ripresa sgrossatura con IT 13.00

ziotoy

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: Visi-AutoCad-Cimatron
Regione: Campania
#1
Salve a tutti,vorrei una dlucidazione sulla funzione ripresa di sgorssatura in IT.
In S-Svuota è possibile attivare il calcolo della ripresa mediante "con grezzo".
Attivando questa funzione si attiva di conseguenza "min.spess.grezzo"...ecco,qual'è il valore ottimale da inserire ed a cosa si riferisce??
Di solito inserisco come valore 0.5 o al massimo 1 ma ottengo sempre un percorso che pur essendo una ripresa,quindi senza più asportazione della "mollica",che ripassa su zone già lavorate dall'utensile precedente quindi con un dispendio di tempo enorme.
Mi illuminate,per favore,grazie.
Saluti.
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#6
dai non prendertela ma il cimit non lo usa piu nessuno...forse potrei dirti a grandi spanne quello che mi ricordo ...ma dubito

oramai e' passato come ambiente per quello gli amici del foro scherzano nei piu votati cam concorrenziali...
 

ziotoy

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: Visi-AutoCad-Cimatron
Regione: Campania
#7
...scherzavo anch'io...vedi faccina...:)
saluti.

p.s. cmq se me la date quell'informazione accetto volentieri anche vecchie reminescenze.
 

Nettuno79

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: CimatronE
Regione: Milano
#8
Ciao ,
solitamente il minimo spessore grezzo dovrebbe almeno essere uguale al sovrametallo utilizzato nella lavorazione corrente piu' "qualcosina ".
Questa qualcosina dovrebbe essere la tolleranza di calcolo solitamente moltiplicata per due .
Esempio : sovrametallo 1 mm e tolleranza di lavoro 0.1 mm / minimo spessore grezzo almeno 1.2 mm . In questo modo il sistema non ripasserà in alcune zone dove è rimasta poca roba .
Cosi ragiona CimatronE ma dovrebbe essere la stessa cosa per IT.

Ciauz
 

Dylan

Utente Standard
Professione: Cam/fresatore
Software: CimatronE
Regione: piemonte
#9
Ciao,

scusa l'ironia..

Il problema e' che neanche la v.9 di CimE ofrre risultati entusiasmanti...
Mi spiego.

Il parametro di minimo grezzo residuo (in E ) "funziona" nelle pareti che tendono al verticale.

Se vai a sgrossare sagome 3d con pendenze da 0 a 45° diciamo il parametro NON serve a nulla.
La ripresa di sgrossatura andra' in un modo insolente e fastidioso a rimuovere i livelli lasciati dall'utensile precedente su tutta la figura.. anziche' a limitarsi a quelle zone dove l'utensile precedente ,per motivi di dimensione, non poteva svuotare. Ecco.
PROPRIO questo WorkNC lo fa alla grande. Con la sola limitazione di dover fare la ripresa di sgrossatura con lo stesso Z step della sgrossatura principale. La differenza e' che in CimE ' impostando il "minimo spessore grezzo" ti eviti QUALCHE passata (ma non TUTTE quelle che non servono a nulla che vanno ad individuare il sovrametallo dell'utensile prec sulle surf dove il parametro NON influisce..) mentre con WorkNC la ripr di sgros va a risgrossare dove tu ti aspetteresti ovvero dove l'utensilone principale non e' riuscito ad entrare.

Dettagli per i piu'... seccature per i cammisti ...
Dylan
 

cimaguy

Utente Standard
Professione: Operatore cad-cam
Software: Cimatron-E/IT Rhinoceros
Regione: Veneto
#10
Dylan

secondo me il parametro "min.spessore grezzo"nasce proprio con l'intento
di escludere quelle zone a bassa pendenza(vedi una superficie con ampia
curvatura),dove non serve togliere il gradino di materiale lasciato dalla fresa
precedente.
Se faccio una ri-sgrossatura di una tasca(con gli stessi parametri di
sovrametallo della lavoraz.iniziale)con un utensile piu' piccolo ,ottengo
una lavorazione solo sugli angoli.
Allora si,il parametro,secondo me ,non serve a molto.
 

ziotoy

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: Visi-AutoCad-Cimatron
Regione: Campania
#11
Ciao ,
solitamente il minimo spessore grezzo dovrebbe almeno essere uguale al sovrametallo utilizzato nella lavorazione corrente piu' "qualcosina ".
Questa qualcosina dovrebbe essere la tolleranza di calcolo solitamente moltiplicata per due .
Esempio : sovrametallo 1 mm e tolleranza di lavoro 0.1 mm / minimo spessore grezzo almeno 1.2 mm . In questo modo il sistema non ripasserà in alcune zone dove è rimasta poca roba .
Cosi ragiona CimatronE ma dovrebbe essere la stessa cosa per IT.

Ciauz
Grazie mille,gentilissimo.
 

ziotoy

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: Visi-AutoCad-Cimatron
Regione: Campania
#12
Ciao,

scusa l'ironia..

Il problema e' che neanche la v.9 di CimE ofrre risultati entusiasmanti...
Mi spiego.

Il parametro di minimo grezzo residuo (in E ) "funziona" nelle pareti che tendono al verticale.

