Solidworks 2010-Disegnare un cerchione automobilistico

nicola1985

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks, Catia, Hyperworks, Md Nastran.
Regione: provincia di Napoli
#21
ho corretto gli ultimi errori che c'erano nel disegno...

Grazie a tutti per l'aiuto...
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#22
OT: Secondo me è un progetto fallimentare... XD
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#26
Grazie mille. :finger:
E non era il mio primo post.
Ohh... è vero, scusa, era il secondo... dopo un mese e mezzo
dalla tua presentazione.
Visto che sei un tennico, illustraci le tue perplessità riguardo al progetto, visto la convinzione della tua affermazione.
Grazzzzie
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#27
Non volevo urtare nesusno col mio post, ma solo scherzare con l'autore della discussione, che è un mio carissimo amico, e lavoriamo insieme a questo progetto.

Dal punto di vista tecnico, credo che ci siano delle fondamentali ocnsiderazioni da fare:
- Convessità del lenticolare, che secondo me va fatta verso l'interno del veicolo, per sopportare il carico trasversale in appoggio
- Collegamento per la trasmissione momento torcente: sono del parere che una semplice piastra a forma di disco inclusa tra ply di carbonio possa essere insufficiente a trasmettere il momento torcente, ocmportando la delaminazione in loco. A tal proposito avevo pensato ad una forma a stella, o comunque più estesa, da inserire sempre all'atto della laminazione, tra le pelli di cbrf.
- Dato che questo cerchio dovrà essere prodotto in un numero di circa 8 esemplari, fondamentale è la metodologia di produzione (però qua andiamo oltre l'ambito prettamente CAD di Solidworks...). La parte davvero complessa è nella progettazione dello stampo scomponibile, atto a dare forma, precisione dimensionale e geometrica! E fare il tutto im modo da consentire una polimerizzazione in autoclave.
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#28
Non volevo urtare nesusno col mio post, ma solo scherzare con l'autore della discussione, che è un mio carissimo amico, e lavoriamo insieme a questo progetto.

Dal punto di vista tecnico, credo che ci siano delle fondamentali ocnsiderazioni da fare:
- Convessità del lenticolare, che secondo me va fatta verso l'interno del veicolo, per sopportare il carico trasversale in appoggio
- Collegamento per la trasmissione momento torcente: sono del parere che una semplice piastra a forma di disco inclusa tra ply di carbonio possa essere insufficiente a trasmettere il momento torcente, ocmportando la delaminazione in loco. A tal proposito avevo pensato ad una forma a stella, o comunque più estesa, da inserire sempre all'atto della laminazione, tra le pelli di cbrf.
- Dato che questo cerchio dovrà essere prodotto in un numero di circa 8 esemplari, fondamentale è la metodologia di produzione (però qua andiamo oltre l'ambito prettamente CAD di Solidworks...). La parte davvero complessa è nella progettazione dello stampo scomponibile, atto a dare forma, precisione dimensionale e geometrica! E fare il tutto im modo da consentire una polimerizzazione in autoclave.
Per la frase in neretto... hahahaha... :biggrin:


