• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Simulazione in ambiente MOTION della meccanica del pianoforte

meccan

Utente Junior
Professione: studente
Software: solid edge/ solidwork
Regione: friuli venezia giulia
#1
Ragazzi ho bisogno di un aiuto! Sto facendo la simulazione in motion di solid edge, ed ho un problema: i materiali passano attraverso gli altri!! un solido quando tocca l'altro anzichè fermarsi continua e gli passa attraverso!! come si fa a impedirgli questo?
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#2
ci dev'essere la funzione rileva collisioni che ne arresta il movimento quando si toccano
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#4
Mi pare che si possa fare, ma è una mia ipotesi basata sul fatto che SE rileva le interferenze. Potrei sbagliarmi però. Hai guardato se esiste un tutorial???
 

vespa_83

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: Solid Edge
Regione: Romagna
#5
Pianoforte orizzontale o verticale? entrambi comunque funzionano con una logica di leve che si urtano tra loro (quantità di moto), la pelle di daino è liscia da una parte permettendo lo scorrimento in un senso e frenando per l'altro.
Il motion a me non piace.
Se devi fare solo un video alla buona, forse fai prima a trovarne uno su youtube.
Se devi fare una simulazione di meccanica vera e propria per lo studio degli urti elastici, non so se si riesce a fare.
 

vespa_83

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: Solid Edge
Regione: Romagna
#7
ho letto velocemente il post sull'altro forum.
Però non so se quello che interessa è una simulazione fisica. Nel senso, io credo che meccan debba dimostrare di saper usare SolidEdge, non dimostrare di sapere come funziona un pianoforte. Gli è stato assegnato un compito a piacere, e lui si è infognato in una cosa complicata. Ed è giusto che sia così, bisogna sempre osare.
meccan, hai sicuramente tante materie da studiare, non perderci troppo tempo.
Se vuoi spiegare come funziona, secondo me è meglio che utilizzi immagini esistenti e al massimo aggiungi frecce e numeri.
Esempio per simulare il movimento alla pressione di un tasto prendi la gif (sull'altro post te ne hanno indicato un paio) che anzichè ripetersi sempre, parte alla pressione della barra spaziatrice e si ferma.

se vuoi far vedere che sia usare un SolidEdge parametrico:
soluzione 1: poca spesa e tanta resa, fai un modellino fermo con i parametri del martello parametrizzati che cambi una quota e il martello si ingrossa o si assottiglia.

soluzione 2: Se ti vuoi infognare col motion c'è da legger la guida.

soluzione 3: All'alternativa al motion: non usare il motion e nell'ambiente normale con relazioni o Trascina componente, (mantenendo fisso il punto di vista) ti crei n posizioni e salvi con nome in formato immagine jpg. ti monti l'animazione su un programma di grafica o su powerpoint
 

meccan

Utente Junior
Professione: studente
Software: solid edge/ solidwork
Regione: friuli venezia giulia
#8
Grazie delle risposte!
Beh la spiegazione del movimento all'esame la faccio con il modellino fisico, avevo intenzione però di fare il movimento anche su solid edge, per prendere più punti! Ho finito l'assieme, ho assemblato tutto ma non posso fare il movimento proprio per il problema che i materiali si passano attraverso! Comunque data l'enorme quantità di cose da studiare, il mio obiettivo principale era di fare l'assieme su solid edge, e ci sono arrivato, ora mi dedico allo studio e solo nel "tempo libero" provo con il motion, ma da quanto mi sembra di capire ci vuole troppo tempo per arrivare a qualcosa di concreto.
Speravo ci fosse qualcuno bravo con solid edge che avesse voglia magari di darci un'occhiata, mi hanno detto che se uno sa usare bene il programma ci mette 2 orette al max a fare il movimento! Se c'è qualcuno (così matto) che ha tempo e voglia, mi dica gli passo i file molto volentieri! :smile:

