SolidThinking...questo sconosciuto

Zimmemme

Utente Standard
Professione: ...
Software: ...
Regione: Piemonte
#64
ok ...adesso ci divertiamo realmente ...
questi tipi di raccordi vengono usati per chiudere le zone che vedete nell'immagine allegata .... volevo vedere come si comportano i vari SW con queste problematiche.
l'esercizio consiste nel :
1) eliminare lo spessore (i file provengono sempre da solidi, quindi spessorate, e tutte su un unico livello)
2) chiudere le zone aperte in tangenza

il file è un passaruota

con OmniCAD :

http://www.omnicad.com/cad3d/chiudi.swf

L'igs:

http://www.omnicad.com/cad3d/A1.zip
Certo che il filmato è molto interessante, soprattutto la modifica successiva alla prima deformazione!
 

thinkID70

Guest
#65
tutti gli edge in G2 riesco ad impostarli ma in certi punti la superficie "strappa"
sicuramente e meglio impostare G2 in una direzione e G1 nell'altra

comunque le curve di quell'iges a me danno qualche problema nella definizione del network

1.jpg

2.jpg
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#67
Aspettate un attimo perchè forse sono io che non valuto bene le cose.

Secondo me ci sono delle cose basilari che tutti i cad dovrebbero avere.
Una di queste cose è la rigata!
Un'altra è l'estrusione e via discorrendo fino al controllo della tangenza dei bordi di una superficie.
Se un cad manca di una di queste funzioni per me non esiste più, nemmeno perdo tempo a vedere cosa sa fare e come lo fa veloce se poi in applicazioni reali non può essere sfruttato.
Il video della macchina è molto bello ma assolutamente lontano anni luce da un'applicazione reale.
E non mi dite che i designer non usano superfici in tangenza che non siano loft o, come lo chiamano in sT, skin.

Per quello che mi riguarda sT non è nemmeno lontanamente paragonabile a Rhino perchè quello che ottengo con questo software non posso ottenerlo (se non FORSE con molto sudore della fronte) in sT.
Per questo prodotto hanno modellato l'oggetto con SolidThinking e poi ingegnerizzato con ProE. Non mi sembrano malvagie le superfici di sT e poi si possono cercare varie soluzioni formali velocemente....cosa importante per il Design.
Vi allego anche l'articolo della rivista:)
 

Allegati

Zimmemme

Utente Standard
Professione: ...
Software: ...
Regione: Piemonte
#68
Per questo prodotto hanno modellato l'oggetto con SolidThinking e poi ingegnerizzato con ProE. Non mi sembrano malvagie le superfici di sT e poi si possono cercare varie soluzioni formali velocemente....cosa importante per il Design.
Vi allego anche l'articolo della rivista:)
Ho letto l'articolo.

Innanzitutto le superfici che vedi non sono quelle di sT, dico questo perchè nell'articolo si dice che il modellatore è stato utilizzato solo per la fase di dimensionamento generale dell'oggetto.
Tutte le immagini, invece, si riferiscono ad un modello praticamente finito ed ingegnerizzato.
Comunque sia, a parte questo, non è che ho detto che con sT non ci si può fare nulla di nulla, ho detto che trovo la mancanza detta nei precedenti post assai grave.
Per fare un esempio stupidissimo prendi la prima immagine postata, cencella un rettangolino di fillet e poi prova a rifarlo. Con sT triboli molto di più che con un modellatore qualsiasi che preveda la tangenza e continuità sui bordi.
Senza mezzi appropriati non puoi importare nulla ad esempio.
Sai benissimo che durante un import di solito si perdono delle superfici.
E come fai se devi sudare per ricostruirle?
Se ne perdi una te la cavi, ma se ne perdi dieci? Venti?
Se non ne perdi nessuna ma alcune hanni i bordi che non si toccano?
Che fai le metti in contatto ma non in tangenza?
E se fai un esterno ed hai bisogno pure della g2?

Di contro se un modello nasce e muore interamente su sT ed è molto libero da indicazioni guida allora sT va bene!
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#69
Ho letto l'articolo.

