• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

SOLIDWORKS: TAGLIO SUPERFICIALE

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#1
Sapete se c'è un modo per fare un taglio superficiale su determinate facce selezionate?

Mi spiego:

Immaginiamo di avere un solido, per semplicità un cubo o un parallelepipedo.

Immaginiamo di disegnare un piano o una superficie planare che lo interseca.

Bene.

Se faccio un taglio con superficie (passante) mi si generano 2 corpi distinti dal solido iniziale.

Se io volessi fare un taglio che penetra nel corpo solo di 1 cm su ogni faccia, ovvero una linea che entra in ogni faccia del solido di tot, ma non lo taglia nel suo nucleo interno, è possibile?????
Ovvero vorrei avere un reticolo di suddivisioni sulle varie facce, ma mantenendo un unico corpo.

Sarebbe fantastico se potessi selezionare quali facce devono ricevere il taglio e quali devono essere lasciate intatte....

Grazie al mago che mi sa rispondere.
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#2
Sapete se c'è un modo per fare un taglio superficiale su determinate facce selezionate?

Mi spiego:

Immaginiamo di avere un solido, per semplicità un cubo o un parallelepipedo.

Immaginiamo di disegnare un piano o una superficie planare che lo interseca.

Bene.

Se faccio un taglio con superficie (passante) mi si generano 2 corpi distinti dal solido iniziale.

Se io volessi fare un taglio che penetra nel corpo solo di 1 cm su ogni faccia, ovvero una linea che entra in ogni faccia del solido di tot, ma non lo taglia nel suo nucleo interno, è possibile?????
Ovvero vorrei avere un reticolo di suddivisioni sulle varie facce, ma mantenendo un unico corpo.

Sarebbe fantastico se potessi selezionare quali facce devono ricevere il taglio e quali devono essere lasciate intatte....

Grazie al mago che mi sa rispondere.
Secondo me puoi usare la funzione "Linea di divisione".
Immagini con tutte le facce separate/solo alcune
Ps: non sono un mago, sono un semplice stregone... :biggrin:
 

Allegati

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#3
Il problema è che devo fare un taglio che abbia uno spessore.
Progetto rivestimenti di facciata in pannelli di alluminio, quindi devo avere una fuga tra i pannelli di larghezza determinata.
Dovrei disegnare una linea di taglio (con spessore) che intersechi varie facce del solido ma non lo "rompa" in tanti corpi....
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#4
Immaginiamo di avere un solido, per semplicità un cubo o un parallelepipedo.
Immaginiamo di disegnare un piano o una superficie planare che lo interseca.
Bene.
Se faccio un taglio con superficie (passante) mi si generano 2 corpi distinti dal solido iniziale.
Se io volessi fare un taglio che penetra nel corpo solo di 1 cm su ogni faccia, ovvero una linea che entra in ogni faccia del solido di tot, ma non lo taglia nel suo nucleo interno, è possibile?????
Ovvero vorrei avere un reticolo di suddivisioni sulle varie facce, ma mantenendo un unico corpo.
dipende molto dalla tipologia di solido, ma una strada è quella di fare i tagli prima, poi semplicemente ricreare il "nucleo" facendo una nuova estrusione o l'offset dalle facce iniziali, ricavate magari da superfici di riferimento all'inizio dell'history.
Oppure se non hai problemi ad avere una parte multibody fai il nucleo, poi crei l'offset del nucleo e infine fai i tagli con le superfici selezionando solo il corpo esterno.
Oppure ancora fai il solido e per il taglio invece di usare una superficie piena la crei "bucata" con la forma del profilo interno pari all'offset dalle facce esterne che ti serve.

insomma, le strade sono tante e la scelta didpende dalla forma del solido che devi realizzare e dalla libertà di modifica che vuoi dopo
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#5
Non si progetta così ... le cose vanno modellate come sono nella realtá.
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#7
Questo è quello che vuoi ottenere ??
(ho una certa esperienza in fatto di facciate rivestite in lamiera)
 

Allegati

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#8
Avete ragione, ho dato poche spiegazioni andando direttamente alla conclusione.
Mi spiego meglio.

Il corpo centrale è il rilievo dell'edificio da rivestire e può avere qualsiasi forma, anche complessa o arrotondata, comunque è sempre stilizzato e costituito da un unico corpo solido.

