SETTARE LE QUOTE

BLASTIFERO

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: MODELING , CREO
Regione: LOMBARDIA
#1
Ciao ragazzi, vorrei poter settare le quote di default come voglio io: dimensioni testo, frecce, interlinea, colore testo, colore freccia, etc.
Premetto che arrivo da Modeling dove nella configurazione di sistema potevo settare ogni cosa con semplicità.
Posso farlo anche con Creo? Se si come e dove?
Grazie

ps. se esiste già una discussione che risponde alle mie domande me la indicate. Io non ho trovato nulla
 

tartufon80

Moderatore
Staff Forum
Professione: Volevo fare il tecnico....
Software: Solidworks 2016 SP5, Creo 2.0+PDMLink 10.1 (ricordi)
Regione: Abruzzo
#2
Ciao!

Segui il consiglio di Ozzy, qua!

Parti da un dtl, e poi modifichi o aggiungi le voci che ti interessano.
Quasi tutto quello che riguarda la messa in tavola, è gestita dal file *.dtl .

Buon lavoro!
 

painaz

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: proe
Regione: veneto
#4
a configurazione di proe non è uno scherzo, ci vuole un sacco di pazienza. Io usavo la proe2000i e ogni tanto uso una vecchia wildfire ed arrivare ad un config.dtl fatto bene ho speso un pò di tempo.

Non so se con Creo abbiano messo un wizard "opzioni" degno di questo nome, ovvero con anteprima di come vengono fuori le quote, cosa che altri cad fanno da 10 anni. Almeno in questo alla PTC vanno d'amore e d'accordo con la CoCreate, anche M10 da personalizzare era un bagno di sangue!!

Sono convintissimo che queste cose abbiano fatto perdere un sacco di clienti fra le imprese medio piccole.

Comunque, io ho fatto così: sono partito da un config.pro completo di tutte le voci (letteralmente centinaia....) a man mano che usavo proe e facevo messe in tavola pazientemente creavo/aggiornavo un config.pro e confi.dtl, theme.scl etc. etc.

metto a disposizione del forum i file di configurazione sperando di fare cosa gradita

nel file zippato c'è:

config.pro
config.dtl
search.pro
theme.scl
config_all con TUTTE le voci di configurazione

una directory di template con
start_parts con parametri (autore, descrizione, codice, peso in automatico, etc. etc.)
format da A0 a A4 con cartiglio che legge parametri e si compila, squadratura fondo con segni per piegare foglio a norma uni
una tavola stampata in pdf per farsi una idea di come è impostata la messa in tavola
tabella cartigli
tabella ingranaggi (legge parametri e si compila)

una directory con simboli personalizzati di rugosità, simbolo cono vista europea per compilare cartiglio.
una directory con materiali (l'aveva creata qualcuno nel forum, non ricordo chi ma grazie!) estensione .mat, forse per le versioni wildfire sucessive alla 2 non va bene.

Ovviamente ricordatevi di aggiustare il "path" alle directory quando riutilizzate i files.

Saluti & buon lavoro.

http://www.mediafire.com/?14azbtudqzmqdej
 

BLASTIFERO

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: MODELING , CREO
Regione: LOMBARDIA
#5
Grazie! domani ci smanetto per bene.
Cmq io uso in parallelo il Modeling della CoCreate e per le quote cè il menu di configurazione a tendina, non dico semplice, ma intuitivo. In Creo, la PTC, secondo me a lasciato troppi buchi vuoti e giustamente come hai detto tu, gli altri software sono avanti 10 anni!
 

painaz

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: proe
Regione: veneto
#6
Grazie! domani ci smanetto per bene.
Cmq io uso in parallelo il Modeling della CoCreate e per le quote cè il menu di configurazione a tendina, non dico semplice, ma intuitivo. In Creo, la PTC, secondo me a lasciato troppi buchi vuoti e giustamente come hai detto tu, gli altri software sono avanti 10 anni!
de nada. piccolo errata corrige: se vuoi la messa in tavola come mostrato nel disegno in pdf il config giusto è questo:

http://www.mediafire.com/view/2qxpgleygjg39a8/config.dtl

tieni a mente che io ho wildfire I, prendi le cose con le pinze

ricordati di settare il config.pro affinche punti al config.dtl:

View attachment 34813

qui vedi che la variabile pro_dtl_steup_dir punta alla posizione giusta del config.dtl

per chi usa wildfire c'è una procedura ideale:

1) creo disegno con tutti gli elementi tipici (simboli saldatura, tolleranze, dettagli, rugosità etc etc.)

