• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Solid Edge ST: news tecniche.

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#21
se qualcuno vuole vedere qualcosina in più sulla nuova tecnologia ST
in Solid Edge 21 o in NX6 faccia una ricerca su youtube, comincia a girare
un pò di robetta ed anteprime varie.

ciao
Solid Edge 21 non esiste, la nuova versione si chiama Solid Edge ST

Ciao
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#22
Ma anche per NX 6 esiste una versione normale e una con ST o è un tuttuno?
Grazie ancora
In che senso anche per NX ? Per solid edge non esistono 2 versioni, ma solo Solid Edge ST, che contiene sia i moduli classici che i moduli ST. Lo stesso sarà per NX.

Ciao
 

martin.p

Utente poco attivo
Professione: DESIGN MANAGER
Software: Autocad, Inventor, NX, IDEAS
Regione: F.V.G.
#23
Mi sono espresso male, intendo: S.E. 20 è giustamente una cosa, mentre S.E. S.T. è un'altra ed è la prima versione che incorpora il direct modeling.
NX6 sarà già dotato come equipaggiamento "base" di S.T. o saranno necessari pacchetti aggiuntivi e/o acquistare versioni particolari?

Grazie e perdonate i giochi di parole.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#24
Mi sono espresso male, intendo: S.E. 20 è giustamente una cosa, mentre S.E. S.T. è un'altra ed è la prima versione che incorpora il direct modeling.
NX6 sarà già dotato come equipaggiamento "base" di S.T. o saranno necessari pacchetti aggiuntivi e/o acquistare versioni particolari?

Grazie e perdonate i giochi di parole.
Per come chiama i prodotti UGS/Siemens, il direct modelling già esiste da tempo (a partire da SE 14 mi sembra) ed è quello che la concorrenza di SE sta cercando di fare credere essere l'equivalente della ST.

ST è mondo tutto nuovo che si aggiunge a quello già esistente, forse in futuro per sostituirlo in toto.

Per quanto riguarda NX non so come sia la politica di vendita, magari prova a chiedere nella sezione dedicata ad NX. Per solid edge la ST è stata introdotta in tutte le versioni.

Ciao
 

fgabbrielli

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/ewf3
Regione: Toscana
#25
Solid Edge ST: news tecniche

Ciao a tutti sono un utente Pro/e da 11 anni la settimana scorsa ho partecipato ad una presentazione si Solid Edge ST, come molti di voi ho trovato molto interessante la parte syncronus tecnology per degli aspetti rivoluzionario, vorrei condividere con voi alcuni dubbi e considerazioni.

Non ho ben capito è come saranno gestiti i due ambienti di modellazione, mi spiego meglio, se per esempio ho un medello con il metodo tradizionale <features>, decido poi di fare modifiche in ambiente sincrono, posso tornare al metodo tradizionale?In quel caso l'albero delle feature esiste sempre? Come vengono gestiti da solid E. i due ambienti?

L'approccio alla modellazione sicrona adesso è praticamente immediato non devo stare un secondo a pensare come ho costruito il mio pezzo, come ho vincolato la mia quota di sketch, riconosce simmetrie e gruppi features pattern ecc... in tutte queste belle cose ho anche qualche ma... perchè non ci hanno fatto vedere anche qualcosa di più complesso? Sono malizioso se penso che con quel potenziale che potrebbe avere una cosa del genere avrei preferito vedere qualche modello un po più complicato?
Incuriosito ho dato un'occhiata su you tube in pratica ho trovato i filmatini che ci hanno fatto vedere alla presentazione.

Interessante il fatto che è possibile importare modelli provenienti da altri CAD, e la modellazione sincrona funziona come nei modelli nativi,importante il fatto che i modelli devono essere solidi quindi se non lo sono uno deve chiudere tutte le superfici e fare il solido.

Ultima cosa, mi sarebbe piaciuto vedere deformatori di solidi e di superfici espliciti, che però mi conservi i link di associatività per esempio verso gli stampi, cioè se ho un modello da diverse centinaia di features collegato a stampi che ne hanno altrettante, e alla fine del lavoro qualcuno decide una modifica come di qualche superficie non debba passare giorni a rigenerare i modelli e gli stampi.

Dimenticavo l'interfaccia grafica molto bella e razionale.

