• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Scelta CAD+PDM

UGoverALL

Guest
#81
Non è che stai invecchiando...sei vecchio!
A parte gli scherzi, non sono molto daccordo con quello che dici. Innanzitutto facciamo una distinzione tra soluzioni ERP e soluzioni PDM, non confondiamo le acque mescolando cò che deve fare una soluzione con un altra. SAP è un ottimo prodotto ERP e non PDM per cui è corretto che inserisca rigidità in alcuni processi aziendali. Certo che se si vie sempre "nell'ombra" e non si vuole vedere i problemi della propria azienda e si vuole continuare come si è sempre fatto, non c'è nessuna ragione di introdurre soluzioni PDM.
Dalle tue affermazioni evinco che hai avuto esperienze molto negative con soluzioni ERP e PDM per cui preferisci stare attaccato ad un vecchio modo di lavorare.
Non dico che questo sia sbagliato (una volta si diceva: chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa ciò che lascia ma non sa ciò che tova!) però è necessario, soprattutto nel mondo che viviamo oggi, avere in azienda delle soluzioni che aiutano l'azienda, non solo l'utete finale. Se ci fossimo fossilizzati sull'uso del 2D (cosa che purtroppo succede ancora in molte aziende) non ci sarebbe stata l'evoluzione delle soluzioni 3D più avanzate come il "Parametrico variazionale" che, e penso tu possa dire molto in merito, ha aiutato molto i progettisti nel loro lavoro.
Mi sono proprio mal spiegato.

Io personalmente, casi particolari a parte, sono assolutamente convinto che un PDM è necessario ed utile per gestire progetti minimamente complessi.
Certo che se sei uno stampista con 3 posti di lavoro in una stanza è inutile...

Non parlavo di mie esperienze che sono quasi tutte positive: Fiat, FPT, UTS, Avio, etc... gli strumenti, uniti ad una rivisitazione (parziale) dei processi, ha dimostrato di saper veramente dare valore.
Mi riferivo a tanti clienti "medi" (diciamo, dalle 5 alle 50 postazioni CAD... quindi un numero di utenti PDM moltiplicato tipicamente per 2 o 3) che invece hanno avuto solo casini perchè pensavano al PDM come ad un semplice facilitatore di azioni ripetitive (Automazione creazione PDF, Auto-plot etc... tutte cazzatine).
Per poi stupirsi:
... ma come? Non ci sono più i file che posso mettere con un drag&drop su un DVD o una chiavetta per portarmeli a casa?
... ma perchè tutto sto casino per mandare un file/assembly ad un fornitore??
... ma perchè non riesco ad importare nel PDM sti 4 file? (e magari i 4 file sono 400 pieni di link interpart rotti...)
... ma prima io la sera firmavo i 2D plottati... perchè adesso dobbiamo averli elettronici? :eek:

Guardate che reazioni come queste sono normalissime e diffusissime... perchè? perchè l'IT ha venduto internamente il PDM come:
"I tuoi file saranno in cassaforte"
"collaborerai on-line con tutti"
"i tuoi progettisti lavoreranno in parallelo sullo stesso progetto in sicurezza"
... senza preparare l'azienda al cambio di mentalità.

Spero di essere stato chiaro...

UoA
 

Stefano_ME30

Guest
#82
Mi chiamavo CatiaWillDie nel 2001... dall'inizio del 2002, ho cambiato Nick.
Sulle mie intenzioni bellicose: ci mancherebbe... certo!
Il Web è mica roba da mammolette... ;)
Vedo che ancora riesci a far incaxxare qualcuno!!

