Sfida tra modellatori superficiali

csurf

Utente Standard
Professione: progettazione stampi / modellazioni 3D / consulente Euklid cad-cam
Software: Autocad 2007 / Euklid V10 / Vx
Regione: Lombardia
Scusate, ma non è meglio che si provi a costruire il rubinetto sia che si usino superfici oppure solidi o entrabi e magari discutere poi delle difficoltà a cui si è andati incontro, al posto che stare qui a questionare di superifici e solidi, ecc...Una volta che abbiamo fatto il rubinetto allora si può valutare qual' è il metodo migliore e quale software è più efficace.
 

francisco_area

Utente Standard
Professione: progestista stampi cad/cam
Software: think. Rhino, hypermill, sum3d
Regione: roma
Scusate, ma non è meglio che si provi a costruire il rubinetto sia che si usino superfici oppure solidi o entrabi e magari discutere poi delle difficoltà a cui si è andati incontro, al posto che stare qui a questionare di superifici e solidi, ecc...Una volta che abbiamo fatto il rubinetto allora si può valutare qual' è il metodo migliore e quale software è più efficace.

parole sagge
:finger:
 

MoldKiller

Guest
Leggiti l'ultima risposta che ho dato a Stefano. Continuando a chiederni ciò è come se pretendessi che penna e matita si eguagliassero... Ti ho semplicemente fatto vedere che con un modellatore superficiale, anche col più semplice al mondo, il tuo cerchione è possibile modellarlo!

Anto
Mi pare di averlo già scritto prima che si trattava di un modello alla portata di tutti e che lo scopo del thread era un altro, ma a quanto pare tu hai voluto dimostrare tutt'altro sul tipo la scoperta dell'acqua calda!
Non so di solito con chi hai a che fare quando, ma ti assicuro che non stai dialogando con degli sprovveduti!

Domanda!
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Scusate, ma non è meglio che si provi a costruire il rubinetto sia che si usino superfici oppure solidi o entrabi e magari discutere poi delle difficoltà a cui si è andati incontro, al posto che stare qui a questionare di superifici e solidi, ecc...Una volta che abbiamo fatto il rubinetto allora si può valutare qual' è il metodo migliore e quale software è più efficace.
Il fatto finora e' che abbiamo sentito molti balh blah blah su questi modellatori superficiali ma nessun video. Quando li vedremo potremo fare deduzioni e controdeduzioni.
 

atw

Utente Junior
Professione: nessuna
Software: nessuno
Regione: LOMBARDIA
Mi pare di averlo già scritto prima che si trattava di un modello alla portata di tutti e che lo scopo del thread era un altro, ma a quanto pare tu hai voluto dimostrare tutt'altro sul tipo la scoperta dell'acqua calda!
Non so di solito con chi hai a che fare quando, ma ti assicuro che non stai dialogando con degli sprovveduti!

Domanda!
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
Che programma usi?
ha risposto nella sezione omnicad alla domanda.
ALIAS
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
Qualche considerazione (se sbaglio mi "corrigerete"):
Le superfici sono luoghi (o entità se preferite) geometrici a spessore zero.
Si possono ottenere in diversi modi:
- con le normali operazioni booleane di estrusione o rivoluzione (ad esempio un cubo o una sfera vuoti);
- con le sweep (una curva che scorre lungo una traiettoria);
- con le blend o sweep a seziona variabile (interpolazione fra sezioni diverse, ad esempio da una circonferenza ad un quadrato);

Fino a qui nulla di diverso dalle normali operazioni che esistono nel mondo dei solidi.

Nello stile (la metodologia di modellazione utilizzata per realizzare oggetti di design come una carrozzeria o un elettrodomestico) quando vogliamo realizzare oggetti di maggiore complessità, l'approccio è di regola differente.

In genere si realizzano 4 curve 3d nello spazio e si genera una superficie utlizzando queste come limite (viene chiamato capping o blend limite ... o in altri modi a seconda del cad utilizzato).
Il bravo modellatore quando utlizza questo sistema sa che deve rispettare delle regole, ve ne elenco qualcuna:
1- mantenere le perpendicolarità delle tangenti alle curve, rispetto ai piani di simmetria (in modo da avere delle specchiature corrette per le figure simmetriche);
2- rispettare le tangenze (G1) fra superfici contigue in modo da non avere giunzioni a spigolo indesiderate ... che in genere vengono definite G0;
3- in alcuni settori (l'automotive ad esempio) siccome gli oggetti devono avere delle ottime caratteristiche estetiche, visto che vengono trattati con vernici metallescenti, è richiesta la cosiddetta classe A, questa consiste nel raccordare le varie entità con continuità in curvatura.
Come si ottiene questa continuità ?
Semplice: le curve generatrici non sono archi di cerchio o segmenti di retta ma splines, i cui tratti terminali (quelli che vanno dall'ultimo nodo all'estremità) devono essere connessi alle altre splines e fra questi tratti terminali viene impostato il vincolo di continuità in curvatura (la curvatura altro non è che l'inverso del raggio).
Questa operazione è impossibile se dovete raccordarvi ad una superficie piana (che ha per definizione curvatura pari a zero), tant'è che non le troverete quasi mai negli oggetti di stile.

