Sheet metal nx5

Professione: Progettazione stampi e altro
Software: NX5 - NX6
Regione: Veneto
#1
Salve a tutti.

Da un po' sto gestendo dei particolari non complicati in lamiera con NX 5 Sheet Metal.

Mi trovo difronte a due problemi su cui chiedo consiglio per migliorare il mio modo di lavorare.
1) il fattore neutro da impostare per ottenere lo sviluppo della lamiera corretta
2) ottenere in maniera più automatica possibile le tavole dei vari particolari

Per il primo punto volevo sapere se esistono delle tabelle unificate, come si procede per creare una tabella fatta bene e se in Nx esiste il sistema di crearne una personalizzata.

Per il secondo punto invece vorrei dei consigli per ottenere un buon automatismo. Tutt'ora al fornitore do un file con la tavola del particolare quotato e un file con lo sviluppo per il taglio. ( una cosa che mi chiede il fornitore è di fornire disegni in formato A4 ma con la scala 1:1).

Capisco bene che l'argomento è molto vasto:eek:, spero in una infarinatura per iniziare a lavorare in maniera corretta.

Grazie a tutti
 
Ultima modifica:

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#2
Per ottenere uno sviluppo corretto devi avere dei dati sperimentali, questo perchè a seconda del tipo di materiale, dello spessore, della macchina che piega e dell'operatore, puoi avere risultati assolutamente differenti.
Ho passato circa un anno a analizzare dati e a sviluppare poi delle formule per avere quanto richiesto e mi sono fermato a lamiere fino a 2.5 mm di spessore.
Poi puoi operare secondo due direttrici, una impostando la posizione della 'linea neutra', l'altra impostando dei 'fattori di stiramento'. Tutto questo per dire a NX che valori vuoi usare. Devi poi fare in modo che questi valori vengano letti da NX e qui il discorso si fa un po' più lungo.
 

Marco74

Utente Senior
Professione: Sviluppo lamiera per taglio laser, piegatura e assemblaggio
Software: Solid Edge ST9 - Autocad Mechanical 2017- Lantek
Regione: Veneto - Emilia
#3
Salve a tutti.

Da un po' sto gestendo dei particolari non complicati in lamiera con NX 5 Sheet Metal.

Mi trovo difronte a due problemi su cui chiedo consiglio per migliorare il mio modo di lavorare.
1) il fattore neutro da impostare per ottenere lo sviluppo della lamiera corretta

Capisco bene che l'argomento è molto vasto:eek:, spero in una infarinatura per iniziare a lavorare in maniera corretta.

Grazie a tutti
Premetto che non conosco NX, ma Solid Edge ed Autocad, ti posso dire che per i ritiri della lamiera sono una cosa un pò infernale, nel senso che come diceva "ceschi1959" dipende dal materiale, cava e coltello che vengono usati per la piega e altre problematiche, in azienda dove lavoro sono state fatte tantissime prove per arrivare ad un risultato soddisfacente si tratta di spessori dai 5/10 ai 200/10 con prove a 45° e 90°, il 60° lo abbiamo raggiunto facendo alcune prove teoriche che poi si sono rilevate abbastanza attendibili, con dispendio di tempo e soldi, ma ora diciamo che i risultati si vedono, sviluppi praticamente perfetti usando le nostre cave e i nostri coltelli. Se lo stesso pezzo dovesse venire piegato presso un'altra azienda non potrebbe andare bene. Il consiglio che ti posso dare è se avete una piegatrice (naturalmente capo permettendo) di fare dei campioni, così puoi avere dei valori attendibili su cui lavorare e costruiti delle tabelle da cui attingere a dati abbastanza veritieri, per lo meno più della teoria.

Ciao.
 

jumpy

Utente Junior
Professione: tecnico
Software: NX 4
Regione: VENETO
#4
"fattore neutro" chi era costui? ... un po' come Carneade :confused:


Se vuoi padroneggiare il fattore neutro e fargli fare quello che vuoi nello sviluppo: http://digilander.libero.it/bonettig/LAMIERA/index.htm
ma il problema, come dice bene ceschi1959, ti rimane, perché esattamente non sai COSA fargli fare!!!
Lo sviluppo giusto non arriva quasi mai: la lama non è quella dell'altra volta, la cava non è quella giusta, la macchina è un po' disallineata, ... per non parlare poi del tempo ... è troppo umido, è troppo secco, fa freddo, fa caldo ... sembra di piegare legno! (beh, sul tempo ho inventato io :tongue: e poi ho esagerato: lo sviluppo si trova)
Cmq devi farti dare un po' di sviuppi già fatti e che vanno bene, o la regola da applicare e poi conoscendo e capendo come lavora il fattore neutro, imposti per ogni piega, per ogni spessore, per ogni materiale, per ogni quello che vuoi, il valore di fattore neutro per fargli fare lo sviluppo che vuoi (uno sviluppo uguale a quello che ti hanno dato e che hanno giurato sulla loro mamma che è corretto e funziona :mixed:).

ciao e buona piega!

G.

PS speriamo ci siano ottimi ... sviluppi!! :rolleyes: