• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

SIMMETRIA CONDIVISA

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#21
Adesso ho capito, grazie! :finger:

Con ProE (e credo con SWX) è semplicissimo (se non ricordo male). Vediamoc osa si reisce a fare con l'esplicito.
Anche con SE, ovviamente. E' una cosa banale con tutti i parametrici, ma non mi vengono in mente motivi per i quali dovrebbe essere piu' difficile per i contestuali, forse e' un limite intrinseco di OSD.
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#22
Anche con SE, ovviamente. E' una cosa banale con tutti i parametrici, ma non mi vengono in mente motivi per i quali dovrebbe essere piu' difficile per i contestuali, forse e' un limite intrinseco di OSD.
Si, mi ero dimenticato di SE, ma lo davo epr scontato.

Non è un limite solo di OSD: con SC sono riuscito a risolvere il problema solo "a metà" con un paio di trucchi non pulitissimi. Devo capire se è un limite di programmazione degli espliciti (magari non puntano su questi aspetti per scelta) oppure se è un limite "intrinseco".
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#23
Anche con SE, ovviamente. E' una cosa banale con tutti i parametrici, ma non mi vengono in mente motivi per i quali dovrebbe essere piu' difficile per i contestuali, forse e' un limite intrinseco di OSD.
Sara' anche banale, ma avere due pezzi diversi con lo stesso ID e' una contraddizione in termini.

Un contestuale non gestisce le lavorazioni e non "costruisce" il pezzo ogni volta che lo carica, quindi deve salvare il pezzo nella sua interezza, se sono uguali (condivisi) ne salva uno solo e non possono essere che identici, unica alternativa e dargli due ID diversi, ma allora ne salverebbe due che non potrebbero condividere nulla.

P.S.: io personalmente non ne ho sentito la mancanza, anche perche' le distinte con un codice e con la scritta "uno DX e uno SX", mi hanno sempre divertito al momento di dare un ricambio.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#24
anche perche' le distinte con un codice e con la scritta "uno DX e uno SX", mi hanno sempre divertito al momento di dare un ricambio.
Infatti era la soluzione suggerita dal dimostratore cocreate alla demo di cui parlavo all'inizio, alla faccia di ISO9000 e compagnia bella.

A volte comunque avere due parti a specchio (che ripeto, hanno ID e codice diverso, cioe' sono due parti anagraficamente diverse, che condividono solo una legame geometrico), e' molto utile in progettazione: pensiamo ad esempio ad una mano di un robot con le due griffe a specchio. Se devo fare una modifica sulle mani non devo ricordarmi di modificare anche l'altra e neanche perderci tempo a farla, lo fa gia' il cad.

Intuisco quindi che non sia possibile neanche avere due copie collegate non simmetirche: per esempio un grezzo pantografato e poi il lavorato alla m.u. che discende da questo, collegati in modo tale che se modifico il pantografato (per esempio ci aggiungo una protuberanza per un occhiello che mi ero dimenticato) poi il lavorato viene modificato automaticamente.
 

Andy-manager

Utente Standard
Professione: cad manager
Software: CoCreate
Regione: veneto
#25
Sara' anche banale, ma avere due pezzi diversi con lo stesso ID e' una contraddizione in termini.

Un contestuale non gestisce le lavorazioni e non "costruisce" il pezzo ogni volta che lo carica, quindi deve salvare il pezzo nella sua interezza, se sono uguali (condivisi) ne salva uno solo e non possono essere che identici, unica alternativa e dargli due ID diversi, ma allora ne salverebbe due che non potrebbero condividere nulla.

P.S.: io personalmente non ne ho sentito la mancanza, anche perche' le distinte con un codice e con la scritta "uno DX e uno SX", mi hanno sempre divertito al momento di dare un ricambio.

esatto!

La risposta a questo post è molto semplice.
In un parametrico gestisci parametri, nel caso specifico quello che andate a fare con SE, SW o pro-e non è altro che un mirror delle feature (non di un bodie) rispetto ad un piano. modeling e space claim non essendo parametrici non gestiscono l'entitàù feture e quindi non permettonola specchiatura della feature su due parti simili ma con codici diversi.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#26
Un contestuale non gestisce le lavorazioni e non "costruisce" il pezzo ogni volta che lo carica, quindi deve salvare il pezzo nella sua interezza, se sono uguali (condivisi) ne salva uno solo e non possono essere che identici, unica alternativa e dargli due ID diversi, ma allora ne salverebbe due che non potrebbero condividere nulla.
Questa non l'ho capita, chi mi vieta a priori di dire che l'ID1001 non possa che essere una semplice riflessione dell' ID1000? Alla fine si tratta di scambiare la coordinata x di ciascun vertice con la simmetrica -x.... Avro' un file ID1001 che sara' fatto cosi':

#! /bin/bash
"prendi al geometria del file \\server\progetti\commessa\ID1000"
for i=1 to n
xi_1001 = - (xi_100O)
end

Oppure la sto facendo troppo semplice?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#27
esatto!

