Schizzo di progetto e schizzo di parte in un assieme... come collegarli?

flaminio

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Solidworks 2016, Sketchup, Rhino, Draftsight, Keyshot, Lightroom, Photoshop
Regione: Campania
#1
Supponiamo di aver disegnato un meccanismo, tipo una catena cinematica, in uno schizzo libero in un assieme, utilizzando dei blocchi.
Voglio usare questo schizzo come pilota dei vari pezzi che compongono il meccanismo ed inizio a creare le parti direttamente nell'assieme. Ora modifico la singola parte e creo al suo interno uno schizzo per generare la sua prima funzione, ad esempio una estrusione...
come faccio a disegnare un contorno che sia collegato ad un blocco dello schizzo pilota esterno?
Non voglio usare lo schizzo di layout, e nemmeno converti entità, altrimenti i pezzi saranno bloccati e non mobili.
 

drake

Utente Standard
Professione: Ingegnere strutturista
Software: SW 2017 sp5.0
Regione: Marche
#2
Cioè scusa tu vorresti collegare degli oggetti a dei riferimenti e vorresti anche avere la possibilità che essi siano svincolati da esso?
Scusa ma credo che dovresti fare un attimo una riflessione sulla reale necessità che ti occorre, xchè o li vincoli o li lasci liberi.
Comunque credo che ti sia sufficiente quotare direttamente il tuo oggetto dello schizzo rispetto a quel riferimento. Ma così lo hai comunque legato....
 

flaminio

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Solidworks 2016, Sketchup, Rhino, Draftsight, Keyshot, Lightroom, Photoshop
Regione: Campania
#3
Mi spiego meglio:
se disegno un braccio di uno scavatore in 2d nello schizzo vedo i blocchi muoversi e faccio le dovute considerazioni progettuali.
Poi voglio modellare questo braccio in 3d collegando le dimensioni delle parti ai blocchi dello schizzo.
Ovviamente le dimensioni devono essere collegate... se il braccio è lungo un metro nel blocco dello schizzo sarà sempre un metro anche nella parte 3d. Solo che voglio che il braccio abbia anche lo snodo funzionante e non sia fissa, in modo da studiare funzionamento interferenze ed altro anche in 3d.
Per rispondere alla tua domanda, le dimensioni devono essere vincolate, ma la posizione no
Comunque il mio problema è quello di questo vecchio thread http://www.cad3d.it/forum1/threads/24244-collegare-2-schizzi-di-2-parti-diverse-Siolidworks
Vedo che una soluzione è chiamata -Blocchi.... ho provato a salvare i blocchi ed a reinserirli nelle parti, ma il collegamento è interrotto... schizzo e parti non si aggiornano congruentemente
 

drake

Utente Standard
Professione: Ingegnere strutturista
Software: SW 2017 sp5.0
Regione: Marche
#4
Ho capito, quindi nello specifico non riesco ad aiutarti perchè non utilizzo i blocchi come vuoi fare tu, ma comunque posta delle immagini x far capire il problema e magari viene fuori un'idea...
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#5
Supponiamo di aver disegnato un meccanismo, tipo una catena cinematica, in uno schizzo libero in un assieme, utilizzando dei blocchi.
Voglio usare questo schizzo come pilota dei vari pezzi che compongono il meccanismo ed inizio a creare le parti direttamente nell'assieme. Ora modifico la singola parte e creo al suo interno uno schizzo per generare la sua prima funzione, ad esempio una estrusione...
come faccio a disegnare un contorno che sia collegato ad un blocco dello schizzo pilota esterno?
Non voglio usare lo schizzo di layout, e nemmeno converti entità, altrimenti i pezzi saranno bloccati e non mobili.
Lo schizzo di layout nasce proprio per quello che vuoi fare: pilotare la cinematica e le dimensioni di base dei componenti di un assieme a partire da uno schema 2d, indipendentemente che tu usi i blocchi o meno.
Il componente creato sullo schizzo di layout non è fisso, è attaccato alla sua parte di layout. Se vuoi muovere l'assieme ti basta trascinare la parte di schizzo di layout che pilota quel componente. Ovviamente devi abilitare la visualizzazione degli schizzi e magari differenziare quelli di layout con un volore tipo il rosso facilmente individuabile nel mezzo della geometria 3d. L'unica differenza rispetto all'assemblaggio di parti create esternamente è che non hai la rigenerazione del 3d in tempo reale ma solo dopo che hai terminato di trascinare lo sketch. Questo con la verisone 2013 che uso io, magari se tu usi una verisone più recente la rigenerazione è in tempo reale.