Avevo provato con lo strumento rileva interferenze ma non capisco come si usa! Mi trova le interferenze ma poi non mi dice niente su come correggerle! Più di così non riesco a fare con quello strumento! Qualcuno lo conosce meglio di me?
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#9
Io ho sempre preferito usare il vecchio vN4d ora SIM wise. Slid edge usato pochissimo in cinematica perché lo trovavo troppo macchinoso. Ciao
 

vespa_83

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: Solid Edge
Regione: Romagna
#10
Grazie delle risposte!
Beh la spiegazione del movimento all'esame la faccio con il modellino fisico,
Perfetto!
Comunque data l'enorme quantità di cose da studiare, il mio obiettivo principale era di fare l'assieme su solid edge, e ci sono arrivato, ora mi dedico allo studio e solo nel "tempo libero" provo con il motion, ma da quanto mi sembra di capire ci vuole troppo tempo per arrivare a qualcosa di concreto.
Esatto, e si usano delle scappatoie, per questo sul forum non ci sono esperti di Motion: è un giochino che in ambito lavorativo non serve, per le animazioni gli studi di grafica hanno altri programmi dedicati. Per le movimentazioni si cambia il valore di una o più variabili, oppure si lasciano liberi dei gradi di libertà e si prova con il trascina, se avviene un 'urto' caso mai solid edge ti avvisa. Infatti in macchine meccaniche gli urti elastici sono poco usati.

Avevo provato con lo strumento rileva interferenze ma non capisco come si usa! Mi trova le interferenze ma poi non mi dice niente su come correggerle!
sì il suo scopo è rilevarle, non spostare i pezzi.

in bocca al lupo. Ritieniti soddisfatto del lavoro che da solo sei già riuscito a fare.
 

Leso

Utente Standard
Professione: Ufficiale tecnico
Software: Solid Edge ST9
Regione: Veneto
#11
Spero di non essermi perso pezzi della discussione ma quello che chiede meccan non si può fare con l'editor animazioni con l'impostazione di "movimento fisico".
E' un po' pesante per il calcolo e se l'animazione è lunga si incasina...ma io ci proverei.
 

meccan

Utente Junior
Professione: studente
Software: solid edge/ solidwork
Regione: friuli venezia giulia
#12
Spero di non essermi perso pezzi della discussione ma quello che chiede meccan non si può fare con l'editor animazioni con l'impostazione di "movimento fisico".
E' un po' pesante per il calcolo e se l'animazione è lunga si incasina...ma io ci proverei.
No difatti! La funzione anima la dovrei usare se volessi simulare l'assemblaggio dei componenti! Mentre per il movimento uso il MOTION!!


Perfetto!
Esatto, e si usano delle scappatoie, per questo sul forum non ci sono esperti di Motion: è un giochino che in ambito lavorativo non serve, per le animazioni gli studi di grafica hanno altri programmi dedicati. Per le movimentazioni si cambia il valore di una o più variabili, oppure si lasciano liberi dei gradi di libertà e si prova con il trascina, se avviene un 'urto' caso mai solid edge ti avvisa. Infatti in macchine meccaniche gli urti elastici sono poco usati.


sì il suo scopo è rilevarle, non spostare i pezzi.

in bocca al lupo. Ritieniti soddisfatto del lavoro che da solo sei già riuscito a fare.
Il problema è che se manualmente sovrappongo due pezzi e faccio l'analisi interferenze mi trova le interferenze, se invece i pezzi li posiziono in modo che non si sovrappongano nell'analisi non mi trova interferenze, ma poi su MOTION avviando la simulazione si sovrappongono!
Che casino! Eppure penso che la soluzione sia una cosa banale!
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#13
per questo sul forum non ci sono esperti di Motion: è un giochino che in ambito lavorativo non serve
Ora non esageriamo. Il motion ti serve per lo sviluppo dei profili coniugati, e non è affatto un giochino.
Il problema è che se manualmente sovrappongo due pezzi e faccio l'analisi interferenze mi trova le interferenze, se invece i pezzi li posiziono in modo che non si sovrappongano nell'analisi non mi trova interferenze, ma poi su MOTION avviando la simulazione si sovrappongono!
Che casino! Eppure penso che la soluzione sia una cosa banale!
Io non ho capito bene dov'è il problema.
Se il meccanismo è un giunto standard, va dichiarato come giunto. Non so come si fa con Solid Edge, ma il concetto è simile per tutti i software.
Se il meccanismo NON è un giunto, ad esempio il martelletto che tocca una corda, è un problema, come ti preannunciavo qui (e mi pregio di essere stato il primo :tongue:)