La risposta a questo post è molto semplice.
In un parametrico gestisci parametri, nel caso specifico quello che andate a fare con SE, SW o pro-e non è altro che un mirror delle feature (non di un bodie)
Sbagliato, almeno con Solide Edge: la parte copiata e' il mirror del body, non delle feature, infatti se interrompi il collegamento ti trovi un solido "stupido".
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#28
Questa non l'ho capita, chi mi vieta a priori di dire che l'ID1001 non possa che essere una semplice riflessione dell' ID1000? Alla fine si tratta di scambiare la coordinata x di ciascun vertice con la simmetrica -x.... Avro' un file ID1001 che sara' fatto cosi':

#! /bin/bash
"prendi al geometria del file \\server\progetti\commessa\ID1000"
for i=1 to n
xi_1001 = - (xi_100O)
end

Oppure la sto facendo troppo semplice?
E l'inverso?
Chi comanda?
Come puoi risolvere il loop?

Il problema e' che con un parametrico "featured based" puoi "propagare" le lavorazioni (tutte o in parte) da un modello ad un altro (costruendo una gerarchia "padre-figlio") in OSD no, l'unica gerarchia e' tra fratelli gemelli senza alcuna possibilità di limitare l'identicità tra le parti che sono o condivise (gemelle) o no.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#29
E l'inverso?
Chi comanda?
Come puoi risolvere il loop?
Non so come funzionano gli altri cad, ma in solid edge l'associativita' e' unidirezionale, cioe' funziona solo nel senso padre-->figlio.

Il figlio lo posso modificare, ma le modifiche su di esso non si propagano al padre.

Il problema e' che con un parametrico "featured based" puoi "propagare" le lavorazioni (tutte o in parte) da un modello ad un altro (costruendo una gerarchia "padre-figlio") in OSD no, l'unica gerarchia e' tra fratelli gemelli senza alcuna possibilità di limitare l'identicità tra le parti che sono o condivise (gemelle) o no.
Non so come funzionano gli altri cad, ma in solid edge il figlio eredita dal padre solo la geometria pura e semplice e poco altro (filettature, serie di fori, etc). Il solido "figlio" non ha l'ombra di albero delle lavorazioni su cui io possa agire per modificarlo. Tutto cio' che posso fare e' modificare il padre e poi aggiornare il figlio, oppure aggiungere nuove lavorazioni sul figlio che non esisteranno mai sul padre.

Il problema del contestuale forse e' che poi sul figlio lui non saprebbe come gestire un riaggiornamento del filgio dopo la modifica del padre, nel momento in cui il figlio e' stato modificato predentemente alla modifica del padre, cioe': come cavolo ricalcolo le lavorazioni che nel frattempo ho fatto sul figlio dopo che l'utente mi ha modificato il padre perche' si era scordato l'occhiello di prima, dato che io non ho la minima idea di cosa sia una lavorazione? Forse funzionerebbe solo avendo cura di congelare il figlio, cioe' una volta creata la parte simmetrica impedire all'utente di farci anche il minimo smusso.

O forse OSD per limiti suoi non permette che dentro una certa ID co sia un link ad un'altra ID.

Ma per curiosita', in OSD come si gestisce il saldato_o_pantografato vs lavorato? Per esempio nel caso che la logistica richieda due disegni diversi per l'uno e per l'altro?
 

Allegati

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#30
Non so come funzionano gli altri cad, ma in solid edge l'associativita' e' unidirezionale, cioe' funziona solo nel senso padre-->figlio.

Il figlio lo posso modificare, ma le modifiche su di esso non si propagano al padre.



Non so come funzionano gli altri cad, ma in solid edge il figlio eredita dal padre solo la geometria pura e semplice e poco altro (filettature, serie di fori, etc). Il solido "figlio" non ha l'ombra di albero delle lavorazioni su cui io possa agire per modificarlo. Tutto cio' che posso fare e' modificare il padre e poi aggiornare il figlio, oppure aggiungere nuove lavorazioni sul figlio che non esisteranno mai sul padre.

Il problema del contestuale forse e' che poi sul figlio lui non saprebbe come gestire un riaggiornamento del filgio dopo la modifica del padre, nel momento in cui il figlio e' stato modificato predentemente alla modifica del padre, cioe': come cavolo ricalcolo le lavorazioni che nel frattempo ho fatto sul figlio dopo che l'utente mi ha modificato il padre perche' si era scordato l'occhiello di prima, dato che io non ho la minima idea di cosa sia una lavorazione? Forse funzionerebbe solo avendo cura di congelare il figlio, cioe' una volta creata la parte simmetrica impedire all'utente di farci anche il minimo smusso.