Vedi comunque questa prova fatta al volo. Attiva la visualizzazione degli schizzi e trascina gli schizzi di layout per i vertici.
View attachment prova sketch layout.rar
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#6
Vedo che una soluzione è chiamata -Blocchi.... ho provato a salvare i blocchi ed a reinserirli nelle parti, ma il collegamento è interrotto... schizzo e parti non si aggiornano congruentemente
ti stai pericolosamente avvicinando al modoo di ragionare del disegno 2d. Pentiti figliolo!
Pensare di collegare dei valori dimensionali tra un disegno 2d che possiede dei vincoli cinematici e le parti 3d di un assieme con lo stesso tipo di vincoli cinematici è come voler andare da Roma a Milano... in treno e pensare di arrivare puntuali :redface:
 

flaminio

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Solidworks 2016, Sketchup, Rhino, Draftsight, Keyshot, Lightroom, Photoshop
Regione: Campania
#7
im 1.jpg
Ecco, ho fatto uno schizzo d'assieme con i blocchi che si muovono l'uno rispetto all'altro. Ora vorrei produrre la parte 1 parte2 e parte 3 in modo che cambiando le dimensioni di blocco1 cambino le dimensioni di parte1... però parte1 continui a poter muoversi congruentemente nella catena cinematica.
Se in parte1 in uno schizzo converto le entità di blocco1 (sempre in ambito di assieme), poi però la parte1 non si muoverà più.
 

flaminio

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Solidworks 2016, Sketchup, Rhino, Draftsight, Keyshot, Lightroom, Photoshop
Regione: Campania
#8
Ma no, invece è una strategia di progettazione largamente utilizzata e collaudata... ne è prova il fatto che SW mette a disposizione lo schizzo di layout per farlo agevolmente.
Lo fa chiunque utilizzi un criterio top down.
Ora solo io lo voglio fare con uno schizzo qualsiasi d'assieme e non con uno schizzo di layout
 

flaminio

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Solidworks 2016, Sketchup, Rhino, Draftsight, Keyshot, Lightroom, Photoshop
Regione: Campania
#9
Pensare di collegare dei valori dimensionali tra un disegno 2d che possiede dei vincoli cinematici e le parti 3d di un assieme con lo stesso tipo di vincoli cinematici è come voler andare da Roma a Milano... in treno e pensare di arrivare puntuali :redface:
Forse però ho capito quello che vuoi dire... anche a me da fastidio ridefinire nuovamente dei vincoli cinematici già definiti nello schizzo, però è estremamente comodo modificare un meccanismo di parti complesse attraverso uno schema 2d semplice. Ad esempio, considera una macchina dalla forma complessa, che però si basa su due o tre leve e cinematismi semplici che sono l'ossatura del suo funzionamento. Se disegno questa ossatura in uno schizzo avrò le dimensioni principali del progetto tutte assieme pronte per una revisione, senza dover aprire ogni singola parte e ripescare la lunghezza di ogni braccio o leva.

Ah, non avevo letto il tuo primo messaggio
ho provato il tuo modello e per la cronaca nel 2014 ancora non si rigenera in tempo reale.
Comunque preferisco non usare lo schizzo di layout, ne posso fare solo uno per assieme, credo.
Se qualcuno sa farmi fare la stessa cosa con uno schizzo ordinario mi è di grande aiuto
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#10
Ma no, invece è una strategia di progettazione largamente utilizzata e collaudata... ne è prova il fatto che SW mette a disposizione lo schizzo di layout per farlo agevolmente.
Lo fa chiunque utilizzi un criterio top down.
se permetti "ma no" lo dico io! :smile:
La strategia di modellazione top-down è quella che ti ho suggerito prima, con gli schizzi di layout, non è quella di collegare dimensionalmente uno schetch d'assieme alle relative parti mediante ralazioni indirette come vuoi fare tu. Hai idea di quante uguaglianze e equazioni tra schetch di assieme e schetch di parte richiede il tuo sistema? Se hai un