:)

P.S.: io ci sono gia' passato e mi sento vaccinato, ma e' sempre un piacere leggerti...sentire ancora scorrere il sangue nelle vene....
;)
 

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
#83
Ok. Think again! Come vedi il tutto si riconduce nuovamente alla discussione originale...la volontà e la capacità di farlo. Se le tue esperienze sono state tutte positive perchè denigrarlo. Da 5 a 50 è un valore percentuale un po' alto, se poi lo moltiplichiamo per 2 o 3...; chi ha 50 posti di lavoro deve avere una bella organizzazione altrimenti....che pasticcio sul filesystem! Personalmente ho avuto esperienze diverse per cui posso dirti che anche chi ha 50 posti di lavoro può utilizzare una buona soluzione PDM e trarne dei vantaggi.
 

UGoverALL

Guest
#84
Ok. Think again! Come vedi il tutto si riconduce nuovamente alla discussione originale...la volontà e la capacità di farlo. Se le tue esperienze sono state tutte positive perchè denigrarlo. Da 5 a 50 è un valore percentuale un po' alto, se poi lo moltiplichiamo per 2 o 3...; chi ha 50 posti di lavoro deve avere una bella organizzazione altrimenti....che pasticcio sul filesystem! Personalmente ho avuto esperienze diverse per cui posso dirti che anche chi ha 50 posti di lavoro può utilizzare una buona soluzione PDM e trarne dei vantaggi.
Ragazzi,
Io non so più come dirlo. Provo con parole semplici e scandite:
... non denigro nessuno
... penso che il PDM sia indispensabile, a parte pochi casi (stampisti, UT con 2/3 posti)
... penso che implementare un PDM senza una revisione dei processi sia uno sbaglio
... penso che un PDM prodotto dalla stessa sw house che produce il CAD possa essere avvantaggiato come "CAD Manager"
... penso, riferito al punto sopra, che certi PDM, come per es Teamcenter, fatta 100 la capacità di gestione CAD di Catia o Pro/E di un PDM "fratello", arrivino ad una capacità di 90. Non arriva a 100 solo perchè le SW house non mettono a nostra disposizione tutte le API del CAD oppure, all'interno del PDM ne usano di "non ufficiali"
... penso che Catia V6 sia stato architetturato com'è (integrato con matrix) semplicemente per mettere i bastoni fra le ruote a Noi e PTC che abbiamo preso il business PDM in Alenia, Iveco, VW/Audi, Alstom, Boeing, Airbus etc etc

Ecco, tutto qui... non mettemi in bocca affermazioni strane tipo
"il PDM non serve"
"il PDM serve solo per le aziende grandi"
"L'unico PDM buono è TC, il resto è cacca"
etc etc...

Ciau
UoA
 

Ozzy

Guest
#85
Ragazzi,
Io non so più come dirlo. Provo con parole semplici e scandite:
... non denigro nessuno
... penso che il PDM sia indispensabile, a parte pochi casi (stampisti, UT con 2/3 posti)
... penso che implementare un PDM senza una revisione dei processi sia uno sbaglio
... penso che un PDM prodotto dalla stessa sw house che produce il CAD possa essere avvantaggiato come "CAD Manager"
... penso, riferito al punto sopra, che certi PDM, come per es Teamcenter, fatta 100 la capacità di gestione CAD di Catia o Pro/E di un PDM "fratello", arrivino ad una capacità di 90. Non arriva a 100 solo perchè le SW house non mettono a nostra disposizione tutte le API del CAD oppure, all'interno del PDM ne usano di "non ufficiali"
... penso che Catia V6 sia stato architetturato com'è (integrato con matrix) semplicemente per mettere i bastoni fra le ruote a Noi e PTC che abbiamo preso il business PDM in Alenia, Iveco, VW/Audi, Alstom, Boeing, Airbus etc etc

Ecco, tutto qui... non mettemi in bocca affermazioni strane tipo
"il PDM non serve"
"il PDM serve solo per le aziende grandi"
"L'unico PDM buono è TC, il resto è cacca"
etc etc...

Ciau
UoA
Cos'è il PDM?Paziente e sommo Ugoa?ahhaha
Scherzo ovviamente.:rolleyes:
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#86
Visto che "Il Web è mica roba da mammolette... (UoA)" please, smettila di fare l'investigatore segreto e confrontati sui contenuti , quelli veri, senza battutine o slogan.