O forse OSD per limiti suoi non permette che dentro una certa ID co sia un link ad un'altra ID.

Ma per curiosita', in OSD come si gestisce il saldato_o_pantografato vs lavorato? Per esempio nel caso che la logistica richieda due disegni diversi per l'uno e per l'altro?
In OSD non ci sono padri e figli, ripeto, solo fratelli (diversi) o gemelli uguali.
I semilavorati si gestiscono con i "contenitori", ma non essendoci la "storia" non puoi inserire le lavorazioni secondo una sequenza.
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#31
Sbagliato, almeno con Solide Edge: la parte copiata e' il mirror del body, non delle feature, infatti se interrompi il collegamento ti trovi un solido "stupido".
non e' proprio cosi', in realta' si specchiano le lavorazioni ma il figlio (dipendente dal padre per ogni sua "forma") non contiene le lavorazioni, le subisce e basta.
Nel momento in cui interrompi il collegamento il figlio non ha piu' nulla se non il modello (stupido) che le lavorazioni hanno creato.
 

cobra

Utente Junior
Professione: Reponsabile di progetto
Software: Pro|Engineering - One Space Modeling - GeoMagic - Magics
Regione: Lombardia
#32
Infatti era la soluzione suggerita dal dimostratore cocreate alla demo di cui parlavo all'inizio, alla faccia di ISO9000 e compagnia bella.

A volte comunque avere due parti a specchio (che ripeto, hanno ID e codice diverso, cioe' sono due parti anagraficamente diverse, che condividono solo una legame geometrico), e' molto utile in progettazione: pensiamo ad esempio ad una mano di un robot con le due griffe a specchio. Se devo fare una modifica sulle mani non devo ricordarmi di modificare anche l'altra e neanche perderci tempo a farla, lo fa gia' il cad.

Intuisco quindi che non sia possibile neanche avere due copie collegate non simmetirche: per esempio un grezzo pantografato e poi il lavorato alla m.u. che discende da questo, collegati in modo tale che se modifico il pantografato (per esempio ci aggiungo una protuberanza per un occhiello che mi ero dimenticato) poi il lavorato viene modificato automaticamente.
La mano di un ROBOT penso sia un gruppo, bene esiste il comando copia ad un livello che ti permette di avere due gruppi differenti (mano DX e mano SX) ma all'interno le parti sono condivise....
Io faccio sempre l'esempio tra una penna rossa e nera...le due sono di codice diverso, avranno il tappo diverso, inchiostro diverso, ma corpo identico, punta identica...quindi i due gruppi saranno di codifica diversa, ma con delle parti all'interno condivise...
Stesso discorso per le mani di un robot ! Codifica diversa (perche' avro DX e SX) ma all'interno avro' parti con lo stesso ID vedi le griffe ;)
 

Kaji

Utente Standard
Professione: Disegnatore CAD e progettista meccanico
Software: PTC Modeling 19.0 PE2 CdM, poco Inventor e Documenta
Regione: Emilia Romagna
#33
Personalmente mi sembra una cosa addirittura controproducente, cioé in magazzino poi vengono conservati due particolari diversi con lo stesso codice???
Cioè particolare xy55 destro ed xy55 sinistro ??
Mi sembrano cose del secolo scorso quando si disegnava a mano e dover far da zero un disegno (o una vista, le altre si ricalcavano) solo per una lavorazione simmetrica poteva esser noioso.
Penso che con le istanze selettive e le deformazioni qualche cosa si possa ottenere, ma sinceramente non ne vedo i vantaggi, a questo punto troverei più vantaggioso considerare uguali pezzi in cui varia solo la lunghezza.
Comunque se la cosa è indispensabile e si vuole procedere un po' "da maiali" basta inventarsi che il pezzo è un gruppo, specchiarlo ed usare configurazioni o istanze selettive
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#34
La mano di un ROBOT penso sia un gruppo, bene esiste il comando copia ad un livello che ti permette di avere due gruppi differenti (mano DX e mano SX) ma all'interno le parti sono condivise....
No, perche' tu in officina devo mandare un disegno per la manina destra e un disegno per la manina sinistra.
Il fatto di avere la copia specchiata associativa ti permette di fare solo un disegno, perche' poi ci pensa il cad a fare il secondo disegno, ma di sicuro al fresatore e alla logistica devi mandare due disegni. Il vantaggio e' solo per il modellatore/progettista che in fase di modifica alle manine deve ricordarsi di modificarne solo una perche' poi la seconda viene modificata automaticamente.

Vedi esempio allegato.
 

