• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

S.E. V17: Riferimenti GD&T

scili

Utente Junior
Professione: R&D
Software: Creo Parametric
Regione: Campania
#1
Salve a tutti!
Sono uno studente di ingegneria meccanica e sto adoperando solid edge per mettere in tavola un progetto per un esame di progettazione, il sistema lo conosco un po' perché lo ho usato in un esame di disegno assistito.
Il mio problema è quello di assegnare i riferimenti per le tolleranze geometriche, fin tanto che i riferimenti sono delle superfici esterne dei componenti nessun problema, il problema sorge quando voglio assegnare il riferimento e.g. all'asse di una portata cilindrica, il sistema sembra non riuscire ad "agganciare" la linea di misura e me lo piazza un po' a caso, come nell'immagine allegata.
A me interessa ottenere la formattazione corretta del riferimento, solo che nella guida non è riportato molto a riguardo.
Cosa sbaglio?
Grazie mille.
 

Allegati

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
guarda mi pare che i riferimenti e le tolleranze geometriche vanno messe sulle linee di riferimento, non sulle linee di quota. Vanno bene anche gli spigoli, in vista o nascosti.
Che poi il sistema non senta l'asse non mi ricordo esattamente, dovrei verificare ma stamattina windows non vuole spaerne di avviarsi. E comunque: come farebbe poi chi fa il collaudo di accettazione del pezzo a riferirsi ad un asse teorico che non esiste fisicamente? Queste tolleranze, nel caso di fori o alberi, vanno riferite sempre ad un a generatrice del cilindro, non al suo asse. Ovviamente va bene a questo scopo anche la linea di riferimento della quota che di quella generatrice rappresenta l'estensione ideale.

Ciao.
 

scili

Utente Junior
Professione: R&D
Software: Creo Parametric
Regione: Campania
#3
guarda mi pare che i riferimenti e le tolleranze geometriche vanno messe sulle linee di riferimento, non sulle linee di quota. Vanno bene anche gli spigoli, in vista o nascosti.
Veramente la normativa prevede la possibilità di adoperare assi o piani di simmetria come riferimenti, a patto appunto di indicare il riferimento in corrispondenza della linea di quota dell'asse, albero o scanalatura.

Che poi il sistema non senta l'asse non mi ricordo esattamente, dovrei verificare ma stamattina windows non vuole spaerne di avviarsi. E comunque: come farebbe poi chi fa il collaudo di accettazione del pezzo a riferirsi ad un asse teorico che non esiste fisicamente? Queste tolleranze, nel caso di fori o alberi, vanno riferite sempre ad un a generatrice del cilindro, non al suo asse. Ovviamente va bene a questo scopo anche la linea di riferimento della quota che di quella generatrice rappresenta l'estensione ideale.

Ciao.
Per alcune tolleranze sicuramente, ma per gli assi presi come riferimenti mi è sempre stato detto che il modo di operare è questo, e il testo che uso come riferimento per il disegno tecnico industriale concorda.
Per il controllo non conosco bene i modi di procedere, ma al corso in cui ci furono spiegate queste tolleranze si parlava di mandrini autocentranti per gli assi o di blocchi di riscontro per i piani di simmetria.
Grazie per il tuo intervento
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Ho fatto una prova, e a me funziona, anche se il metodo che tu indichi tenderei a non usarlo in quanto poi renderebbe molto difficile l'operazione di collaudo del pezzo (vedi fig. "tolleranze_2"). Io in genere come ti dicevo preferisco lavorare su spigoli reali (vedi fig. "tolleranze").
 

Allegati

scili

Utente Junior
Professione: R&D
Software: Creo Parametric
Regione: Campania
#5
Veramente il modo corretto di indicare l'asse è collegare il riferimento alla linea di quota come si può vedere in questa tabella del catalogo SKF:
tabella tolleranze GD&T
Il mio problema è proprio che non riesco ad ottenere il formalismo corretto con solidedge.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#6
Veramente il modo corretto di indicare l'asse è collegare il riferimento alla linea di quota come si può vedere in questa tabella del catalogo SKF:
tabella tolleranze GD&T
Il mio problema è proprio che non riesco ad ottenere il formalismo corretto con solidedge.
io uso la ST e non la V17, ma aprendo vecchi disegni fatti con la V17, il simbolo
di riferimento ce l'ho corretto sia sugli assi che sulle quote.

Mi viene il dubbio che tu non abbia abilitato la spunta sul comando riferimento
 

Allegati

scili

Utente Junior
Professione: R&D
Software: Creo Parametric
Regione: Campania
#7
io uso la ST e non la V17, ma aprendo vecchi disegni fatti con la V17, il simbolo
di riferimento ce l'ho corretto sia sugli assi che sulle quote.

Mi viene il dubbio che tu non abbia abilitato la spunta sul comando riferimento
Ho controllato, con tutte le possibili combinazioni, e non riesco a piazzare il riferimento.
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#8
@Caccia: il riferimento sulla quota Phi180 è corretto? a me non sembra! ;)

Comunque io ho sempre usato questi metodi e non ho mai avuto problemi.
Forse devi reinstallare SE17.
Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#9
@Caccia: il riferimento sulla quota Phi180 è corretto? a me non sembra! ;)
Secondo me no, infatti la seconda immagine rappresenta le "cose da non fare", a mio parere, beninteso!
Mi serviva solo per verificare se SE poteva o no fare certe cose.
 

scili

Utente Junior
Professione: R&D
Software: Creo Parametric
Regione: Campania
#10
Ok, quindi sembra che non ci siano particolari opzioni e/o formattazioni da dover attivare per ottenere la formattazione corretta del riferimento. Pazienza, vorrà dire che userò le notazioni così come sono.
Grazie mille a tutti per la disponibilità
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#11
Mi serviva solo per verificare se SE poteva o no fare certe cose.
Se tu l'avessi messa sulla direzione dela linea di quota si poteva fare.
;)