Mi troverai presente e per lungo tempo ...su tutte le tematiche su cui penso di poter dire la mia con competenza, convinto che ognuno di noi abbia diritto ad esprimere la propria opinione, sempre e comunque.

Il confronto è sempre costruttivo anche quando è aspro purchè sia rispettoso.
Io rispetto moltissimo la tua persona, la tua professionalità, la tua azienda.

Non condivido molte delle tue idee ed affermazioni nel settore PDM/PLM e sopratutto non sopporto quando si basano su dati ed informazioni incomplete o distorte anche se (talvolta) vengono fatte in buona fede.

Così non rendi un servizio agli utenti del forum,
ma solo alla tua azienda. Perchè se nessuno ha la possibilità di contraddirti, goccia dopo goccia, le falsità si insinuano e diventano mezze verità. Lo sai e questa è la tua tattica.

Il tuo intento è chiarissmo ed esplicito nel tuo nick , e non mi scandalizza per nulla.
Il mio è altrettanto chiaro ed esplicito, le parole e le sigle hanno un significato ed un valore , a volte pesante.

Proprio per questo non mi sono chiamato XXXWillDie o MiaAziendaOverAll o noisiamoermejodetutti.
Perchè non ne condivido ne il significato ne il metodo. Qualunque sia XXX o MiaAzienda.
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#87
... all'interno del PDM ne usano di "non ufficiali"

... su questo parli per esperienza personale o supponi ?

... penso che Catia V6 sia stato architetturato com'è (integrato con matrix) semplicemente per mettere i bastoni fra le ruote a Noi e PTC che abbiamo preso il business PDM in Alenia, Iveco, VW/Audi, Alstom, Boeing, Airbus etc etc -

Questo è il tuo credo aziendale, oltre che una tua personale opinione. Legittima nonchè basata su affermazioni false e/o imprecise.

1) CatiaV6 è integrato con Enovia V6 . Matrix non è la stessa cosa.

2) sia voi che PTC avete avuto sia successi che insuccessi nelle aziende citate , dove sono e rimarranno a lungo installate IN PRODUZIONE soluzioni PDM/PLM di tutte e tre le "major" : DS , PTC e Siemens.



[/QUOTE]

-------
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#88
... penso che il PDM sia indispensabile, a parte pochi casi (stampisti, UT con 2/3 posti)
... penso che implementare un PDM senza una revisione dei processi sia uno sbaglio
... penso che un PDM prodotto dalla stessa sw house che produce il CAD possa essere avvantaggiato come "CAD Manager"

Su tutto questo ... io e te andiamo d'accordo. Vedi che non è così difficile ?
 

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
#90
... penso che il PDM sia indispensabile, a parte pochi casi (stampisti, UT con 2/3 posti)
... penso che implementare un PDM senza una revisione dei processi sia uno sbaglio
... penso che un PDM prodotto dalla stessa sw house che produce il CAD possa essere avvantaggiato come "CAD Manager"

Su tutto questo ... io e te andiamo d'accordo. Vedi che non è così difficile ?

Ragazzi,
Io non so più come dirlo. Provo con parole semplici e scandite:
... non denigro nessuno
... penso che il PDM sia indispensabile, a parte pochi casi (stampisti, UT con 2/3 posti)
... penso che implementare un PDM senza una revisione dei processi sia uno sbaglio
... penso che un PDM prodotto dalla stessa sw house che produce il CAD possa essere avvantaggiato come "CAD Manager"
... penso, riferito al punto sopra, che certi PDM, come per es Teamcenter, fatta 100 la capacità di gestione CAD di Catia o Pro/E di un PDM "fratello", arrivino ad una capacità di 90. Non arriva a 100 solo perchè le SW house non mettono a nostra disposizione tutte le API del CAD oppure, all'interno del PDM ne usano di "non ufficiali"
... penso che Catia V6 sia stato architetturato com'è (integrato con matrix) semplicemente per mettere i bastoni fra le ruote a Noi e PTC che abbiamo preso il business PDM in Alenia, Iveco, VW/Audi, Alstom, Boeing, Airbus etc etc

Ecco, tutto qui... non mettemi in bocca affermazioni strane tipo
"il PDM non serve"
"il PDM serve solo per le aziende grandi"
"L'unico PDM buono è TC, il resto è cacca"
etc etc...