In questo caso devi avere due giunti separati, sincronizzati a mano in modo che non si tocchino.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#14
Il problema è che se manualmente sovrappongo due pezzi e faccio l'analisi interferenze mi trova le interferenze, se invece i pezzi li posiziono in modo che non si sovrappongano nell'analisi non mi trova interferenze, ma poi su MOTION avviando la simulazione si sovrappongono!
Che casino! Eppure penso che la soluzione sia una cosa banale!
Non conosco il motion di SE, ma come ti avevamo spiegato nell'altro thread, il funzionamento reale della meccanica NON lo puoi simulare con SE nudo e crudo, perchè entrano in gioco le inerzie dei componenti che si non sono collegati ma sono solo "appoggiati" uno sull'altro. Il martello colpisce la corda per inerzia, non perchè la meccanica compia tutta la corsa necessaria.
Detto (anzi, ridetto... :tongue:) questo puoi sicuramente simulare il movimento fino alla posizione estrema del martello a tasto affondato, sfruttando superfici di appoggio (sul rullino ad esempio) per aggirare le diccicoltà sopra esposte relative al funzionamento dello scappamento. Ovviamente la testa del martelletto si troverà a una certa distanza dalla corda, e tu spiegerai che nella realtà il martello prosegue per inerzia contro alla corda medesima.
Se i componenti si interescano hai usato i vincoli sbagliati o impostato male eventuali limiti di escursione delle parti interessate.
Devi prima capire bene come funzionano i vincoli d'assieme di SE per sfruttare quelli più adatti (camma, limiti, tangenze, simmetrie ecc) po li applichi per far funzionare la meccancia.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#15
Se il meccanismo NON è un giunto, ad esempio il martelletto che tocca una corda, è un problema, come ti preannunciavo qui (e mi pregio di essere stato il primo :tongue:)
e io mi pregio di averti quotato per primo :smile:

In questo caso devi avere due giunti separati, sincronizzati a mano in modo che non si tocchino.
Ripensandoci forse il distacco del martello dalla meccanica fino al contatto con la corda potrebbe realizzarlo sfruttando dei componenti nascosti che si muovano assieme al resto della meccanica e proseguano poi il movimento per portare il martello in contatto con le corde. Realizzare cioè due meccanismi in parallelo ma animati in motion ognuno per proprio conto. Sono sicuro che, conoscendo bene SE, si possa fare senza grossi problemi
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#16
Ripensandoci forse il distacco del martello dalla meccanica fino al contatto con la corda potrebbe realizzarlo sfruttando dei componenti nascosti che si muovano assieme al resto della meccanica e proseguano poi il movimento per portare il martello in contatto con le corde. Realizzare cioè due meccanismi in parallelo ma animati in motion ognuno per proprio conto. Sono sicuro che, conoscendo bene SE, si possa fare senza grossi problemi
Vediamo di non complicare troppo le cose, eh!
:cool:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#17
Vediamo di non complicare troppo le cose, eh!
:cool:
Quando è arrivato a modellare la meccanica che funziona correttamente fino al finecorsa del tasto, fare due o tre componenti che si occupino di muovere da soli il martello IMHO è una baggianata.
Che poi non abbia tempo o voglia di farlo è un'altra questione.
 

Leso

Utente Standard
Professione: Ufficiale tecnico
Software: Solid Edge ST9
Regione: Veneto
#18
No difatti! La funzione anima la dovrei usare se volessi simulare l'assemblaggio dei componenti! Mentre per il movimento uso il MOTION!!
A dir la verità io uso la funzione anima per simulare i movimenti meccanici (quasi mai per l'assemblaggio) e funziona discretamente per le mie esigenze.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#19