Ciao
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#26
Solid Edge ST: news tecniche

Non ho ben capito è come saranno gestiti i due ambienti di modellazione, mi spiego meglio, se per esempio ho un medello con il metodo tradizionale <features>, decido poi di fare modifiche in ambiente sincrono, posso tornare al metodo tradizionale?In quel caso l'albero delle feature esiste sempre? Come vengono gestiti da solid E. i due ambienti?
La migrazione c'è solo da tradizionale a ST non il contrario, del resto tutte le modifiche apportate con ST come le tradurresti ?

L'approccio alla modellazione sicrona adesso è praticamente immediato non devo stare un secondo a pensare come ho costruito il mio pezzo, come ho vincolato la mia quota di sketch, riconosce simmetrie e gruppi features pattern ecc... in tutte queste belle cose ho anche qualche ma... perchè non ci hanno fatto vedere anche qualcosa di più complesso? Sono malizioso se penso che con quel potenziale che potrebbe avere una cosa del genere avrei preferito vedere qualche modello un po più complicato?
Incuriosito ho dato un'occhiata su you tube in pratica ho trovato i filmatini che ci hanno fatto vedere alla presentazione.
Sono le stesse considerazioni che si facevano agli albori della modellazione parametrica/solida. Io credo che ad oggi buona parte dei particolari tipici meccanici siano realizzabili, per tutto il resto si può continuare con il metodo classico. Poi col tempo le potenzialità cresceranno.

Ultima cosa, mi sarebbe piaciuto vedere deformatori di solidi e di superfici espliciti, che però mi conservi i link di associatività per esempio verso gli stampi, cioè se ho un modello da diverse centinaia di features collegato a stampi che ne hanno altrettante, e alla fine del lavoro qualcuno decide una modifica come di qualche superficie non debba passare giorni a rigenerare i modelli e gli stampi.

Dimenticavo l'interfaccia grafica molto bella e razionale.

Ciao
Questa tua ultima considerazione non l'ho capita.

Ciao !
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#27
Questa tua ultima considerazione non l'ho capita.

Ciao !
Credo si riferisca all'associativita' fra le parti. Se io ho progettato uno stampo che e' associativo col pezzo da stampare, l'associativita' permane anche usando la ST? Nel senso: se sposto un'aletta di un pezzo stampato ad iniezione, la rispettiva cava nello stampo gli va dietro?

ciao.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#28
Credo si riferisca all'associativita' fra le parti. Se io ho progettato uno stampo che e' associativo col pezzo da stampare, l'associativita' permane anche usando la ST? Nel senso: se sposto un'aletta di un pezzo stampato ad iniezione, la rispettiva cava nello stampo gli va dietro?

ciao.
Non ho ancora messo le mani sulla ST ma mi viene da pensare che un copia parte associativo possa ancora essere fatto, e se così non fosse per creare la parte associativa continuare ad utilizzare il lato "classic".

Ciao
 

SE_CP

Guest
#29
Riprendo a mano questo vecchio topic per condividere alcune peculiarità e funzionalità introdotte con la ST.

Lo sapevate che...
E' possibile creare delle vere e proprie relazioni fra le facce dei componenti?
Selezionata una faccia ed agendo sulla Quick Bar, è possibile tramite la funzione Correla creare delle vere e proprie relazioni fra le facce che compongono una parte.
Le relazioni disponibili sono:
- concentricità
- complanarità
- parallelismo
- perpendicolarità
- tangenza
Particolare riscontro trovano e ultime due relazioni:
- gruppo rigido
- terra
La prima crea un raggruppamento fra facce, le quali eseguiranno in solido le modifiche apportate ad una delle facce del gruppo (es. muovendo una faccia di 10 mm, tutto il gruppo si muoverà di conseguenza).
La seconda crea il famoso vincolo di terra già presente in asm: la/le faccia/e li sono e li rimangono tali quali.
E' da sottolineare il fatto che tutte le relazioni, eccezione fatta per le ultime due, possono essere create come persistenti attivando il lucchetto: in tal modo la relazione sopravviverà fin tanto che non verrà disattivata; in tal modo due facce relazionate come parallele, rimarranno tali anche con le Regole Live disattivate.
Gruppo e terra vengono sempre create come persistenti.
 

Allegati