Altro capitolo a parte sono i raccordi.
Quando utilizzate le superfici, raccordare è più facile in quanto non avete il limite imposto dallo spessore (pensate ad un oggetto solido avente spessore 1 mm, non riuscirete mai a realizzare sullo spigolo esterno un raggio 2).

Per i raccordi da realizzare in classe A i modellatori dispongono di funzioni coniche (non il cono .... la conica :biggrin:) per cui i raccordi in prossimità della superficie avranno un raggio uguale alla superficie stessa, cosa impossibile da realizzarsi con un raccordo a sezione circolare.

E mo sono stanco di scrivere ... alla prossima puntata.
 

AntoDesign

Utente Junior
Professione: Industrial designer
Software: CAD/CAID
Regione: Lombardia
Questa operazione è impossibile se dovete raccordarvi ad una superficie piana (che ha per definizione curvatura pari a zero), tant'è che non le troverete quasi mai negli oggetti di stile.

Ti allego un'immagine per mostrarti che è invece possibile avere continuità di curvatura anche quando ci si collega a una superfice piana.

Anto
 

Allegati

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
Ti allego un'immagine per mostrarti che è invece possibile avere continuità di curvatura anche quando ci si collega a una superfice piana.

Anto
Forse sbaglio ma, quella è un'approssimazione che si assume per comodità ... è come dire che un iperbole tocca l'asintoto tendendo all'infinito.

Tant'è che non l'hai chiamato segmento retto ma .... curva nurbs e la curva di analisi ... della curvatura ... nel punto di giunzione si interrompe.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Ti allego un'immagine per mostrarti che è invece possibile avere continuità di curvatura anche quando ci si collega a una superfice piana.

Anto
Una funzione e' continua quando non fa "salti". Se anche la derivata prima non fa salti, cio' significa che nei punti in cui la funzione originale cambia pendenza, non lo fa con spigoli ma con dolcezza (per esempio due linee raccordati da un arco di cerchio).
Se anche al derivata seconda e' continua, significa che la derivata prima varia senza spigoli, cio' signfica che la funzione originale e' di grado 2 come minimo.

Ora mi sfugge come una linea retta sia modellizzabile con un polinomio di grado 2. Se magari mi spiegate il mio errore di concetto....
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
Una funzione e' continua quando non fa "salti". Se anche la derivata prima non fa salti, cio' significa che nei punti in cui la funzione originale cambia pendenza, non lo fa con spigoli ma con dolcezza (per esempio due linee raccordati da un arco di cerchio).
Se anche al derivata seconda e' continua, significa che la derivata prima varia senza spigoli, cio' signfica che la funzione originale e' di grado 2 come minimo.

Ora mi sfugge come una linea retta sia modellizzabile con un polinomio di grado 2. Se magari mi spiegate il mio errore di concetto....
E bravo Caccia, si vede che hai studiato l'Analisi Matematica (grande materia .... base di tutta la conoscenza scientifica) ... hai spiegato perfettamente il concetto.
 

AntoDesign

Utente Junior
Professione: Industrial designer
Software: CAD/CAID
Regione: Lombardia
Forse sbaglio ma, quella è un'approssimazione che si assume per comodità ... è come dire che un iperbole tocca l'asintoto tendendo all'infinito.

Tant'è che non l'hai chiamato segmento retto ma .... curva nurbs e la curva di analisi ... della curvatura ... nel punto di giunzione si interrompe.
Oh, e pensare che ti ho messo anche il grafico di curvatura...

Anto
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Oh, e pensare che ti ho messo anche il grafico di curvatura...

Anto
Gia' che ci sei, facci vedere il resto dello schermo cosi' capiamo finalmente che cad stai usando, visto che si parla di sfide fra cad
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
Io non proseguo nel discorso ... senò finisce a baruffa, ci sono già passato da queste storie.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Io non proseguo nel discorso ... senò finisce a baruffa, ci sono già passato da queste storie.
Mi sa che li mollo anche io e vado a vedere un film. comunque ogni tanto do un occhio, vedi mai che mi spieghino meglio cosa non ho capito del G1 e G2.