Sformo conico

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#1
Salve,
nell'allegato creo una superficie sformata passante per una linea di sformo (sketch blu) e tangente a determinate superfici. Il comando è: Avanzato-> Blend tangente a superfici.
La mia domanda è: posso creare delle superfici di sformo tangente a determinate superfici con angolo di sformatura costante? Cioè, posso sformare tangente a determinate superfici senza dover dare la linea di sformo (che risulterebbe calcolata dal CAD se l'angolo di sformo è dato)?
In un vecchissimo CAD usato dagli stampisti (forgiatura a caldo) questo è possibile.
Grazie.
 

Allegati

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#2
Riformulo la domanda. E' necessario avere in dotazione il modulo addizionale per le "freeform surfaces" per eseguire la sformatura conica di cui sopra? Grazie.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#3
Mi sa proprio che puoi farle con la configurazione base (Foundation XE).
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#4
Non intendevo dire che sono riuscito a farla. Nel primo post dico che sono riuscito ad ottenere la sformatura simil-conica con le funzioni base. Chiedo: è possibile fare la sformatura conica (con le caratteristiche di cui sopra) con le funzioni freeform surface o proprio non si può fare?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#5
Ma con freeform surfaces cosa intendi, le superfici fatte in ISDX ?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#7
E' un modulo che non utilizzo, quindi non so darti una risposta.
Vediamo se c'è qualcuno in grado di dartela.
 

Prof.

Utente Standard
Professione: Lavoro con il CAD ed il CAE
Software: Pro-E e Creo
Regione: Lazio
#8
Se ho capito bene la tua esigenza credo tu possa farlo anche con l'ISDX ma ti devi costruire la superficie.
Comunque se lo riesci a fare con le funzioni base sei apposto.
Ciao.
 

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#9
Riformulo la domanda. E' necessario avere in dotazione il modulo addizionale per le "freeform surfaces" per eseguire la sformatura conica di cui sopra? Grazie.
Forse ho capito male quello che intendi, ma fare un modello come questo seguendo la tua strada oppure usando le superfici di stile non mi sembra il percorso migliore, io personalmente se dovessi eseguire questo modello seguirei una strada semplicissima
1) estrudo un parallelepipedo 2) lo sformo 3) gli faccio gli arrotondamenti.
Poi forse ho capito male e il tuo era solo un esempio per utilizzare certe features
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#10
Faccio una premessa. La funzione che voglio non è indispensabile per disegnare stampi ovviamente. Ed è una curiosità.
Io adesso disegno pezzi finiti forgiati a caldo (50% dei pezzi che disegno). Adesso uso ProE e solitamente parto dal profilo teorico del tranciabava e vengo su con gli sformi (dove ci sono arrotondamenti chiaramente non sformo), anche perchè ho delle quote funzionali che devono essere rispettate e queste quote giacciono sulla mezzeria teorica del piano degli stampi. Lavoro come per l'ottavo di cilindro a sinistra (devo rispettare il 200 sul trancia bava).
1) Sformi la parete verticale
2) Raccordi ed è finito

Ho lavorato per un po' in una stamperia e lì si facevano alcuni pezzi in cui le quote che giacciono sulla mezzeria dello stampo non sono controllate e, anzi, se tieni un po' di sovrametallo per l'eventuale lavorazione è tutto di guadagnato.
Utilizzavano il cad Euklid, no parametrico, no piani di lavoro, no snap, un disastro. Ti dovevi muovere digitando coordinate e spostamenti sulla tastiera. L'unico vantaggio: raggi che passano dappertutto, anche se poi si aprono "buchi" nella geo, ma tanto poi vai di CAM e arrivederci. Cmq c'è da dire che stato un CAD storico per tutti gli stampatori anche se ora ha fatto il suo tempo.

http://www.euklid-cadcam.de/

Avevano però un tipo di sformatura conica. Per cui il cilindro veniva fuori come a destra del .pdf. (ho cercato di imitare lo sformo, ma ovviamente non è corretto), nel caso tu debba garantire il 200 come interesezione teorica.
1) Fai il cilindro con la parete verticale.
2) Sformi tutto con quel tipo di sformo.

Diciamocela qua, alla fine non cambia molto. Siamo nel campo dei sofismi. Ma quando ho visto che c'erano questi particolari tipi di sformo (Inserisci->Avanzato->Blend tangente superfici) mi sono chiesto come mai non c'era questo particolare tipo di sformo conico ad angolo di sformo costante, che, sinceramente, è bellino (va beh, non avendo un granchè di vita sociale ultimamente mi son messo ad esplorare tutte le funzioni di ProE).
Ciao.
 

Allegati

gio14

Utente Standard
Professione: stampi
Software: Pro-e
Regione: BG
#11
Purtroppo quando mi capita di sformare dei pezzi del genere devo scendere a dei compromessi, nel senso che ci sarà sempre un profilo che si curva (se poi devo realizzare dei pezzi con almeno 15° di sformo è un disastro)
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#13
Io non riesco a trovarlo nel modulo stampi. Mi sai indicare dove lo trovo nei menù, grazie?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#14
Io non riesco a trovarlo nel modulo stampi. Mi sai indicare dove lo trovo nei menù, grazie?
Mi sorge un dubbio, hai il modulo stampi e non lo sai usare ?
Mumble mumble ... penso che un'azienda che compra un modulo del genere o ti fa fare un corso oppure ti affianca una persona che lo sappia usare, queste cose non si dovrebbero apprendere su un forum.

