• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Rivenditori stampanti 3D

Sokak

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Rhino, Sum3D
Regione: Veneto
#1
Buongiorno a tutti.

Qui in azienda sembra ci sia l'intenzione di acquistare una stampante 3D per realizzare piccoli oggetti di bigiotteria ed accessoristica per calzature.
È stato chiesto a me di fornire una panoramica su costi e tecnologie per poi orientarsi verso il prodotto più adatto alle nostre esigenze.

Premetto che io conosco a grandi linee le diffrenti tipologie di lavoro di queste macchine, ma sono ben lontano da esserne un profondo conoscitore.
Quindi chiedo a voi di illustrarmi limiti e caratteristiche di questi sistemi.

Come dicevo prima dovremmo realizzare piccoli pezzi e non in grossi quantitativi.
Perciò grandi aree di lavoro non ci sono necessarie.
Interessa di più la qualità superficiale in modo da risparmiare tempo nelle varie fasi di finitura manuale, la possibilità di verniciatura e in ultima battuta la resistenza (potrebbe capitare di dover letteralmente piegare un accessorio per adattarlo alla tomaia di una scarpa, quindi l'importante è che non si spezzi).
 

ferro

Utente Standard
Professione: venditore
Software: non uso CAD, li vendo...
Regione: emilia romagna
#2
Mi spiace ma non riesco ad esserti di aiuto.
La vostra necessità esce da ciò che noi riusciamo a fare (bene).

Ciao
 

Sokak

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Rhino, Sum3D
Regione: Veneto
#3
Grazie comunque per la risposta ferro.

C'è nessuno che possa darmi qualche indicazione?
 

Elio_63

Utente poco attivo
Professione: engineering
Software: Pro_e
Regione: Lombardia
#4
Noi abbiamo 2 stampanti:
Una stampa ABS ma è la stessa che ha l'amico che ha scritto sopra.
L'altra è una stampante diciamo di "sintergesso" cioè stampa una specie di gesso e poi viene impregnato con resine di vario tipo.
Cambiando materiali si possono stampare anche materiali che poi si possono " piegare " tipo gomma.
Abbiamo per esempio realizzato degli imbuti che alla fine risultavano reversibili, anche guarnizioni di un certo spessore!!!
Se ti interessa avevo messo un annuncio di "svendita" a questo forum:
http://www.cad3d.it/forum1/showthread.php?t=29634
Contattami pure per qualsiasi richiesta
Ciao
 

Sokak

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Rhino, Sum3D
Regione: Veneto
#5
Noi abbiamo 2 stampanti:
Una stampa ABS ma è la stessa che ha l'amico che ha scritto sopra.
L'altra è una stampante diciamo di "sintergesso" cioè stampa una specie di gesso e poi viene impregnato con resine di vario tipo.
Cambiando materiali si possono stampare anche materiali che poi si possono " piegare " tipo gomma.
Abbiamo per esempio realizzato degli imbuti che alla fine risultavano reversibili, anche guarnizioni di un certo spessore!!!
Se ti interessa avevo messo un annuncio di "svendita" a questo forum:
http://www.cad3d.it/forum1/showthread.php?t=29634
Contattami pure per qualsiasi richiesta
Ciao
Una zprint ho avuto modo di provarla qualche tempo fa e devo ammettere che pensavo meglio. Ovvero credevo che i pezzi avessero una finitura migliore e tenessero maggiormente piccoli dettagli. Però può darsi che fosse settata male o altro.

Per quanto riguarda l'abs deduco che la tipologia di macchina non sia in grado di soddisfare i requisiti elencati prima. O no?

Voglio però precisare che preferiremmo una maggior qualità superficiale a discapito della resistenza meccanica del pezzo. Fino, al limite, a rinunciare a qualsiasi qualità funzionale pur di poter disporre di un pezzo ottimamente finito.
 

MarcoBi

Utente Standard
Professione: flangia e curva, flangia e curva...
Software: Cadmatic, PDS, Autocad...
Regione: Lombardia
#6
Ho provato di recente il proto con tecnica Polyjet. Devo dire che la qualità è veramante buona che su pezzi piccoli. Mi sono appoggiato ad una società reperita in rete.
 

ferro

Utente Standard
Professione: venditore
Software: non uso CAD, li vendo...
Regione: emilia romagna
#7
@Sokak.
In effetti la nostra tipologia di macchina non si presta per questo tipo di oggetti.
Concordo con MarcoBi sulla qualita' che IN QUESTO caso la tecnologia Polyjet puo' offrire...
Ma solo in questo, eh !?!?! :tongue:

Ciao
 

Ramaja

Utente Junior
Professione: Architetto
Software: Vectorworks, Rhino, Corel Draw, Paintshop Pro
Regione: Emilia-Romagna
#8
Ho assistito alla presentazioni della serie HP che stampa in plastica e abbiamo fatto qualche prova con Rhino.
Devo dire che per prototipi meccanici è davvero ottima, mentre la finitura è un po zigrinata. essendo però plastica rigida, con un piccolo lavoro di cartavetro si può rimediare facilmente.
I colori sono ovviamente limitati ai sample di plastica della macchina ma può stampare in un unica soluzione prototipi funzionanti anche composti di più parti.
E' un po lenta, ma con un prezzo sui 12000 euro non è neppure inavvicinabile.
 

montigl

Utente Junior
Professione: progettazione meccanica, prototipazione rapida & reverse engineering
Software: magics, cadra, pro engineering, geomagic studio
Regione: emilia romagna
#9
@Sokak.
In effetti la nostra tipologia di macchina non si presta per questo tipo di oggetti.
Concordo con MarcoBi sulla qualita' che IN QUESTO caso la tecnologia Polyjet puo' offrire...
Ma solo in questo, eh !?!?! :tongue:

Ciao
io ho sia FDM che Polyjet e direi che se per la qualità è meglio la seconda per tante altre lo è la prima, per dare una risposta più precisa ci vogliono più dettagli...
 