Se vai a sgrossare sagome 3d con pendenze da 0 a 45° diciamo il parametro NON serve a nulla.
La ripresa di sgrossatura andra' in un modo insolente e fastidioso a rimuovere i livelli lasciati dall'utensile precedente su tutta la figura.. anziche' a limitarsi a quelle zone dove l'utensile precedente ,per motivi di dimensione, non poteva svuotare. Ecco.
PROPRIO questo WorkNC lo fa alla grande. Con la sola limitazione di dover fare la ripresa di sgrossatura con lo stesso Z step della sgrossatura principale. La differenza e' che in CimE ' impostando il "minimo spessore grezzo" ti eviti QUALCHE passata (ma non TUTTE quelle che non servono a nulla che vanno ad individuare il sovrametallo dell'utensile prec sulle surf dove il parametro NON influisce..) mentre con WorkNC la ripr di sgros va a risgrossare dove tu ti aspetteresti ovvero dove l'utensilone principale non e' riuscito ad entrare.

Dettagli per i piu'... seccature per i cammisti ...
Dylan
E' esattamente quello che succede a me...ecco perchè chiedevo lumi sul min.spessore grezzo.
A quanto pare però non c'è nulla per ovviare.
Saluti.
 

Dylan

Utente Standard
Professione: Cam/fresatore
Software: CimatronE
Regione: piemonte
#13
per Cimaguy,

ciao! Non capisco cosa vuoi dire... Per quanto mi riguarda il parametro lavora sugli spigoli verticali della tasca come dici tu. MA NON lavora sulle surf pianeggianti. Intendiamo la stessa cosa??


Per zio

be' da IT a cimE ci son differenze in meglio.. e in peggio (in peggio e' relativo poiche' si possono usare le strategie di IT).. Rimangono alcune scelte dei progettisti del cam che proprio non capisco...

una per tutte?

Nella "bitangenza" di IT era possibile impostare tipo 3-4 passate in Z per poi , con l'ottimizzatore, rimuovere i movimenti in aria in modo da rimuovere poco alla volta eventuali zone "piene" che magari rimangono dalla lav precedenti.

Nella bitang di E (bada bene un algoritmo con 10-15 anni di meno..) NO. Ti becchi la fresa che vola in aria (come si dice da me FRESA l'ARIA). Ci sono moltissime situazioni dove questo problema si presenta ( vedi nella lavorazione di attrezzature per lamiera dove si fresa quasi mai un modello definito ma set di facce e curve di rifila..) E siam nel 2010. In generale nessuna strategia Q ha piu' l'utilissimo "rimuovi movimenti in aria...

E vero si puo' usare sempre il sistema di IT ma la mescolanza di 2 "strutture" di programmazione quali sono le strategie di IT ( obbligo dei contorni, possibilita' di impostare la sicurezza incrementale..) e quelle di E , nelle lavorazioni piu' complesse creano qualche confusione e aumentano le possibilita' di sbagliare :-(

Dylan
 

cimaguy

Utente Standard
Professione: Operatore cad-cam
Software: Cimatron-E/IT Rhinoceros
Regione: Veneto
#14
Dylan,
si, probabilmente intendiamo la stessa cosa.

A proposito delle riprese in bitangenza: guarda che se attivi il flag"Multi pass"

si apre la possibilita' di lavorare con incremento in z oppure offset superfici.
 

Dylan

Utente Standard
Professione: Cam/fresatore
Software: CimatronE
Regione: piemonte
#15
Dylan,
... se attivi il flag"Multi pass"
si apre la possibilita' di lavorare con incremento in z oppure offset superfici.
Be certo che conosco il flag multipass.. e vale lo stesso discorso dell'incremento in Z... La bitang Q NON puo' rimuovere i movimenti in aria mentre quella di IT si.

Cio' che avrei in mente come ideale sarebbe un cam in grado di applicare gli stessi parametri a TUTTE le tipologie di procedura. Immagina di fresare un pezzetto con strategie Q usando superfici parte e di controllo con offset differenziati. Non appena devi usare una strategia di IT apriti cielo.. fai il contorno che magari prima non avevi, occhio ai vari offset, ricrea i criteri se fresi con i criteri, ecc ecc. Non so se mi spiego... Sembra sempre di usare 2 cam diversi.. In buona sostanza le con le sole strategie Q fai poco o comunque ti obblighi a perdere ore e ore perfettamente inutili ( vedi sgrossature multiasse su pezzi di grandi dimensione...., vedi l'impossibilita' di rimuovere i movimenti in aria e altro) mentre le pur fulminee strategie di IT , da sole, riflettono la tecnologia di 10 anni fa seppur di un buon cam.
In poche parole c'e' un po' di disordine nel piano di sviluppo che la Cimatron ha adottato o quanto meno non c'e' assolutamente l'intenzione di integrare nelle funzioni Q almeno TUTTE le funzionalita' furbe e utili presenti in IT e , perche' no, integrate con nuove.

Poi ragazzi per fresare con asse utensile verticale una bacinella va bene pure catorcio di cam da 250 euro. Quando ci si spinge a lavorazioni "con le biglie" i limiti vengono fuori anche ai migliori strumenti..


Dylan