View attachment 34816

2) lo "setto" per bene, dandogli lo stile desiderato:

View attachment 34814

poi di default il salvataggio della tavola "sistemata" di default viene salvata (vedi figura ) in "active_drawing"

3) faccio il save as della configurazione dell' "active_drawing" sopra il normale config.dtl (fanne una copia prima!)

View attachment 34815

Toglimi una curiosità: come è creo modeling? io avevo provato Solid Design (il papà di Direct) quando era ancora CoCreate e l'idea della modellazione diretta mi piaceva un sacco, la trovo molto aderente al concetto "pensa a progettare, non a come disegnarlo".
Però al solito l'interfaccia era un pò pasticciata, l'ambiente di lavoro personalizzabile solo da chi conosceva il programma anche nella programmazione (per capirci come le macro di Me10).

Inoltre la messa in tavola era mostruosamente lenta perche la tavola creata conteneva anche le parti per interfacciarsi a Me10 (chi l'ha usato mi capisce al volo).

Passi avanti verso una interfaccia intuitiva?
I due mondi di Creo (modellazione parametrica ed esplicita) dialogano bene, ovvero quello che fai in modeling puoi riutilizzarlo facilmente nel parametrico?
 
Ultima modifica:

BLASTIFERO

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: MODELING , CREO
Regione: LOMBARDIA
#7
..mi sono spiegato male. Uso Modeling in parallelo nel senso che ho una licenza indipendente da Creo. Non ho ancora avuto modo di testare bene la modellazione flessibile di Creo. Cmq io faccio parecchia progettazione e ti posso assicurare che non esiste altro software che potrà sostituire il Modeling!!! Una volta che ho realizzato il progetto lo paramettrizzo in Creo creandolo da zero ma sapendo già cosa fare, che sappiamo tutti che partire da zero in Proe per progettare è come un gomito di lana arrotolato male. AHAHAHA che filosofia!! Allo stesso tempo, il Modeling non offre la stessa parametrizzazione di Proe, anche se ci sono i moduli parametrici che ogni tanto uso solo per testare il progetto ma poi li dissocio perchè se no diventa ingestibile.
Spero di testarlo a presto, lavoro permettendo!!!! cmq grazie ancora per i config, ci sto lavorando
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#8
Trattasi di una tua opinione :), sembra strano, visto che per te non esiste altro software che modeling, che nessuno dei colossi dell'industria abbia scelto modeling per lo sviluppo prodotto.
Sembra strano anche il fiasco commerciale del suddetto prodotto, visto che lo ha comprato la PTC quando ormai erano arrivati alla frutta.
Mi viene piuttosto da pensare che valuti Creo/Pro-E con il metro di modeling, un programma che ha tutt'altro approccio alla progettazione.
Ti pare che colossi come Philips o Toyota perderebbero tempo e soldi in Creo se ci fosse in commercio un software così evidentemente migliore ?
 

painaz

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: proe
Regione: veneto
#9
segnalo anche questo link utile per configurare Creo/WildFire/Proengineer

http://www.proesite.com/newframe.htm?/UTIL/view_config.html

secondo me è un sito utilissimo, forse meriterebbe essere messo in evidenza.

Toyota usa Creo? Anche per lo styling della superficie delle lamiere?

Nessuna polemica, sono solo curioso. Credevo che i big dell'automotive usassero o Catia (in maggioranza?) o Nx.
Da qualche parte avevo letto che proe era stato utilizzato in Iveco, Ferrari, Piaggio... ...Ducati(?) ma non son sicuro.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#10
segnalo anche questo link utile per configurare Creo/WildFire/Proengineer

http://www.proesite.com/newframe.htm?/UTIL/view_config.html

secondo me è un sito utilissimo, forse meriterebbe essere messo in evidenza.

Toyota usa Creo? Anche per lo styling della superficie delle lamiere?

Nessuna polemica, sono solo curioso. Credevo che i big dell'automotive usassero o Catia (in maggioranza?) o Nx.
Da qualche parte avevo letto che proe era stato utilizzato in Iveco, Ferrari, Piaggio... ...Ducati(?) ma non son sicuro.
Toyota, usa Creo per il power train e Catia per la carrozzeria, idem per Ferrari. Noi lo usiamo anche per le carrozzerie e ci sembra che per le superfici vada molto bene.
Piaggio ti confermo che usa Creo (forse sono ancora alla Wildfire 5), Ducati usa NX per le superfici e suppongo Creo per telaio e motore (non ne sono sicuro). Questo per dire ... dov'è modeling ?