Scelta CAD+PDM

UGoverALL

Guest
Tu hai con me gli stessi problemi che Veltroni ha con Berlusconi...

buttarla in politica quando non hai altri argomenti è una tattica interessante ....

Visto che lavori in DS, qual'è il tuo scopo qui se non quello di propagandare Catia e Enovia?

....copia e incolla cambiando azienda e prodotti e rivolgi la domanda a te stesso

Visto che lavori in Siemens, qual'è il tuo scopo qui se non quello di propagandare NX e Teamcenter
?

Si chiama principio di reciprocità.
La differenza fra me e te e che:
- Io l'ho sempre dichiarato, mentre Tu ti sei presentato qui sotto false spoglie, scandalizzato perchè io difendo i prodotti che la mia azienda vende ed io supporto... e tu, guarda un pò, sei proprio proprio nella mia stessa situazione...
- Io aiuto e supporto i tanti utenti UG/TC che qui vengono a prendere informazioni, Tu sei qui solo per polemizzare con me... non hai ancora fatto un solo intervento per cui qualcuno ti possa aver ringraziato.
 
Ultima modifica:

UGoverALL

Guest
Se posso permettermi; perchè non proviamo a capire, invece, quali sono i fattori che fanno decidere un'azienda di 10 posti di lavoro CAD (che non è Fiat o Ford) ad utilizzare una soluzione PDM?
Ciao dolfin,
Direi che se vai a leggerti le prime pagine di questo thread troverai le risposte alla tua domanda.
L'azienda di lucky74 è una PMI e lucky ha descritto con precisione il perchè/percome ha scelto quel che ha scelto.
Ripeterlo nuovamente non so se ha senso.

Ciao,
UoA
 

Ozzy

Guest
Ma infatti non capisco perchè tanto casino,quando per una volta tanto un utente descrive in modo accurato i perchè e i per come sia andato a scegliere uno rispetto all'altro.
Prima di criticare, utenti nuovi dovrebbero prima di tutto cercare di aiutare o almeno provare a farlo.
è sempre troppo facile, arrivare sparare a zero e poi scomparire nel nulla come tante, troppe volte in passato è già successo.

Quindi invito tutti alla calma e a riportare il tema sulla tematica iniziale.

Ozzy
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Se posso permettermi; perchè non proviamo a capire, invece, quali sono i fattori che fanno decidere un'azienda di 10 posti di lavoro CAD (che non è Fiat o Ford) ad utilizzare una soluzione PDM?
Sono d'accordo.

Nella mia esperienza la prima motivazione arriva insieme o poco dopo il passaggio dal 2D al 3D
 

UGoverALL

Guest
Direi che le motivazioni sono altre: il passaggio massivo 2D - 3D delle grandi aziende risale alla prima metà anni '90.
Il passaggio 2D - 3D delle PMI è storia del '95 - 2002/3.
Dal 2004 in avanti le aziende che ancora mantenevano una progettazione 2D erano proprio mosche bianche.
Visto che l'esplosione del PDM è roba recente direi che le ragioni sono da ricercare altrove.

Appena ho un pò di tempo... (oppure, anticipiamo il sapiente 3DPLM: "adesso UoA va a chiedere consiglio ai suoi amici commerciali e del PDM")

UoA
 
Ultima modifica:

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
Ciao dolfin,
Direi che se vai a leggerti le prime pagine di questo thread troverai le risposte alla tua domanda.
L'azienda di lucky74 è una PMI e lucky ha descritto con precisione il perchè/percome ha scelto quel che ha scelto.
Ripeterlo nuovamente non so se ha senso.

Ciao,
UoA
Ciao UoA. Ho seguito il tuo suggerimento e sono andato a rileggere le prime righe del thread. Visto che sono nuovo e non vorrei sembrare rompiscatole, chiederei a Lucky74 di intervenire sulle mie parole.
Mi par di aver capito che è stato fatto un confronto tecnico tra 3 soluzioni (CAD + PDM): Catia + ST, NX + TC, SW + PW.

SW + PW + stato scartato per poca credibilità nel futuro della soluzione o, perlopiù, dal fatto che non ha un CAM integrato/proprietario.

In un post, Lucky74, dice che tutto sommanto i CAD Catia ed NX si equivalgono.
ST è stato scartato perchè è sembrato un elefante (a parte l'impessione di "pancia" avuta dopo la demo).
Al tempo stesso si è valutata la possibilità di estensione della soluzione da un PDM ad un PLM.

Sino qui è tutto corretto oppure ho dimenticato qualcosa?
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Direi che le motivazioni sono altre: il passaggio massivo 2D - 3D delle grandi aziende risale alla prima metà anni '90.
Il passaggio 2D - 3D delle PMI è storia del '95 - 2002/3.

UoA
Mi piacererebbe che tu avessi ragione, UoA ...