Ciau
UoA

Caro UoA, nessuno vuol metterti in bocca frasi che non hai detto, semplicemente stiamo confrontandoci su di un argomento molto profondo che merita attenzione e rispetto. Se tutti avessero continuato con la lima gli stampi li farebbero ancora oggi e non ci sarebbe bisogno del CAD. Se tutti continuassero a fare fotocopie non ci sarrebe bisogno dei sistemi ERP. Anche in ragioneria non si usa più la "partita doppia". L'argomento si vorrebbe portare all'attenzione di tutti coloro che ruotano nel nostro mondo è quello si una corretta evoluzione delle aziende per poter mantenere competitività sul mercato e sopravvivere...in sostanza EVOLVERE.

Come ha evidenziato 3DPLM siamo tutti daccordo. Adesso confrontiamoci su un argomento come proposto (anche se per scherzo da Ozzy) il PDM.
 

UGoverALL

Guest
#92
... all'interno del PDM ne usano di "non ufficiali"

... su questo parli per esperienza personale o supponi ?

... penso che Catia V6 sia stato architetturato com'è (integrato con matrix) semplicemente per mettere i bastoni fra le ruote a Noi e PTC che abbiamo preso il business PDM in Alenia, Iveco, VW/Audi, Alstom, Boeing, Airbus etc etc -

Questo è il tuo credo aziendale, oltre che una tua personale opinione. Legittima nonchè basata su affermazioni false e/o imprecise.

1) CatiaV6 è integrato con Enovia V6 . Matrix non è la stessa cosa.

2) sia voi che PTC avete avuto sia successi che insuccessi nelle aziende citate , dove sono e rimarranno a lungo installate IN PRODUZIONE soluzioni PDM/PLM di tutte e tre le "major" : DS , PTC e Siemens.

-------[/QUOTE]
Esperienza personale:
l'Integrazione Pro/E - Intralink, sullo specifico del "cloning" è fatta utilizzando non le API standard.
E le funzioni che utilizzano non sono disponibili per gli altri PDM.


1) Eh, si, ok. Chiamatelo come volete... sempre quello rimane.
Un pò come se io ti dicessi che il "vecchio" TC Enterprise non è Metaphase. Non sarà proprio lui, ma poco ci manca...
Allora riformuliamo: Catia V6 ha sopra Enovia V6 perchè DS ha a cuore i suoi utenti e pensa che questo darà un valore incredibile a tutti.
Ecco: approfittiamo della tua appartenenza a DS... spiega un pochino (per quanto ti è possibile, ovviamente... senza rivelare segreti di stato) il path di upgrade V5-V6.
Questo sarebbe un fantastico contributo agli utenti catia.

2) Ah, beh... allora se la metti così vale tutto... Io posso dire che in Ford Catia non è proprio il loro sistema perchè ci sono un sacco di piattaforme su IDEAS e la KA è stata fatta con NX...
Quando si parla in generale credo sia obbligatorio fare delle semplificazioni, altrimenti in aziende così grandi ci sarà sempre l'eccezione a cui attarsi, no?
 

