
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#55
Ma che stai a di?
Non si usano le family table, le family table si usano quando si hanno parti dimensionalmente diverse e se sono dimensionalmente diverse é altrettanto ovvio che debbano avere nomi di file per non parlare di codici gestionali diverse, mentre le configurazioni in swx sono come le rappresentazioni semplificate di proe, e cioè graficamente diverse,scopo grafico e scopo dimensionale sono due cose a parte.
??
Magari c'è un malinteso, ma in swx le configurazioni generano varianti dimensionali dello stesso file di parte, non servono solo per fare rappresentazioni semplificate o per sopprimere/attivare feature.

ciao
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#56
??
Magari c'è un malinteso, ma in swx le configurazioni generano varianti dimensionali dello stesso file di parte, non servono solo per fare rappresentazioni semplificate o per sopprimere/attivare feature.


In sostanza tu confermi, mi pare, che con SWx si può disegnare UNA SOLA PART, CON UNICO NOMEFILE, mettiamo una medesima cinghia, sviluppo 1200mm, in tre, quattro o più configurazioni diverse in modo da collegare pulegge diverse.
Se nello stesso assieme compare 3 volte la stessa cinghia ma in configurazioni diverse, la distinta delle parti elencherà LO STESSO NOMEFILE tre volte.

Sono abbastanza sicuro che questo NON si possa fare con SE, nè con INV.
Infatti in ditte che usano SE e INV ho visto che devono archiviare diversi file, cioè diverse parts, con diversi nomefile, che rappresentino la medesima cinghia montata in modi diversi. Notare che la stessa cinghia a volte avvolgere due pulegge, a volte 3, a volte anche più.
 

MoldKiller

Guest
#57
In teoria potresti anche costruire una cinghia che in un'altra configurazione diventa una vite!:eek:
Poi bisogna vedere se la cosa è vantaggiosa.

Io personalmente se avessi una cinghia a due pulegge ed una a tre, eviterei di utilizzare le configurazioni ed userei dei files distinti per evitare problemi di ricostruzione. Anche perché la logica direbbe di riferire lo sviluppo della cinghia alle pulegge, visto che la cinghia nell'assieme avrebbe una funzione più che altro fine alla distinta e all'ingombro, quindi si avrebbe una parte con riferimenti esterni differenti in base alla configurazione.
Il fatto di avere dei files distinti per dei componenti che nella distinta hanno lo stesso nome è ininfluente, in quanto basta raggruppare nella distinta tutti i componenti con lo stesso nome nelle proprietà.

Penso che il fatto che gli utenti di altri sistemi ti passino files diversi, dipenda da un ragionamento simile al mio piuttosto che da limiti delle configurazioni.
 

NOFATE

Utente poco attivo
Professione: disegnatore
Software: autocad
Regione: puglia
#58
scusate se mi intrometto per quanto sono ancora un profano di questi programmi, vorrei porre un quesito a voi esperti per uno come me che si affaccia al mondo del cad su quale programma consigliereste di dedicarsi quale per un novello come me potrebbe essere il programma d'approccio e lo stesso coincide on quello che le aziende usano per la maggiore.

ringrazio anticipatamente tutti coloro che sanno darmi una dritta per poter affacciarmi a questo mondo e acquisire competenze ed essere utile quanto prima anch'io alla comunity
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#59
Non esiste un programma che ha qualcosa in più in assoluto (compresa la diffusione). I mid sono i più diffusi (inentor, Solidworks e Solidedge) ma non si può mai dire, ci sono anche un sacco di Proe in giro. Per la meccanica sono questi quelli che vanno per la maggiore, dipende anche dalla zona in cui sei. Ad esempio nella mia i più diffusi sono swx e inventor, ci sono pochi SE e qualche Proe, In altre zone la divisione è differente.
 

max2

Utente Junior
Professione: progettazione macchine vario tipo
Software: SE, SWx, INV
Regione: toscana
#60
scusate se mi intrometto per quanto sono ancora un profano di questi programmi, vorrei porre un quesito a voi esperti per uno come me che si affaccia al mondo del cad su quale programma consigliereste di dedicarsi quale per un novello come me potrebbe essere il programma d'approccio e lo stesso coincide on quello che le aziende usano per la maggiore.

ringrazio anticipatamente tutti coloro che sanno darmi una dritta per poter affacciarmi a questo mondo e acquisire competenze ed essere utile quanto prima anch'io alla comunity
RISPOSTA:
Secondo me SOLIDWORKS ha non una ma alcune marce in più che rendono molto user friendly l'esecuzione dei disegni.
Adesso sto usando SE perchè il mio cliente ha questo sistema, ma preferisco di gran lunga SW.

- cliccando due volte su una feature, anche in ambiente Assembly, si vedono le quote relative alla feature, senza nessun bisogno di digitare "modifica parte" o simili. Non è cosa da poco perchè spessissimi devi andare a controllare di quanto è quella tornitura, quell'interasse, quel diametro...
- "Apri Disegno" ti apre immediatamente la tavola del modello prescelto. Senza che tu debba andfartelo a cercare nelle cartelle.
- Eaplode sotto-assiemi nell'assieme oppure, all'inverso, crea sottoassieme a partire dai particolari nell'assieme. Ah, naturalmente mantenendo i vincoli.

Insomma, quando ti sei abituato a SW, è come quando ti sei abituato al Mercedes. Cambi malvolentieri.

Devo dire però che SE Design and Drafting ha un prezzo vantaggiosissimo, anche se non fa lamiera, Sweep, composti saldati.
Ciao.