Io sto lavorando con aziende tutt'ora in produzione con AutoCAD e che stanno valutando SE fare il passaggio ad Inventor/Solidedge/Solidworks ...
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
provo a dire la mia... secondo me l'ingrsso del PDM nasce non tanto per una transizione tecnca da 2d a 3d ma dalla forte delocalizzazione che le aziende stanno attuando sia dal punto di vista produttivo che dal punto di vista progettuale (e questa è mia esperienza diretta).
Le prime a dotarsi di PDM sono state le multinazionali che hanno per prime delocalizzato la produzione, mantenendo la progettazione al proprio interno, dopo di che e forse è questa la storia degli ultimi 10 anni anno delocalizzato anche la progettazione, per cui il "dinosauro" che era fornitore della stessa multinazionale e che prima lavorava con un banale 2d, ora per continuare a lavorare con il suo cliente di riferimento, si è dovuto allinere con un 3d e un PDM.
se poi andiamo ad analizzare cio che accade nelle piccole aziende, ancora oggi si assiste a delle aziende che sono strettamente legate alla produzione, infatti a volte nascono prima gli oggetti che il loro disegni di progetto (non posso fare i nomi ma ne ho viste a bizzeffe) tantè che si trovano sottodimensionati dal punto di vista dell'ufficio tecnico, risultato: I disegni non sono mai aggiornati! per non parlare poi del tempo che impiega un tecnico dell'ufficio a ricercare il disegno quando arriva il responsabile dell'uffico acquisti (TITOLARE del'azienda) che si deve far fare un preventivo da un subfornitore.
Qeste sono le motivazione che spingono le aziende a scegliere un CAD o PDM.
qual'è il migliore?.... chiedetelo al RAGIONIRE dell'azienda perchè è lui che decide in funzione dell'investimento (nel caso della picola azienda) per gli altri casi di solitoto i vari MARKETIG (di chi vende e di chi compra) troveranno certo una soluzione.

ciao a tutti e scuste se sono stato lungo e degli eventuali errori di battitura.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
Mah, non solo. Nelle piccole aziende l'ingresso del 3d ha causato un grande problema dato dalla creazione di un numero enorme di documenti cad, dopo qualche anno è normale che si perda il controllo sullo storico. Da qui la necessità (primordiale) di un database integrato nel cad che gestisca i documenti. Da questo spunto sono nati pdm adatti ai piccoli che oggi fanno molto.

Per quanto riguarda i grandi, non so, non sono mai entrato in realtà grandi.
 

Lucky74

Utente Junior
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008
Regione: Toscana
Dunque, per quanto ci riguarda (parlo sempre per l'azienda a cui faccio consulenza) la necessità di passaggio al PDM è stata dettata non tanto dal passaggio dal 2D al 3D (passaggio peraltro avvenuto in maniera anomala con il Visi CAD che è un 3D esplicito, una sorta di AutoCAD 3D) ma da due necessità preponderanti: con l'espansione dell'azienda (dipendenti raddoppiati negli ultimi 5-6 anni) c'è la necessità di gestire un numero sempre maggiore di dati, ma, soprattutto c'è GRANDISSIMA necessità di rivedere i processi aziendali (a cominciare dalle procedure di progettazione) e di farli rispettare. Diciamo che l'avvento del PDM è un pò una scusa per rivedere tutte le procedure e per tentare di farle seguire in maniera più rigorosa possibile!
 

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
Giusto per fare un po' di storia. Nel lontano 1980 i primi sistemi di gestione delle informazioni aziendali avevano il nome di EDM (Enterprise Data Management) con grandi velleità di poter gestire tutto quello che ruotava intorno ad un'azienda, peccato che la tecnologia non lo permetteva! Quindi si è passati ad acronimi più leggeri, come il PDM, per gestire i dati di prodotto; peccato che molti CAD erano solo 2D e di fatto non vi era molto da gestire. Siamo verso gli anni '90. Da qui nascono le prime soluzioni CAD Centriche per soddisfare le esigenze dei primi sistemi CAD 3D ma le aziende non sono pronte (continuano con il 2D). Nascono i primi sistemi di Workflow perchè si comincia a sentire l'esigenze della gestione del processo aziendale, non solo del dato. Da adesso ritornano in auge i sistemi PDM con capacità evolute anche verso i Workflow, nascono i primi sistemi di Document Management e le prime integrazioni con i sistemi ERP. Ovviamente le aziende si trasformano e delocalizzano la produzione per cui è necessario poter gestire in modo controllato (e di conseguenza pianificare) la produzione stessa: ecco che arrivano i sistemi MRP per la gestione del Manufacturing. Arriviamo dopo altre evoluzioni agli anni 2000. Tecnologia nuova, Microsoft che prende il sopravvento sui sistemi UNIX e così via. Nasce il concetto di PLM che, di fatto, riprende l'idea degli anni '80 di poter gestire tutto: il prodotto, il processo e la produzione.