UGoverALL

Guest
#93
Caro UoA, nessuno vuol metterti in bocca frasi che non hai detto, semplicemente stiamo confrontandoci su di un argomento molto profondo che merita attenzione e rispetto. Se tutti avessero continuato con la lima gli stampi li farebbero ancora oggi e non ci sarebbe bisogno del CAD. Se tutti continuassero a fare fotocopie non ci sarrebe bisogno dei sistemi ERP. Anche in ragioneria non si usa più la "partita doppia". L'argomento si vorrebbe portare all'attenzione di tutti coloro che ruotano nel nostro mondo è quello si una corretta evoluzione delle aziende per poter mantenere competitività sul mercato e sopravvivere...in sostanza EVOLVERE.

Come ha evidenziato 3DPLM siamo tutti daccordo. Adesso confrontiamoci su un argomento come proposto (anche se per scherzo da Ozzy) il PDM.
Amico mio.
Ma perchè mi tratti come un retrogrado che vuol riportare tutti alla lima, al tecnigrafo e alla Olivetti lettera???

Magari apri un nuovo thread specifico: questo trattava della storia di Lucky74 e del suo percorso aziendale di scelta del CAD e PDM, di come è maturata la decisione, come è stata fatta la selezione, il perchè e percome alcuni contenders sono stati eliminati etc...
 

UGoverALL

Guest
#94
Visto che "Il Web è mica roba da mammolette... (UoA)" please, smettila di fare l'investigatore segreto e confrontati sui contenuti , quelli veri, senza battutine o slogan.

Mi troverai presente e per lungo tempo ...su tutte le tematiche su cui penso di poter dire la mia con competenza, convinto che ognuno di noi abbia diritto ad esprimere la propria opinione, sempre e comunque.

Il confronto è sempre costruttivo anche quando è aspro purchè sia rispettoso.
Io rispetto moltissimo la tua persona, la tua professionalità, la tua azienda.

Non condivido molte delle tue idee ed affermazioni nel settore PDM/PLM e sopratutto non sopporto quando si basano su dati ed informazioni incomplete o distorte anche se (talvolta) vengono fatte in buona fede.

Così non rendi un servizio agli utenti del forum,
ma solo alla tua azienda. Perchè se nessuno ha la possibilità di contraddirti, goccia dopo goccia, le falsità si insinuano e diventano mezze verità. Lo sai e questa è la tua tattica.

Il tuo intento è chiarissmo ed esplicito nel tuo nick , e non mi scandalizza per nulla.
Il mio è altrettanto chiaro ed esplicito, le parole e le sigle hanno un significato ed un valore , a volte pesante.

Proprio per questo non mi sono chiamato XXXWillDie o MiaAziendaOverAll o noisiamoermejodetutti.
Perchè non ne condivido ne il significato ne il metodo. Qualunque sia XXX o MiaAzienda.
smettila di fare l'investigatore segreto e confrontati sui contenuti , quelli veri, senza battutine o slogan.[/I]
Allora tu di chiaramente chi sei e non etichettare me come "Commerciale Siemens" quando tu sei esattamente nella stessa situazione.

Così non rendi un servizio agli utenti del forum,
ma solo alla tua azienda. Perchè se nessuno ha la possibilità di contraddirti, goccia dopo goccia, le falsità si insinuano e diventano mezze verità. Lo sai e questa è la tua tattica.

Tu hai con me gli stessi problemi che Veltroni ha con Berlusconi...

Il mio è altrettanto chiaro ed esplicito, le parole e le sigle hanno un significato ed un valore , a volte pesante.
Qui proprio non ti seguo: troppa filosofia da parole crociate... cerca di essere un briciolo chiaro.
Visto che lavori in DS, qual'è il tuo scopo qui se non quello di propagandare Catia e Enovia?
In cosa sei diverso dagli altri?
Che tipo di contributo hai dato agli utenti DS qui sul forum?

Proprio per questo non mi sono chiamato XXXWillDie o MiaAziendaOverAll o noisiamoermejodetutti.
Perchè non ne condivido ne il significato ne il metodo. Qualunque sia XXX o MiaAzienda

Peccato che su CAD3D non ci siano regole per i nick, tranne quelli offensivi o maleducati...
quindi, se non ti piace il mio, pazienza, dai, fattene una ragione.
 