Ora solo io lo voglio fare con uno schizzo qualsiasi d'assieme e non con uno schizzo di layout
Lo puoi fare benissimo anche con uno schizzo qualsiasi. Schizzo di layout o blocchi dentro un schizzo normale poco(relativamente) importa e rimane il fatto che per cambiare la posizione delle parti 3d devi modificare lo schizzo. Il vantaggio dello schizzo di layout è che le varie parti dello schizzo mantengono i gradi di libertà disponibili alle modifiche direttamente dentro l'assieme. Con lo schizzo tradizionale devi entrare in modifica dello schizzo e trascinare i blocchi oppure attivare l'instant3d.
In ogni caso il 3d si rigenera solo dopo la modifica dello schizzo. Se vuoi trascinare in tempo reale i comonenti 3d ti devi accontentare di un'assemblaggio tradizionale. IMHO se l'assieme non è una bischerata con due o tre braccetti snodati ma entrano in gioco componenti e cinematismi più complicati fare collegamenti esterni con relazioni di uguaglianza tra schetch, variabili globali ed equazioni è puro delirio.
 

drake

Utente Standard
Professione: Ingegnere strutturista
Software: SW 2017 sp5.0
Regione: Marche
#11
Quoto completamente quello che ti è stato giustamente suggerito da marcof ed aggiungo pure che un software deve essere usato nel modo con cui è predisposto x fare una certa cosa altrimenti non è detto che la si faccia ugualmente prendendo un'altra strada.
Concludo dicendo che sw con i blocchi non è proprio chiaro e limpido. Io li utilizzo in messa in tavola x cartigli e scritte varie ed ho potuto ahimè notare che anche con la semplice editazione di una nota contenuta in un blocco fa un po di casino, nel senso che ti fa entrare a modificarla e poi quando salvi ed esci dal blocco vedi la nota come era prima.
Ti dico questo x farti ulteriormente desistere dall'utilizzare i blocchi x funzioni più complesse ma usali solo per quel che coso stati pensati e basta.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#12
Forse però ho capito quello che vuoi dire... anche a me da fastidio ridefinire nuovamente dei vincoli cinematici già definiti nello schizzo, però è estremamente comodo modificare un meccanismo di parti complesse attraverso uno schema 2d semplice. Ad esempio, considera una macchina dalla forma complessa, che però si basa su due o tre leve e cinematismi semplici che sono l'ossatura del suo funzionamento. Se disegno questa ossatura in uno schizzo avrò le dimensioni principali del progetto tutte assieme pronte per una revisione, senza dover aprire ogni singola parte e ripescare la lunghezza di ogni braccio o leva.
Di sicuro non riesco a spiegarmi. Quello che descrivi si fa con lo schizzo di layout oppure con uno schizzo tradizionale inserito nell'assieme.

Ah, non avevo letto il tuo primo messaggio
ho provato il tuo modello e per la cronaca nel 2014 ancora non si rigenera in tempo reale.
Comunque preferisco non usare lo schizzo di layout, ne posso fare solo uno per assieme, credo.
C'è qualcosa che ti confonde e non riesco a capire cosa sia. Nello schizzo di layout puoi fare tutta la geometria che ti servce, eventualmente usando i blocchi per creare appunto blocchi che suddividono il layout. NOn servono quindi più schizzi di layout intesi come più feature.

Se qualcuno sa farmi fare la stessa cosa con uno schizzo ordinario mi è di grande aiuto
Come ti ho già scritto:

  1. fai lo sketch normale che contiene i blocchi o lageometria correttamente vincolata (come quella del mio esempio)
  2. crea le singole parti nel contesto dell'assieme disegnandole direttamente sulle singole parti dello sketch
  3. modifica poi l'assieme entrando in modifica dello scheth (o usando instant3d) e cambiando la posizione dei blocchi, della geometria vincolata oppure delle quote che pilotano il tutto.

Do per scontato che ti sia chiaro che lo sketch di layout rappresenti appunto l'ossatura dell'assieme principale, semplificata al massimo. I dettagli delle singole parti devono essere modellati indipendentemente dallo sketch di layout