Io ho un modulo specialistico che è il REX ma, non ho imparato su cad3d ad usarlo.
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#15
Ecco qua il Torquemada della PTC.
1) Mio zio (pace all'anima sua) lavorava negli stampi. I figli hanno preso in mano l'attività, ma dopo un poco hanno dovuto chiudere (coglioni loro). Dall'asta fallimentare esce fuori sto pc che mi sono preso che ha installata la WF 3.0 col modulo stampi. Posso evitare di allegare foto dei miei parenti con la licenza di utilizzo del software tra le mani?
2) Le aziende spesso non fanno fare i corsi. Non danno il tempo di imparare. Per fortuna ci sono le tryout edition o quella per gli studenti, e c'è gente come me e molti altri che si è sbattuta per dimostrare all'azienda stessa che il software funziona e che quindi lo può comprare.
3) La mia azienda chiede a me se il modulo stampi ci può servire e va bene. Non ci fa fare una demo. Non si fida dei rivenditori. Se poi c'è qualcosa che non va chiama il sottoscritto. Non si lavora così, lo so. Ma l'azienda che mi dà mangiare lavora così. Non credo di essere l'unico.
4) Se la gente usasse al massimo gli indiani che rispondono al telefono (ma bisogna essere in manutenzione) (e la mia azienda lo è) e avesse fatto la giusta formazione e studiasse a fondo la guida in linea, questo forum e anche il forum ufficiale della PTC potrebbe chiudere (non si capisce perchè esista tra l'altro, visto che per frequentarlo sei in manutenzione e quindi puoi chiedere agli indiani onniscienti). In realtà quel forum è una miniera per gli sviluppatori: vengono fuori nuove idee, bug, ecc... e anche questo è una miniera a modo suo.

Tutte queste precisazioni (che non farò mai più) distolgono l'attenzione. Qualcuno che usa il modulo stampi sa come si fa quello sformo?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#16
Non intendevo polemizzare con te ... e non volevo sapere tutta la tua storia ed io non sono nè Torquemada ... nè della PTC :), sono un semplice progettista che usa Pro/E.

Volevo semplicemente dirti che imparare ad usare moduli specialistici di qualsiasi CAD senza un minimo di supporto, fa perdere un sacco di tempo e la pazienza.
Sei tuoi datori di stipendio sono contenti così ... buon per loro
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#17
chiedo scusa
non uso pro!!!!!!
ma mastico un po di stampi
ma se non esistessero i moduli specifici??????????
comm si fammo gli stampi con i dovuti angoli di sfoglia????:confused:
grazie mille
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#18
chiedo scusa
non uso pro!!!!!!
ma mastico un po di stampi
ma se non esistessero i moduli specifici??????????
comm si fammo gli stampi con i dovuti angoli di sfoglia????:confused:
grazie mille
Ciao Enzo, li faresti a manina, come si faceva una volta.
Anche le lamiere una volta si sviluppavano a mano ... ma ci voleva un sacco di tempo in più.

Se conosci il dato di partenza puoi anche modellare le superfici con il loro angolo esatto, senza applicare la funzione di sformo.
Lo sformo in Pro/E è anche aggirabile in molti casi con la Sweep a sezione variabile.
Il problema sorge quando ti arriva uno step (3D neutro) complesso (parliamo di superfici non planari) e su questo devi applicare gli sformi successivamente.

E tu mi chiederai ... e quello che ha fatto lo STEP non sapeva che il pezzo doveva avere lo sformo ? ... e qui caro Enzo la lingua batte dove il dente duole.
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#19
Ciao Enzo, li faresti a manina, come si faceva una volta.
Anche le lamiere una volta si sviluppavano a mano ... ma ci voleva un sacco di tempo in più.

Se conosci il dato di partenza puoi anche modellare le superfici con il loro angolo esatto, senza applicare la funzione di sformo.
Lo sformo in Pro/E è anche aggirabile in molti casi con la Sweep a sezione variabile.
Il problema sorge quando ti arriva uno step (3D neutro) complesso (parliamo di superfici non planari) e su questo devi applicare gli sformi successivamente.

E tu mi chiederai ... e quello che ha fatto lo STEP non sapeva che il pezzo doveva avere lo sformo ? ... e qui caro Enzo la lingua batte dove il dente duole.
:biggrin:
era solo una provocazione per animare un attimo il contenuto della discussione
ho prob degli step- jges da modificare per stampaggio e' sempre all'ordine del giorno
ciao MAX
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo Parametric 3.0, Solidworks 2016
Regione: -
#20
Non intendevo polemizzare con te ... e non volevo sapere tutta la tua storia ed io non sono nè Torquemada ... nè della PTC :), sono un semplice progettista che usa Pro/E.

Volevo semplicemente dirti che imparare ad usare moduli specialistici di qualsiasi CAD senza un minimo di supporto, fa perdere un sacco di tempo e la pazienza.
Sei tuoi datori di stipendio sono contenti così ... buon per loro
Ti ringrazio per la precisazione e son d'accordo con te. Ho premesso che questa mia cosa era comunque una curiosità. Ho esplorato vari moduli di ProE, grazie alle guide, senza che ci fosse un reale interesse della mia azienda al riguardo. Sono sempre stato un curioso e uno smanettone e, purtroppo e per fortuna, alla mia azienda ha fatto comodo (gli ho scelto un ottimo sistema CAD e, l'anno scorso, gli ho personalizzato alla grande il sistema gestionale). Figurati che il CAD neanche avevano in mente di comprarlo e pagavano 150 euro per farsi modellare il pezzo dallo stampista. Senza contare che poi, essendo diversi i CAD degli stampisti e che da un 2D in Autocad puoi tirare fuori 100 modelli leggermente diversi, tra un pezzo e l'altro della stessa "serie" si vedevano delle disomogeneità di modellazione. Per carità facciamo prodotti poveri tecnologicamente, ma quando inizi a fare 10 milioni di euro di fatturato all'anno devi anche rendere più professionale l'azienda.