Lucky74

Utente Junior
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008
Regione: Toscana
#95
OK, allora, visto che continuate piacevolemente ad infamarvi, mettiamola su un punto un pò più interessante. Noi (intendo l'azienda per cui lavoro) abbiamo ormai fatto la nostra scelta e abbiamo scartato Catia+Smarteam perchè Smarteam ci è sembrato un "elefante" troppo grosso e difficile da mettere in moto (questa è stata, in maniera mOOOOlto semplificata l'impressione che ha dato soprattutto ai miei colleghi che non sapevano un' h di cosa fosse un PDM). Bene, e mi rivolgo a 3DPLM, cerca di farmi capire perchè avremmo invece dovuto scegliere la soluzione DS invece di Siemens ... insomma, mettiamo le due soluzioni a confronto e cerchiamo di capire perchè un'azienda con circa 10 postazioni CAD più una quindicina di postazioni PDM (per ora, ma tra un pò potrebbero essere un bel pò in più) dovrebbe scegliere una soluzione anzichè l'altra. Cerchiamo di confrontarci su cose "reali" e non su "io ce l'ho più grosso del tuo" perchè io lavoro con Ford oppure con FIAT, tanto queste cose non credo interessino a nessuno o sbaglio?
Bye
 

Lucky74

Utente Junior
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008
Regione: Toscana
#96
per concludere, e mi rivolgo ancora a 3DPLM, cerchiamo di essere costruttivi e di dare un contributo serio a questo forum ... per fare discussioni come quelle che stai intavolando tu mi permetto di consigliarti qualche programma della DeFilippi!
E ora me ne vo a letto perchè ho avuto una giornata intensa per configurare TCX ;)
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#97
Esperienza personale:
l'Integrazione Pro/E - Intralink, sullo specifico del "cloning" è fatta utilizzando non le API standard.
E le funzioni che utilizzano non sono disponibili per gli altri PDM.


1) Eh, si, ok. Chiamatelo come volete... sempre quello rimane.
Un pò come se io ti dicessi che il "vecchio" TC Enterprise non è Metaphase. Non sarà proprio lui, ma poco ci manca...
Allora riformuliamo: Catia V6 ha sopra Enovia V6 perchè DS ha a cuore i suoi utenti e pensa che questo darà un valore incredibile a tutti.
Ecco: approfittiamo della tua appartenenza a DS... spiega un pochino (per quanto ti è possibile, ovviamente... senza rivelare segreti di stato) il path di upgrade V5-V6.
Questo sarebbe un fantastico contributo agli utenti catia.

Io penso che gli utenti catia possano chiedere ai commerciali Dassault Systemes Italia o ai suoi rivenditori le politiche di migrazione in qualunque momento. Comunque e' carino che tu ti preoccupi tanto di loro, non hai abbastanza lavoro sui tuoi utenti o abbastanza argomenti sui forum dei tuoi prodotti, di cui preoccuparti ?
2) Ah, beh... allora se la metti così vale tutto... Io posso dire che in Ford Catia non è proprio il loro sistema perchè ci sono un sacco di piattaforme su IDEAS e la KA è stata fatta con NX...
Quando si parla in generale credo sia obbligatorio fare delle semplificazioni, altrimenti in aziende così grandi ci sarà sempre l'eccezione a cui attarsi, no?

Le tue semplificazioni sono in realtà banalizzazioni di argomenti seri, clienti complessi e molto articolati.

Prova a parlare di una azienda per volta o , meglio di un progetto o piattaforma per volta , magari quando nei sei a conoscenza diretta e non solo per sentito dire dai tuo marketing. Ce la puoi fare, coraggio.