Allegati

lakers

Utente Junior
Professione: cad users
Software: CoCreate Modeling
Regione: Lombardia
#35
Ciao
Due particolari simmetrici sono concettualmente diversi (tranne eccezioni dovute a oggetti semplici), questo non è vero per i gruppi. Per questo se usi il comando di simmetria del menu PARTI e GRUPPI, indicando un gruppo, otterrai i figli del gruppo come condivisi (dove possibile) mentre il gruppo stesso sarà nuovo. Se nel gruppo ci sono oggetti che sono diversi in posizione simmetrica, non saranno condivisi ma solo copiati. Attenzione che il comando nel menù MODIFICA 3D è diverso. Tutto ciò è disponibile solo dalla versione 2007 in poi, prima c'era solo il comando nel menu MODIFICA sempre con oggetti diversi. Le Istanze Selettive in questo caso non serve a nulla, o comunque a ben poco.
 
Professione: Progettista
Software: Visi - Cocreate - Solid Edge v20 & ST - OSM - SolidWorks 2016 - Inventor
Regione: Piemonte
#36
Purtroppo, cosa è molto semplice ed automatico, quasi scontato, per la maggior parte dei cad 3D, per cocreate diventa "superfluo non indispensabile", chi come me è passato da Autocad 2D--->Inventor 11--->Solid Edge v20--->Cocrete One Space Modeling 16.50... si trova con in mano una cad che finalmente è snello e ti permette di lavorare in grandi assiemi con grande facilità, ma che al contempo mette molti ostacoli per chi è abituato a modificare feature e ad avere una storia di creazione del pezzo.

Tutto sommato, però si riesce a fare tutto l'unica pecca e che chi non usa cad 3d come quelli da me citati dice che non è indispensabile avere questa benetta simmetria che loro si ostinano a chiamare condivisa ed è per me questo un bel salto "nell'età della pietra"

Forse la mia azienda invece di inventare l'acqua calda passando da SE a OSM avrebbe fatto le uova d'oro passando ad SE ST he avevamo in casa facendoci fare un bel Corso di aggiornamento alle nuove funzioni... Peccato lo avevo aspettato tanto questo ST ed ora sto usando mazza e scalpello!!!!!!!!!!!!!!

Speriamo che nella prox versione implementino qualche comando preistorico compiandolo da qualche altro concorrente.

Ciao
Fabio
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#37
Purtroppo, cosa è molto semplice ed automatico, quasi scontato, per la maggior parte dei cad 3D, per cocreate diventa "superfluo non indispensabile"
Infatti, noi stiamo "oltre"
chi come me è passato da Autocad 2D--->Inventor 11--->Solid Edge v20--->Cocrete One Space Modeling 16.50... si trova con in mano una cad che finalmente è snello e ti permette di lavorare in grandi assiemi con grande facilità, ma che al contempo mette molti ostacoli per chi è abituato a modificare feature e ad avere una storia di creazione del pezzo.
Lo facciamo apposta per tenere lontani i malati
Tutto sommato, però si riesce a fare tutto l'unica pecca e che chi non usa cad 3d come quelli da me citati dice che non è indispensabile avere questa benetta simmetria che loro si ostinano a chiamare condivisa ed è per me questo un bel salto "nell'età della pietra"
"Amico", te lo faccio fare io un bel salto nell'eta' della pietra, ma guardandolo dal lato sbagliato di una clava!
Forse la mia azienda invece di inventare l'acqua calda passando da SE a OSM avrebbe fatto le uova d'oro passando ad SE ST che avevamo in casa facendoci fare un bel Corso di aggiornamento alle nuove funzioni... Peccato lo avevo aspettato tanto questo ST ed ora sto usando mazza e scalpello!!!!!!!!!!!!!!
E devi vedere quando cominceremo ad usare il randello!
Speriamo che nella prox versione implementino qualche comando preistorico compiandolo da qualche altro concorrente.
TE LO SCORDI!
:biggrin:

P.S.: la simmetria non e' che non vogliono farla, un se po fa!
Come per SE salvare in una versione piu' vecchia, cosa assolutamente normale per OSD
:smile:
 

lakers

Utente Junior
Professione: cad users
Software: CoCreate Modeling
Regione: Lombardia
#38
Certo che giudicare una CAD solo perchè non prevede una funzione, peraltro sbagliata, è proprio una cosa intelligente !!! Complimenti !!! Vorrei vederti lavorare con ST che dopo 20 secondi dimostra tutti i suoi limiti ... bravo, e dovresti ringraziare l'azienda per cui lavori che è passata a Modeling !! Comunque se ti può consolare CDM mi ha fatto vedere in anteprima la versione 2010 (non filmati ma demo vera) ed è spettacolare, altro che SolidEdge e fratellini vari ...
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#40
Synchronous technology, praticamente hanno implementato anche in solid edge la modalita' di modificare i modelli del tipo "stira 3d" e simili che esiste in modeling, senza piu' conservare l'elenco delle lavorazioni precedenti.

Secondo me sono piu' i casi in cui e' dannosa invece che utile, ma comunque, a ognuno il suo!