Il metodo più rapido per fare il mio lavoro è quello di fare l'offset delle facce dell'edificio che andranno rivestite e poi spessorarle di 35 mm (lo spessore dei pannelli).

In questo modo ho un secondo corpo, unico, che è costituito da tutte le facce esterne del rivestimento. Ha un andamento irregolare in tutte le dimensioni dello spazio e spessore costante 35 mm.

A questo punto lo devo affettare più volte, sia in orrizzontale che in verticale, con passo non necessariamente costante fino ad ottenere il reticolo finale dei pannelli che costituiscono il rivestimento.

Siccome i pannelli possono essere veramente tanti ho il problema che la parte multicorpo ottenuta è troppo pesante e diventa ingestibile.

La strada alternativa di fare un assieme di parti ha altri limiti (meno pratica la creazione e la modifica nel mio caso). Tenete presente che posso avere più pannelli uguali ripetuti varie volte senza una apparente logica di ripetizione. Fare una serie di tagli su un unico corpo è sicuramente più veloce e pratico.

L'idea di riunire i corpi dopo l'affettamento mediante estrusione sulla faccia nascosta onestamente non l'avevo pensata. Poco raffinata ma può funzionare per alleggerire il file quando diventa troppo pesante.

Mi pare strano che non si possa fare un taglio "superficiale" sulle varie facce di un corpo.... sarebbe l'uovo di Colombo....

Sto anche valutando il passaggio a software più specifici per l'architettura, tipo Revit o Progenio, ma ho paura di perdere in flessibilità.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#9
Una domanda: se l'edificio ha le facciate curve, userai comunque dei pannelli piani ?
Penso di si, non penso ci si metta a calandrare i pannelli.
Se è così l' approccio è sbagliato, perchè devi discretizzare le curve in elementi rettilinei.
 

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#10
I pannelli spesso vengono anche calandrati e seguono la curva, dipende da quanto vuole spendere il cliente.

Nel caso invece di pannelli piani e quindi curva discretizzata a segmenti ovviamente disegno diversamente. Parto dalla pianta dell'edificio, mi pongo a un tot di offset dalla parete curva e disegno in schizzo la spezzata dei pannelli che poi estrudo. Non è questo il mio problema....
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#11
I pannelli spesso vengono anche calandrati e seguono la curva, dipende da quanto vuole spendere il cliente.
Nel caso invece di pannelli piani e quindi curva discretizzata a segmenti ovviamente disegno diversamente. Parto dalla pianta dell'edificio, mi pongo a un tot di offset dalla parete curva e disegno in schizzo la spezzata dei pannelli che poi estrudo. Non è questo il mio problema....
Dai tuoi primi post non avevo capito che si trattava di rivestimenti di facciate.
Ora, non ho idea di quanti siano i pannelli che devi gestire, ma per tanti che siano sottoscrivo quanto detto da Maxopus: lavorare su una parte multicorpo o peggio un corpo unico IMHO è un approccio sbagliato.
Devi fare l'assieme, magari costruito su una parte di riferimento che allora potrà davvero essere un corpo solo, oppure su uno schizzo di layout che comanderanno la geometria dei pannelli, posizione dei profili ecc.
Credo che sfruttando la ripetizione di componenti guidate da feature e altre funzioni degli assiemi si possa fare senza problemi.

Se fai un corpo unico mi chiedo poi come gestisci tutti i componenti di fissaggio (profili, staffe e quant'altro) per fare distinte materiali ecc. Ora che mi sono fatto la domanda mi do anche la risposta: diventano ingestibili :smile:
 

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#12
La mia è una progettazione ibrida.
Per una serie di motivi il progetto completo di tutto (sottostrutture, montanti, profili, staffe etc) deve essere fatto in Autocad in 2D.
E funziona bene sia come praticità che come velocità di esecuzione.

Quello che richiedo al 3D è solo l'architettonico generale dell'edificio.
Questo mi consente di visualizzare bene i nodi particolari, di fare un dettaglio delle zone complicate, di avere le sezioni aggiornate ad ogni quota di livello che mi può servire, di presentare al cliente delle immagini esaustive etc.

Ho provato varie volte a usare l'assieme, ma diventa macchinoso.
Anche le ripetizioni diventano un incubo.
Il mio reticolo di tagli può variare in qualsiasi momento per lo spostamento di una finestra, per una preferenza del cliente, per una difficoltà di realizzazione in officina....
Non ho ripetizioni regolari e può capitare di dover eliminare una fila di pannelli senza dover stravolgere tutti i restanti. In questa fase la parametricità può diventare il tuo peggior nemico. Per queste cose infatti Autocad è imbattibile. Stiri quello che ti pare senza paura che si sposti tutto il resto.