Innanzitutto le superfici che vedi non sono quelle di sT, dico questo perchè nell'articolo si dice che il modellatore è stato utilizzato solo per la fase di dimensionamento generale dell'oggetto.
Tutte le immagini, invece, si riferiscono ad un modello praticamente finito ed ingegnerizzato.
Comunque sia, a parte questo, non è che ho detto che con sT non ci si può fare nulla di nulla, ho detto che trovo la mancanza detta nei precedenti post assai grave.
Per fare un esempio stupidissimo prendi la prima immagine postata, cencella un rettangolino di fillet e poi prova a rifarlo. Con sT triboli molto di più che con un modellatore qualsiasi che preveda la tangenza e continuità sui bordi.
Senza mezzi appropriati non puoi importare nulla ad esempio.
Sai benissimo che durante un import di solito si perdono delle superfici.
E come fai se devi sudare per ricostruirle?
Se ne perdi una te la cavi, ma se ne perdi dieci? Venti?
Se non ne perdi nessuna ma alcune hanni i bordi che non si toccano?
Che fai le metti in contatto ma non in tangenza?
E se fai un esterno ed hai bisogno pure della g2?

Di contro se un modello nasce e muore interamente su sT ed è molto libero da indicazioni guida allora sT va bene!
I primi modelli che vedi nel pdf sono con sT.
L'ingegnerizzazione è invece fatta con ProE. Te lo dico perchè le suiperfici di proE le vedi lontano un miglio (ci ho lavorato in passato), infatti hanno dei colori saturi.
Le prime sono in sT, lo vedi anche dal wireframe.
ciao:)
 

Allegati

gbs

Guest
#71
I primi modelli che vedi nel pdf sono con sT.
L'ingegnerizzazione è invece fatta con ProE. Te lo dico perchè le suiperfici di proE le vedi lontano un miglio (ci ho lavorato in passato), infatti hanno dei colori saturi.
Le prime sono in sT, lo vedi anche dal wireframe.
ciao:)
...
io dico soltanto che sT non ha lo shading con bordi scuri...e neanche proe...
come mai usano un altro cad per fare le immagini?
 
Ultima modifica:
Professione: studente
Software: Rhino, Pro-e
Regione: Lombardia
#72
te lo spiego io; quell'esempio è abbastanza semplice in quanto rispetta molto la topologia quadrangolare; dato che ilo comando patch non si adagia sulle 2 curve centrali è necessario creare 4 patch, una alla volta...in poche parole una gran perdita di tempo...

su questo esempio la soluzione proposta da MF10 la vedo più complicata...

View attachment 1423
avevo provato qualche giorno fa senza toccare l'iges e usando le curve originali ma incontravo un sacco di problemi.

Oggi ho riprovato a ricavare curve di sezione mie e devo dire che sT si e' comportato davvero bene.
Chiaro che non voglio pensare di competere con i CAD citati che sono fatti apposta per queste problematiche.. D'altra parte sT, come gia' detto, e' un CAID quindi non pensato per fare certe cose, non ne ha le pretese, pero' volendo si arriva a dei buoni risultati:




qui ci sono le zebre dell'iges originale e del modello fatto in sT:



come si vede in alcuni punti il modello realizzato in sT si comporta meglio.. in altri peggio.. ma tutto sommato non male viso l'iges piuttosto infame.

ecco il wireframe:



Dopo aver fatto 3 curve blend nuove ho fatto 3 patch e, per avere G2, in un punto ho fatto un Blend Surface poi tagliato.

si comporta bene anche in storia:


se ho tempo nei prossimi giorni tento di fare altre prove, magari si puo' fare anche meglio.
 
Ultima modifica:

oTToLeoP

Guest
#73
non vorrei innescare una discussione ma credo che ci sia un pochino di confusione sulle analisi che vengono evidenziate in generale su questo thread, IMHO la zebratura non mostra la reale curvatura delle superfici e cioè non mostra se le superfici sono unite in G1 o in G2
allego alcune immagini dove ho applicato una deformazione in G1 ed una in G2 dalla zebratura non mostrano niente di anomalo (sembrerebbero entrambi i n G2) mentre facendo un controllo di curvature vengono fuori i reali risultati.
 

Allegati

thinkID70

Guest
#74
non vorrei innescare una discussione ma credo che ci sia un pochino di confusione sulle analisi che vengono evidenziate in generale su questo thread, IMHO la zebratura non mostra la reale curvatura delle superfici e cioè non mostra se le superfici sono unite in G1 o in G2
allego alcune immagini dove ho applicato una deformazione in G1 ed una in G2 dalla zebratura non mostrano niente di anomalo (sembrerebbero entrambi i n G2) mentre facendo un controllo di curvature vengono fuori i reali risultati.

giusto,
infatti bisognerebbe fare l'analisi non con le zebra stripe ma con le isofote che sono molto diverse (grosso modo parliamo di linee di luce sulla superficie dell'oggetto)