Si è una bella sfida, ma non vi siete guardati in giro per vedere altri produttori
che soluzioni hanno adottato ?
Ad esempio esistono dei cerchi in carbonio per le moto, ci sono anche per le
auto... penso che siano più difficili da reperire.
Io rimango dell' idea che il mozzetto deve essere annegato nel carbonio, però non ho le conoscenze per dirti se è la soluzione corretta.
Per la sicurezza, come vi regolate ?
Farete dei test o vi affiderete solo alla teoria ?
E' veramente così performante, in termini di peso e resistenza, rispetto al magnesio ?
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#29
Si è una bella sfida, ma non vi siete guardati in giro per vedere altri produttori
che soluzioni hanno adottato ?
Ad esempio esistono dei cerchi in carbonio per le moto, ci sono anche per le
auto... penso che siano più difficili da reperire.
Soprattutto nel mondo delle biciclette, e anche moto, c'è molto. Per auto meno, e di solito si privilegia la soluzione con mozzo in magnesio o lega leggera e canale in fibra di carbonio. Purtroppo (e ovviamente :biggrin:) non si trova molto sulla progettazione di un simile componente.
Io rimango dell' idea che il mozzetto deve essere annegato nel carbonio, però non ho le conoscenze per dirti se è la soluzione corretta.
Anche io sono assolutamente di questa idea. Dare la battuta del cerchio di accoppiamento col mozzo ruota in carbonio è follia.
Per la sicurezza, come vi regolate ?
Farete dei test o vi affiderete solo alla teoria ?
Faremo principalmente analisi FEM, per poi passare ad un test reale con l'applicazione di carichi tipo, come da norme.
E' veramente così performante, in termini di peso e resistenza, rispetto al magnesio ?
Decisamente, e, per assurdo, per noi è molto più difficile lavorare col magnesio che con il carbonio: siamo una squadra corse di Formula SAE dell'Università di Napoli, e non abbiamo la possibilità di avere lavori di fonderia, mentre invece abbiamo il suporto di aziende che lavorano i materiali compositi, quindi...di necessità, virtù!
 

nicola1985

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks, Catia, Hyperworks, Md Nastran.
Regione: provincia di Napoli
#30
E' veramente così performante, in termini di peso e resistenza, rispetto al magnesio ?
non è tanto il rapporto peso/resistenza che è favorevole,quanto il fatto che essendo il cerchio una massa non sospesa,essendo più leggero questo comporterà grandi miglioramenti dal punto di vista della dinamica del veicolo...

Anche io sono assolutamente di questa idea. Dare la battuta del cerchio di accoppiamento col mozzo ruota in carbonio è follia.

infatti non voglio dare la battuta come da disegno,ma lo voglio annegare nei ply...purtroppo Solidworks non ti permette di fare questo tipo di disegni...

E' veramente così performante, in termini di peso e resistenza, rispetto al magnesio ?
non è tanto il rapporto peso/resistenza che è favorevole,quanto il fatto che essendo il cerchio una massa non sospesa,essendo più leggero questo comporterà grandi miglioramenti dal punto di vista della dinamica del veicolo...

Faremo principalmente analisi FEM, per poi passare ad un test reale con l'applicazione di carichi tipo, come da norme.
farò:eek:

ora però siamo troppo OT...chiudiamo qui l'argomento sennò ci bannano!
ps la convessità lenticolare è verso l'interno...
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#31
...purtroppo Solidworks non ti permette di fare questo tipo di disegni......
Perchè affermi ciò?
Prova a postare un esempio dell'idea cha hai in mente.. proveremo a risolverne la modellazione.

Saluti
Marco:smile:
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#32
Perchè affermi ciò?
Prova a postare un esempio dell'idea cha hai in mente.. proveremo a risolverne la modellazione.

Saluti
Marco:smile:
La mia perplessità è concettuale sul CAD: un componente in fibra di caebonio ocn inserti annegati in metallo (diciamo titanio), è da considerare un componente unico o un assemblato?
esiste su solidworks la possibilità di non disegnare il coponente in carbonio con le metodologie classiche, ma di farlo con la laminazione del carbonio? Ovvero, partire da una superficie (dello stampo) e poi assegnare gli strati carbonio.
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#34
Si ... e delle singole fibre anche.
Intendi in sede di modellazione CAD, o di definizione del materiale anisotropo per l'analisi strutturale?
Potresti dirmi a grandi linee, con SWX, dove trovo questi comandi?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#35
La mia era ironia, i modellatori CAD al momento non riescono a gestire in modo reale fibre, corde, o loro assiemi.
La compressità geometrica di tali componenti presupporrebbe una potenza di calcolo che gli attuali sistemi non consentono.
Mi viene in mente la battuta sulla modellazione di un piatto di spaghetti comprensivi di sugo e formaggio grattuggiato.
 

nicola1985

Utente Junior
Professione: studente
Software: SolidWorks, Catia, Hyperworks, Md Nastran.
Regione: provincia di Napoli
#36
Perchè affermi ciò?
Prova a postare un esempio dell'idea cha hai in mente.. proveremo a risolverne la modellazione.