A parte la degressione temporale (non me ne vogliate), questo per dire che un fondo di verità esiste in tutto ciò che le aziende hanno fatto sino ad oggi nel tentativo di migliorare.
Quindi do ragione un po' a tutti quando dite che le ragioni di alcune scelte sono basate sul budget, sul tipo di lavoro che svolge un'azienda ed anche sulle dimensioni di quest'ultima.

Ciao a tutti.
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
La differenza fra me e te e che:
- Io l'ho sempre dichiarato, mentre Tu ti sei presentato qui sotto false spoglie, scandalizzato perchè io difendo i prodotti che la mia azienda vende ed io supporto... e tu, guarda un pò, sei proprio proprio nella mia stessa situazione...
- Io aiuto e supporto i tanti utenti UG/TC che qui vengono a prendere informazioni, Tu sei qui solo per polemizzare con me... non hai ancora fatto un solo intervento per cui qualcuno ti possa aver ringraziato.
SANTO SUBITO .... SANTO SUBITO .... SANTO SUBITO !!!!
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Quindi do ragione un po' a tutti quando dite che le ragioni di alcune scelte sono basate sul budget, sul tipo di lavoro che svolge un'azienda ed anche sulle dimensioni di quest'ultima.

.
Dolfin,

Questo mi sembra buon senso ..... quindi :

- se dobbiamo basarci sul budget è meglio scartare UGS , PTC , Dassault ... sono costose ..... giusto ?

- sul tipo di lavoro ..per esempio... se sei un supplier auto compri il PDM dei tuoi clienti ? ... fammi capire

- sulle dimensioni ?????? questa non riesco a capirla
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Dunque, per quanto ci riguarda (parlo sempre per l'azienda a cui faccio consulenza)
.....
Scusa , per capire meglio , se lo puoi dire ... sei responsabile dell'ufficio tecnico o consulente esterno ?
 

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
Dolfin,

Questo mi sembra buon senso ..... quindi :

- se dobbiamo basarci sul budget è meglio scartare UGS , PTC , Dassault ... sono costose ..... giusto ?

- sul tipo di lavoro ..per esempio... se sei un supplier auto compri il PDM dei tuoi clienti ? ... fammi capire

- sulle dimensioni ?????? questa non riesco a capirla
Certo, si può scartare tutto e continuare con il modello "codice di Hammurabi".
Intendo dire che se in alcune aziende, come citato da ferrezio, l'unico motivo per la scelta di un prodotto è il budget che viene messo a disposizione non si va da nessuna parte.
Le scelte dovrebbero essere fatte sulla base di un analisi concreta dei bisogni dell'azienda e sui traguardi futuri (vogliamo crescere ed evolvere o no?).
Se sono un supplier posso fare due ragionamenti: mi adeguo a ciò che mi chiede il mio OEM (e divento succube di tutte le sue scelte) o definisco il mio essere aziendale, per cui mi creo un'identità e la sviluppo.
Ovviamente se sono mono OEM non ho molte scelte!!!! In questo caso però sono fatto nel momento in cui l'OEM non mi da più il lavoro che mi dava.

Le dimensioni. Bene, per pitturare una parte non serve un pennello grande ma un grande pennello!!! Anche se la dimensione aziendale non è elevata, chi mi assicura che non ho bisogno di un sistema che mi aiuti nell'evoluzione?
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Anche se la dimensione aziendale non è elevata, chi mi assicura che non ho bisogno di un sistema che mi aiuti nell'evoluzione?
Questa mi piace. Te la quoto ...
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
Se sono un supplier posso fare due ragionamenti: mi adeguo a ciò che mi chiede il mio OEM (e divento succube di tutte le sue scelte) o definisco il mio essere aziendale, per cui mi creo un'identità e la sviluppo.
Ovviamente se sono mono OEM non ho molte scelte!!!! In questo caso però sono fatto nel momento in cui l'OEM non mi da più il lavoro che mi dava.
Quindi, se sono un fornitore auto e se lavoro quasi esclusivamente in codesign con FIAT ... ho una scelta obbligata , è inutile perdere tempo in discussioni tecniche. Me lo impongono se voglio prendere la commessa.

Se voglio lavorare per BMW , Daimler, Chrisler, Ford/Volvo, Porsche, VW/AUDI/Seat/Lamborghini , PSA, Renault, Ferrari .... ecc.. ecc.. è meglio che mi siedo e rifletto un'attimo ... ho capito bene ?
 

Lucky74

Utente Junior
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008
Regione: Toscana
Scusa , per capire meglio , se lo puoi dire ... sei responsabile dell'ufficio tecnico o consulente esterno ?
Beh, diciamo entrambe le cose, mi occupo dell'UT dell'azienda ma sono inquadrato come consulente esterno e, sinceramente, sto pensando seriamente di essere sempre più consulente e sempre meno responsabile UT ... ma questa è un'altra storia.
Tornando a noi, mi spieghi una cosa? Fino ad ora ti sei limitato a commentare (anche sarcasticamente) i post degli altri... ma perchè non ti decidi a parlarci di tue esperienze e cerchi di farci capire perchè sei in questo forum?
Cordialità