In pratica devo sposare la comodità di visualizzazione, scelta delle zone, sezionatura dei piani etc di SW con la banalità di modifica di Autocad nella seconda parte della progettazione.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#13
La mia è una progettazione ibrida.
Per una serie di motivi il progetto completo di tutto (sottostrutture, montanti, profili, staffe etc) deve essere fatto in Autocad in 2D.
E funziona bene sia come praticità che come velocità di esecuzione.
Quello che richiedo al 3D è solo l'architettonico generale dell'edificio.
Non capisco il tuo flusso di lavoro, ma "sia fatta la tua volontà"... :smile:
Ovvio che poi io in croce (Autocad) non ci salgo di sicuro eocntinuo col mio metodo di fare tutto in 3d :tongue:
 

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#14
A disegnare tutti i dettagli in 3D ci metterei il triplo del tempo senza ricevere vantaggi, anche perchè alla fine di tutto il ciclo di progettazione devo tirare fuori le tavole esecutive di ogni singolo elemento (centinaia) per passarle all'officina.
In questo Autocad è imbattibile.
Nella sua semplicità, coi vari copia e incolla, blocchi.... etc è un lampo.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#15
appunto per via delle centinaia delle messe in tavola il 3D ti porta vantaggi.
hai tutte le viste che vuoi in automatico, se apporti modifiche al particolare non devi rivedere n viste e sezioni, hai pesi, distinte di taglio e altre informazioni senza bisogno di fare calcoli manualmente.
il tempo è un investimento...
 

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#16
appunto per via delle centinaia delle messe in tavola il 3D ti porta vantaggi.
hai tutte le viste che vuoi in automatico, se apporti modifiche al particolare non devi rivedere n viste e sezioni, hai pesi, distinte di taglio e altre informazioni senza bisogno di fare calcoli manualmente.
il tempo è un investimento...
Concordo pienamente.:finger:
Col modello 3D posso creare tutte le viste e sezioni che voglio in due click del mouse, non devo mettere a posto niente perchè sono associative, non devo controllare linee nascoste e linee in vista, perchè se il modello è giusto, sono giuste anche le viste, ho altre informazioni come peso e distinte base senza dover fare niente... Il tempo che tu perdi a creare tutte le viste in 2D (oltretutto non associative), l'hai già recuperato una volta che hai finito il modello 3D, proprio perchè a titar fuori tutte le tavole 2D esecutive ci pensa lui in automatico, ed è una questione di pochi secondi.:smile:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#17
A disegnare tutti i dettagli in 3D ci metterei il triplo del tempo senza ricevere vantaggi, anche perchè alla fine di tutto il ciclo di progettazione devo tirare fuori le tavole esecutive di ogni singolo elemento (centinaia) per passarle all'officina.
In questo Autocad è imbattibile.
Nella sua semplicità, coi vari copia e incolla, blocchi.... etc è un lampo.
Non volermene eh, si fa tanto per parlare, ma a questo punto credo proprio che tu non abbia compreso appieno come si faccia e cosa significhi progettare con un cad 3d (parametrico o meno) le cui tavole 2d sono sempre associate al modello 3d.
Pensare di passare in officina i disegni e i dettagli costruttivi di centinaia di particolari ricavati ogni volta a manina da un bidimensionale di autocad mi fa venire l'orticaria al solo pensiero del tempo che si deve dedicare a controllare di non avere fatto cappellate...

Aggiungo che se devi usare SWX per fare un 3d di massima con l'apparenza dei pannelli per far vedere qualcosa al cliente (tipo un parallelepipedo con tot pannelli simulati dalla rete di tagli) stai sparando alle mosche col cannone.
 

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#18
Eh, capisco la vostra perplessità ma vi assicuro che so quello che faccio.
Sono aperto ad ogni tipi di miglioramento ma nel mio caso purtroppo il 3D non aiuta.
(quanto mi piacerebbe che non fosse vero).