[/QUOTE]
 

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#98
OK, allora, visto che continuate piacevolemente ad infamarvi, mettiamola su un punto un pò più interessante. Noi (intendo l'azienda per cui lavoro) abbiamo ormai fatto la nostra scelta e abbiamo scartato Catia+Smarteam perchè Smarteam ci è sembrato un "elefante" troppo grosso e difficile da mettere in moto (questa è stata, in maniera mOOOOlto semplificata l'impressione che ha dato soprattutto ai miei colleghi che non sapevano un' h di cosa fosse un PDM). Bene, e mi rivolgo a 3DPLM, cerca di farmi capire perchè avremmo invece dovuto scegliere la soluzione DS invece di Siemens ... insomma, mettiamo le due soluzioni a confronto e cerchiamo di capire perchè un'azienda con circa 10 postazioni CAD più una quindicina di postazioni PDM (per ora, ma tra un pò potrebbero essere un bel pò in più) dovrebbe scegliere una soluzione anzichè l'altra. Cerchiamo di confrontarci su cose "reali" e non su "io ce l'ho più grosso del tuo" perchè io lavoro con Ford oppure con FIAT, tanto queste cose non credo interessino a nessuno o sbaglio?
Bye
Condivido il senso e lo spirito del tuo messaggio.

Ma per entrare, veramente, nel merito mi mancano troppe informazioni. Non conosco le vostre richieste e/o specifiche. Rileggendo i tuoi post in merito la sensazione è che non c'entri il prodotto ... ma piuttosto il fattore umano... (come vi è stato presentato). Ma non ne sono assolutamente certo. E non voglio correre il rischio di diventare o apparire superficiale come altri. Mi sembra duro rifare una sw selection via forum ...

Ma scusa, scelta fatta ... a cosa ti serve tornarci sopra ? E perchè confronti solo 2 fornitori e/o soluzioni ?
 
Ultima modifica:

3DPLM

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: ENOVIA - Windchill - Pro-Intralink - IMAN - SAP PLM - Autodesk Vault - PDMWorks - Oracle -
Regione: Italia
#99
Tu hai con me gli stessi problemi che Veltroni ha con Berlusconi...

buttarla in politica quando non hai altri argomenti è una tattica interessante ....

Visto che lavori in DS, qual'è il tuo scopo qui se non quello di propagandare Catia e Enovia?

....copia e incolla cambiando azienda e prodotti e rivolgi la domanda a te stesso

Visto che lavori in Siemens, qual'è il tuo scopo qui se non quello di propagandare NX e Teamcenter
?

Si chiama principio di reciprocità.
 
Ultima modifica:

dolfin

Utente Standard
Professione: Consulente PLM
Software: Principali PLM sul mercato
Regione: Italia
OK, allora, visto che continuate piacevolemente ad infamarvi, mettiamola su un punto un pò più interessante. Noi (intendo l'azienda per cui lavoro) abbiamo ormai fatto la nostra scelta e abbiamo scartato Catia+Smarteam perchè Smarteam ci è sembrato un "elefante" troppo grosso e difficile da mettere in moto (questa è stata, in maniera mOOOOlto semplificata l'impressione che ha dato soprattutto ai miei colleghi che non sapevano un' h di cosa fosse un PDM). Bene, e mi rivolgo a 3DPLM, cerca di farmi capire perchè avremmo invece dovuto scegliere la soluzione DS invece di Siemens ... insomma, mettiamo le due soluzioni a confronto e cerchiamo di capire perchè un'azienda con circa 10 postazioni CAD più una quindicina di postazioni PDM (per ora, ma tra un pò potrebbero essere un bel pò in più) dovrebbe scegliere una soluzione anzichè l'altra. Cerchiamo di confrontarci su cose "reali" e non su "io ce l'ho più grosso del tuo" perchè io lavoro con Ford oppure con FIAT, tanto queste cose non credo interessino a nessuno o sbaglio?
Bye
Se posso permettermi; perchè non proviamo a capire, invece, quali sono i fattori che fanno decidere un'azienda di 10 posti di lavoro CAD (che non è Fiat o Ford) ad utilizzare una soluzione PDM?