Saluti
Marco:smile:
perchè con SW non è possibile "annegare componenti" all'interno dei ply...
l'unico che è capace di fare un lavoro discreto su questo aspetto è Catia(modulo composite design) ma non è necessario in quanto certe cose si fanno in fase di preprocesso di analisi strutturale.

La mia perplessità è concettuale sul CAD: un componente in fibra di caebonio ocn inserti annegati in metallo (diciamo titanio), è da considerare un componente unico o un assemblato?
esiste su solidworks la possibilità di non disegnare il coponente in carbonio con le metodologie classiche, ma di farlo con la laminazione del carbonio? Ovvero, partire da una superficie (dello stampo) e poi assegnare gli strati carbonio.
è comunque un assemblato.
Ti ho già spiegato che quel "disco" è un'inserto e che non va in battuta ma va annegato.Non è necessario dare al disco una forma di stella.
esisterebbe anche un'altra ipotesi che è l'incollaggio strutturale.
Intendi in sede di modellazione CAD, o di definizione del materiale anisotropo per l'analisi strutturale?
Potresti dirmi a grandi linee, con SWX, dove trovo questi comandi?
non ci sono.
SW non lavora con i compositi.(non c'è nemmeno un modulo per sviluppare le superfici su un piano)
La mia era ironia, i modellatori CAD al momento non riescono a gestire in modo reale fibre, corde, o loro assiemi.
La compressità geometrica di tali componenti presupporrebbe una potenza di calcolo che gli attuali sistemi non consentono.
Mi viene in mente la battuta sulla modellazione di un piatto di spaghetti comprensivi di sugo e formaggio grattuggiato.
:rolleyes:
infatti è così...nemmeno pro-e li gestisce al meglio...

@Bruno
Purtroppo ti devi fidare di me...
Ho una discreta esperienza in questo campo(che è il mio e non il tuo)...
Gli aerei sono tenuti insieme da adesivi strutturali...Vorrei evitare di far uso di adesivi strutturali semplicemente perchè l'adesivo ha un peso specifico molto alto...

Inoltre potrei evitare di usare la piastra ed inserire solo delle guide metalliche,ma non mi piace come idea...
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#37
La mia perplessità è concettuale sul CAD: un componente in fibra di caebonio ocn inserti annegati in metallo (diciamo titanio), è da considerare un componente unico o un assemblato?
esiste su solidworks la possibilità di non disegnare il coponente in carbonio con le metodologie classiche, ma di farlo con la laminazione del carbonio? Ovvero, partire da una superficie (dello stampo) e poi assegnare gli strati carbonio.
Puoi controllare la battitura prima di postare ?
Mi sto prendendo la dislessia... via forum :biggrin:
 

bruno85

Utente Junior
Professione: Ing. Meccanico
Software: Solidworks 2010, Pro/E WF5, 3DVIA Composer
Regione: Emilia Romagna
#40
La mia perplessità è concettuale sul CAD: un componente in fibra di caebonio ocn inserti annegati in metallo (diciamo titanio), è da considerare un componente unico o un assemblato?
esiste su solidworks la possibilità di non disegnare il coponente in carbonio con le metodologie classiche, ma di farlo con la laminazione del carbonio? Ovvero, partire da una superficie (dello stampo) e poi assegnare gli strati carbonio.
Qualcuno conosce questo modulo aggiuntivo per Solidworks?
http://www.simulayt.com/?page_id=283