Conosco bene sia Autocad che Solidworks (che uso da 12 anni) e purtroppo non vedo altre soluzioni. In questi giorni sono venuti in azienda anche dei tecnici della Progenio, di Revit e di Inventor (oltre che di Alma per il CAM). Tutti, come voi, mi guardavano come matto per il mio metodo di progettazione, ma dopo un approfondimento delle esigenze di produzione si sono arresi ad ammettere i limiti dei loro prodotti per il mio lavoro.

Il 3D non è usato in modo riduttivo.
Ovvio che se devo fare una singola parete piana o un banale parallelepipedo non ha senso usarlo e faccio tutto in Autocad.
Ma spessissimo mi ritrovo con edifici astrusi e forme pazzesche, coi pannelli che si intersecano con fughe sghembe e piani non perpendicolari (o curve).
Quando l'edificio è complesso, disegnarlo in 2D ti lascia delle parti nascoste, delle zone da "immaginare", delle parti curve o sghembe proiettate che possono ingannare, le sezioni sono difficili e lunghe da disegnare, i nodi non definiti.
Invece averlo in 3D ti mette al sicuro e ti fa partire da una base certa, con la comodità di tutte le viste pronte e aggiornate in ogni momento.
Anche solo avere i singoli prospetti di ogni lato dell'edificio tutti belli divisi e con le misure esecutive è un bel guadagno che ne giustifica l'uso.

D'altro canto, finire la progettazione col 3D è immane (per non dire impossibile).
I singoli pannelli hanno una miriade di dettagli che sarebbe infinito disegnare (bordi smussati dove deve passare la fresa, scantonature, fori per rivetti, spine, squadrette, asole, sottosquadri, note sul verso di verniciatura....).
Tutte le pieghe del pannello, che adesso stilizzo con un dettaglio di sezione verticale e una orizzontale e copio incollo in un attimo, le dovrei applicare ad ogni singola parte dell'assieme.
Dovrei perdere ore per rifinire il modello di ogni singolo pannello, quando ne ho centinaia.
Senza contare la scarsità della messa in tavola e della quotatura di SolidWorks, che secondo me è molto carente.
E senza parlare delle sottostrutture e delle migliaia di lamiere, montanti, staffe che completano il quadro complessivo.
 

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#19
Tutte le pieghe del pannello, che adesso stilizzo con un dettaglio di sezione verticale e una orizzontale e copio incollo in un attimo, le dovrei applicare ad ogni singola parte dell'assieme.
Dovrei perdere ore per rifinire il modello di ogni singolo pannello, quando ne ho centinaia.
Solo per precisazione: non è affatto così.
Infatti basta che crei una parte intelligente con diverse varianti al suo interno (con asole, scantonature e compagnia bella) e quando vai a metterla in tavola, selezioni solo quella che ti interessa all'interno dello stesso singolo file ed il gioco è fatto; pochi secondi e hai già creato la tavola belle che pronta.
In sostanza, lo fai una volta sola che vale per tutte.

Senza contare la scarsità della messa in tavola e della quotatura di SolidWorks, che secondo me è molto carente.
E senza parlare delle sottostrutture e delle migliaia di lamiere, montanti, staffe che completano il quadro complessivo.
Anche qui ti devo correggere: è sufficiente che quoti bene il modello (cioè le quote le metti nei vari schizzi che determinano la parte) e con un semplice click le richiami nella messa in tavola.

Pertanto non devi riquotare un bel niente perchè l'hai già fatto nel modello e non devi rifare la messa in tavola per tutti i particolari poichè ti basta copiare e cambiare nome alla tavola del primo pezzo, con tutte le sue annotazioni e quote varie, e andare semplicemente a sostituire il modello con le diverse varianti delle varie tipologie dei tuoi pezzi presenti nei rispettivi file.

Come vedi, queste cose che hai detto, sono tutte perfettamente realizzabili in 3D con un notevole risparmio di tempo ed a tutto vantaggio della precisione e della fedeltà di rappresentazione. Non mi sembra poco.
Poi è chiaro che bisogna costruire dei modelli fatti bene, ma una volta fatto questo vai che è una bellezza!:smile:
 

PICO

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Autocad 2013, SolidWorks 2013 64 bit
Regione: Marche
#20
Apprezzo il tuo entusiasmo, ma come ti dicevo, si sono arresi persino i venditori dei relativi software, ci sono vari aspetti che impediscono di guadagnare tempo....
Il discorso è articolato.
Dovresti venire a trovarmi in azienda per rendertene conto.... :)