• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

scelta materiale per adattatori

Diego86

Utente Junior
Professione: manutenzione meccanica
Software: -
Regione: veneto
#1
Ciao a tutti,ho deciso di iscrivermi a questo forum perche pur non essendo del settore,ho spesso a che fare con problemi di progettazione (molto semplici...) e soprattutto scelta dei materiali;per quanto riguarda questo aspetto penso che non siano sufficienti manuali testi universitari o insegnamenti purtroppo sempre più striminziti...ritengo quindi che solo l'esperienza maturata in anni di lavoro e condivisione di idee possa dare consigli validi.
Vi propongo quindi il mio problema:devo far realizzare degli adattatori da interporre tra il mozzo del ponte di un fuoristrada e il cerchione che ha attacco diverso;per quanto riguarda la geometria non è un problema;i dubbi mi sorgono sulla scelta del materiale da impiegare...molti costruttori impiegano leghe leggere di alluminio,ma non so quale di preciso,pensavo fosse indicato il duralluminio oppure l'anticordal;però potrebbero esserci problemi di reperiibilità poichè si tratta di pochi pezzi.
Di più facile reperibilità sono gli acciai,e quì la cosa si complica...
requisito fondamentale è la resistenza alla corrosione;quindi potrebbe andare bene un acciao inox (tipo AISI 410...???),oppure si può impiegare un normale acciaio da costruzione per poi fare un trattamento anticorrosivo??...
Grazie e ciao
 

matte79

Utente Standard
Professione: Mobilizzazione Mouse
Software: ProE-Catia V5-Think design
Regione: Emilia Romagna
#2
Puoi fare praticamante ciò che vuoi..sconsiglio leghe leggere che sono troppo deformabili e se non fai uso agonistico (e le cambi spesso) potrebbe essere un costo elevato.
Per l'acciaio se è un distanziale (e quindi scarico) e non ha strisciamento va bene anche un Fe poi trattato con vernici...
 

Diego86

Utente Junior
Professione: manutenzione meccanica
Software: -
Regione: veneto
#3
Grazie matte,in effetti non sapevo come interpretare la sollecitazione sul pezzo che sarà "compresso" tra ruota e mozzo,ma supponevo che non ci fossero sollecitazioni notevoli da considerare.
Le leghe leggere vengono usate per ridurre le masse non sospese;ma con circa 14 kg di cerchio più 20 kg di copertone più tutto il ponte....penso che la differenza di qualche kilo sia trascurabile...
Quindi potrei scegliere un'acciao comune e poi trattarlo con una galvanizzatura oppure è meglio una verniciatura?
Un'altro quesito riguarda la finitura superficiale delle superfici di appoggio che rugosità devono avere?
e già che ci sono metto pure questa...le colonnette di questi componenti non sono altro che viti altoresistenziali giusto??
grazie e ciao
 

matte79

Utente Standard
Professione: Mobilizzazione Mouse
Software: ProE-Catia V5-Think design
Regione: Emilia Romagna
#4
Allora i chili li puoi (se non fai gare) lasciare perdere..
Galvanizzatura? Costa così come costa cromarlo...potresti verniciarlo e basta che è sicuramente peggio (si potrebbe graffiare e lì parte l'ossidazione) dipende dal budget.
Le superfici di contatto dipendono da come ti lavorano il pezzo..se hanno un buon tornio-fresa aspettati un 3.2 altrimenti un 1.6 (devono metterlo in rettifica)..consiglio:eek:cchio alle tolleranze di oscillazione hai un massa rotante e se "imbarlata" son cavoli!
Viti altoresistenziali? Intendi ad alta resistenza? Qui il panorama è un po' complesso edipende da come sono fatte..di norma tieni conto che tutti i filetti sono sollecotati a trazione (quindi sono più o meno una vite)...ve ne sono alcune che hanno la forma di un "piolo" e in genere compiono una funzione di centraggio.
Uno schema aiuterebbe...
 

Diego86

Utente Junior
Professione: manutenzione meccanica
Software: -
Regione: veneto
#5
Non avendo le misure precise non ho fatto ancora un disegno quindi allego una foto che dovrebbe rendere l'idea.
Inoltre i fori hanno una battuta conica che si abbina all'estremità conica dei dadi;domanda:questi dadi si trovano in commercio o sono pezzi particolari?
per le colonnette intendevo ad alta resistenza e dovrebbero essere avvitate nel pezzo (non saprei come).
Per il resto la lavorazione;eseguita con macchinari di qualità;non dovrebbe creare problemi.
Visto che trattamenti anticorrosivi sono costosi,mi chiedevo quindi se conviene farli in inox...?
grazie e ciao
 

Allegati

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#6
Non avendo le misure precise non ho fatto ancora un disegno quindi allego una foto che dovrebbe rendere l'idea.
Inoltre i fori hanno una battuta conica che si abbina all'estremità conica dei dadi;domanda:questi dadi si trovano in commercio o sono pezzi particolari?
per le colonnette intendevo ad alta resistenza e dovrebbero essere avvitate nel pezzo (non saprei come).
Per il resto la lavorazione;eseguita con macchinari di qualità;non dovrebbe creare problemi.
Visto che trattamenti anticorrosivi sono costosi,mi chiedevo quindi se conviene farli in inox...?
grazie e ciao
Mi intrometto solo per sconsigliarti l'inox , per l'alto costo , la instabilità dimensionale , le difficoltà di lavorazione.

Se vuoi un bel pezzo magari non verniciato per la questione degli accoppiamenti ecc potresti per esempio fare una nichelatura chimica (nypploy)

Diventa , alle condizioni normali di utilizzo , inattaccabile. :cool:
 

Diego86

Utente Junior
Professione: manutenzione meccanica
Software: -
Regione: veneto
#7
Grazie del consiglio,quindi potrebbe essere più conveniente fare una nichelatura piuttosto che farli in inox...il problema potrebbe essere trovare chi fa questo tipo di trattamento.
Per quanto riguarda l'instabilità dimensionale non lo sapevo;è un problema relativo a componenti sollecitati o è indipendente dalle forze in gioco?nel mio caso essendo masse rotanti dovranno essere perfettamente bilanciate!!!.
grazie e ciao
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#8
Grazie del consiglio,quindi potrebbe essere più conveniente fare una nichelatura piuttosto che farli in inox...il problema potrebbe essere trovare chi fa questo tipo di trattamento.
Per quanto riguarda l'instabilità dimensionale non lo sapevo;è un problema relativo a componenti sollecitati o è indipendente dalle forze in gioco?nel mio caso essendo masse rotanti dovranno essere perfettamente bilanciate!!!.
grazie e ciao
Abitando tu in veneto gente che fa trattamenti li trovi ad ogni dove...

Diciamo che nel tuo caso il problema dell'inox potrebbe solo riguardare il fatto che è difficile (cioè costoso) da lavorare , oltre naturalmente a costare circa il triplo rispetto all'acciaio normale. :)