AlfaProtech

Utente Junior
Professione: design e prototipazione
Software: thinkdesign
Regione: Umbria
#10
ciao,
io possiedo due stampanti 3d differenti, se vuoi posso darti qualche delucidazione in merito.
possiedo un Envisiontec Ultra, stampante a resina liquida (tecnologia DLP) ad alto volume di produzione, ed una objet (tecnica polijet)
posso anche farti qualche pezzo campione così che tu possa valutare.
mi sembra che comunque le tue esigenze siano per parti di medio volume e qualche caratteristica di flessibilità. forse solo un Objet può sopperire a queste necessità, compreso il cambio di materiale che non è cosa da poco.
 

Gattaiolato

Utente Junior
Professione: artigiano
Software: Autocad, 3d studio, sketchup, photoshop, corel draw
Regione: toscana
#11
Salve Alpha posso chiederti fra le due tecnologie quale è più conveniente nella stampa? e potresti darmi il contatto del rivenditore italiano della Envision che io non riesco a trovare.
Per fare plastici di architettura cosa consiglieresti?
Grazie
P.S. complimenti per l'ottimo sito.
 

AlfaProtech

Utente Junior
Professione: design e prototipazione
Software: thinkdesign
Regione: Umbria
#12
sicuramente i costi della Envisiontec sono molto ridotti. anche se i materiali in uso (la resina) vanno dai 225 ai 255 euro al kilo. quindi i materiali sono tra i più cari del settore ma i consumi sono contenuti. ufficialmente Envisiontec in Italia è rappresentata da Vision-Numerica Italia. A Cazzago (VE). comunque per plastic architettonici queste macchine non solo sono sconsigliate ma proprio non riusciresti a costruire edifici già assemblati perchè devi riempire tutte le cavità con i supporti di costruzione (che poi non riusciresti a togliere) inutile tentare di costruire pareti singole perchè questa tecnologia è tale che non verrebbe così perfettamente planare da potersi riassemblare con le altre. per queste applicazioni si usa il sinterizzato nylon, tecnica decisamente più a basso costo ma assolutamente calzante per i plastici.basta costruire i singoli piani senza i solai e poi riassemblare, il tutto con estrema semplicità realizzativa.
 

Gattaiolato

Utente Junior
Professione: artigiano
Software: Autocad, 3d studio, sketchup, photoshop, corel draw
Regione: toscana
#13
per queste applicazioni si usa il sinterizzato nylon, tecnica decisamente più a basso costo ma assolutamente calzante per i plastici.
molto interessante!
Questo sintetizzato nylon, che tu sappia, da quali macchine viene usato?
e del sintergesso, le Zprinter, che mi dici, stamane un rivenditore me lo consigliava per l'architettura, in particolare per i costi contenuti e l'assenza di supporti.
Inoltre, in una altro tread parlavi di trattare queste stampe con resina epossidica, per la resistenza.
Non ho idea di come funzionerebbe la cosa e se la qualità estetica finale del modello migliorerebbe o peggiorerebbe, mi puoi indicare dove trovare info riguardo questa procedura per piacere?
 
Ultima modifica:

AlfaProtech

Utente Junior
Professione: design e prototipazione
Software: thinkdesign
Regione: Umbria
#14
dimenticavo le macchine z-corp.
certo che si. anzi molto meglio. questo almeno per due motivi: uno i pezzi che escono dalla z-corp posso rimanere tal quali oppure trattati con una resina traparente che gli dà un aspetto liscio, una bella resistenza agli urti ed una finitura generale veramente estetica per i plastici.poi la possibilità di fare i pezzi colorati è unica. in questi casi di architettura può tornare veramente utile. cosa non da poco le macchine sono veramente economiche ed i pezzi costano ancora meno del SLS nylon.
i sinterizzatori nylon sono per lo più macchine industriali con impianti complessi di raffreddamento e di riciclo delle polveri. le stampanti a gesso te le tieni in ufficio....
 

AlfaProtech

Utente Junior
Professione: design e prototipazione
Software: thinkdesign
Regione: Umbria
#15
non ho procedure,devi consultare il tuo fornitore, solo lui ti può dare i consigli.comunque un qualunque resina trasparente che cura a freddo. lasci impregnare e poi una volta indurita quello che eccede lo carteggi semmai.
 

3DZ

Utente Junior
Professione: Rivenditore 3DSystems
Software: SolidWorks
Regione: Lombardia
#16
Probabilmente sono in ritardo... se così non fosse penso proprio che potremmo aiutarVi.

Buona giornata.

Marco
 

slavazzi

Utente poco attivo
Professione: assistenza
Software: Magic RP
Regione: Lombardia
#17
Buongiorno
Io ho una stampante Envisiontec Perfactory usata da vendere . La qualità superficiale e la possibilità di utilizzare diversi tipi di resina la rendono molto versatile( il cambio materiale è velocissimo e non richiede particolari accorgimenti).
la tecnologia Envisiontec si basa sulla fotopolimerizzazione della resina liquida e sfrutta la proprietà dei proiettori DLP per indurire lo strato.